Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Il miglior modo per essere sicuro di avere un iPod mini per Natale è fare come me: andare in un negozio Apple che ha in vetrina l'iPod, acquistarlo e portarselo a csa. Io ne ho presi due, uno per figlia. La stessa operazione la puoi fare in un qualsiasi negozio Essedi. Se compri su Webb, anche in Usa, normalmente ti arriva in tre giorni.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Il miglior modo per essere sicuro di avere un iPod mini per Natale è fare come me: andare in un negozio Apple che ha in vetrina l'iPod, acquistarlo e portarselo a csa. Io ne ho presi due, uno per figlia. La stessa operazione la puoi fare in un qualsiasi negozio Essedi. Se compri su Webb, anche in Usa, normalmente ti arriva in tre giorni.

Link to comment
Share on other sites

E allora se volevi la scritta dietro metti in cono una ventina di giorni. I tempi indicati sono quelli per le macchine stock: la scritta equivale ad un BTO, ossia la Apple trasmette l'ordine all'assemblatore taiwanese, loro ne tolgono uno dalla catena, lo incidono, lo confezionano e lo spediscono. Per tutte le macchine BTO rassegnatevi ad attendere 20 giorni/1 mese(o anche più) dalla data dell'ordine.

- Matteo

Link to comment
Share on other sites

E allora se volevi la scritta dietro metti in cono una ventina di giorni. I tempi indicati sono quelli per le macchine stock: la scritta equivale ad un BTO, ossia la Apple trasmette l'ordine all'assemblatore taiwanese, loro ne tolgono uno dalla catena, lo incidono, lo confezionano e lo spediscono. Per tutte le macchine BTO rassegnatevi ad attendere 20 giorni/1 mese(o anche più) dalla data dell'ordine.

- Matteo

Link to comment
Share on other sites

La stima che mi hanno dato per una macchina stock era due giorni. Per la scritta 7.

Fatto sta che mi doveva arrivare il 17, non il 23... sullo stato dell'ordine appare "shipped on 10/12/04", mentre il ragazzo al telefono mi ha detto che è partito da shangai il 16 sera...

Link to comment
Share on other sites

Probabilmente è rimasto a candire allo hub a Shangai per qualche giorno. Lo "shipped" si riferisce al momento in cui la tua macchina varca il cancello dell'assemblatore. Poi cosa fa o non fa dipende dai vari spedizionieri. Quando ho ordinato il mio Powerbook ho dovuto aspettare quasi un mese, e gli ultimi dieci giorni sono stati solo per raggiungere l'Italia dallo hub olandese...

- Matteo

Link to comment
Share on other sites

Trovo davvero curiose le opinioni di chi pensa che "G5" voglia dire "più potenza" di "G4". Qualunque tipo di benchmark dimostra ineluttabilmente che quello che fa la differenza è anzitutto il clock, seguito dal bus, dalla velocità e dalla quantità delle ram e per finire dalle cache L1 ed L2 e poi in fondo a tutto dal biprocessore (sorvolo su schede video ed hard disk, che pure contano qualcosina...). La "architettura" G5 contro G4 conta per lo zero virgola, salvo casi eccezionali (peraltro debitamente enfatizzati da Apple che al contrario oscura come l'iMac 20" a 1.8Ghz sia nella maggior parte dei casi solo il 30% più veloce dell'eMac G4 a 1.25Ghz...).

Per cui se esce un Powerbook G4 a 1.7Ghz potete stare tranquilli che performerà di più dell'iMac G5 a 1.8Ghz, specie se qualche imitazione sul bus dei G4 sarà risolta.

Con questo che voglio dire? Che possiamo star tranquilli? Col piffero. Che anzi se i G5 non salgono presto di clock, inizierà nuovamente la penosa emorragia di gente che non potrà non accorgersi che il G5 a 2Ghz va come un Pentium 4 a 2Ghz e che c'è poco da raccontarsi frottole sull'argomento.

Infine a chi dice che il settore "Pro" sarebbe contento di Apple: il settore "Pro" vende come meno non si era mai visto. Sarà anche colpa della offerta che non copre la domanda, ma il risultato è quello, e assolutamente occorre una svolta secca.

