Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Ciao Luca! Ti leggo spesso qui e là (tevac) ora ti conosco anche in viso. Posted Image

>notevole, ma possibile che io sia totalmente imbranato nella grafica?! :|

Non mi trovo daccordo con le tue parole. Ritengo che in ognuno di noi vi siano potenzialità inespresse, stà a noi cercarle ed esternarle nella maniera più congeniale, liberamente, senza necessariamente ricondursi a modelli visivi conosciuti. (fosse facile)

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

quello che dice cixxo è molto interessante.

fondamentalmente la sua analisi sul mio "percorso" è esatta.

ma da dire c'è a mia scusante che faccio questo da tre anni.

in fondo è una questione di come uno si raffronta alla realtà.

io sono uno delle persone più disordinate del mondo.

nonostante questo ho bisogno quando faccio qualcosa di ordinare.

da questo viene fuori quello che faccio. io non amo molto il meticciato sinceramente.

poi potremmo parlare di mille cose.

in fondo dal caos si fa ordine. è l'arte classica.

è il mio punto di vista.

adoro però ultimamente imparare dai punti di vista completamente opposti.

per lo stesso motivo di cui diceva sopra cixxo.

s'impara.

ultimamente sto facendo molti passi avanti proprio per questo.

ho la fortuna che ho una ragazza da questo punto di vista complementare.

senza di lei gli uccellini non sarebero usciti.

poi visto che è il mio seicentesimo post vi metto una poesia.

anni fa pensavo di essere un gran poeta.

gli anni passano...

silenzio distratto

un morso,

corretto dall'aratro del minuto steso

lungo il cavallo di una sera,

frigge sulla pelle.

è il sangue del passaggio

dal significato al silenzio distratto.

Link to comment
Share on other sites

Squarz>in questa pagina bisognerà andare a capo spesso...

Ho capito ora cosa intendevi dire.

Squarz>io non amo molto il meticciato sinceramente.

Fammi capire.

Link to comment
Share on other sites

Deve essere di moda: la mia Toyota Avensis ha il cruscotto rivestito di (finto) titanio invece che di (finta) radica del modello precedente. Che cosa ci fa il titanio in un cruscotto? risposta: la stessa cosa che ci fa nel guscio di un powerbook

M

Link to comment
Share on other sites

Lorenzo>

io non amo molto il meticciato sinceramente.

poi potremmo parlare di mille cose.

in fondo dal caos si fa ordine. è l'arte classica.

A riguardo vorrei esprimere le mie idee.

Se Lorenzo è il più disordinato del mondo, io sono il secondo. Per anni ho cercato invano l'ordine.

Trovata una ragnatela conquistata a fatica, ragnatela di piccoli compromessi che fanno una vita ordinata, puntualmente mi ritrovavo scaraventato a terra.

Ho passato 8 anni a studiare il Rinascimento, i rapporti proporzionali, la sezione aurea, i riferimenti classici. E tuttora mi occupo di moduli, diametri all'imoscapo, fregi, lesene e cornici. Ho preso contatto con la dimensione razionale che sta dietro.

Monumenti matematici di estremo fascino. Incredibili speculazioni.

Ma l'arte classica e tutte le organizzazioni formali basate sul controllo e sull'ordine portano, alla fine, tristemente, ad un cinismo senza pari.

Allora da libero cittadino, in un paese democratico, mi permetto di affermare con tranquillità che l'arte classica mi ha letteralmente rotto le balle.

E il controllo DIMENSIONALE, NUMERICO, omogeneizzante e sistemico della bellezza è un concetto violento e antidemocratico per eccellenza.

Ed è addirittura sciocco. E’ un approccio sempliciotto.

Non a caso il classicismo storicamente è alla base dei sistemi formali del totalitarismo di tutte le epoche.

Attenzione, io amo da impazzire l’arte classica, e non vorrei che le mie parole fossero interpretate male. Io amo l’arte classica per il valore assoluto che le sta dietro, per la complessità e la manipolazione controllata.

Ma è una passione razionale. Quindi non più una passione.

E allora il nostro unico eroe dovrebbe diventare Michelangelo, che ringrazio ogni giorno per aver demolito quell’ordine, quella assurda convinzione di dover creare MODELLI, schemi e ripetizioni. Michelangelo annientò il Rinascimento, e ogni sua martellata è un attacco al concetto dell’esaltazione asessuata dell’essere umano, portato alla stregua di Dio.

In quest’ottica, riuscire a “leggere†la bellezza nell’imperfezione, nella diversità, al limite nella bruttezza, è il vero obiettivo di un pensiero veramente evoluto. Allora magicamente forse il rosso assoluto comincia a diventare meno interessante del porpora.

Un mio grandissimo amico, Massimo, attore al teatro stabile di Genova, mi rimproverava sempre quando mi esaltavo per la bellezza canonica delle cose. Un giorno, alla fine di una bella festa di Capodanno, quando la gente ormai se ne andava, e rimanevano pochi ormai sconci e con la cravatta in tasca, mi disse: “ vedi..? questo è il momento per me più interessante..è il momento in cui si può scavare nei rifiuti e trovare il fascino della scoria..â€.

Rimasi colpito da questa frase apparentemente sconnessa.

