Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Posso essere d'accordo con molte cose che dicono Gianni e Marco ma vorrei fare qualche piccolo appunto.

Ho usato Mac OS 1.0 e persino Apple ProDos, ho il primo Applicando in cantina e pure A+, Creative Computing e tante altre riviste uscite prima di Applicando, ho usato PC, Commodore, TI99, Atari, Sinclair, persino l'interfaccia a finestre di Digital Research.

Quando avevo un performa 630 (1996?) invitai un amico (esperto Windows, reti, software di calcolo avanzato) a casa mia e gli feci vedere l'aggeggio che nello stesso tempo navigava su internet, faceva vedere la tv su una finestra, suonava un CD audio e rispondeva al telefono con la segreteria di AppleTelecom.

Rimase sconvolto.

A quei tempi ero entusiasta del Mac.

3 anni fa mostrai ad un amico che faceva asssistenza su PC come fosse facile e veloce far partire Windows 98 su Mac con Virtual PC e come fosse facile accedere a qualsiasi applicazione anche con il Mac.

1 anno e mezzo fa andai da un collega architetto gli mostrai alcuni rendering in tempo reale con Artlantis su un progetto che stavamo realizzando e rimase affascinato dalla bellezza del TI, e dalla facilita' con cui avevo convertito il suo file DWG 3D...

Ora abbiamo Mac OS X che e' maturo, si collega a qualsiasi rete PC con facilita', legge pressoche' tutti i file multimediali, ha un ottimo parco di progammi consumer e alcuni bellissimi professionali.

Io sono sempre un entusiasta utilizzatore Mac non per partito preso ma perche' trovo che in ogni stagione ci siano dei motivi diversi e ragionevoli per preferirlo ad altro o se non altro per confermare che il tempo e la passione investiti nella piattaforma erano giustificabili.

Anche io ho un PC per compiti specifici, lavoro in ufficio con i PC, quello che posso notare e' che la possibilita' di comunicazione è aumentata e questo e' assolutamente un bene.

Non rimpiango il sistema 7, i dischi SCSI, l'interfaccia ADB, i Mac da 12 Milioni che non ho mai comprato, vorrei solo che Apple facesse un PowerMac G4 un po' piu' potente che costringa quelli come Gianni a comprarsi un Dell, magari ad un prezzo piu' alto ma piu' potente.

Personalmente non ho l'esigenza o l'attitudine a comprare la macchina piu' potente esistente sul mercato a costo di cambiare piattaforma, ma comprendo chi lo fa, così come comprendo chi compra un Mac per compiti specifici come il video (magari da affiancare al PC) senza lasciarsi abbacinare dai Mhz.

Per quanto riguarda la difficoltà d'uso di Mac OS X... e' tale solo per chi non ha abbastanza disponibilita' a cambiare mentalita',

Mac OS X e' un sistema nuovo, incredibilmente piu' aperto, potente e integrabile con i suoi pro e i suo contro ma con una facilita' d'uso mostruosa che qualche inghippo occasionale non compromette.

Il 95% dei problemi si risolve riparando i permessi come una volta si ricostruiva la scrivania.

Lasciamo perdere X11 e le applicazioni specialistiche... se vogliamo parlare di facilita' d'uso andiamo a vedere le applicazioni consumer... e il loro rapporto tra interfaccia e risultato... Apple e' imbattibile in questo.

Nel tempo molte cose sono cambiate, Apple e' cambiata, e' cambiato il mercato, sono cambiate le nostre abitudini, il nostro modo di vedere il computer prima come uno strumento di promozione della propria personale superiorità tecnologica e ora come propria abilita' di padronanza di uno strumento comune.

Mi sembra abbastanza stucchevole che nell'epoca di internet si portino avanti discussioni non documentate sulla superiorità o meno di una piattaforma senza citare dati precisi ma forse questo fa parte della normale dialettica e dell'uso strumentale che ognuno di noi puo' fare dei numeri e delle statistiche.

