Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

>evidentemente marco ha Mac OS X Franco Edition

--- no, ho solo usato samba con poca delicatezza.

Ci son molte segnalazioni dei problemi che ho incontrato io sui siti usa.

>Da quando ho installato MacOS 10.1 (gennaio 2002) ho visto numero 2 KPanic: 1 con 10.1 e 1 con 10.2... entrambi i casi per colpa di due applicazioni beta...

--- Mi dai ragione: un kernel panic non dovrebbe mai essere colpa di una applicazione.

Se una applicazione tira giu' il sistema, allora l'os e' fatto male, altrimenti cosa ci sta a fare la memoria protetta?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

>evidentemente marco ha Mac OS X Franco Edition

--- no, ho solo usato samba con poca delicatezza.

Ci son molte segnalazioni dei problemi che ho incontrato io sui siti usa.

>Da quando ho installato MacOS 10.1 (gennaio 2002) ho visto numero 2 KPanic: 1 con 10.1 e 1 con 10.2... entrambi i casi per colpa di due applicazioni beta...

--- Mi dai ragione: un kernel panic non dovrebbe mai essere colpa di una applicazione.

Se una applicazione tira giu' il sistema, allora l'os e' fatto male, altrimenti cosa ci sta a fare la memoria protetta?

Link to comment
Share on other sites

marco

<font color="ff0000">Se una applicazione tira giu' il sistema, allora l'os e' fatto male, altrimenti cosa ci sta a fare la memoria protetta?</font>

anche se l'applicazione installa qualche kext? comunque è fuori di dubbio che le prime versioni di osx erano fatte male Posted Image

Link to comment
Share on other sites

marco

<font color="ff0000">Se una applicazione tira giu' il sistema, allora l'os e' fatto male, altrimenti cosa ci sta a fare la memoria protetta?</font>

anche se l'applicazione installa qualche kext? comunque è fuori di dubbio che le prime versioni di osx erano fatte male Posted Image

Link to comment
Share on other sites

marco

<font color="ff0000">Se una applicazione tira giu' il sistema, allora l'os e' fatto male, altrimenti cosa ci sta a fare la memoria protetta?</font>

anche se l'applicazione installa qualche kext? comunque è fuori di dubbio che le prime versioni di osx erano fatte male Posted Image

Link to comment
Share on other sites

<font color="0000ff">Quante macchine, quanti server, quanti utenti, quanti sistemisti, quali funzioni?

Hai provato a spostare *tutto* su macos?</font>

8 macchine (6 con W2K, 2 con W98), 1 server, utente "universale", un paio di stampanti di rete, 1 venditore truffaldino e un paio di tecnici poco capaci...

Marco, so benissimo che eravamo seguiti male... il solo fatto che ci abbiamo messo le mani sopra noi (perchè alla fine le cose funzionavano meglio delle configurazioni dei tecnici...) probabilmente ha generato casini...

Una rete così configurata non vedo perchè non si possa fare anche con OS X ma non sono esperto di reti e problematiche di reti quindi non posso certo giurare che sarebbe stata la soluzione migliore... Tralasciamo il fatto che per il lavoro svolto (e le persone coinvolte) non si sarebbe potuta fare con Mac: è il "classico" studio di architettura per cui PC=Autocad=PC... Settimio, io e altri sappiamo che se ne può fare a meno, ma questo tipo di architetti no, proprio no... ma questo è un altro thread!

Anche se mi secca ammetterlo siamo più d'accordo di quanto immagini su uso e consumo dei PC e l'alternativa del Mac; oggigiorno OS X è un buon sistema con ottime applicazioni di contorno e una buona integrazione con l'hardware (computer e periferiche, soprattutto digitali), ciò che tarpa le ali all'OS sono i processori, inutile negarlo; e la scarsa capacità di inculcare nell'utente comune che i MHZ non sono tutto (in fondo Apple la comunicazione in tal senso l'ha fatta, ma quanti hanno veramente capito?) porta alle quote di mercato attuali...