Link to comment
Share on other sites

Chest, sono d'accordo su quanto dici riguardo alle architetture G4 e G5 (entrambe basate sul PPC) ma non lo sono affatto per quanto riguarda la velocità di clock. In questo modo, torniamo alla vecchia e notoriamente mendace propaganda di Intel secondo la quale + Mhz = + velocità. Un Pentium IV a 2 Ghz NON E' affatto veloce quanto un G5 (o un G4, se esistesse) a 2 Ghz in quanto l'architettura Risc è più performante di quella Cisc. Inoltre, come tu stesso implicitamente dici, i fattori che influenzano la velocità di un computer - oltre alla frequenza del clock - sono molteplici: dal bus di sistema, alla quantità e qualità della ram, alla cache (L1, L2 e anche L3), alla scheda video, al disco rigido (che conta un po' più di "qualcosina"), ecc... per arrivare addirittura alla qualità dell'assemblaggio di tutte le parti in un insieme il più omogeneo possibile (un pc di HP di solito risulta più performante di un assemblato "da cantina" con identiche componenti). Per non parlare poi del sistema operativo, senz'altro una delle parti che più di tutte possono aumentare o compromettere la reale velocità operativa di un computer... E da questo punto di vista, Windows è una specie di mostro divoratore di risorse, male concepito (anzi, copiato) e peggio aggiornato nel tempo, mentre al contrario MacOS X è un sistema stabile, efficace e ottimizzato al meglio, che oltretutto migliora a ogni sua nuova release.

Paragonando la qualità dei componenti utilizzati, l'ottimizzazione del sistema operativo e la classe costruttiva di qualsiasi computer Apple a quelli di un pc Wintel medio (brand inclusi), nessuno può onestamente dichiarare che un Macintosh abbia la stessa velocità operativa reale della sua controparte pc. E poi, ormai persino la stessa Intel ha dovuto ammettere, in modo più o meno esplicito, che la "corsa ai Mhz" è finita e ha finalmente smesso di menarla con la supposta superiore velocità delle sue cpu che sarebbe garantita dalla maggiore frequenza di clock...

A parte questo, hai comunque ragione a dire che se Apple (anzi, IBM) non raggiungerà al più presto almeno i 3 Ghz di clock, si rischia di vedere una nuova emorragia di gente che sceglierà i pc Wintel solo perché hanno una frequenza nominale più alta... ma si sa, il "popolo bue" è facile preda di falsi miti e di un marketing ben fatto ancorché falso e ipocrita. E la storia dell'informatica lo dimostra alla grande, altrimenti oggi Apple non avrebbe solo un 3% scarso del mercato mondiale dei computer.

Link to comment
Share on other sites

Uhm...permettetemi un paio di precisazioni...

Se è vero che il settore Pro (sopratutto quello desk e quindi PowerMac) ha una crisi di vendita abbastanza evidente nei numeri e pur vero che in generale il 2004 per Apple è stato un anno di crescita di unità vendute...

Per cui l'emorragia che si teme è da vedere per bene da che parte e se non è compensata e magari superata da trasfusioni adeguate (nuovi utenti).

Sinceramente in questo anno 2004 sarei più propenso a considerare un aumento degli utenti Mac, e penso anche della quota %, che non ad una diminuzione.

Resto comunque preoccupato per il settore Pro, sopratutto desk, perchè i PowerBook hanno tenuto bene anzi addirittura mi sembra abbiamo incrementato, poco, le vendite.

Sul discorso della frequenza di clock...beh è complesso.

Non basta alzare il clock per avere netti miglioramenti, ma certo aiuta, come però se non di più aiuta una architettura ben ingegnerizzata.

Il G5, quindi il processore in se, la frequenza, il bus, la cache e le comunicazioni con il resto dei componenti, la scheda madre insomma, contano parecchio...

Il Centrino insomma insegna molto, o forse è meglio dire conferma molto questa tesi.

C'è da dire che anche il G4, sopratutto nelle ultime incarnazioni si è ripreso...certo ha delle limitazioni non indifferenti, ma si è ripreso...del resto un eventuale Bus a 200mhz, se in termini di aumento vero da 167mhz non è granchè, se sfruttato a dovere potrebbe fare faville...molti processori Pentium IV hanno bus a 800mhz, in pratica 200mhzx4....

Mi permetto di dire che i PowerMac secondo me, risentono di 2grosse limitazioni, che li penalizzano oltre misura:

1) una quantità di ram inadeguata, dovrebbero avere 512mb sulle versioni entrylevel e 1gb su quelle Top ;

2) una scheda video "indegna", INDEGNA, I-N-D-E-G-N-A!!!! avere il coraggio su macchine da 2.000€ di montare una Geffo5200FX con 64mb di ram è SCANDALOSO!!! ;

Mickey

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share