Affermare "un professore all'università ha detto che Windows e' il peggiore sistema operativo del mondo" senza dire perche', percome, a che versione del sistema si riferiva, è tanto generico quanto dire Mac OS X e' difficile da usare perche' nel forum di Macity ci sono un sacco di richieste di aiuto... come se quelli che usano Mac OS X senza problemi non esistessero (di solito questi non hanno bisogno di aiuto!).

Ovviamente tutte le opinioni sono lecite ma visto che state utilizzando in pubblico uno strumento pubblico e che nessuno vieta di citare dati precisi facilmente reperibili su internet cercate di argomentare le discussioni con questi e non solo con le opinioni di terzi prevenuti in un senso o nell'altro.

Ne guadagnerà il livello della discussione e l'utilita' del forum.

Grazie.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Posso essere d'accordo con molte cose che dicono Gianni e Marco ma vorrei fare qualche piccolo appunto.

Ho usato Mac OS 1.0 e persino Apple ProDos, ho il primo Applicando in cantina e pure A+, Creative Computing e tante altre riviste uscite prima di Applicando, ho usato PC, Commodore, TI99, Atari, Sinclair, persino l'interfaccia a finestre di Digital Research.

Quando avevo un performa 630 (1996?) invitai un amico (esperto Windows, reti, software di calcolo avanzato) a casa mia e gli feci vedere l'aggeggio che nello stesso tempo navigava su internet, faceva vedere la tv su una finestra, suonava un CD audio e rispondeva al telefono con la segreteria di AppleTelecom.

Rimase sconvolto.

A quei tempi ero entusiasta del Mac.

3 anni fa mostrai ad un amico che faceva asssistenza su PC come fosse facile e veloce far partire Windows 98 su Mac con Virtual PC e come fosse facile accedere a qualsiasi applicazione anche con il Mac.

1 anno e mezzo fa andai da un collega architetto gli mostrai alcuni rendering in tempo reale con Artlantis su un progetto che stavamo realizzando e rimase affascinato dalla bellezza del TI, e dalla facilita' con cui avevo convertito il suo file DWG 3D...

Ora abbiamo Mac OS X che e' maturo, si collega a qualsiasi rete PC con facilita', legge pressoche' tutti i file multimediali, ha un ottimo parco di progammi consumer e alcuni bellissimi professionali.

Io sono sempre un entusiasta utilizzatore Mac non per partito preso ma perche' trovo che in ogni stagione ci siano dei motivi diversi e ragionevoli per preferirlo ad altro o se non altro per confermare che il tempo e la passione investiti nella piattaforma erano giustificabili.

Anche io ho un PC per compiti specifici, lavoro in ufficio con i PC, quello che posso notare e' che la possibilita' di comunicazione è aumentata e questo e' assolutamente un bene.

Non rimpiango il sistema 7, i dischi SCSI, l'interfaccia ADB, i Mac da 12 Milioni che non ho mai comprato, vorrei solo che Apple facesse un PowerMac G4 un po' piu' potente che costringa quelli come Gianni a comprarsi un Dell, magari ad un prezzo piu' alto ma piu' potente.

Personalmente non ho l'esigenza o l'attitudine a comprare la macchina piu' potente esistente sul mercato a costo di cambiare piattaforma, ma comprendo chi lo fa, così come comprendo chi compra un Mac per compiti specifici come il video (magari da affiancare al PC) senza lasciarsi abbacinare dai Mhz.

Per quanto riguarda la difficoltà d'uso di Mac OS X... e' tale solo per chi non ha abbastanza disponibilita' a cambiare mentalita',

Mac OS X e' un sistema nuovo, incredibilmente piu' aperto, potente e integrabile con i suoi pro e i suo contro ma con una facilita' d'uso mostruosa che qualche inghippo occasionale non compromette.

Il 95% dei problemi si risolve riparando i permessi come una volta si ricostruiva la scrivania.