Queste quote di mercato (di nicchia) portano ad una minor attenzione nel produrre software, e mi riferisco soprattutto ai driver, che ci sono anche ma sono limitati e non permettono di sfruttare appieno le capacità di stampanti o scanner...

Come vedi è un circolo vizioso dal quale Apple potrà uscire solo con prodotti altamente rivoluzionari o recuperando il gap velocistico nominale, fino ad allora Apple vivrà nel suo limbo dorato fatto di utenti fedeli.

Augh, ho detto.

Link to comment
Share on other sites

<font color="0000ff">Quante macchine, quanti server, quanti utenti, quanti sistemisti, quali funzioni?

Hai provato a spostare *tutto* su macos?</font>

8 macchine (6 con W2K, 2 con W98), 1 server, utente "universale", un paio di stampanti di rete, 1 venditore truffaldino e un paio di tecnici poco capaci...

Marco, so benissimo che eravamo seguiti male... il solo fatto che ci abbiamo messo le mani sopra noi (perchè alla fine le cose funzionavano meglio delle configurazioni dei tecnici...) probabilmente ha generato casini...

Una rete così configurata non vedo perchè non si possa fare anche con OS X ma non sono esperto di reti e problematiche di reti quindi non posso certo giurare che sarebbe stata la soluzione migliore... Tralasciamo il fatto che per il lavoro svolto (e le persone coinvolte) non si sarebbe potuta fare con Mac: è il "classico" studio di architettura per cui PC=Autocad=PC... Settimio, io e altri sappiamo che se ne può fare a meno, ma questo tipo di architetti no, proprio no... ma questo è un altro thread!

Anche se mi secca ammetterlo siamo più d'accordo di quanto immagini su uso e consumo dei PC e l'alternativa del Mac; oggigiorno OS X è un buon sistema con ottime applicazioni di contorno e una buona integrazione con l'hardware (computer e periferiche, soprattutto digitali), ciò che tarpa le ali all'OS sono i processori, inutile negarlo; e la scarsa capacità di inculcare nell'utente comune che i MHZ non sono tutto (in fondo Apple la comunicazione in tal senso l'ha fatta, ma quanti hanno veramente capito?) porta alle quote di mercato attuali...

Queste quote di mercato (di nicchia) portano ad una minor attenzione nel produrre software, e mi riferisco soprattutto ai driver, che ci sono anche ma sono limitati e non permettono di sfruttare appieno le capacità di stampanti o scanner...

Come vedi è un circolo vizioso dal quale Apple potrà uscire solo con prodotti altamente rivoluzionari o recuperando il gap velocistico nominale, fino ad allora Apple vivrà nel suo limbo dorato fatto di utenti fedeli.

Augh, ho detto.

Link to comment
Share on other sites

<font color="0000ff">Quante macchine, quanti server, quanti utenti, quanti sistemisti, quali funzioni?

Hai provato a spostare *tutto* su macos?</font>

8 macchine (6 con W2K, 2 con W98), 1 server, utente "universale", un paio di stampanti di rete, 1 venditore truffaldino e un paio di tecnici poco capaci...

Marco, so benissimo che eravamo seguiti male... il solo fatto che ci abbiamo messo le mani sopra noi (perchè alla fine le cose funzionavano meglio delle configurazioni dei tecnici...) probabilmente ha generato casini...

Una rete così configurata non vedo perchè non si possa fare anche con OS X ma non sono esperto di reti e problematiche di reti quindi non posso certo giurare che sarebbe stata la soluzione migliore... Tralasciamo il fatto che per il lavoro svolto (e le persone coinvolte) non si sarebbe potuta fare con Mac: è il "classico" studio di architettura per cui PC=Autocad=PC... Settimio, io e altri sappiamo che se ne può fare a meno, ma questo tipo di architetti no, proprio no... ma questo è un altro thread!

