Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

settimio

<font color="ff0000">Ma riguardo al punto 3 glielo vai a dire tu a quelli che si sono dannati a far software che sfrutta Altivec nonostante i principi enunciati da Joel che devono ricompilare tutto per un altro processore magari AMD o un altro set di estensioni multimediali?</font>

no, settimio, il guaio è fatto. il mio è un "elenco" di quelli che secondo me sono stati gli errori più grossi della nuova gestione jobs.

il fatto è che l'os non doveva essere ottimizzato per altivec, doveva essere ottimizzato e basta.

come sapete tutti, io non vedo di buon occhio (sarà pregiudizio) i processori di matrice x86, credo che la soluzione si debba cercare in famiglia, guardando ad IBM.

Il problema è che il G4 non ha speranze di competere con i concorrenti a lungo termine (già ora in verità). cos'è necessario fare, continuare a dirci quant'è bello e veloce altivec anche se la concorrenza va a 4ghz?

ho letto su tevac che motorola abbia riattivato la produzione di non so quale chip "g4". speriamo se la notizia è vera e che la destinazione di tali chip sia apple, che questa rappresenti l'ultima incarnazione del powermac g4.

ps: mi dicono che il rumore dei nuovi dual sia insopportabile...ricordate che 3 anni fa vantavamo come dote del ppc la caratteristica di non riscaldare troppo ed infatti avevamo gli imac senza ventola interna?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

settimio

<font color="ff0000">Ma riguardo al punto 3 glielo vai a dire tu a quelli che si sono dannati a far software che sfrutta Altivec nonostante i principi enunciati da Joel che devono ricompilare tutto per un altro processore magari AMD o un altro set di estensioni multimediali?</font>

no, settimio, il guaio è fatto. il mio è un "elenco" di quelli che secondo me sono stati gli errori più grossi della nuova gestione jobs.

il fatto è che l'os non doveva essere ottimizzato per altivec, doveva essere ottimizzato e basta.

come sapete tutti, io non vedo di buon occhio (sarà pregiudizio) i processori di matrice x86, credo che la soluzione si debba cercare in famiglia, guardando ad IBM.

Il problema è che il G4 non ha speranze di competere con i concorrenti a lungo termine (già ora in verità). cos'è necessario fare, continuare a dirci quant'è bello e veloce altivec anche se la concorrenza va a 4ghz?

ho letto su tevac che motorola abbia riattivato la produzione di non so quale chip "g4". speriamo se la notizia è vera e che la destinazione di tali chip sia apple, che questa rappresenti l'ultima incarnazione del powermac g4.

ps: mi dicono che il rumore dei nuovi dual sia insopportabile...ricordate che 3 anni fa vantavamo come dote del ppc la caratteristica di non riscaldare troppo ed infatti avevamo gli imac senza ventola interna?

Link to comment
Share on other sites

>mi dicono che il rumore dei nuovi dual sia insopportabile

tutto ciò è vero, ma bisogna considerare alcuni fattori....

-adesso di processori ce ne sono due

-il rumore principale arriva dalla ventola dell'alimentatore (molto "sproporzionato" in potenza, che faceva pensare già alla predisposizione per un nuovo processore)

Link to comment
Share on other sites

>mi dicono che il rumore dei nuovi dual sia insopportabile

tutto ciò è vero, ma bisogna considerare alcuni fattori....

-adesso di processori ce ne sono due

-il rumore principale arriva dalla ventola dell'alimentatore (molto "sproporzionato" in potenza, che faceva pensare già alla predisposizione per un nuovo processore)

Link to comment
Share on other sites

>mi dicono che il rumore dei nuovi dual sia insopportabile

tutto ciò è vero, ma bisogna considerare alcuni fattori....

-adesso di processori ce ne sono due

-il rumore principale arriva dalla ventola dell'alimentatore (molto "sproporzionato" in potenza, che faceva pensare già alla predisposizione per un nuovo processore)

Link to comment
Share on other sites

Settimio, le affermazioni di quel manager americano sono "antipatiche", oppure "sgradevoli", oppure persino "fasciste" ed "antidemocratiche", però sono VERE!

Io che sono nel business dello sviluppo so perfettamente cosa vuol dire rapporto tra investimento (che poi nel mio caso è il costo del lavoro, fondamentalmente) ed il ritorno degli utili.

