Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Matteo, grazie, ma il pismo l'hai già visto (compresa configurazione e manualità del sottoscritto, hardware compreso Posted Image), e sull'iBook c'è ben poco di più di com'era appena uscito dalla scatola, proprio per cercare di non aver rogne. Si è giusto identificato uno user e messi i settaggi dell'adsl, stop.

E se anche fosse l'adsl (tin, da due anni) alla base del crash, non cambia la sostanza: deve pensarci il system, sennò è bacato.

Semplicemente, non credo più a chi racconta che X non si inchioda. Sui forum usa, d'altronde, la stabilità di X è descritta con ampio beneficio d'inventario, e senza che nessuno si scandalizzi e nessuno scriva fesserie sul presunto monte ore d'uso, ed esperienza conseguente, del prossimo.

Ormai ho provato Jaguar su quattro mac, e l'unico su cui non ho avuto incriccature di sistema è stato un ti800 che ebbi in prova lo scorso settembre, quando cercavano di rifilarmelo con il 30% di sconto sul listino di allora. Ma furono solo quattro giorni.

Link to comment
Share on other sites

Matteo, grazie, ma il pismo l'hai già visto (compresa configurazione e manualità del sottoscritto, hardware compreso Posted Image), e sull'iBook c'è ben poco di più di com'era appena uscito dalla scatola, proprio per cercare di non aver rogne. Si è giusto identificato uno user e messi i settaggi dell'adsl, stop.

E se anche fosse l'adsl (tin, da due anni) alla base del crash, non cambia la sostanza: deve pensarci il system, sennò è bacato.

Semplicemente, non credo più a chi racconta che X non si inchioda. Sui forum usa, d'altronde, la stabilità di X è descritta con ampio beneficio d'inventario, e senza che nessuno si scandalizzi e nessuno scriva fesserie sul presunto monte ore d'uso, ed esperienza conseguente, del prossimo.

Ormai ho provato Jaguar su quattro mac, e l'unico su cui non ho avuto incriccature di sistema è stato un ti800 che ebbi in prova lo scorso settembre, quando cercavano di rifilarmelo con il 30% di sconto sul listino di allora. Ma furono solo quattro giorni.

Link to comment
Share on other sites

Matteo, grazie, ma il pismo l'hai già visto (compresa configurazione e manualità del sottoscritto, hardware compreso Posted Image), e sull'iBook c'è ben poco di più di com'era appena uscito dalla scatola, proprio per cercare di non aver rogne. Si è giusto identificato uno user e messi i settaggi dell'adsl, stop.

E se anche fosse l'adsl (tin, da due anni) alla base del crash, non cambia la sostanza: deve pensarci il system, sennò è bacato.

Semplicemente, non credo più a chi racconta che X non si inchioda. Sui forum usa, d'altronde, la stabilità di X è descritta con ampio beneficio d'inventario, e senza che nessuno si scandalizzi e nessuno scriva fesserie sul presunto monte ore d'uso, ed esperienza conseguente, del prossimo.

Ormai ho provato Jaguar su quattro mac, e l'unico su cui non ho avuto incriccature di sistema è stato un ti800 che ebbi in prova lo scorso settembre, quando cercavano di rifilarmelo con il 30% di sconto sul listino di allora. Ma furono solo quattro giorni.

Link to comment
Share on other sites

Non conoschevo l'esistenza del tool che permette di killare permanentemente il Finder (può risultare comodo a utenti smaliziati e pro per risparmiare risorse), fatto sta che killando il finder con mela+alt+esc si riavvia automaticamente nel giro di 3 secondi, qualsiasi sia il numero di applicazioni attive, il tempo impiegato è sempre 3 secondi. Io pssiedo un Titanium DVI 667 con 256M e Mac OS X 10.1.5 . Quindi questo non può essere considerato, in nesun caso, un bug o peggio ancora una implementazione noiosa e stupida perche prima di tutto di default non è attivata e secondariamente anche se lo fosse la chiusura e il riavvio di Finder essendi istantanea non provaca rallentamenti di nessun tipo. Sempre e solo falsi problemi.

