Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Devo abbandonare per qualche ora la discussione.

Come moderatore del forum vorrei solo fare 2 raccomandazioni.

- Portate rispetto a chi la pensa diversamente da voi.

Oltretutto non conoscete la storia personale di chi scrive qui sopra e non e' possibile giudicare da pochi post quanto e come le persone che qui scrivono siano competenti di Mac e di Computer.

- Cerchiamo di mantenere un atteggiamento distaccato da queste cose, non e' il caso di assumere atteggiamenti da tifosi, stiamo parlando di strumenti per eseguire un lavoro, non di una squadra di calcio.

Se uno ritiene che i Sony Trinitron siano meglio dei Panasonic Quintrix o che i Bang e Olufsen siano un migliore acquisto dei Loewe non c'e' alcun bisogno di entrare nelle valutazioni delle altrui capacita' di giudizio.

Sono opinioni ed esperienze personali e come tali vanno valutate e tollerate.

Magari evitiamo anche i luoghi comuni da una parte e dall'altra...

E via con il flame della settimana

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Devo abbandonare per qualche ora la discussione.

Come moderatore del forum vorrei solo fare 2 raccomandazioni.

- Portate rispetto a chi la pensa diversamente da voi.

Oltretutto non conoscete la storia personale di chi scrive qui sopra e non e' possibile giudicare da pochi post quanto e come le persone che qui scrivono siano competenti di Mac e di Computer.

- Cerchiamo di mantenere un atteggiamento distaccato da queste cose, non e' il caso di assumere atteggiamenti da tifosi, stiamo parlando di strumenti per eseguire un lavoro, non di una squadra di calcio.

Se uno ritiene che i Sony Trinitron siano meglio dei Panasonic Quintrix o che i Bang e Olufsen siano un migliore acquisto dei Loewe non c'e' alcun bisogno di entrare nelle valutazioni delle altrui capacita' di giudizio.

Sono opinioni ed esperienze personali e come tali vanno valutate e tollerate.

Magari evitiamo anche i luoghi comuni da una parte e dall'altra...

E via con il flame della settimana

Link to comment
Share on other sites

allora c'è altra gente che nomina spesso l'Amiga!Posted Image

tendenzialmente sarei anche d'accordo con la maggiorparte delle affermazioni di Ruben, ma Franco ha scritto una cosa sacrosanta: ormai il mac sembra essere solo uno stile e così non si va da nessuna parte. Apple ha sempre avuto un gusto indiscutibile e un'attenzione maniacale per l'estetica, ma anni fa i suoi prodotti erano prima di tutto computer superiori alla concorrenza...questo era risaputo in TUTTI gli ambienti e questo giustificava il costo delle macchine. ora mi sembra che si paghi soprattutto il design e poco altro. intendiamoci, non ho nulla da ridire sul software (sono sicuro che la pantera 10.3 sarà un passo in avanti ancora più importante del 10.2), ma non è detto che basti. purtroppo Apple si è messa nelle mani sbagliate e può fare ben poco se moto non la supporta...non è un caso se l'iMac non viene aggiornato da un anno o se l'introduzione della ddr nei pMac/pBook non ha prodotto un reale incremento di prestazioni rivelandosi una trovata puramente commerciale. la faccenda dei mhz l'abbiamo presa quasi tutti sotto gamba facendoci rincitrullire da steve jobs, ma neanche lui alla fine ha potuto negare l'evidenza; così sono scomprasi tutti i confronti con il pentium e tutti i siparietti favolosi su photoshop che facevano ridere tutto il mondo dell'utenza pro. caro Ruben, può anche darsi che a noi non servano processori potenti, ma sicuramente Apple ne ha bisogno per rimanere nei settori che contano, altrimenti sai cosa significa? che pian piano tutte le maggiori software house smetteranno di sviluppare per mac e il resto lo puoi facilmente intuire. e poi, se dall'altra parte qualcuno ha soldi da buttare o è tanto pazzo da voler fare word-processing con un processore da 3ghz ne ha la possibilità, perchè noi no?

