Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

--- palle.

Caro Marco... potrei scrivere la stessa cosa a ruoli invertiti, e i computer li uso per lavorare e/o divertirmi...

Da quando ho installato MacOS 10.1 (gennaio 2002) ho visto numero 2 KPanic: 1 con 10.1 e 1 con 10.2... entrambi i casi per colpa di due applicazioni beta...

Nello stesso periodo i PC su cui lavoro sono stati riformattati (1 volta), è stato reinstallato Win2K (2 volte), la rete si è incriccata (5 o 6 volte), il server si è fuso (1 volta software = reinstallare W2K Server, 1 volta hardware = bruciata la scheda madre) i virus hanno devastato un paio di PC (3 volte), la media dei riavvii è circa 2-2,5 al giorno.

[i lavori di manutenzione sono stati fatti per la maggior parte da un mio amico con il mio supporto, più che altro morale, anche perché i "tecnici" incaricati facevano molto casino, nda]

E' chiaro che chi il computer lo sa configurare un minimo non avrà tanti problemi... sono gli utenti "normali" che invece attirano i problemi (e gli smanettoni Posted Image)

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

--- palle.

Caro Marco... potrei scrivere la stessa cosa a ruoli invertiti, e i computer li uso per lavorare e/o divertirmi...

Da quando ho installato MacOS 10.1 (gennaio 2002) ho visto numero 2 KPanic: 1 con 10.1 e 1 con 10.2... entrambi i casi per colpa di due applicazioni beta...

Nello stesso periodo i PC su cui lavoro sono stati riformattati (1 volta), è stato reinstallato Win2K (2 volte), la rete si è incriccata (5 o 6 volte), il server si è fuso (1 volta software = reinstallare W2K Server, 1 volta hardware = bruciata la scheda madre) i virus hanno devastato un paio di PC (3 volte), la media dei riavvii è circa 2-2,5 al giorno.

[i lavori di manutenzione sono stati fatti per la maggior parte da un mio amico con il mio supporto, più che altro morale, anche perché i "tecnici" incaricati facevano molto casino, nda]

E' chiaro che chi il computer lo sa configurare un minimo non avrà tanti problemi... sono gli utenti "normali" che invece attirano i problemi (e gli smanettoni Posted Image)

Link to comment
Share on other sites

marco

<font color="ff0000">Ho avuto in compenso una decina di kernel panic con OSX da primavera ad oggi, cosa anche comprensibile, visto che X deve ancora maturare.</font>

evidentemente marco ha Mac OS X Franco Edition Posted Image

a parte gli scherzi, osx ha tanti problemi, ma non quello della stabilità...sinceramente il paragone con windows non esiste (da questo punto di vista). io ho avuto 2 kernel panic ambedue dovuti all'incompatibilità con il lettore dischetti yano con 10.0.1 (tra l'altro era un baco conosciuto).

i vari windows della famiglia 95 sono poco più che virus. con win2k e superiori non ho mai visto una schermata blu, vero, ma dopo 2 ore di lavoro non sono certo sistemi facili da gestire Posted Image

marco

<font color="ff0000">Sui linux fan avrei molto da dire: ne conosco molti che installano linux e straparalano di winzozz qui e winzozz li.

Usano il dual boot e accendono linux per fare i fighi con gli amici, ma quando si tratta di configurare iptables o postfix (lasciamo perdere sendmail per pieta') ti guardano come se fossi un ufo e ribootano con windows (piratato).</font>

sacrosanta verità. ammettiamolo, linux ancora è ben lontano dall'essere un sistema operativo per desktop. è ancora troppo ruvido. certamente è un ottimo (e più o meno economico) server, adatto magari a workstation scientifiche o altre cose particolari, ma per la vita di tutti giorni...

per il resto si può discutere, ma indubbiamente il mac ha perso la miglior carte che un tempo aveva: l'essere all'avanguardia dal punto di vista hardware. è triste, ma oggi che piaccia o no, vendi se hai gigahertz e se non li hai sono caxxi amarissimi. apple da questo punto di vista farebbe bene a guardare anche verso altri mercati dove magari si prediligono altre qualità oltre che ai ghz e non solo al digital hub. leggi: apple attacca nelle università, nei centri di ricerca e nei tuoi vecchi bacini di attrazione!

Link to comment
Share on other sites

marco

<font color="ff0000">Ho avuto in compenso una decina di kernel panic con OSX da primavera ad oggi, cosa anche comprensibile, visto che X deve ancora maturare.</font>

evidentemente marco ha Mac OS X Franco Edition Posted Image

a parte gli scherzi, osx ha tanti problemi, ma non quello della stabilità...sinceramente il paragone con windows non esiste (da questo punto di vista). io ho avuto 2 kernel panic ambedue dovuti all'incompatibilità con il lettore dischetti yano con 10.0.1 (tra l'altro era un baco conosciuto).

i vari windows della famiglia 95 sono poco più che virus. con win2k e superiori non ho mai visto una schermata blu, vero, ma dopo 2 ore di lavoro non sono certo sistemi facili da gestire Posted Image

marco

<font color="ff0000">Sui linux fan avrei molto da dire: ne conosco molti che installano linux e straparalano di winzozz qui e winzozz li.