Lasciamo perdere X11 e le applicazioni specialistiche... se vogliamo parlare di facilita' d'uso andiamo a vedere le applicazioni consumer... e il loro rapporto tra interfaccia e risultato... Apple e' imbattibile in questo.

Nel tempo molte cose sono cambiate, Apple e' cambiata, e' cambiato il mercato, sono cambiate le nostre abitudini, il nostro modo di vedere il computer prima come uno strumento di promozione della propria personale superiorità tecnologica e ora come propria abilita' di padronanza di uno strumento comune.

Mi sembra abbastanza stucchevole che nell'epoca di internet si portino avanti discussioni non documentate sulla superiorità o meno di una piattaforma senza citare dati precisi ma forse questo fa parte della normale dialettica e dell'uso strumentale che ognuno di noi puo' fare dei numeri e delle statistiche.

Affermare "un professore all'università ha detto che Windows e' il peggiore sistema operativo del mondo" senza dire perche', percome, a che versione del sistema si riferiva, è tanto generico quanto dire Mac OS X e' difficile da usare perche' nel forum di Macity ci sono un sacco di richieste di aiuto... come se quelli che usano Mac OS X senza problemi non esistessero (di solito questi non hanno bisogno di aiuto!).

Ovviamente tutte le opinioni sono lecite ma visto che state utilizzando in pubblico uno strumento pubblico e che nessuno vieta di citare dati precisi facilmente reperibili su internet cercate di argomentare le discussioni con questi e non solo con le opinioni di terzi prevenuti in un senso o nell'altro.

Ne guadagnerà il livello della discussione e l'utilita' del forum.

Grazie.

Link to comment
Share on other sites

franco, gli sfizi, le aspettative e le bistrattate li lasci ai mac.

poi, come dici tu (Stabilità, sì, proprio con XP pro e un uso asciutto e preciso: programmi seri, niente giochi, niente freeware da rotocalco.), il pc lo tratti coi guanti.

beh, ti assicuro che non è così presso nessun utente.

soprattutto chi non ha mac.

Link to comment
Share on other sites

franco, gli sfizi, le aspettative e le bistrattate li lasci ai mac.

poi, come dici tu (Stabilità, sì, proprio con XP pro e un uso asciutto e preciso: programmi seri, niente giochi, niente freeware da rotocalco.), il pc lo tratti coi guanti.

beh, ti assicuro che non è così presso nessun utente.

soprattutto chi non ha mac.

Link to comment
Share on other sites

franco, gli sfizi, le aspettative e le bistrattate li lasci ai mac.

poi, come dici tu (Stabilità, sì, proprio con XP pro e un uso asciutto e preciso: programmi seri, niente giochi, niente freeware da rotocalco.), il pc lo tratti coi guanti.

beh, ti assicuro che non è così presso nessun utente.

soprattutto chi non ha mac.

Link to comment
Share on other sites

Allora, le ragioni per cui la linea pro non vende sarebbero:

A) La lentezza

B) Il costo troppo alto rispetto al mondo dei PC

giusto ?

Allora, io ho un quicksilver a 733 con 1giga di ram. Ho una piccola società di webdesign & dtp. Ed ho scelto di usare un mac non perchè sono un ultra' sfegatato (ok, ora lo sono, ma quando l'ho comprato (x lavoro) non lo ero).

E mi sono subito reso conto che con il Mac sono molto più produttivo rispetto ad un PC dello stesso costo.

Fra l'altro anche il mio socio fra breve passerà a mac perchè si è reso conto anche lui che con Windows la produttività (almeno in questo settore) è minore.

Non c'è <font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font>.. Ho anche un PC che uso solo per far girare IIS (ma presto passeremo ad Apache, anche per risparmiare) e per Flash (l'unico punto dolente, flash su mac fa schifo).

Vediamo i due punti che ho citato prima per cui il mac non sarebbe stato la scelta migliore :

A) La lentezza.

