Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

E` da un po` che mi stavo chiedendo una cosa, se come qualcuno ha detto il vantaggio di SGI e` il bus a 1 GHZ,

domanda: cosa comporta innalzare il bus e perche` Apple e` cosi` indietro su questa strada? forse lavorando su questo lato del problema i MHz del processore non saranno poi piu` cosi` determinanti

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Carlo -> <FONT COLOR="FF0000">Apple sta puntando tutto sull'editing video.</FONT>

Secondo me Apple potrebbe prendere in considerazione una politica simile a quella praticata dalla British Airways quando si è trovata alle prese con le compagnie aeree "no frills" ("senza fronzoli") che, ridotto al minimo il comfort sugli aerei, offrivano prezzi stracciati sulle stesse tratte. British Airways ha reagito aumentando lo spazio fra le poltrone, servendo champagne e caricando questo lusso sul prezzo dei biglietti: in questo modo ha scremato la clientela, favorendo quella ricca e riequilibrando le sorti dell'azienda. Forse Apple potrebbe dedicarsi decisamente alle workstation, farle pagare venti milioni nella versione entry e lasciando l'iMac come grazioso giocattolo da segreteria di redazione. In un certo senso per Apple sarebbe un ritorno alle radici, quando era un sistema blindato d'elite. Voglio dire che per divertirsi con Unix c'è sempre Linux e un PC acquistabile al supermercato...

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Gaeta

>Tangari, sei sicuro che l'attuale iMac costi come il vecchio? allora significa che l'Euro ha preso una gran batosta, perché io due anni fa con tre milioni ho comprato il 400 DV che allora era il più venduto (in termini di costo era superato dal SE che non era altro che una fighetteria): oggi per cambiarlo dovrei sborsare piu di 4 milioni (per il combo): io dubito che ne venderanno tanti, di sicuro non è un prezzo da consumer o da studenti...

Io ho comprato l'iMac originale, il bondie blue, agosto 1998 e l'ho pagato 1200 dollari, pari a 320000 (cambio lire-dollari effettuata dai rivenditori Apple).

Link to comment
Share on other sites

Ops correggo 3200000! Comunque non è colpa mia se il dollaro ha acquistato sempre più potere d'acquisto.

Quello che spero è che sia ben assemblato ed ingegnerizzato. Io ho acquistato da poco un iMac 600Mhz con 512mb e non è il massimo per la qualità d'assemblaggio, l'ho pagato 4100000 ivato.

Il nuovo costa 3700000 ivato ed ha un G4 ad 800Mhz ed nVidia, mettiamoci 200000 per altri 256Mb.... il nuovo iMac costa meno del precedente ed è molto meglio per quel che riguarda la dotazione hardware (sul design si può discutere).

PS: Il monitor è anche un LCD!

Link to comment
Share on other sites

Io non mi limiterei a valutare il design dell'iMac come bell'oggetto da ufficio, dietro quelle forme c'è il desiderio di rompere con lo stereotipo della 'scatola da scarpe'. Sono riusciti a fare convivere un oggetto obbligatoriamente piatto con un apparato che può avere qualsiasi forma. Prima d'ora nessuno lo aveva così chiaramente esplicitato.

In più salta all'occhio l'ergonomicità che offre questa soluzione, (tanto più ben sapendo i problemi di visualizzazione che offrono gli lcd che se non li hai perfettamente davanti non rendono giustizia ad i colori). Come il vecchio il nuovo fara tendenza non solo perchè è bello ma perchè apre gli occhi.

Apple è già d'elite perchè la maggior parte della gente è stata inciuccata dal marketing di Intel che continuava a dire: velocità 5.000 senza spiegare che non si andava più dal punto A a B, ma bensì da A a E (il discorso già fatto delle 'pippe'). Se elimini computer da decine di milioni ultra specifici quello che fai con un PC molto spinto lo fai con il Mac.

Perchè divertirsi con Unix con un altro computer quando hai un Mac che te lo permette?

Apple sta facendo capire che non si dedicherà a workstion, ma a computer ottimizzati al massimo per fare tutte quelle cose per cui software di Adobe, Macromedia, Microsoft ed ora Apple stessa hanno creato, per migliaia di utenti e mica per fare girare un software dedicato che lo usano in 100 in tutto il mondo.

Su quelle applicazioni bisogna confrontarsi.

Link to comment
Share on other sites

Concordo con Chest che Apple adesso usa il Bipro perchè può fare paragoni di Mhz con una concorrenza che da questo punto di vista fa mangiare la polvere...doloroso ma è così.

Che poi possa tentare di aprirsi un varco in un segmento remuneratissimo ma difficilissimo come le workstation adesso che ha uno *nix...può darsi.

Ma SGI se la passa malissimo, SUN vive di luce propria per ottimi accordi e base di installo, HP e Compaq hanno una fetta di emrcato che difendono con i denti, IBM con i denti e le unghie...insomma è una brutta gatta da pelare...

Il successo dell'iMacLCD è importante, ma Apple è anche riuscita a calmierare la dipendenza dall'iMac rispetto al passato grazie all'iBook...insomma questo portatile vende poco meno dell'iMac CRT nell'ultimo anno.

Per cui per Apple è importante difendere la roccaforte e ampliarla pian piano, e con questi due prodotti ha ottime possibilità di riuscirci.