Anche se mi secca ammetterlo siamo più d'accordo di quanto immagini su uso e consumo dei PC e l'alternativa del Mac; oggigiorno OS X è un buon sistema con ottime applicazioni di contorno e una buona integrazione con l'hardware (computer e periferiche, soprattutto digitali), ciò che tarpa le ali all'OS sono i processori, inutile negarlo; e la scarsa capacità di inculcare nell'utente comune che i MHZ non sono tutto (in fondo Apple la comunicazione in tal senso l'ha fatta, ma quanti hanno veramente capito?) porta alle quote di mercato attuali...

Queste quote di mercato (di nicchia) portano ad una minor attenzione nel produrre software, e mi riferisco soprattutto ai driver, che ci sono anche ma sono limitati e non permettono di sfruttare appieno le capacità di stampanti o scanner...

Come vedi è un circolo vizioso dal quale Apple potrà uscire solo con prodotti altamente rivoluzionari o recuperando il gap velocistico nominale, fino ad allora Apple vivrà nel suo limbo dorato fatto di utenti fedeli.

Augh, ho detto.

Link to comment
Share on other sites

Parlate come se i problemi che si possono incontrare nell'uso di un O.S. fossero solo "schermate blu" o kernel panic e il resto è nulla...

Windows (2000 sp3) da ancora problemi. Rispetto a win9x è sicuramente su un altro pianeta, ma per chi (come me) è abitutato a mettere e togliere sw e hw con una certa ricorrenza allora non c'è nulla da fare: prima o poi "urge" il formattone di rito...

Cisco

(Messaggio modificato da Cisco il 12 gennaio 2003)

Link to comment
Share on other sites

Parlate come se i problemi che si possono incontrare nell'uso di un O.S. fossero solo "schermate blu" o kernel panic e il resto è nulla...

Windows (2000 sp3) da ancora problemi. Rispetto a win9x è sicuramente su un altro pianeta, ma per chi (come me) è abitutato a mettere e togliere sw e hw con una certa ricorrenza allora non c'è nulla da fare: prima o poi "urge" il formattone di rito...

Cisco

(Messaggio modificato da Cisco il 12 gennaio 2003)

Link to comment
Share on other sites

Parlate come se i problemi che si possono incontrare nell'uso di un O.S. fossero solo "schermate blu" o kernel panic e il resto è nulla...

Windows (2000 sp3) da ancora problemi. Rispetto a win9x è sicuramente su un altro pianeta, ma per chi (come me) è abitutato a mettere e togliere sw e hw con una certa ricorrenza allora non c'è nulla da fare: prima o poi "urge" il formattone di rito...

Cisco

(Messaggio modificato da Cisco il 12 gennaio 2003)

Link to comment
Share on other sites

<font color="ff0000">marco centofanti:

Possibilissimo. Parliamone.

Quante macchine, quanti server, quanti utenti, quanti sistemisti, quali funzioni?

Hai provato a spostare *tutto* su macos?

</font>

da me (azienda metalmeccanica) la rete è composta da 15 mac e due pc. Un mac fa sostanzialmente da server.

Risultato: Nessun intervento hardware sulle macchine mac negli ultimi tre anni. Riformattazione due volte con perdita di dati sul compaq negli ultimi sei mesi e la prima con rottura del disco rigido. La prima avevamo win98 se. La seconda win2000. Ora si é deciso di rimettere win98 su consiglio dei tecnici dell'assistenza. Anche il secondo pc ha avuto bisogno di riformattazione.

Non ti dico poi quante schermate blu vediamo e quante applicazioni che si chiudono per non aver eseguito operazioni valide. Cosa che purtroppo sta infestando anche quelle poche macchine ove abbiamo installato il virtual pc.

Gli impiegati che già non avevano un pc in casa al momento di acquistarlo optano generalmente per un mac.

L'assistenza (con la quale sono in confidenza) ammette che stanno progressivamente abbandonando la commercializzazione di mac perché non rendono successivamente in manutenzione.

In ogni caso nonostante abbiamo in ditta gli smanettoni pc (é normale) ti assicuro che ci danno molti più problemi quelle due macchine di tutte le altre messe assieme.

Alla fine spendiamo cifre irrisorie per la manutenzione complessiva del sistema.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share