Allora, un 733 mhz è più lento rispetto ai 2 gigahertz del PC. A logica è vero, è anche vero che forse photoshop per certi filtri è più lento. Ma di filtri ne uso pochi e la differenza non la vedo. Vedo invece che, per quello che devo fare io un processore da 733 basta ed avanza.

Siamo sicuri che sia necessario avere un processore da 2 o 3 ghz per lavorare? Chiaramente ci sono tipi di lavoro che richiedono una potenza di calcolo alta, ma non tutti hanno bisogno di questa potenza. Non è vero che se devo fare un sito web lo faccio più velocemente con un computer da 3Ghz.

Uno comprerebbe un dragster per correre in formula 1? No, perchè deve anche curvare prima o poi.

B) Il costo

Ok, avrò speso di più rispetto ad un PC. Però l'ho fatto per queste ragioni :

1) OS9/OSX - gli unici sistemi operativi con cui lavoro più velocemente

2) Il design - perchè a me interessa

3) Semplicità di utilizzo - perchè non c'ho voglia di smanettare con cose di cui non si capisce nemmeno il senso

4) Il fatto che un Mac mi dura molto di più rispetto ad un PC - (e questa mi sembra anche una ragione sufficente per dire che l'utenza mac non compra un computer così spesso come l'utenza PC e che quindi i calcoli sulla percentuale di mac in giro mi sembrano sballati)

Se windows con processori sotto il gigahertz riuscisse a fare le cose che osx fa con processori sotto il gigahertz allora forse potrei anche considerare un wintel come mia piattaforma. Ma ci sono milioni di cose che non vanno su Windows che mi fanno subito cambiare idea.

Sarà anche vero che Windows ora come ora non si impalla come prima, ma avere Windows significherebbe:

1) Che ogni versione di Windows che esce ti fa cambiare computer

2) Che anche se si avvia due secondi prima poi per una decina di secondi il computer sta li, imbambolato a caricare non si sa cosa

3) Che le combinazioni di tasti mi cambierebbero da programma programma (e lo odio)

4) Che lo standby sarebbe una baggianata pura

5) Che le periferiche funzionerebbero a minchia (per esempio, avevamo una fotocamera collegata ad una usb, dopo aver inserito i drivers funzionava, se però cambiavamo porta usb dovevamo reinstallare di nuovo i drivers.. che senso ha? ed era xp..)

6) Che le applicazioni non sono integrate al so (per esempio, con OSX puoi trascinare qualsiasi cosa da qualsiasi parte, immagini da freehand a photoshop, da photoshop al desktop, dal desktop a fireworks..)

7) Che graficamente fa schifo

8) Che il case, la tastiera ed il mouse, con tutta la cura che potrei metterci a trovarne di bellini, farebbero schifo comunque

9) Che per cambiare risoluzione ci starebbe una vita

10) Che per ascoltare musica dovrei usare wmp che fa schifo o winamp (molto limitati rispetto a itunes)

11) Che per masterizzare un cd di musica sclererei con nero & c, mentre con itunes faccio tutto da li

12) Che se si blocca qualcosa non posso nemmeno entrare da console (o almeno, su xp lo puoi fare ma non è che serva a tanto la console di ripristino)

13) Che per gestire le mie foto dovrei trovare qualche shareware & pagare..

14) Che l'antialiasing fa schifo

15) Che la lentezza del sistema operativo va di paripasso al tempo di utilizzo

...

e così via...

uff quanto ho scritto..

Link to comment
Share on other sites

Allora, le ragioni per cui la linea pro non vende sarebbero:

A) La lentezza

B) Il costo troppo alto rispetto al mondo dei PC

giusto ?

Allora, io ho un quicksilver a 733 con 1giga di ram. Ho una piccola società di webdesign & dtp. Ed ho scelto di usare un mac non perchè sono un ultra' sfegatato (ok, ora lo sono, ma quando l'ho comprato (x lavoro) non lo ero).