Ecco che allora la propria concezione estetica diventa più che altro espressione della propria esperienza culturale.

Personalmente preferisco di gran lunga quindi il “meticciatoâ€, e amo il bello ma sono cosciente che anche nella “<font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font>†, come la definiva Sarte, quindi nella scoria, si può trovare qualcosa di estremamente significativo.

Ecco quindi che tutte le manipolazioni formali eccessivamente gestite dal meccanismo economico mi alterano.

Potrei ricredermi, ma attualmente alla “purezza†del formalismo cattolico occidentale comincio a preferire di gran lunga altre esperienze formali. Per scoprire il grande fascino dell’Africa, o la bellezza storica di periodi in cui nelle chiese siciliane convivevano in una mega insalata tutti i tipi di meticcio possibile. Ma mi piace, quando di cinismo vogliamo parlare, allora il vero razionalismo moderno, quello finnico, quello finlandese. Se di ghiaccio parliamo, che sia vero ghiaccio e non sintesi californiana.

Sono contento che ognuno di noi persegua una propria strada tanto diversa dall’altra.

Personalmente, per il momento ho mandato di brutto a quel paese Prassitele, Fidia e quel meraviglioso teorema matematico del Partenone.

Troppe ostriche, per ora mi affascinano molto di più le frittelle, da mangiare con le mani sporcandosi la camicia.

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

NOOOOO!!! Dai, cribbio!!! Tutti con 'sta fotografia personale Posted ImagePosted Image

Così adesso tutto il fascino, tutto il mistero del discutere con persone che non si sa se siano vere o finte, se siano donne mascherate da uomini o uomini mascherati da donne, se siano intelligenze collettive, o aliene... o eventualmente anche non-intelligenze (Posted Image)... va a farsi benedire!

Ma che, siete qui tutti per cuccare? Posted Image

Naturalmente, sto scherzando. Però, sono un pochininino deluso. E che diamine! Ma che creativi siamo, se non sappiamo pensare ad altro che alla fotografia personale? ;D

P.S.: a proposito... quella nella foto a sinistra sono io, con un mio caro amico trombettista Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Naturalmente, poi, come spesso accade mi pento subito di aver fatto il "cattivo" (anche se poco poco... dev'essere - come diceva una mia amica una volta - quel po' di post christmas let-down che puntualmente mi prende dopo le feste :D) e torno prontamente sui miei passi.

Per dire che le vostre creazioni sono, continuano ad essere, molto belle. Invidiabili.

E per dire che le ultime considerazioni di Cixxo (che saluto con affetto) mi sembrano molto interessanti.

Per esempio: da

<font color="ff6000">[...] l'arte classica e tutte le organizzazioni formali basate sul controllo e sull'ordine portano, alla fine, tristemente, ad un cinismo senza pari</font>

secondo me potrebbe prendere le mosse una profonda e bella discussione. Tempo permettendo... Posted Image

Ri-buon anno anche a Squarz (inserisco anche quest'ultima nella raccolta? Fammi vedere... no. Non è necessario... c'è già. Sai, Squarz: sono felice di essere un pochinino parte di un'opera creativa in corso Posted Image) e a tutti gli altri forumisti collegati.

A proposito di belle discussioni... Cixxo e Squarz: leggo fra i vostri dati personali che avete entrambi un gatto per "compagno di strada".

Anch'io convivo con un gatto da ben quindici anni.

Cixxo: te la rammenti una certa discussione su (potremmo dire) "intelligenza, mente, menti", all'incirca dello scorso maggio, che poi purtroppo si interruppe bruscamente? Capisci perché - sulla questione delle "menti animali" - allora presi delle posizioni che suscitarono (si fa per dire) un "casino d'inferno"?

Sì. Sono certo che lo capisci, così come lo capisce Squarz (e infatti, se non ricordo male, eravamo molto sintonizzati in quella circostanza... lo sto ricordando solo perché fu l'ultima volta che mi capitò di interloquire con te... non certo per rivangare, dato che era un gran brutto periodo... e per fare un po' di "memoria storica del forum", visto che in altri thread qualcuno ha chiamato in causa quest'ultima).

In caso contrario, non avreste un gatto Posted Image

(Messaggio modificato da andrea67 il 05 gennaio 2003)

Link to comment
Share on other sites

un abbraccio ad Andrea!!

mi piaceva farvi fartecipi di alcuni frammenti dei "collage digitali" che realizzo.

Da patito del particolare, vivo con la macchina fotografica appresso. Non c'è pietra, tarsìa, volto di persona, tessitura di mattoni. organica, inorganica che mi colpisca e che io non fotografi.

La sera, quando scende la tranquillità, mi piace mescolare tutte queste immagini. E l'immagine finale è il frutto di una stratificazione plurima infinita. Foto di marmi vengono sovrapposte a tessuti. Il tutto viene miscelato con la macchia da caffè o la ruggine del paraurti della signora di sotto.

l'immagine poi la lavoro con aerografo (su penna ottica), pennelli virtuali.

Quello che esce fuori non ha senso se non nella voglia di render compresenti diverse sensazioni ed è frutto di elementi diversi per forma, contenuto, epoca.

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share