Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Mondadori Informatica in centro a Milano sembra un Apple Store, ci sono stato un mese fa ed esponevano:

HW -> iMac LCD, EMac, Titanium, iBook, iPod, Apple iSub;

SW -> Apple Works, Pacchetto Adobe, Pacchetto Macromedia, vari antivirus ed altre cose.

Poi la Apple si sta adoperando per fornire i vari punti vendita della Lombardia Posted Image di un venditore (munito di Tita) che conosca il sw e l'hw della mela, solo verso metà 2003 cominceranno a fornire anche i negozi del resto d'Italia di Mac-venditori

Link to comment
Share on other sites

Io alla FNAC di torino ci passo delle giornate :D faccio dimostrazioni gratuite, itunes a palle con gli effetti visivi a tutto schermo... e SEMPRE la gente si ferma a guardare i mac più dei pc...

ciao

Link to comment
Share on other sites

Avete visto i costi delle licenze aziendali di Microsoft su Windows? Pensate che sia facile per una azienda, una volta finita del vortice, uscirne?

Il problema di avere un grande e unico protagonista sul mercato è che leggi del mercato non sono quelle del mercato ma quelle dell'unico grande protagonista.

Per quanto riguarda il discorso Pocket PC, Tablet PC etc etc... Microsoft e' in grado di determinare campagne di Marketing non solo verso l'utente ma anche verso i costruttori che ormai costruiscono hardware non sulle proprie ricerche ma sulle specifiche dei laboratori di Redmond (si veda l'inutile Tablet PC).

Questo potra' portare a condizioni come quello di Apple dove software e hardware sono tuttuno e potrebbe essere anche un vantaggio per l'utente.

Non e' lo sara' sicuramente quando chi fornisce hardware e software vuole fornire anche i contenuti di fatto monopolizzando sia il media che il messaggio.

La pletora di PocketPC a basso costo che sta invadendo il mercato pensate che abbia qualche ritorno economico diretto verso chi li fabbrica?

Indubbiamenti i costi sono calati, la produzioni in serie paga ma dietro c'e' la spinta non indifferente dell'azienda di Redmond che cerca di conquistare un mercato dov'era in minoranza.

Il pocketPC/palmare e' la strada per l'integrazione globale totale, non solo per l'uso personale come PIM ma come veicolo per ospitare moduli telefonici.

Tra qualche mese saranno disponibili realmente moduli GSM/GPRS su SD CARD (su Compact flash gia' esistono) e allora non ci sara' bisogno di alcun PocketPhone (versione di attacco verso il mercato che proviene dalla telefonia cellulare) ma basterà dotare un PocketPC da 250/300$ di una schedina SDIO da 250$/300$ con GSM.GPRS.

Questo è il mercato su cui punta Microsoft.

I provider telefonici venderanno solo la connessione... ai servizi aggiuntivi ci pensera' Microsoft che regalera' (se lo puo' permettere) tutti quei servizi che i provider telefonici stanno cominciando a far pagare.

Due anni fa ho assistito ad una dimostrazione della visione del futuro di Microsoft che passava attraverso il mezzo piu' potente che ha in mano: MSN.

MSN è o vuole diventare IL Portale attraverso cui passerà tutta la vostra vita.

E la vostra vita non puo' essere gestita 24 ore su 24 su un Desktop e neppure su un portatile e neanche su un Tablet.

Ma su un palmare si, anche quando dormite puo' stare vicino a voi sul comodino, al posto del vostro cellulare.

Chi di voi non usa piu' la sveglia ma il cellulare per alzarsi al mattino?

Avrete il logo con le finestre in tasca tutto il giorno, davanti alla TV per guardarvi la guida dei programmi, per prenotare un concerto, per guardare l'album fotografico e la notte sul vostro comodino.

Ma torniamo a MSN

Provate a sbagliare una ricerca su Windows... arriverete a MSN...ma non temete! Presto potrete sbagliarvi anche con il vostro palmtelefonino e arrivare sempre li'.

Per sbaglio.

Vostro.

Sicuramente non di Microsoft.

Detto con tutta l'ammirazione che si può avere per un grande stratega e la pietà per le sue vittime che presto potrebbero diventare i tanto odiati monopolisti delle telecomunicazioni.

Al peggio non c'e'...

