Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

--- no, non hai capito.

il punto non e' integrare il foglio elettronico o il database in un cad.

Il punto e' rendere capace il cad di leggere e interpretare e modificare i dati dentro un foglio excel.

---

Ho capito benissimo visto che e' uno strumento con cui lavoro....

e' esattamente quello che Minicad faceva per 800 dollari qualche anno fa ... e lo fa pure VectorWorks adesso...

Solo che non si chiama AutoCad, non costa 8 milioni, non si chiama Excel, non ha molte relazioni con Microsoft e non e' facile da copiare...

E cosi' via...

Link to comment
Share on other sites

--- no, non hai capito.

il punto non e' integrare il foglio elettronico o il database in un cad.

Il punto e' rendere capace il cad di leggere e interpretare e modificare i dati dentro un foglio excel.

---

Ho capito benissimo visto che e' uno strumento con cui lavoro....

e' esattamente quello che Minicad faceva per 800 dollari qualche anno fa ... e lo fa pure VectorWorks adesso...

Solo che non si chiama AutoCad, non costa 8 milioni, non si chiama Excel, non ha molte relazioni con Microsoft e non e' facile da copiare...

E cosi' via...

Link to comment
Share on other sites

--- no, non hai capito.

il punto non e' integrare il foglio elettronico o il database in un cad.

Il punto e' rendere capace il cad di leggere e interpretare e modificare i dati dentro un foglio excel.

---

Ho capito benissimo visto che e' uno strumento con cui lavoro....

e' esattamente quello che Minicad faceva per 800 dollari qualche anno fa ... e lo fa pure VectorWorks adesso...

Solo che non si chiama AutoCad, non costa 8 milioni, non si chiama Excel, non ha molte relazioni con Microsoft e non e' facile da copiare...

E cosi' via...

Link to comment
Share on other sites

>Proprio dai cloni è arrivata la rovina di IBM nel campo desktop. Ricordo come anche Apple si avventurò in questo terreno minato per ricavarne solo dei gravi danni

--- la rovina di ibm e la fortuna di microsoft...

inoltre apple si e' infilata nel mercato dei cloni quando ormai era troppo tardi, ricavandone solo danni.

>il punto di forza del Macintosh è stata la sua vera debolezza: negli uffici pubblici, nelle grandi aziende

--- la necessita' della presenza negli uffici era un problema ben chiaro a jobs e al management di apple.

L'appleIII doveva essere la macchina che avrebbe conquistato quel mercato.

I tremendi problemi hw di quel computer (dovuti principalmente alle fissazioni dello stesso jobs) e la potenza del nome ibm (una garanzia per tutti i manager dei centri elaborazione dati), condannarono apple nel mercato business.

>e' esattamente quello che Minicad faceva per 800 dollari qualche anno fa ... e lo fa pure VectorWorks adesso...

>

>Solo che non si chiama AutoCad, non costa 8 milioni, non si chiama Excel,

--- Non conosco i cad, ma non sono sicuro di quello che hai detto.

Da minicad puoi ricevere e incorporare i dati di un foglio excel? e puoi modificarli in minicad e ritrovarti il foglio excel originale modificato?

Link to comment
Share on other sites

>Proprio dai cloni è arrivata la rovina di IBM nel campo desktop. Ricordo come anche Apple si avventurò in questo terreno minato per ricavarne solo dei gravi danni

--- la rovina di ibm e la fortuna di microsoft...

inoltre apple si e' infilata nel mercato dei cloni quando ormai era troppo tardi, ricavandone solo danni.

>il punto di forza del Macintosh è stata la sua vera debolezza: negli uffici pubblici, nelle grandi aziende

--- la necessita' della presenza negli uffici era un problema ben chiaro a jobs e al management di apple.

L'appleIII doveva essere la macchina che avrebbe conquistato quel mercato.

I tremendi problemi hw di quel computer (dovuti principalmente alle fissazioni dello stesso jobs) e la potenza del nome ibm (una garanzia per tutti i manager dei centri elaborazione dati), condannarono apple nel mercato business.

>e' esattamente quello che Minicad faceva per 800 dollari qualche anno fa ... e lo fa pure VectorWorks adesso...

>

>Solo che non si chiama AutoCad, non costa 8 milioni, non si chiama Excel,

--- Non conosco i cad, ma non sono sicuro di quello che hai detto.

Da minicad puoi ricevere e incorporare i dati di un foglio excel? e puoi modificarli in minicad e ritrovarti il foglio excel originale modificato?