Link to comment
Share on other sites

allora c'è altra gente che nomina spesso l'Amiga!Posted Image

tendenzialmente sarei anche d'accordo con la maggiorparte delle affermazioni di Ruben, ma Franco ha scritto una cosa sacrosanta: ormai il mac sembra essere solo uno stile e così non si va da nessuna parte. Apple ha sempre avuto un gusto indiscutibile e un'attenzione maniacale per l'estetica, ma anni fa i suoi prodotti erano prima di tutto computer superiori alla concorrenza...questo era risaputo in TUTTI gli ambienti e questo giustificava il costo delle macchine. ora mi sembra che si paghi soprattutto il design e poco altro. intendiamoci, non ho nulla da ridire sul software (sono sicuro che la pantera 10.3 sarà un passo in avanti ancora più importante del 10.2), ma non è detto che basti. purtroppo Apple si è messa nelle mani sbagliate e può fare ben poco se moto non la supporta...non è un caso se l'iMac non viene aggiornato da un anno o se l'introduzione della ddr nei pMac/pBook non ha prodotto un reale incremento di prestazioni rivelandosi una trovata puramente commerciale. la faccenda dei mhz l'abbiamo presa quasi tutti sotto gamba facendoci rincitrullire da steve jobs, ma neanche lui alla fine ha potuto negare l'evidenza; così sono scomprasi tutti i confronti con il pentium e tutti i siparietti favolosi su photoshop che facevano ridere tutto il mondo dell'utenza pro. caro Ruben, può anche darsi che a noi non servano processori potenti, ma sicuramente Apple ne ha bisogno per rimanere nei settori che contano, altrimenti sai cosa significa? che pian piano tutte le maggiori software house smetteranno di sviluppare per mac e il resto lo puoi facilmente intuire. e poi, se dall'altra parte qualcuno ha soldi da buttare o è tanto pazzo da voler fare word-processing con un processore da 3ghz ne ha la possibilità, perchè noi no?

Link to comment
Share on other sites

allora c'è altra gente che nomina spesso l'Amiga!Posted Image

tendenzialmente sarei anche d'accordo con la maggiorparte delle affermazioni di Ruben, ma Franco ha scritto una cosa sacrosanta: ormai il mac sembra essere solo uno stile e così non si va da nessuna parte. Apple ha sempre avuto un gusto indiscutibile e un'attenzione maniacale per l'estetica, ma anni fa i suoi prodotti erano prima di tutto computer superiori alla concorrenza...questo era risaputo in TUTTI gli ambienti e questo giustificava il costo delle macchine. ora mi sembra che si paghi soprattutto il design e poco altro. intendiamoci, non ho nulla da ridire sul software (sono sicuro che la pantera 10.3 sarà un passo in avanti ancora più importante del 10.2), ma non è detto che basti. purtroppo Apple si è messa nelle mani sbagliate e può fare ben poco se moto non la supporta...non è un caso se l'iMac non viene aggiornato da un anno o se l'introduzione della ddr nei pMac/pBook non ha prodotto un reale incremento di prestazioni rivelandosi una trovata puramente commerciale. la faccenda dei mhz l'abbiamo presa quasi tutti sotto gamba facendoci rincitrullire da steve jobs, ma neanche lui alla fine ha potuto negare l'evidenza; così sono scomprasi tutti i confronti con il pentium e tutti i siparietti favolosi su photoshop che facevano ridere tutto il mondo dell'utenza pro. caro Ruben, può anche darsi che a noi non servano processori potenti, ma sicuramente Apple ne ha bisogno per rimanere nei settori che contano, altrimenti sai cosa significa? che pian piano tutte le maggiori software house smetteranno di sviluppare per mac e il resto lo puoi facilmente intuire. e poi, se dall'altra parte qualcuno ha soldi da buttare o è tanto pazzo da voler fare word-processing con un processore da 3ghz ne ha la possibilità, perchè noi no?

Link to comment
Share on other sites

jonathan, se hai installato thiker tool o come diavolo si chiama (come me) puoi quittare il finder con melaq. ma il ripristino del finder non è affatto lento.

io sono più vicino alle tue idee che a quelle di centofanti ma stiamo calmini che c'è sempre chi ne sa più di te.

Link to comment
Share on other sites

jonathan, se hai installato thiker tool o come diavolo si chiama (come me) puoi quittare il finder con melaq. ma il ripristino del finder non è affatto lento.

io sono più vicino alle tue idee che a quelle di centofanti ma stiamo calmini che c'è sempre chi ne sa più di te.

Link to comment
Share on other sites

jonathan, se hai installato thiker tool o come diavolo si chiama (come me) puoi quittare il finder con melaq. ma il ripristino del finder non è affatto lento.

io sono più vicino alle tue idee che a quelle di centofanti ma stiamo calmini che c'è sempre chi ne sa più di te.

Link to comment
Share on other sites

Mai detta una cosa simile, Matteo. Semplicemente, però, non vale nemmeno il criterio che chi usa solo windows sia un incompetente.