Link to comment
Share on other sites

Cari amici, non c'è dubbio che i soliti discorsi che ormai ci facciamo da anni sul Grande Fratello siano sempre validi. Io sono uno come voi, che se potesse tornerebbe (anche se non l'ho mai fatto) a coltivare le patate ed allevare le mucche per vivere in totale autarchia. Ma allora il problema di fondo è: le comodità di questo nuovo mondo globale ci fanno comodo? Sono un reale progresso o una schiavitù? E allora i petrolieri che ci avvelenano ogni giorno sempre di più e impediscono con ogni mezzo un reale progresso verso energie alternative e più pulite? La risposta non è facile. Chi è davvero coerente fa scelte estreme, lascia tutto e va a fare il barbone o si compra un'isola nel Pacifico (beato chi può). Ma noi mortali, le "pecore matte", direbbe Dante, che dobbiamo fare? Io vi confesso che vivo alla giornata, ed allora penso che forse dei fatti miei a Bill Gates non glie ne freghi proprio nulla. Al massimo, se vede (ammesso che MS abbia gli strumenti per gestire tutta sta mole immensa di dati) che vado sempre sul sito di Walt Disney passerà loro l'informazione, che a loro volta dovranno sapere come gestirla. Vedete: ad esempio, io che lavoro in una grossa Compagnia di Assicurazioni (ahimè), vi posso assicurare che l'enorme database sulla nostra clientela non troviamo il tempo neanche di tenerlo aggiornato, figuriamoci di utilizzarlo per azioni di marketing.. Eppure, sarebbe in teoria nostro interesse. Ecco perchè ho uno sguardo un po' disincantato su questa faccenda dell'onnipresenza di Microsoft e di MSN (sito che, lo ripeto, non conosco e non ho mai visitato: la home page anche per le ricerche del browser può essere cambiata!) Boh? I computer della Mela sono belli, li ho usati per qualche anno e continuo ad amarli, ma in fondo sono delle macchine che mi devono servire, e allora la maggiore interconnettività dei pc (compresi pocket pc, smartphone e tablet pc) ha il suo peso. A proposito di Tablet PC: Perlini, non condivido la tua opinione, anche se la rispetto. Anzi, sono rattristato dal fatto che non ci sia un'alternativa Apple (sarebbe la sua vocazione). Ormai è assurdo portarsi sulle ginocchia in salotto un portatile quando una tavoletta A4 ti fa le stesse cose, liberandoti dalla tastiera e dai cavi. Qualche messa a punto ci dovrà essere, ma la tenacia di Microsoft (tutta americana) secondo me la spunterà. Perchè la ritieni una tecnologia inutile? Non lo capisco sinceramente.

Link to comment
Share on other sites

Non ho paura di Microsoft come del grande fratello.

Ho paura di Microsoft come del grande Padre.

Il padre di tutta l'innovazione tecnologica, il padre delle idee che conquistano il mercato.

Il buon padre verso che "cura gli interessi dei consumatori" che decide che non te puoi andare di casa e un bel giorno ti dice: da qui non esci e ti faccio pagare l'affitto.

Questa è la Microsoft che mi fa paura.

Ma non tanto questo... mi fanno paura quelli che dicono che "in fondo vuoi mettere la comodita' di avere tutto con un bel marchio windows sopra? Nessun problema, perfetta compatibilita' etc etc.

Quando se compri un Palm Tungsten hai delle applicazioni piu' compatibili con Office delle applicazioni Pocket PC...)

In fondo la Microsoft si sacrifica per noi, la divisione Windows CE/pocket è una delle poche in perdita a Redmond (perde 33 Milioni di Dollari... bazzeccole in confronti ai guadagni di 1700 Milioni di dollari del resto).

Stessa cosa accadrà al momento per il Tablet PC.

Perche' il Tablet PC per come viene proposto ora non ha assolutamente nessuna utilita' pratica, ha dei costi esagerati e l'unico vantaggio che posso vedere a breve termine è l'abbassamento del prezzo dei display touch screen.

Se prendiamo un tablet PC in commercio adesso scopriamo che a parte il poter schizzare qualche disegno sul desktop non ha altra utilita'.

Il sistema di riconoscimento della scrittura e la praticita' di utilizzazione sono tutte da dimostrare.

Vediamo 2 campi di utilizzazione

Il tablet PC in casa...

A cosa mi serve avere un oggetto di oltre 2 kg di peso senza tastiera?