Sviluppare siti web compatibili con il Mac è diventato anti-economico, nel mio settore. Anzi, per l'esattezza accade questo: si fa un progetto compatibile con IE5 o sup per Windows e si incrociano le dita che vada anche su IE per Mac! Perchè non c'è il tempo materiale di curare i bugs sotto mac. Costa troppo, perchè al massimo i miei utenti Mac arrivano al 2% (in realtà meno), per cui nel caso mio il quoziente è di 50 ad 1, persino peggio di 25 ad 1...

Lo so che è brutto. Ma arrabbiarsi è come prendersela con l'accelerazione di gravità. Ti puoi incazzare quanto vuoi perchè il martello ti è cascato sul piede, ma la volta successiva non puoi che starci più attento, non certo sperare che il martello galleggi in aria (o che il cucchiaio non esista Posted Image)

Le cause tecniche: il modello DOM di HTML dinamico di IE è di gran lunga superiore a quello di qualunque altro browser, ivi compresi quelli "aderenti al W3C". E se all'utente vuoi dare una interfaccia web un minimo interattiva (in senso utile, non con pippe multimediali) vai a cascare lì.

Un esempio concreto: ho appena sviluppato una interfaccia per messaggi da web (proprio come quella che stiamo usando per scrivere sul forum). Ebbene, è TROPPO più avanzata di questa. Perchè IE consente livelli di interattività che l'HTML standard più un po' di Javascript si sognano. Ed i miei utenti sono contenti.

Io sono anni che vado dicendo che i monopoli informatici sono molto peggio di quelli di tutte al altre categorie perchè spappolano gli avversari non compatibili, ma la gente è di COCCIO COTTO. Anche gli esempi delle auto, lo ripeto per la miliardesima volta, non c'entrano nulla. Non è che la BMW può andare sul 2% delle strade o può rifornirsi al 2% dei distributori. Se così fosse vorrei vedere quanto durerebbe...

Le marche di auto sono tutte COMPATIBILI, sono come le varie Acer, Compaq, IBM, HP, Dell. Sono produttori della STESSA cosa. Cazzarola.

Ma nulla, predico nel deserto. Tutte le volte riviene fuori lo stesso esempio della Mercedes o della BMW.

Link to comment
Share on other sites

Settimio, le affermazioni di quel manager americano sono "antipatiche", oppure "sgradevoli", oppure persino "fasciste" ed "antidemocratiche", però sono VERE!

Io che sono nel business dello sviluppo so perfettamente cosa vuol dire rapporto tra investimento (che poi nel mio caso è il costo del lavoro, fondamentalmente) ed il ritorno degli utili.

Sviluppare siti web compatibili con il Mac è diventato anti-economico, nel mio settore. Anzi, per l'esattezza accade questo: si fa un progetto compatibile con IE5 o sup per Windows e si incrociano le dita che vada anche su IE per Mac! Perchè non c'è il tempo materiale di curare i bugs sotto mac. Costa troppo, perchè al massimo i miei utenti Mac arrivano al 2% (in realtà meno), per cui nel caso mio il quoziente è di 50 ad 1, persino peggio di 25 ad 1...

Lo so che è brutto. Ma arrabbiarsi è come prendersela con l'accelerazione di gravità. Ti puoi incazzare quanto vuoi perchè il martello ti è cascato sul piede, ma la volta successiva non puoi che starci più attento, non certo sperare che il martello galleggi in aria (o che il cucchiaio non esista Posted Image)

Le cause tecniche: il modello DOM di HTML dinamico di IE è di gran lunga superiore a quello di qualunque altro browser, ivi compresi quelli "aderenti al W3C". E se all'utente vuoi dare una interfaccia web un minimo interattiva (in senso utile, non con pippe multimediali) vai a cascare lì.

Un esempio concreto: ho appena sviluppato una interfaccia per messaggi da web (proprio come quella che stiamo usando per scrivere sul forum). Ebbene, è TROPPO più avanzata di questa. Perchè IE consente livelli di interattività che l'HTML standard più un po' di Javascript si sognano. Ed i miei utenti sono contenti.

Io sono anni che vado dicendo che i monopoli informatici sono molto peggio di quelli di tutte al altre categorie perchè spappolano gli avversari non compatibili, ma la gente è di COCCIO COTTO. Anche gli esempi delle auto, lo ripeto per la miliardesima volta, non c'entrano nulla. Non è che la BMW può andare sul 2% delle strade o può rifornirsi al 2% dei distributori. Se così fosse vorrei vedere quanto durerebbe...