E mi sono subito reso conto che con il Mac sono molto più produttivo rispetto ad un PC dello stesso costo.

Fra l'altro anche il mio socio fra breve passerà a mac perchè si è reso conto anche lui che con Windows la produttività (almeno in questo settore) è minore.

Non c'è <font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font>.. Ho anche un PC che uso solo per far girare IIS (ma presto passeremo ad Apache, anche per risparmiare) e per Flash (l'unico punto dolente, flash su mac fa schifo).

Vediamo i due punti che ho citato prima per cui il mac non sarebbe stato la scelta migliore :

A) La lentezza.

Allora, un 733 mhz è più lento rispetto ai 2 gigahertz del PC. A logica è vero, è anche vero che forse photoshop per certi filtri è più lento. Ma di filtri ne uso pochi e la differenza non la vedo. Vedo invece che, per quello che devo fare io un processore da 733 basta ed avanza.

Siamo sicuri che sia necessario avere un processore da 2 o 3 ghz per lavorare? Chiaramente ci sono tipi di lavoro che richiedono una potenza di calcolo alta, ma non tutti hanno bisogno di questa potenza. Non è vero che se devo fare un sito web lo faccio più velocemente con un computer da 3Ghz.

Uno comprerebbe un dragster per correre in formula 1? No, perchè deve anche curvare prima o poi.

B) Il costo

Ok, avrò speso di più rispetto ad un PC. Però l'ho fatto per queste ragioni :

1) OS9/OSX - gli unici sistemi operativi con cui lavoro più velocemente

2) Il design - perchè a me interessa

3) Semplicità di utilizzo - perchè non c'ho voglia di smanettare con cose di cui non si capisce nemmeno il senso

4) Il fatto che un Mac mi dura molto di più rispetto ad un PC - (e questa mi sembra anche una ragione sufficente per dire che l'utenza mac non compra un computer così spesso come l'utenza PC e che quindi i calcoli sulla percentuale di mac in giro mi sembrano sballati)

Se windows con processori sotto il gigahertz riuscisse a fare le cose che osx fa con processori sotto il gigahertz allora forse potrei anche considerare un wintel come mia piattaforma. Ma ci sono milioni di cose che non vanno su Windows che mi fanno subito cambiare idea.

Sarà anche vero che Windows ora come ora non si impalla come prima, ma avere Windows significherebbe:

1) Che ogni versione di Windows che esce ti fa cambiare computer

2) Che anche se si avvia due secondi prima poi per una decina di secondi il computer sta li, imbambolato a caricare non si sa cosa

3) Che le combinazioni di tasti mi cambierebbero da programma programma (e lo odio)

4) Che lo standby sarebbe una baggianata pura

5) Che le periferiche funzionerebbero a minchia (per esempio, avevamo una fotocamera collegata ad una usb, dopo aver inserito i drivers funzionava, se però cambiavamo porta usb dovevamo reinstallare di nuovo i drivers.. che senso ha? ed era xp..)

6) Che le applicazioni non sono integrate al so (per esempio, con OSX puoi trascinare qualsiasi cosa da qualsiasi parte, immagini da freehand a photoshop, da photoshop al desktop, dal desktop a fireworks..)

7) Che graficamente fa schifo

8) Che il case, la tastiera ed il mouse, con tutta la cura che potrei metterci a trovarne di bellini, farebbero schifo comunque

9) Che per cambiare risoluzione ci starebbe una vita

10) Che per ascoltare musica dovrei usare wmp che fa schifo o winamp (molto limitati rispetto a itunes)

11) Che per masterizzare un cd di musica sclererei con nero & c, mentre con itunes faccio tutto da li

12) Che se si blocca qualcosa non posso nemmeno entrare da console (o almeno, su xp lo puoi fare ma non è che serva a tanto la console di ripristino)

13) Che per gestire le mie foto dovrei trovare qualche shareware & pagare..