Per fare ricerche su internet, non e' molto comodo... meglio un iBook che pesa lo stesso e posso scrivere i miei indirizzi, i miei email, riempire i moduli per gli ordini online.

Per guardare la TV? E da quando la TV si tiene sulla ginocchia?

Il tablet PC al lavoro...

Mi piacerebbe avere un oggetto da portare sui cantieri, solido, resistente alle cadute, non impegnativo ma allo stesso tempo leggero, per consultare disegni, particolari, schizzare una soluzione.

Oppure un oggetto per seguire la produzione all'interno di uno stabilimento, un oggetto per gestire gli ordini di un rappresentante...

La risposta a tutto questo non e' un tablet PC, un oggetto con un sistema operativo da Palmare e le dimensioni di un portatile. e il peso di un portatile.

Non portero' mai su una impalcatura un oggetto da 2 kg e passa e da 2400 euro di valore.

Molto meglio un Pocket PC allora o meglio un bel Palm come quelli di ACER, Sony, Palm con schermo da 320x320 (ma qui entra in gioco lo smarcamento dal Grande Padre Microsoft).

Se il Tablet PC costerà come un portatile con uno schermo grande come quello del portatile allora non sara' la vittoria del Tablet PC ma quella dei touch screen.

Se il Tablet PC diventerà piu' piccolo e comodo non sara' altro che un palmare piu' grande.

Comunque vada non sarà l'idea che sconvolge il futuro dell'informatica ma uno strumento di marketing per inventare un settore in cui Microsoft per il momento non ha concorrenti:

l'ha voluto, progettato e "prodotto" lei...

Ovviamente posso sbagliarmi, ma il fatto di avere scritto questo prolisso intervento in 2 minuti sulla tastiera di un portatile Apple in salotto non mi fa certo rimpiangere l'uso della penna o della tastiera virtuale di un tablet PC.

:-)

Naturalmente posso consultare la guida dei programmi, gustarmi la tv su un televisore vero, partecipare ad un forum, scrivere un email e persino mandare in stampa un disegno sul plotter che ho in ufficio. Su una macchina che non e' fisicamente collegata all'alimentazione (la batteria mi segnala 3 ore e 50 di autonomia) ne via cavo ad internet (Airport)

Potrei fare la stessa cosa (scrivere questa filippica sulla tastiera) - nello stesso tempo - con un Tablet PC? Direi di no.

L'unica cosa che non potrei fare e' inviare uno schizzo del Palmare che vorrei... per quello ho una tavoletta wacom da 100 euro che posso collegare dove e quando voglio, oppure posso fare uno schizzo a mano e fotografarlo con una macchinetta usb da 150 euro...

Certo che se il mio iBook o Titanium avesse la capacita' touch screen potrei risparmiarmi un oggetto in piu'... ma ne varrebbe la pena?

chissà...

la discussione è aperta.

Link to comment
Share on other sites

Quello che tu dici sul Tablet PC è vero adesso. Credo che lo sarà meno quando la tecnologia sarà più matura (diciamo tra circa due anni). Il vero problema per i nuovi Tablet PC è che l'hardware per il momento non supporta adeguatamente l'idea software, che è ancora un po' acerba anche lei. Ma all'orizzonte, oltre al progresso tecnico "di default", ci sono lcd con transistors incorporati, magari arrotolabili come certe tastiere già adesso, batterie più durevoli con cpu meno esigenti, e soprattutto una generale riduzione dei pesi.. Allora, chi avrà accumulato esperienza avrà non pochi vantaggi sulla concorrenza, soprattutto se questa non esiste per niente :-) Anch'io adesso ho una tavoletta Wacom, ma mi viene da ridere a pensare alla differenza di praticità che c'è con un touch screen. I prezzi? Tutte le tecnologie hanno dei costi da ammortizzare. Per il momento il T-PC lo lascio anch'io ai "fighetti" della tecnologia, e aspetto di vedere dove va il mercato. Ma il nuovo Pocket PC di Dell uscito oggi, che costa 199 Dollari nella versione entry-level, dimostra che nelle idee bisogna crederci: il mio Casio cassiopeia EM 505 un anno e mezzo fa l'avevo pagato L. 1.200.000, 3 volte tanto!

Link to comment
Share on other sites

in inglese si scrive pre-emptive strike...

purtroppo con M$ bisogna ragionare così, fermarla prima che i suoi tentacoli si estendano su un mercato... chi può fermare il suo marketing e la "gioia inebriante" che avvolge i suoi prodotti, una volta lanciati sul mercato?