Personalmente uso ancora il mac per la maggioranza assoluta delle cose che faccio, e come macchina di base. Lo faccio da diciassette anni, e solo da un anno ho comperato, per disperazione, un pc; prima mi bastava saltuariamente il VirtualPC.

Tuttavia, questo non mi impedisce di essere obiettivo: ormai esistono poche mansioni che il mac faccia decisamente meglio di win

Circa il feeling complessivo, X è ancora immaturo e grezzo in molte componenti, e fa promesse che non è ancora in grado di mantenere, per esempio nelle connessioni in rete o nella condivisione di stampanti in usb, e potrei continuare.

Se domani cambierà, cambierà anche il mio atteggiamento.

Circa la stabilità di X, non è un'esperienza che ho condiviso, eppure uso una versione del tutto ufficiale, non scaricata da carracho per intenderci.

Proprio qualche sera fa mia moglie mi dice che l'iBook, messo in stop ore prima, non funziona più; vado a vedere, e lo trovo letteralmente arroventato, tanto da segnare la scrivania, con lo schermo oscurato ma ben visibile la classica finestrella multilingue che ha rimpiazzato la bomba. Per riavviare, non andava nemmeno la combinazione di tasti, ma ho dovuto svitare la batteria.

E' la seconda volta, per un computer nuovo di zecca che ha un uso piuttosto leggero, e solo per videoscrittura e internet.

La mia esperienza sul pismo, invece, sottoposto a uso ben più intenso, ha ormai visto una decina di quegli schermi e un paio di veri kernel panic da settembre a oggi.

Nulla di tragico, ma per piacere non spacciamo il sistema come rock-solid, che non lo è per niente.

Se, anziché avere un'operatività mac-based e tutto il software che mi serve, fossi un normalissimo utente windows, non solo non avrei forti stimoli allo switch, ma se lo avessi effettivamente fatto mi sarei convinto prove alla mano che non ne valeva la pena.

Ho ordinato un powerbook nuovo modello (anche se il modello ideale per me sarebbe il 15", che vedremo solo dopo l'esaurimento dei titanium invenduti) ma, per quanto mi concerne, il sistema operativo è ancora sotto osservazione: ha tanti di quei problemi che prima di decidere cosa usare in prospettiva come ambiente principale voglio avere in mano la versione 11 - poi vedremo se finalmente mantiene le promesse, che sulla carta lo renderebbero nettamente superiore alla concorrenza.

Ah, confermo che con mela-q si esce dal finder; per riaprirlo il tempo è variabile, anche un minuto se c'erano molte applicazioni aperte. Però ho installato TinkerTool (in modo da poter almeno mettere quella autentica porcheria che è il dock sul lato destro e cambiare alcuni font di sistema) quindi hanno ragione sia Squarz che Matteo, probabilmente di default il comando non esisteva.

Link to comment
Share on other sites

Mai detta una cosa simile, Matteo. Semplicemente, però, non vale nemmeno il criterio che chi usa solo windows sia un incompetente.

Personalmente uso ancora il mac per la maggioranza assoluta delle cose che faccio, e come macchina di base. Lo faccio da diciassette anni, e solo da un anno ho comperato, per disperazione, un pc; prima mi bastava saltuariamente il VirtualPC.

Tuttavia, questo non mi impedisce di essere obiettivo: ormai esistono poche mansioni che il mac faccia decisamente meglio di win

Circa il feeling complessivo, X è ancora immaturo e grezzo in molte componenti, e fa promesse che non è ancora in grado di mantenere, per esempio nelle connessioni in rete o nella condivisione di stampanti in usb, e potrei continuare.

Se domani cambierà, cambierà anche il mio atteggiamento.

Circa la stabilità di X, non è un'esperienza che ho condiviso, eppure uso una versione del tutto ufficiale, non scaricata da carracho per intenderci.

Proprio qualche sera fa mia moglie mi dice che l'iBook, messo in stop ore prima, non funziona più; vado a vedere, e lo trovo letteralmente arroventato, tanto da segnare la scrivania, con lo schermo oscurato ma ben visibile la classica finestrella multilingue che ha rimpiazzato la bomba. Per riavviare, non andava nemmeno la combinazione di tasti, ma ho dovuto svitare la batteria.

E' la seconda volta, per un computer nuovo di zecca che ha un uso piuttosto leggero, e solo per videoscrittura e internet.

La mia esperienza sul pismo, invece, sottoposto a uso ben più intenso, ha ormai visto una decina di quegli schermi e un paio di veri kernel panic da settembre a oggi.