Link to comment
Share on other sites

>Proprio dai cloni è arrivata la rovina di IBM nel campo desktop. Ricordo come anche Apple si avventurò in questo terreno minato per ricavarne solo dei gravi danni

--- la rovina di ibm e la fortuna di microsoft...

inoltre apple si e' infilata nel mercato dei cloni quando ormai era troppo tardi, ricavandone solo danni.

>il punto di forza del Macintosh è stata la sua vera debolezza: negli uffici pubblici, nelle grandi aziende

--- la necessita' della presenza negli uffici era un problema ben chiaro a jobs e al management di apple.

L'appleIII doveva essere la macchina che avrebbe conquistato quel mercato.

I tremendi problemi hw di quel computer (dovuti principalmente alle fissazioni dello stesso jobs) e la potenza del nome ibm (una garanzia per tutti i manager dei centri elaborazione dati), condannarono apple nel mercato business.

>e' esattamente quello che Minicad faceva per 800 dollari qualche anno fa ... e lo fa pure VectorWorks adesso...

>

>Solo che non si chiama AutoCad, non costa 8 milioni, non si chiama Excel,

--- Non conosco i cad, ma non sono sicuro di quello che hai detto.

Da minicad puoi ricevere e incorporare i dati di un foglio excel? e puoi modificarli in minicad e ritrovarti il foglio excel originale modificato?

Link to comment
Share on other sites

> Marco

"A questo punto capita che david cutler, il leader del vms"

Mitico il VMS, l'ho usato per un po'.

Al posto di "cd" c'era "set default".

Se scrivevi un nome di directory inesistente lui...ci andava lo stesso!

Quando poi facevi l'equivalente di "dir" ti diceva che non eri in nessuna directory e dovevi fornire un percorso valido altrimenti restavi nel limbo.

"In un tempo relativamente breve nasce windows nt, che, partito in sordina, e' diventato uno dei sistemi operativi piu' diffusi nelle aziende di tutto il mondo."

Sì. Adesso impazziscono con USB.

Anche gli amanti del MIDI lo hano sempre apprezzato parecchio.

"(magari qui sono tutti giovani e non lo ricordano, ma nt esisteva anche in versione per ppc, oltre che per mips, alpha e intel)"

Non è che siano cose successe quarant'anni fa...

Ricordo eccome. Erano i bei tempi di PPReP, poi CHRP.

Dove PPC sembrava dover dominare il mondo.

Anche OS2 era stato fatto per PPC nonché AIX.

Apple faceva resistenza ma macchine CHRP che facevano il boot con MacOS già si vedevano in qualche fiera.

Poi MS si è accorta della cosa e NT4 per PPC non uscì mai.

Il resto è storia nota.

Apple ebbe comunque gravissime responsablità in quella triste vicenda.

E oggi le paga care.

"e che sia riuscito a mantenere la compatibilita' con le applicazioni dos e windows (oltre che per quello os/2 in console) in maniera molto piu' elegante di quanto abbia fatto osx con classic"

Mi era stato detto che il dos era emulato e che il codice fosse di Insignia.

I programmini DOS che ho cercato di farci girare io non andavano.

Andrea>

"anche sul vecchio mac os sono passati ai 32 bit dai 16..."

24.

Chest>

"Maya si spiega molto bene: Apple sta portando avanti, intelligentemente, una strategia di "attacco" a software professionali per il cinema, cosa di cui Jobs si intende molto di più che di computer ormai (oooh, eresia!). "

Curioso come proprio Pixar Renderman sia sparito dal Mac e non dia segni di tornarci...

"Nel giro di un 2 o 3 anni sui PowerMac si potranno fare post-produzioni tipo Signore degli Anelli, per intendersi (beh, o quasi)"

Togli il quasi.

Nel passato, quando Photoshop c'era solo per Mac non c'era produzione che non ne facesse uso. Si erano addirittura inventati il MAE per Silicon Graphics.

Olaf>

"Solo per la frammentazione e simili, le prestazioni dei programmi rimangono uguali. "

Io penso che più della frammentazione contino le DLL e le porcherie varie che lasciano in giro le disinstallazioni.

Non ho mai disinstallato niente su Win senza che la procedura si cocludesse con:

"alcuni elementi non sono riuscito a toglierli e dovrai provvedere manualmente"

Ochei, quali?

"(aspetto che il mio amico ottenga il 10.2)"

Ottenga?

Aspetta l'autorizzazione del Consolato?

O del TAR?

"MDK ultima è la 9.1 BETA"

Murder Death Kill?

Filippo>

"oppure è possibile sviluppare per Palm sotto mac OS X?"

certo che sì:

http://sidewww.epfl.ch/~crivelli/prctools-osx/index.php

Marco>

"Mac ha perso il treno quando apple non ha avuto il coraggio di licenziare il suo os a terze parti. "

Assolutamente no.