X deve ancora migliorare in questi aspetti (le basi di partenza restano ottime)

a) Maggiore intergazione e omogenizzazione con lo strato UNIX BSD.

b) Maggiore integrazione e trasparenza nella gestione dei tipi di files. C'è ancora una certa disomogeneità tra i files classici di MAC con dataF e resurceF e il sistema UNIX che non le supporta e il discorso delle estensioni dei nomi come in dos/win (non si capice ancora cosa voglia fare Apple)

c) Implementazione migliore del jornaling file system.

Migliorie ulteriori non le immagino ... lascio il compito alla Apple che è li apposta, so solo ci riusirà. Nel frattempo godo appieno di quello che ho, e non è poco.

Il fatto che hanno scelto di rinunciare al menu mela di classic ha dato fastidio anche a me inizialmente, le abitudini sono brutte da perdere, ma poi ho visto che con il Dock si lavora anche meglio. Il dock lo usi in modo diretto metti e togli. Con il menu mela dovevi andare in MacHD/System/Menu Apple e infilare e togliere le cose. Modo non diretto e meno intuitivo.

Un anno dopo decreto personalmente vincitore il Dock sul Menu apple.

Considereare anche questo un problema peggio ancora un indice di arretratezza del system è sempre stato fazzioso dal momento che da sempre con il toollettino del caso potevi ripristinare la modalità classic con anche il menu applicazioni in alto a destra.

Sempre e solo esempi di dettagli stilistici sono presi di mira dagli utilizzatori di PC.

Vedono come fossero immonde e inaccettabili dettagli di cui vengono a conoscienza su i forum di noi utenti MAC che giustamente non siamo mai soddisfatti.

Poi si spacciano per conoscitori dei 2 modi, io non vi credo, la mia esperienza insegna che chi ha adottato MAC poi on lo ha mai più mollato, e se lo ha fatto è stato per motivi di forza maggiore (economici o disponibilita software), sempre e comunque con il rimpianto.

Link to comment
Share on other sites

Non conoschevo l'esistenza del tool che permette di killare permanentemente il Finder (può risultare comodo a utenti smaliziati e pro per risparmiare risorse), fatto sta che killando il finder con mela+alt+esc si riavvia automaticamente nel giro di 3 secondi, qualsiasi sia il numero di applicazioni attive, il tempo impiegato è sempre 3 secondi. Io pssiedo un Titanium DVI 667 con 256M e Mac OS X 10.1.5 . Quindi questo non può essere considerato, in nesun caso, un bug o peggio ancora una implementazione noiosa e stupida perche prima di tutto di default non è attivata e secondariamente anche se lo fosse la chiusura e il riavvio di Finder essendi istantanea non provaca rallentamenti di nessun tipo. Sempre e solo falsi problemi.

X deve ancora migliorare in questi aspetti (le basi di partenza restano ottime)

a) Maggiore intergazione e omogenizzazione con lo strato UNIX BSD.

b) Maggiore integrazione e trasparenza nella gestione dei tipi di files. C'è ancora una certa disomogeneità tra i files classici di MAC con dataF e resurceF e il sistema UNIX che non le supporta e il discorso delle estensioni dei nomi come in dos/win (non si capice ancora cosa voglia fare Apple)

c) Implementazione migliore del jornaling file system.

Migliorie ulteriori non le immagino ... lascio il compito alla Apple che è li apposta, so solo ci riusirà. Nel frattempo godo appieno di quello che ho, e non è poco.

Il fatto che hanno scelto di rinunciare al menu mela di classic ha dato fastidio anche a me inizialmente, le abitudini sono brutte da perdere, ma poi ho visto che con il Dock si lavora anche meglio. Il dock lo usi in modo diretto metti e togli. Con il menu mela dovevi andare in MacHD/System/Menu Apple e infilare e togliere le cose. Modo non diretto e meno intuitivo.

Un anno dopo decreto personalmente vincitore il Dock sul Menu apple.

