Mac chat


Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

per tornare al discorso rivenditore ritengo una cosa assurda gli orari di apertura, posso anche accettare che siano un po svogliati e che non abbiano piacere far smanettare tutti i clienti, ma per esempio un mio amico che vuole switchare non riesce a vedere un ibook dal vivo perche il nogozio della mia città fa orari "di ufficio" e guarda caso la gente che lavora fa gli stessi orari.

Sembra proprio che la maggior parte di questi negozi faccia di tutto per non attirare i clienti consumer.

Link to post
Share on other sites

Non nascondo di aver provato anch'io una certa emozione nello scorrere la galleria di foto sull'apertura dell'AppleStore di Londra.

Essendo stato non più di una settimana fa presso l'Apple center di Roma dove comunque ho potuto mettere le mani sul nuovo imac G5 senza essere bacchettato da nessuno, mi preme sottolineare come anche questi luoghi non siano da buttar via.

Rappresentano comunque un'alternativa al monolite Microsoft e testimoniano anche di una scelta coraggiosa dal punto di vista commerciale.

Link to post
Share on other sites

Gianmarco: <FONT COLOR="119911">Non credo che Apple possa avere interesse ad espandersi troppo: i punti vendita gestiti direttamente sono una spesa, non ho idea quanto onerosa ma me lo posso immaginare.Forse alla Apple non vogliono sfondare?</FONT>

Da quel poco che ricordo a proposito di negozi retail internazionali (IKEA ad esempio), robe del genere hanno dei costi fissi esagerati, e una volta lanciate è difficile impacchettarle via in quattro e quattr'otto. In parole povere, prima di lanciare un negozio così bisogna fare i conti molto bene, altrimenti si rischia di lasciarci le penne. Non è un caso che siano partiti solo negli USA, poi uno in Giappone, ora uno in UK. I prossimi paesi fortunati saranno Francia e Germania (l'Italia arriverà più tardi, tranquilli, non è come con iTunes Music Store che funziona anche con Windows Posted Image).

Ovviamente ogni cosa ha una sua proporzione, e un Apple Retail Store è più piccolo di un ipermercato IKEA. Però chissà quanto pagano di affitto lì in Regent Street...

Link to post
Share on other sites

Ciao Shockingguy,

sicuramente la creazione di un minisito interno a Macity per i tutorial fatti dagli utenti sarebbe un'opera interessante, credo però che sia altrettanto difficile, non tanto raccogliere il materiale, quanto dare una veste ed una forma unitaria, aggiustando qua e là le informazioni, le immagini e le spiegazioni.

Per un neofita trovo assolutamente valido iCreate, una rivista che fa dei tutorial un suo cavallo di battaglia.

Link to post
Share on other sites

Cari Amici,

nella fila c'ero anche io.

Io venerdi' sono partito da bari per assistere all' evento.

Mi ero illuso che andando li verso le 8 avrei preso almeno una lucky bag.

Poi ho conosciuto Alessanndro & C. ( confermo erano i numeri 60 - p.s. alex ho anche il video e le foto).

Lo spettacolo e' stato magnifico.

L' organizzazione perfetta.

In due giorni sono stato all' apple store 3 volte.

Io un negozio di prodotti Apple ce l' ho.

In teoria fare della propria passione un lavoro e' il sogno di tutti.

Peccato che quando si parla di Apple, la vita diventi veramente dura.

Ha ragione chi dice che se un giorno dovessero arrivare in italia gli apple store farebbero male soprattutto ai rivenditori.

E' vero, sarebbe un grave danno per noi.

In principio gli utenti sono felici ( da utente mac ero felice anche io a londra) poi l' economia va a schifo ( i soldi che si pagano, invece di essere un po' piu' distribuiti in italia, vanno direttamente in california).

Amici questa si chiama globalizzazione, il pesce grande mangia il piccolo.

Pero' una volta tanto vivere un po' piu' a sud della media

puo' avere i suoi risvolti positivi... io un apple store qui lo vedro' tra non meno di 10 anni... spero.

Link to post
Share on other sites

Infatti sono un contro la globalizzazione di quella filosia,mi auguro adesso che apple sta andando un pò meglio grazie anche alla politica di mercato e a noi,i rivenditori e gli utenti finali possano godere sempre più di un prodotto al disopra della media senza per questo fare parte di una nicchia sterile e senza voce in capitolo.

Link to post
Share on other sites

> Sabato pomeriggio: chiuso

> uscita di un nuovo modello di mac

> (dall'iMac in poi): venditore"ok questo é il

La colpa e' di Apple. Apple non cura i rivenditori. Anzi "cura" e' una parola grossa... diciamo che non gliene frega assolutamente nulla.

Con 7 euro di margine su un eMac... sai quanto gliene frega ai rivenditori di vendere Apple...

12 euro su un iBook... fantastico... posso comprare un amburger al pupo!

Per quanto mi riguarda NON venderei MAI Apple... non sono mica scemo...

Link to post
Share on other sites

> Sabato pomeriggio: chiuso

> uscita di un nuovo modello di mac

> (dall'iMac in poi): venditore"ok questo é il

La colpa e' di Apple. Apple non cura i rivenditori. Anzi "cura" e' una parola grossa... diciamo che non gliene frega assolutamente nulla.

Con 7 euro di margine su un eMac... sai quanto gliene frega ai rivenditori di vendere Apple...

12 euro su un iBook... fantastico... posso comprare un amburger al pupo!

Per quanto mi riguarda NON venderei MAI Apple... non sono mica scemo...

Link to post
Share on other sites

Benissimo. Benvenga quindi Applestore in Italia. Con gente seria che ti vnede e ti spiega il prodotto, che te lo fa provare e a cui piace fare quel lavoro. Non vedo punti oscuri e si risolvono un sacco di problemi.

Posted Image

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now