14) Che l'antialiasing fa schifo

15) Che la lentezza del sistema operativo va di paripasso al tempo di utilizzo

...

e così via...

uff quanto ho scritto..

Link to comment
Share on other sites

Allora, le ragioni per cui la linea pro non vende sarebbero:

A) La lentezza

B) Il costo troppo alto rispetto al mondo dei PC

giusto ?

Allora, io ho un quicksilver a 733 con 1giga di ram. Ho una piccola società di webdesign & dtp. Ed ho scelto di usare un mac non perchè sono un ultra' sfegatato (ok, ora lo sono, ma quando l'ho comprato (x lavoro) non lo ero).

E mi sono subito reso conto che con il Mac sono molto più produttivo rispetto ad un PC dello stesso costo.

Fra l'altro anche il mio socio fra breve passerà a mac perchè si è reso conto anche lui che con Windows la produttività (almeno in questo settore) è minore.

Non c'è <font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font>.. Ho anche un PC che uso solo per far girare IIS (ma presto passeremo ad Apache, anche per risparmiare) e per Flash (l'unico punto dolente, flash su mac fa schifo).

Vediamo i due punti che ho citato prima per cui il mac non sarebbe stato la scelta migliore :

A) La lentezza.

Allora, un 733 mhz è più lento rispetto ai 2 gigahertz del PC. A logica è vero, è anche vero che forse photoshop per certi filtri è più lento. Ma di filtri ne uso pochi e la differenza non la vedo. Vedo invece che, per quello che devo fare io un processore da 733 basta ed avanza.

Siamo sicuri che sia necessario avere un processore da 2 o 3 ghz per lavorare? Chiaramente ci sono tipi di lavoro che richiedono una potenza di calcolo alta, ma non tutti hanno bisogno di questa potenza. Non è vero che se devo fare un sito web lo faccio più velocemente con un computer da 3Ghz.

Uno comprerebbe un dragster per correre in formula 1? No, perchè deve anche curvare prima o poi.

B) Il costo

Ok, avrò speso di più rispetto ad un PC. Però l'ho fatto per queste ragioni :

1) OS9/OSX - gli unici sistemi operativi con cui lavoro più velocemente

2) Il design - perchè a me interessa

3) Semplicità di utilizzo - perchè non c'ho voglia di smanettare con cose di cui non si capisce nemmeno il senso

4) Il fatto che un Mac mi dura molto di più rispetto ad un PC - (e questa mi sembra anche una ragione sufficente per dire che l'utenza mac non compra un computer così spesso come l'utenza PC e che quindi i calcoli sulla percentuale di mac in giro mi sembrano sballati)

Se windows con processori sotto il gigahertz riuscisse a fare le cose che osx fa con processori sotto il gigahertz allora forse potrei anche considerare un wintel come mia piattaforma. Ma ci sono milioni di cose che non vanno su Windows che mi fanno subito cambiare idea.

Sarà anche vero che Windows ora come ora non si impalla come prima, ma avere Windows significherebbe:

1) Che ogni versione di Windows che esce ti fa cambiare computer

2) Che anche se si avvia due secondi prima poi per una decina di secondi il computer sta li, imbambolato a caricare non si sa cosa

3) Che le combinazioni di tasti mi cambierebbero da programma programma (e lo odio)

4) Che lo standby sarebbe una baggianata pura

5) Che le periferiche funzionerebbero a minchia (per esempio, avevamo una fotocamera collegata ad una usb, dopo aver inserito i drivers funzionava, se però cambiavamo porta usb dovevamo reinstallare di nuovo i drivers.. che senso ha? ed era xp..)

6) Che le applicazioni non sono integrate al so (per esempio, con OSX puoi trascinare qualsiasi cosa da qualsiasi parte, immagini da freehand a photoshop, da photoshop al desktop, dal desktop a fireworks..)