Nulla di tragico, ma per piacere non spacciamo il sistema come rock-solid, che non lo è per niente.

Se, anziché avere un'operatività mac-based e tutto il software che mi serve, fossi un normalissimo utente windows, non solo non avrei forti stimoli allo switch, ma se lo avessi effettivamente fatto mi sarei convinto prove alla mano che non ne valeva la pena.

Ho ordinato un powerbook nuovo modello (anche se il modello ideale per me sarebbe il 15", che vedremo solo dopo l'esaurimento dei titanium invenduti) ma, per quanto mi concerne, il sistema operativo è ancora sotto osservazione: ha tanti di quei problemi che prima di decidere cosa usare in prospettiva come ambiente principale voglio avere in mano la versione 11 - poi vedremo se finalmente mantiene le promesse, che sulla carta lo renderebbero nettamente superiore alla concorrenza.

Ah, confermo che con mela-q si esce dal finder; per riaprirlo il tempo è variabile, anche un minuto se c'erano molte applicazioni aperte. Però ho installato TinkerTool (in modo da poter almeno mettere quella autentica porcheria che è il dock sul lato destro e cambiare alcuni font di sistema) quindi hanno ragione sia Squarz che Matteo, probabilmente di default il comando non esisteva.

Link to comment
Share on other sites

Mai detta una cosa simile, Matteo. Semplicemente, però, non vale nemmeno il criterio che chi usa solo windows sia un incompetente.

Personalmente uso ancora il mac per la maggioranza assoluta delle cose che faccio, e come macchina di base. Lo faccio da diciassette anni, e solo da un anno ho comperato, per disperazione, un pc; prima mi bastava saltuariamente il VirtualPC.

Tuttavia, questo non mi impedisce di essere obiettivo: ormai esistono poche mansioni che il mac faccia decisamente meglio di win

Circa il feeling complessivo, X è ancora immaturo e grezzo in molte componenti, e fa promesse che non è ancora in grado di mantenere, per esempio nelle connessioni in rete o nella condivisione di stampanti in usb, e potrei continuare.

Se domani cambierà, cambierà anche il mio atteggiamento.

Circa la stabilità di X, non è un'esperienza che ho condiviso, eppure uso una versione del tutto ufficiale, non scaricata da carracho per intenderci.

Proprio qualche sera fa mia moglie mi dice che l'iBook, messo in stop ore prima, non funziona più; vado a vedere, e lo trovo letteralmente arroventato, tanto da segnare la scrivania, con lo schermo oscurato ma ben visibile la classica finestrella multilingue che ha rimpiazzato la bomba. Per riavviare, non andava nemmeno la combinazione di tasti, ma ho dovuto svitare la batteria.

E' la seconda volta, per un computer nuovo di zecca che ha un uso piuttosto leggero, e solo per videoscrittura e internet.

La mia esperienza sul pismo, invece, sottoposto a uso ben più intenso, ha ormai visto una decina di quegli schermi e un paio di veri kernel panic da settembre a oggi.

Nulla di tragico, ma per piacere non spacciamo il sistema come rock-solid, che non lo è per niente.

Se, anziché avere un'operatività mac-based e tutto il software che mi serve, fossi un normalissimo utente windows, non solo non avrei forti stimoli allo switch, ma se lo avessi effettivamente fatto mi sarei convinto prove alla mano che non ne valeva la pena.

Ho ordinato un powerbook nuovo modello (anche se il modello ideale per me sarebbe il 15", che vedremo solo dopo l'esaurimento dei titanium invenduti) ma, per quanto mi concerne, il sistema operativo è ancora sotto osservazione: ha tanti di quei problemi che prima di decidere cosa usare in prospettiva come ambiente principale voglio avere in mano la versione 11 - poi vedremo se finalmente mantiene le promesse, che sulla carta lo renderebbero nettamente superiore alla concorrenza.

Ah, confermo che con mela-q si esce dal finder; per riaprirlo il tempo è variabile, anche un minuto se c'erano molte applicazioni aperte. Però ho installato TinkerTool (in modo da poter almeno mettere quella autentica porcheria che è il dock sul lato destro e cambiare alcuni font di sistema) quindi hanno ragione sia Squarz che Matteo, probabilmente di default il comando non esisteva.

Link to comment
Share on other sites

Per chi insinua che Franco non abbia mai visto OS X a causa dell'affermazione "mela + Q = mi si chiude il Finder",sappia che Tinker Tool permette di aggiungere la voce "quit" anche al Finder.

Franco,controlla le preferenze di TT e togli il flag da tale opzione,così almeno quel problema si risolve Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share