Le marche di auto sono tutte COMPATIBILI, sono come le varie Acer, Compaq, IBM, HP, Dell. Sono produttori della STESSA cosa. Cazzarola.

Ma nulla, predico nel deserto. Tutte le volte riviene fuori lo stesso esempio della Mercedes o della BMW.

Link to comment
Share on other sites

Settimio, le affermazioni di quel manager americano sono "antipatiche", oppure "sgradevoli", oppure persino "fasciste" ed "antidemocratiche", però sono VERE!

Io che sono nel business dello sviluppo so perfettamente cosa vuol dire rapporto tra investimento (che poi nel mio caso è il costo del lavoro, fondamentalmente) ed il ritorno degli utili.

Sviluppare siti web compatibili con il Mac è diventato anti-economico, nel mio settore. Anzi, per l'esattezza accade questo: si fa un progetto compatibile con IE5 o sup per Windows e si incrociano le dita che vada anche su IE per Mac! Perchè non c'è il tempo materiale di curare i bugs sotto mac. Costa troppo, perchè al massimo i miei utenti Mac arrivano al 2% (in realtà meno), per cui nel caso mio il quoziente è di 50 ad 1, persino peggio di 25 ad 1...

Lo so che è brutto. Ma arrabbiarsi è come prendersela con l'accelerazione di gravità. Ti puoi incazzare quanto vuoi perchè il martello ti è cascato sul piede, ma la volta successiva non puoi che starci più attento, non certo sperare che il martello galleggi in aria (o che il cucchiaio non esista Posted Image)

Le cause tecniche: il modello DOM di HTML dinamico di IE è di gran lunga superiore a quello di qualunque altro browser, ivi compresi quelli "aderenti al W3C". E se all'utente vuoi dare una interfaccia web un minimo interattiva (in senso utile, non con pippe multimediali) vai a cascare lì.

Un esempio concreto: ho appena sviluppato una interfaccia per messaggi da web (proprio come quella che stiamo usando per scrivere sul forum). Ebbene, è TROPPO più avanzata di questa. Perchè IE consente livelli di interattività che l'HTML standard più un po' di Javascript si sognano. Ed i miei utenti sono contenti.

Io sono anni che vado dicendo che i monopoli informatici sono molto peggio di quelli di tutte al altre categorie perchè spappolano gli avversari non compatibili, ma la gente è di COCCIO COTTO. Anche gli esempi delle auto, lo ripeto per la miliardesima volta, non c'entrano nulla. Non è che la BMW può andare sul 2% delle strade o può rifornirsi al 2% dei distributori. Se così fosse vorrei vedere quanto durerebbe...

Le marche di auto sono tutte COMPATIBILI, sono come le varie Acer, Compaq, IBM, HP, Dell. Sono produttori della STESSA cosa. Cazzarola.

Ma nulla, predico nel deserto. Tutte le volte riviene fuori lo stesso esempio della Mercedes o della BMW.

Link to comment
Share on other sites

Andrea...

Il numero degli iscritti al Forum che posta regolarmente e che non ha un Mac non e' superiore a 5 e tutti quelli che partecipano a questa interminabile discussione hanno tutti un Mac o perlomeno lo hanno usato a lungo: non so se Olaf lo possieda ma ha la competenza necessaria (di Windows!) per parlarne.

Continuo a non capire il modo di affrontare le discussioni da tifosi. Io ho un PC in ufficio di fianco al mio G4/400, uso il Dos dalla versione 3, uso Windows dalla prima versione.

Non ho niente di cosi' viscerale contro Windows, ho sempre considerato Windows una copia del Mac con i suoi pregi e i suoi difetti che mi hanno fatto scegliere il Mac come macchina per lavorare, a cui affidare il 95% della mia attività informatica e ne sono ultrasoddisfatto ancora oggi anche se non ho l'ultimo processore o biprocessore.

Da quando ho installato Mac OS X e una scheda ATI 8500 sul mio G4/400 non ho alcun desiderio di usare WindowsXP o di installarlo sul mio PC (con un Athlon 1800+).

Tutti i software che mi servono ci sono sul Mac e molti di questi sono GPL, open source e via dicendo...

Molti di questi li fornisce Apple di serie e tutti i software che uso per lavorare sono su X e funzionano insieme molto meglio di prima con ottime possibiita' di interscambio.

Nell'ufficio attiguo lavoriamo ancora con una contabilita' sotto DOS e non ci sogniamo assolutamente di cambiarla nella versione Windows anche perche' usiamo dei Pentium 75 come terminali e vanno benissimo.