M$ non ha fretta... aspetta su un ponte che il cadavere del suo nemico attraversi il fiume... è stato così per Netscape (2-3 anni?), lo sta facendo con Palm, ha appena iniziato a farlo con Nintendo (Sony no... troppo forte...per ora...)

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Un piccolo appunto a Settimio quando dice:

"In fondo la Microsoft si sacrifica per noi, la divisione Windows CE/pocket è una delle poche in perdita a Redmond (perde 33 Milioni di Dollari... bazzeccole in confronti ai guadagni di 1700 Milioni di dollari del resto)"

C'è anche il settore Xbox, che ne perde molti ma molti di più...lo so sono piccole soddisfazioni...

Incredibile ma vero am sono completamente d'accordo con Settimio, non succedeva da tempoe da tante discussioni.

LG invece cito queste tue parole:

" Al massimo, se vede (ammesso che MS abbia gli strumenti per gestire tutta sta mole immensa di dati) che vado sempre sul sito di Walt Disney passerà loro l'informazione, che a loro volta dovranno sapere come gestirla. Vedete: ad esempio, io che lavoro in una grossa Compagnia di Assicurazioni (ahimè), vi posso assicurare che l'enorme database sulla nostra clientela non troviamo il tempo neanche di tenerlo aggiornato, figuriamoci di utilizzarlo per azioni di marketing.. Eppure, sarebbe in teoria nostro interesse. Ecco perchè ho uno sguardo un po' disincantato su questa faccenda dell'onnipresenza di Microsoft e di MSN (sito che, lo ripeto, non conosco e non ho mai visitato: la home page anche per le ricerche del browser può essere cambiata!)"

Non sono d'accordo perchè per un grossa compagnia di assicurazioni non sapere come gestire con un numero ristretto di persone una grossa quantità di dati del database può essere poco significativo.

Ma per la più grossa azienda del mondo, con migliaia di persone dedicate, sapere gestire o no il proprio database è importante, è lo sfrutta al massimo, proprio con strumenti come MSN, dove porta il proprio databse di persone che lo vogliano o no, distruggendo praticamente la concorrenza, ammesso che ne sia rimasta.

HA sempre agito così, ed i risultati a distanza di anni non sono confortanti.

Se la più grossa compagnia del mondo, con migliaia di persone, leggi risorse umane, con migliaia di dollari da poter investire, con un bagaglio tecnologico potenziale immenso è riuscita nella sua massima espressione di innovazione a partorire il TabletPC...posso avere fiducia?

Io ho TERRORE!

Apple vuoi o non vuoi, in 3anni ha innovato molto

più con 1/1000 del potenziale di MicroSoft della MS stessa, sbaglio o qualcosa non quadra?

Mickey

Link to comment
Share on other sites

I notebook sono oggetti molto belli da vedere, al di la' dei loro contenuti tecnici. Mi e' capitato qualche giorno fa di rimanere incollato per un'ora davanti al televisore vedendo la televendita di un Compaq Presario su Home Shopping Europe ( http://www.hse.it ).

Il 'tecnico' (o presentatore, non so) faceva terribili gaffes che non vi dico - roba da Striscia la Notizia -, pero' era bello vedere in tivu' quel notebook col display a colori da 14 che mostrava i videogiochi, le pagine Web e tutto il resto...

Forse Apple e' azienda troppo 'raffinata' per affidarsi alle televendite, pero' sono convinto che se un esperto Mac presentasse gli iBook e i Titanium in televisione ne venderebbe a bizzeffe.

Se poi fosse Loredana Di Cicco a presentarli (cosi' simpatica e graziosa), il successo sarebbe assicurato. Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Macteo: trovo che un po' di "gioia inebriante" avvolga anche i prodotti Apple ;-) Un pc si compra spesso perchè costa poco, è potente e ce l'hanno tutti. Un Mac è sempre un po' un acquisto dettato dal fascino del buon design, poco importa se è meno veloce e costa più caro..

Myname: avere terrore di un Tablet PC non è forse un po' esagerato? E' soltanto un pc un po' più evoluto, che in prospettiva ci libererà dalla schiavitù di mouse e tastiera. Newton non era un concetto simile? Solo perchè lo ha fatto Microsoft ci dovrebbe terrorizzare?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share