Il Titanium le garantisce un discreto ritorno di % di mercato nel suo segmento e buoni $ nelle casse, la liena Pro vivacchia, ma effettivamente non da quel qualcosa in più che ci si dovrebbe aspettare.

Apple negli ultimi 3anni ha seminato molto, è risalita, si è bonificata, si è rinsanguata ed ha messo su uno staff di persone che le garantiscono continuità ed innovazione, le garantiscono il futuro come Jobs stesso ha mensionato nel discorso, è non era una frase da poco.

Nell'anno peggiore della storia informatica Apple ha tirato fuori 2 prodotti eccellenti, l'iBook bianco ed il Titanium, un prodotto non Macintosh, l'iPod ( segno di poter tornare ad osare ed allargare l'offerta) e diverse soluzioni software, come OSX tanto atteso e opera immane di conversione, iDVD, un iTunes più completo, ed un iMovie ormai sostanziosa conferma.

Insomma ha fatto molto, moltissimo tenendo sempre il bilancio in attivo, consolidando il portafoglio e continuando a osare.

Ha sbagliato solo il Cube, ed ha subito e sofferto il bug dei 500mhz di Motorola.

Adesso spinge, propone e si prepara nuovi canali, nuovi potenziali clienti, come li chiamereste i 34.000 studenti che avranno un iBook nel Maine ed i 12.000 che lo avranno in un'altro stato? come vedreste l'iPod?

Jobs ha anche detto che tante altre novità ci dobbiamo aspettare.

Mickey

Link to comment
Share on other sites

Chest ha ragione, parallelizzare un processo non sempre è facile.

In certi ambiti, però, dovrebbe essere un gioco da bambini. Per esempio, l'encoding A/V: con N processori, dividi (idealmente) il file sorgente in N parti, e fai partire N thread che li codificano separatamente, poi rimetti il tutto insieme. Più facile di così.

Link to comment
Share on other sites

Chest > Voglio dire una cosa, prima di ogni altra: personalmente sono un po' stanco (e ho quasi finito i soldi) di finanziare una multinazionale che produce ormai da anni begli oggettini per la casa, e su quelli campa, o processori con Altivec che non servono assolutamente a un uso normale, semiprofessionale o anche professionale, o computer multiprocessore per i quali non ci sono nemmeno tutti i giochi più importanti, per la delizia dei ragazzini, e senza alcun futuro se non quello di ricevere applausi per una perfezione tecnica che giace in uno spazio morto e senza applicazioni in vista entro il termine ragionevolmente breve di sei mesi. Macromedia non ha ancora finito il porting delle applicazioni in ambiente X, anzi, se escludiamo FreeHand non ha nemmeno incominciato: quanto ci metteranno a ottimizzare Director per un biprocessore? Cinque anni? Dieci? E i browser? Non ci sono ancora nemmeno i driver di pezzi fondamentali come le comunissime Stylus Color della Epson, esclusi gli ultimissimi modelli, non c'è nemmeno il driver per il mio mouse Logitech, in ambiente musicale arriverà presto Logic, ma per il resto siamo abbondantemente sottozero. Qalcuno davvero ancora culla speranze sul multiprocessore che risolve tutto prima dei prossimi venticinque anni? Chi è l'intrippato? Il cliente Intel o noi di Apple che, come nel Deserto dei Tartari, aspettiamo sempre qualcosa che non arriva mai?

Link to comment
Share on other sites

Tangari io 256MB sono riuscito a pagarli 60.000 e funziona perfettamente

Pagare 4 milioni per un iMac mi sembra eccessivo e infatti due anni fa con tre milioni ti prendevi il top: ora i prezzi sono aumentati a dismisura e non so quanti riusciranno a mettere insieme più di quattro milioni: non metto in discussione il valore di Apple e neppure il contenuto tecnologico della macchina; semplicemente avrebbero dovuto creare un imac più economico, col G3, senza braccio telescopico ed altre finezze, ma sotto i tre milioni, questo è il Cubo offerto al prezzo a cui avrebbe dovuto essere offerto fin dal principio: anzi non capisco come mai non si siano limitati ad abbassarne il prezzo, invece di reingegnerizzare tutta la macchina... è tutta un'operazione di marketing, il nuovo iMac è una macchina di lusso e lo dimostra il fatto che l'iBook in confronto costa addirittura di meno...

Link to comment
Share on other sites

Camillo, immagino proprio di no :-(

Sai, mi pare proprio una di quelle situazioni in cui Apple è costretta a dare una castratina ai prodotti di fascia bassa per non rischiare di offuscare gli altri.

Magari però domani arriverà Bekkoame a piazzarci su il 22"...

In ogni caso lo compri con quel monitor e non altri.

Link to comment
Share on other sites

olmo, l'ibook costa di meno ma il monitor e' un 12,1", invece che un 15"... e non ha il superdrive! mica poco, come differenza!

camillo: piu' che cambiarlo, a me piacerebbe poterne pilotare un altro... con tutta quella VRam non dovrebbe essere un problema... ma niente uscita VGA... faranno mai un monitor collegabile alla Firewire? l'ampiezza di banda dovrebbe essere sufficiente, o no?

ah, dimenticavo: a me, il nuovo iMac piace davvero tanto... anche se ancora non l'ho visto dal vivo...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share