Usano il dual boot e accendono linux per fare i fighi con gli amici, ma quando si tratta di configurare iptables o postfix (lasciamo perdere sendmail per pieta') ti guardano come se fossi un ufo e ribootano con windows (piratato).</font>

sacrosanta verità. ammettiamolo, linux ancora è ben lontano dall'essere un sistema operativo per desktop. è ancora troppo ruvido. certamente è un ottimo (e più o meno economico) server, adatto magari a workstation scientifiche o altre cose particolari, ma per la vita di tutti giorni...

per il resto si può discutere, ma indubbiamente il mac ha perso la miglior carte che un tempo aveva: l'essere all'avanguardia dal punto di vista hardware. è triste, ma oggi che piaccia o no, vendi se hai gigahertz e se non li hai sono caxxi amarissimi. apple da questo punto di vista farebbe bene a guardare anche verso altri mercati dove magari si prediligono altre qualità oltre che ai ghz e non solo al digital hub. leggi: apple attacca nelle università, nei centri di ricerca e nei tuoi vecchi bacini di attrazione!

Link to comment
Share on other sites

marco

<font color="ff0000">Ho avuto in compenso una decina di kernel panic con OSX da primavera ad oggi, cosa anche comprensibile, visto che X deve ancora maturare.</font>

evidentemente marco ha Mac OS X Franco Edition Posted Image

a parte gli scherzi, osx ha tanti problemi, ma non quello della stabilità...sinceramente il paragone con windows non esiste (da questo punto di vista). io ho avuto 2 kernel panic ambedue dovuti all'incompatibilità con il lettore dischetti yano con 10.0.1 (tra l'altro era un baco conosciuto).

i vari windows della famiglia 95 sono poco più che virus. con win2k e superiori non ho mai visto una schermata blu, vero, ma dopo 2 ore di lavoro non sono certo sistemi facili da gestire Posted Image

marco

<font color="ff0000">Sui linux fan avrei molto da dire: ne conosco molti che installano linux e straparalano di winzozz qui e winzozz li.

Usano il dual boot e accendono linux per fare i fighi con gli amici, ma quando si tratta di configurare iptables o postfix (lasciamo perdere sendmail per pieta') ti guardano come se fossi un ufo e ribootano con windows (piratato).</font>

sacrosanta verità. ammettiamolo, linux ancora è ben lontano dall'essere un sistema operativo per desktop. è ancora troppo ruvido. certamente è un ottimo (e più o meno economico) server, adatto magari a workstation scientifiche o altre cose particolari, ma per la vita di tutti giorni...

per il resto si può discutere, ma indubbiamente il mac ha perso la miglior carte che un tempo aveva: l'essere all'avanguardia dal punto di vista hardware. è triste, ma oggi che piaccia o no, vendi se hai gigahertz e se non li hai sono caxxi amarissimi. apple da questo punto di vista farebbe bene a guardare anche verso altri mercati dove magari si prediligono altre qualità oltre che ai ghz e non solo al digital hub. leggi: apple attacca nelle università, nei centri di ricerca e nei tuoi vecchi bacini di attrazione!

Link to comment
Share on other sites

>[i lavori di manutenzione sono stati fatti per la maggior parte da un mio amico con il mio supporto, più che altro morale, anche perché i "tecnici" incaricati facevano molto casino, nda]

--- lungi da me dire che non e' vero, pero': avete una rete interna con server windows e hai avuto esperienze negative.

Possibilissimo. Parliamone.

Quante macchine, quanti server, quanti utenti, quanti sistemisti, quali funzioni?

Hai provato a spostare *tutto* su macos?

Vediamo in confronto come funziona e quanto ti costa come gestione completa.

Puo' essere che vada meglio, per carita'.

Io, se si tratta di un ambiente medio-complesso ho i miei dubbi, non fosse altro per la relativa novita' di osX.

Come ho dei dubbi che sul fatto che tu sia stato seguito da personale competente. Erano mcse?

>sono gli utenti "normali" che invece attirano i problemi

--- il punto e' che sono convinto che per un utente "normale" windows funziona benone.

Per Internet e ofice automation non ci sono problemi, per attaccarci la fotocamera (checche' se ne dica qui) anche...

Certo, se devi fare un dvd immagino che un mac sia piu' facile, ma in quanti fanno dvd?

Al contrario con un mac hai office in inglese, certi siti non riesci a vederli, i driver di scanner e stampanti fanno pieta' o non ci sono ecc.