Certo non sono collegati stabilmente ad internet, hanno tutti degli antivirus, non carico dischetti anonimi, sto attento nella gestione della posta, non installo software dai CD dell'edicola, abbiamo una persona che fa manutenzione che costa un tot all'anno...

Con le opportune precauzioni che in un ufficio possono essere accettabili avere un sistema Windows non da problemi.

Allora?

Questo e' migliore dell'altro, con Windows non si fa questo o quest'altro, meglio non sviluppare per Mac...

Mi sembrano tutte questioni abbastanza puerili.

I computer sono strumenti, bisogna saperli sfruttare al meglio per il proprio lavoro, sceglierli per la funzione che devono svolgere (e il lato estetico puo' essere in molti casi a sua volta funzionale a questioni di rappresentanza o di piacevolezza di utilizzazione).

Quello che non mi piace sono i giudizi approssimativi dati da chi in realtà non ha usato una piattaforma e ne parla per luoghi comuni. Non siamo al Maurizio Costanzo Show, siamo in forum in cui mentre scrivete potete lanciare una ricerca su Google e vedere l'esatto numero di versioni in cui e' uscito Windows oppure se il tasto Mela-Q quitta il finder in Mac OS X base.

Questo per dire anche che chi è utente Mac OS 9 di lungo corso non e' esente dal commettere errori su Mac OS X, gli stessi errori che utenti Mac commettono su Windows nelle varie incarnazioni senza conoscerlo a fondo.

Link to comment
Share on other sites

Andrea...

Il numero degli iscritti al Forum che posta regolarmente e che non ha un Mac non e' superiore a 5 e tutti quelli che partecipano a questa interminabile discussione hanno tutti un Mac o perlomeno lo hanno usato a lungo: non so se Olaf lo possieda ma ha la competenza necessaria (di Windows!) per parlarne.

Continuo a non capire il modo di affrontare le discussioni da tifosi. Io ho un PC in ufficio di fianco al mio G4/400, uso il Dos dalla versione 3, uso Windows dalla prima versione.

Non ho niente di cosi' viscerale contro Windows, ho sempre considerato Windows una copia del Mac con i suoi pregi e i suoi difetti che mi hanno fatto scegliere il Mac come macchina per lavorare, a cui affidare il 95% della mia attività informatica e ne sono ultrasoddisfatto ancora oggi anche se non ho l'ultimo processore o biprocessore.

Da quando ho installato Mac OS X e una scheda ATI 8500 sul mio G4/400 non ho alcun desiderio di usare WindowsXP o di installarlo sul mio PC (con un Athlon 1800+).

Tutti i software che mi servono ci sono sul Mac e molti di questi sono GPL, open source e via dicendo...

Molti di questi li fornisce Apple di serie e tutti i software che uso per lavorare sono su X e funzionano insieme molto meglio di prima con ottime possibiita' di interscambio.

Nell'ufficio attiguo lavoriamo ancora con una contabilita' sotto DOS e non ci sogniamo assolutamente di cambiarla nella versione Windows anche perche' usiamo dei Pentium 75 come terminali e vanno benissimo.

Certo non sono collegati stabilmente ad internet, hanno tutti degli antivirus, non carico dischetti anonimi, sto attento nella gestione della posta, non installo software dai CD dell'edicola, abbiamo una persona che fa manutenzione che costa un tot all'anno...

Con le opportune precauzioni che in un ufficio possono essere accettabili avere un sistema Windows non da problemi.

Allora?

Questo e' migliore dell'altro, con Windows non si fa questo o quest'altro, meglio non sviluppare per Mac...

Mi sembrano tutte questioni abbastanza puerili.

I computer sono strumenti, bisogna saperli sfruttare al meglio per il proprio lavoro, sceglierli per la funzione che devono svolgere (e il lato estetico puo' essere in molti casi a sua volta funzionale a questioni di rappresentanza o di piacevolezza di utilizzazione).

Quello che non mi piace sono i giudizi approssimativi dati da chi in realtà non ha usato una piattaforma e ne parla per luoghi comuni. Non siamo al Maurizio Costanzo Show, siamo in forum in cui mentre scrivete potete lanciare una ricerca su Google e vedere l'esatto numero di versioni in cui e' uscito Windows oppure se il tasto Mela-Q quitta il finder in Mac OS X base.