Considereare anche questo un problema peggio ancora un indice di arretratezza del system è sempre stato fazzioso dal momento che da sempre con il toollettino del caso potevi ripristinare la modalità classic con anche il menu applicazioni in alto a destra.

Sempre e solo esempi di dettagli stilistici sono presi di mira dagli utilizzatori di PC.

Vedono come fossero immonde e inaccettabili dettagli di cui vengono a conoscienza su i forum di noi utenti MAC che giustamente non siamo mai soddisfatti.

Poi si spacciano per conoscitori dei 2 modi, io non vi credo, la mia esperienza insegna che chi ha adottato MAC poi on lo ha mai più mollato, e se lo ha fatto è stato per motivi di forza maggiore (economici o disponibilita software), sempre e comunque con il rimpianto.

Link to comment
Share on other sites

Non conoschevo l'esistenza del tool che permette di killare permanentemente il Finder (può risultare comodo a utenti smaliziati e pro per risparmiare risorse), fatto sta che killando il finder con mela+alt+esc si riavvia automaticamente nel giro di 3 secondi, qualsiasi sia il numero di applicazioni attive, il tempo impiegato è sempre 3 secondi. Io pssiedo un Titanium DVI 667 con 256M e Mac OS X 10.1.5 . Quindi questo non può essere considerato, in nesun caso, un bug o peggio ancora una implementazione noiosa e stupida perche prima di tutto di default non è attivata e secondariamente anche se lo fosse la chiusura e il riavvio di Finder essendi istantanea non provaca rallentamenti di nessun tipo. Sempre e solo falsi problemi.

X deve ancora migliorare in questi aspetti (le basi di partenza restano ottime)

a) Maggiore intergazione e omogenizzazione con lo strato UNIX BSD.

b) Maggiore integrazione e trasparenza nella gestione dei tipi di files. C'è ancora una certa disomogeneità tra i files classici di MAC con dataF e resurceF e il sistema UNIX che non le supporta e il discorso delle estensioni dei nomi come in dos/win (non si capice ancora cosa voglia fare Apple)

c) Implementazione migliore del jornaling file system.

Migliorie ulteriori non le immagino ... lascio il compito alla Apple che è li apposta, so solo ci riusirà. Nel frattempo godo appieno di quello che ho, e non è poco.

Il fatto che hanno scelto di rinunciare al menu mela di classic ha dato fastidio anche a me inizialmente, le abitudini sono brutte da perdere, ma poi ho visto che con il Dock si lavora anche meglio. Il dock lo usi in modo diretto metti e togli. Con il menu mela dovevi andare in MacHD/System/Menu Apple e infilare e togliere le cose. Modo non diretto e meno intuitivo.

Un anno dopo decreto personalmente vincitore il Dock sul Menu apple.

Considereare anche questo un problema peggio ancora un indice di arretratezza del system è sempre stato fazzioso dal momento che da sempre con il toollettino del caso potevi ripristinare la modalità classic con anche il menu applicazioni in alto a destra.

Sempre e solo esempi di dettagli stilistici sono presi di mira dagli utilizzatori di PC.

Vedono come fossero immonde e inaccettabili dettagli di cui vengono a conoscienza su i forum di noi utenti MAC che giustamente non siamo mai soddisfatti.

Poi si spacciano per conoscitori dei 2 modi, io non vi credo, la mia esperienza insegna che chi ha adottato MAC poi on lo ha mai più mollato, e se lo ha fatto è stato per motivi di forza maggiore (economici o disponibilita software), sempre e comunque con il rimpianto.

Link to comment
Share on other sites

Marco e Matteo B., il quesito è sensato e ringrazio per la premura - comunque, ovviamente, sul pismo la memoria è la sua sodimm 100, tra l'altro in due banchi da 256 uguali.

Sull'iBook c'è solo il suo modulo originale apple da 128 e null'altro, difficile che si impalli per quello.

Durante il blocco il tasto di accensione non funziona, nemmeno se tenuto premuto per molti secondi - la cosa inusuale è però l'arroventamento del fondo dell'iBook, da scottare quasi le dita.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share