Tutte cose risolvibili da un utente esperto, ma che sconcertano il niubbo che vede l'amico che stampa meglio col pc e la stessa stampante da 200.000 lire e riesce a sentire i file wma su internet...

Resto convinto che un mac oggi sia una scelta in gran parte affettiva, di curiosita' o legata a certe nicchie di mercato. Oppure la ricerca di uno stile di design.

I veri svantaggi della scelta di un pc sono la diffusione dei virus e l'alimentare il monopolio ms.

Link to comment
Share on other sites

>[i lavori di manutenzione sono stati fatti per la maggior parte da un mio amico con il mio supporto, più che altro morale, anche perché i "tecnici" incaricati facevano molto casino, nda]

--- lungi da me dire che non e' vero, pero': avete una rete interna con server windows e hai avuto esperienze negative.

Possibilissimo. Parliamone.

Quante macchine, quanti server, quanti utenti, quanti sistemisti, quali funzioni?

Hai provato a spostare *tutto* su macos?

Vediamo in confronto come funziona e quanto ti costa come gestione completa.

Puo' essere che vada meglio, per carita'.

Io, se si tratta di un ambiente medio-complesso ho i miei dubbi, non fosse altro per la relativa novita' di osX.

Come ho dei dubbi che sul fatto che tu sia stato seguito da personale competente. Erano mcse?

>sono gli utenti "normali" che invece attirano i problemi

--- il punto e' che sono convinto che per un utente "normale" windows funziona benone.

Per Internet e ofice automation non ci sono problemi, per attaccarci la fotocamera (checche' se ne dica qui) anche...

Certo, se devi fare un dvd immagino che un mac sia piu' facile, ma in quanti fanno dvd?

Al contrario con un mac hai office in inglese, certi siti non riesci a vederli, i driver di scanner e stampanti fanno pieta' o non ci sono ecc.

Tutte cose risolvibili da un utente esperto, ma che sconcertano il niubbo che vede l'amico che stampa meglio col pc e la stessa stampante da 200.000 lire e riesce a sentire i file wma su internet...

Resto convinto che un mac oggi sia una scelta in gran parte affettiva, di curiosita' o legata a certe nicchie di mercato. Oppure la ricerca di uno stile di design.

I veri svantaggi della scelta di un pc sono la diffusione dei virus e l'alimentare il monopolio ms.

Link to comment
Share on other sites

>[i lavori di manutenzione sono stati fatti per la maggior parte da un mio amico con il mio supporto, più che altro morale, anche perché i "tecnici" incaricati facevano molto casino, nda]

--- lungi da me dire che non e' vero, pero': avete una rete interna con server windows e hai avuto esperienze negative.

Possibilissimo. Parliamone.

Quante macchine, quanti server, quanti utenti, quanti sistemisti, quali funzioni?

Hai provato a spostare *tutto* su macos?

Vediamo in confronto come funziona e quanto ti costa come gestione completa.

Puo' essere che vada meglio, per carita'.

Io, se si tratta di un ambiente medio-complesso ho i miei dubbi, non fosse altro per la relativa novita' di osX.

Come ho dei dubbi che sul fatto che tu sia stato seguito da personale competente. Erano mcse?

>sono gli utenti "normali" che invece attirano i problemi

--- il punto e' che sono convinto che per un utente "normale" windows funziona benone.

Per Internet e ofice automation non ci sono problemi, per attaccarci la fotocamera (checche' se ne dica qui) anche...

Certo, se devi fare un dvd immagino che un mac sia piu' facile, ma in quanti fanno dvd?

Al contrario con un mac hai office in inglese, certi siti non riesci a vederli, i driver di scanner e stampanti fanno pieta' o non ci sono ecc.

Tutte cose risolvibili da un utente esperto, ma che sconcertano il niubbo che vede l'amico che stampa meglio col pc e la stessa stampante da 200.000 lire e riesce a sentire i file wma su internet...

Resto convinto che un mac oggi sia una scelta in gran parte affettiva, di curiosita' o legata a certe nicchie di mercato. Oppure la ricerca di uno stile di design.

I veri svantaggi della scelta di un pc sono la diffusione dei virus e l'alimentare il monopolio ms.

Link to comment
Share on other sites

>evidentemente marco ha Mac OS X Franco Edition

--- no, ho solo usato samba con poca delicatezza.

Ci son molte segnalazioni dei problemi che ho incontrato io sui siti usa.

>Da quando ho installato MacOS 10.1 (gennaio 2002) ho visto numero 2 KPanic: 1 con 10.1 e 1 con 10.2... entrambi i casi per colpa di due applicazioni beta...

--- Mi dai ragione: un kernel panic non dovrebbe mai essere colpa di una applicazione.

Se una applicazione tira giu' il sistema, allora l'os e' fatto male, altrimenti cosa ci sta a fare la memoria protetta?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share