Questo per dire anche che chi è utente Mac OS 9 di lungo corso non e' esente dal commettere errori su Mac OS X, gli stessi errori che utenti Mac commettono su Windows nelle varie incarnazioni senza conoscerlo a fondo.

Link to comment
Share on other sites

Andrea...

Il numero degli iscritti al Forum che posta regolarmente e che non ha un Mac non e' superiore a 5 e tutti quelli che partecipano a questa interminabile discussione hanno tutti un Mac o perlomeno lo hanno usato a lungo: non so se Olaf lo possieda ma ha la competenza necessaria (di Windows!) per parlarne.

Continuo a non capire il modo di affrontare le discussioni da tifosi. Io ho un PC in ufficio di fianco al mio G4/400, uso il Dos dalla versione 3, uso Windows dalla prima versione.

Non ho niente di cosi' viscerale contro Windows, ho sempre considerato Windows una copia del Mac con i suoi pregi e i suoi difetti che mi hanno fatto scegliere il Mac come macchina per lavorare, a cui affidare il 95% della mia attività informatica e ne sono ultrasoddisfatto ancora oggi anche se non ho l'ultimo processore o biprocessore.

Da quando ho installato Mac OS X e una scheda ATI 8500 sul mio G4/400 non ho alcun desiderio di usare WindowsXP o di installarlo sul mio PC (con un Athlon 1800+).

Tutti i software che mi servono ci sono sul Mac e molti di questi sono GPL, open source e via dicendo...

Molti di questi li fornisce Apple di serie e tutti i software che uso per lavorare sono su X e funzionano insieme molto meglio di prima con ottime possibiita' di interscambio.

Nell'ufficio attiguo lavoriamo ancora con una contabilita' sotto DOS e non ci sogniamo assolutamente di cambiarla nella versione Windows anche perche' usiamo dei Pentium 75 come terminali e vanno benissimo.

Certo non sono collegati stabilmente ad internet, hanno tutti degli antivirus, non carico dischetti anonimi, sto attento nella gestione della posta, non installo software dai CD dell'edicola, abbiamo una persona che fa manutenzione che costa un tot all'anno...

Con le opportune precauzioni che in un ufficio possono essere accettabili avere un sistema Windows non da problemi.

Allora?

Questo e' migliore dell'altro, con Windows non si fa questo o quest'altro, meglio non sviluppare per Mac...

Mi sembrano tutte questioni abbastanza puerili.

I computer sono strumenti, bisogna saperli sfruttare al meglio per il proprio lavoro, sceglierli per la funzione che devono svolgere (e il lato estetico puo' essere in molti casi a sua volta funzionale a questioni di rappresentanza o di piacevolezza di utilizzazione).

Quello che non mi piace sono i giudizi approssimativi dati da chi in realtà non ha usato una piattaforma e ne parla per luoghi comuni. Non siamo al Maurizio Costanzo Show, siamo in forum in cui mentre scrivete potete lanciare una ricerca su Google e vedere l'esatto numero di versioni in cui e' uscito Windows oppure se il tasto Mela-Q quitta il finder in Mac OS X base.

Questo per dire anche che chi è utente Mac OS 9 di lungo corso non e' esente dal commettere errori su Mac OS X, gli stessi errori che utenti Mac commettono su Windows nelle varie incarnazioni senza conoscerlo a fondo.

Link to comment
Share on other sites

Chest... cosa ti devo dire...

Il tuo ragionamento taglia fuori tutti quelli che dovrebbero usare internet con i palmari, i cellulari etc...

Questo Forum e' leggibile e usabile con un palmare (ho provato ieri con un Tungsten) e lo e' persino con un Pocket PC.

Avremmo potuto usare dei frame per rendere piu' facile la vita ad una certa categoria di utenti o alla gran parte di essi ma questo avrebbe tagliato fuori quel 2 o 3% che non puo' utilizzarli.

Hai perfettamente ragione sui monopoli informatici.

Ma tu il tuo atteggiamento di avere piu' interattività su una operazione che e' la semplice scrittura di un testo a cui abbinare immagini faciliterà si la comunicazione per un numero di adepti che speri sempre piu' grande ma limita l'accesso agli altri.

Le miei convinzioni personali, anche al di la' della promozione della piattaforma Mac, mi spingono a pensare e soprattuto agire in un altro modo.

Le mie decisioni in questo ambito sono e e si basano sull'obiettivo di avere il piu' grande numero di utenti possibile e fortunatamente sono assolutamente libere.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share