7) Che graficamente fa schifo

8) Che il case, la tastiera ed il mouse, con tutta la cura che potrei metterci a trovarne di bellini, farebbero schifo comunque

9) Che per cambiare risoluzione ci starebbe una vita

10) Che per ascoltare musica dovrei usare wmp che fa schifo o winamp (molto limitati rispetto a itunes)

11) Che per masterizzare un cd di musica sclererei con nero & c, mentre con itunes faccio tutto da li

12) Che se si blocca qualcosa non posso nemmeno entrare da console (o almeno, su xp lo puoi fare ma non è che serva a tanto la console di ripristino)

13) Che per gestire le mie foto dovrei trovare qualche shareware & pagare..

14) Che l'antialiasing fa schifo

15) Che la lentezza del sistema operativo va di paripasso al tempo di utilizzo

...

e così via...

uff quanto ho scritto..

Link to comment
Share on other sites

Franco> O del fatto che a volte sei nel finder senza accorgertene (grazie anche alle trasparenze), fai mela-q e perdi un fracco di tempo per riaprire il finder...

Boh... comincio veramente a credere che tu abbia una versione diversa di OS X: puoi anche capitare, inaspettatamente, nel finder (ma se devo essere obiettivo, molto meno che con OS 9: alcune operazioni si possono fare senza lasciare l'applicazione attiva ed è curioso che, lo ricordo bene, era una di quelle cose poco ergonomiche e produttive del vecchio OS che alcuni utenti criticavano anche pesantemente) ma per chiuderlo (? - o fare logout) ci vuole mela-shift-Q... inoltre per riaprirlo ci vorranno si e no 20 secondi (su un G4/500 con molta ram).

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Franco> O del fatto che a volte sei nel finder senza accorgertene (grazie anche alle trasparenze), fai mela-q e perdi un fracco di tempo per riaprire il finder...

Boh... comincio veramente a credere che tu abbia una versione diversa di OS X: puoi anche capitare, inaspettatamente, nel finder (ma se devo essere obiettivo, molto meno che con OS 9: alcune operazioni si possono fare senza lasciare l'applicazione attiva ed è curioso che, lo ricordo bene, era una di quelle cose poco ergonomiche e produttive del vecchio OS che alcuni utenti criticavano anche pesantemente) ma per chiuderlo (? - o fare logout) ci vuole mela-shift-Q... inoltre per riaprirlo ci vorranno si e no 20 secondi (su un G4/500 con molta ram).

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Franco> O del fatto che a volte sei nel finder senza accorgertene (grazie anche alle trasparenze), fai mela-q e perdi un fracco di tempo per riaprire il finder...

Boh... comincio veramente a credere che tu abbia una versione diversa di OS X: puoi anche capitare, inaspettatamente, nel finder (ma se devo essere obiettivo, molto meno che con OS 9: alcune operazioni si possono fare senza lasciare l'applicazione attiva ed è curioso che, lo ricordo bene, era una di quelle cose poco ergonomiche e produttive del vecchio OS che alcuni utenti criticavano anche pesantemente) ma per chiuderlo (? - o fare logout) ci vuole mela-shift-Q... inoltre per riaprirlo ci vorranno si e no 20 secondi (su un G4/500 con molta ram).

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

franco

>Certo, è in un angolo perché è bruttino; d'altro canto, sul conto di chi sceglie un computer anziché un altro principalmente su basi estetiche o di moda (o uno stereo, o un'auto, o la morosa, o una parte politica) mi vengono in mente solo aggettivi poco simpatici.

Io lo scelgo ANCHE in base a quello. E non credo sia una cosa stupida dirlo, è questione di stile. Come in tutte le cose. Se poi vogliamo fare di tutta l'erba un fascio facciamo pure. Ma amare il design non significa necessariamente seguire la moda. Adoro le lampade di castiglioni, adoro la diamond chair di bertoia, mi piace l'arte moderna ed il design industriale di Apple & Bang Olufsen.

Basta seguire i propri criteri..

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share