Cadete tutti su questo punto fondamentale.

Da una parte c'era Apple che faceva hw e os.

Dall'altra c'era IBM che faceva hw e MS che faceva os.

IBM non ha concesso in licenza una cippa, ha sempre contrastato in ogni modo i clonatori, non ha mai concesso il bios.

Ma i clonatori clonarono ugualmente e a MS sai quanto importava se fare Win per IBM o per xxx...

Oggi infatti ogni "PC" ha Windows come denominatore comune.

Non si nomina la marca del produttore dell'HW e non si può più nemmeno dire "Wintel" vista la presenza di alternative nei processori (AMD in testa).

Oggi infatti Win naviga nell'oro mentre IBM coi PC ha smesso da tempo di sperare di farci un dollaro.

"Apple credeva troppo nella bonta' del suo os, che era anni luce avanti al dos, e voleva continuare a fare margini enormi sulle vendite, credendo che comunque avrebbe mantenuto quote di mercato considerevoli. "

*Questo* fu l'errore.

Mac a prezzi onesti nel periodo giusto avrebbero fatto sparire i PC dalla memoria d'uomo.

Tutti>

Nei vostri messaggi c'è questa osannazione per il software a componenti. Applicazioni che parlano tra loro e si scambiano i dati.

A parte che mi sembra un concetto vecchissimo e il fatto che ora sembri l'uovo di colombo o l'ultima novità mi dà da pensare su quanto Microsoft abbia rallentato lo sviluppo del sofware i questi ultimi 15 anni... Posted Image

Vogliamo parlare di pubblica e sottoscrivi?

Modificavo una curva in FreeHand e, al volo, il vaso ottenuto facendo un lathe con quella curva in InfiniD subiva la modifica?

Che fine ha fatto?

E OpenDoc?

Si è fatto un gran parlar di questo (per me deludente) Safari come "primo web browser di Apple".

E CyberDog dove lo mettiamo?

Link to comment
Share on other sites

> Marco

"A questo punto capita che david cutler, il leader del vms"

Mitico il VMS, l'ho usato per un po'.

Al posto di "cd" c'era "set default".

Se scrivevi un nome di directory inesistente lui...ci andava lo stesso!

Quando poi facevi l'equivalente di "dir" ti diceva che non eri in nessuna directory e dovevi fornire un percorso valido altrimenti restavi nel limbo.

"In un tempo relativamente breve nasce windows nt, che, partito in sordina, e' diventato uno dei sistemi operativi piu' diffusi nelle aziende di tutto il mondo."

Sì. Adesso impazziscono con USB.

Anche gli amanti del MIDI lo hano sempre apprezzato parecchio.

"(magari qui sono tutti giovani e non lo ricordano, ma nt esisteva anche in versione per ppc, oltre che per mips, alpha e intel)"

Non è che siano cose successe quarant'anni fa...

Ricordo eccome. Erano i bei tempi di PPReP, poi CHRP.

Dove PPC sembrava dover dominare il mondo.

Anche OS2 era stato fatto per PPC nonché AIX.

Apple faceva resistenza ma macchine CHRP che facevano il boot con MacOS già si vedevano in qualche fiera.

Poi MS si è accorta della cosa e NT4 per PPC non uscì mai.

Il resto è storia nota.

Apple ebbe comunque gravissime responsablità in quella triste vicenda.

E oggi le paga care.

"e che sia riuscito a mantenere la compatibilita' con le applicazioni dos e windows (oltre che per quello os/2 in console) in maniera molto piu' elegante di quanto abbia fatto osx con classic"

Mi era stato detto che il dos era emulato e che il codice fosse di Insignia.

I programmini DOS che ho cercato di farci girare io non andavano.

Andrea>

"anche sul vecchio mac os sono passati ai 32 bit dai 16..."

24.

Chest>

"Maya si spiega molto bene: Apple sta portando avanti, intelligentemente, una strategia di "attacco" a software professionali per il cinema, cosa di cui Jobs si intende molto di più che di computer ormai (oooh, eresia!). "

Curioso come proprio Pixar Renderman sia sparito dal Mac e non dia segni di tornarci...

"Nel giro di un 2 o 3 anni sui PowerMac si potranno fare post-produzioni tipo Signore degli Anelli, per intendersi (beh, o quasi)"

Togli il quasi.

Nel passato, quando Photoshop c'era solo per Mac non c'era produzione che non ne facesse uso. Si erano addirittura inventati il MAE per Silicon Graphics.

Olaf>

"Solo per la frammentazione e simili, le prestazioni dei programmi rimangono uguali. "

Io penso che più della frammentazione contino le DLL e le porcherie varie che lasciano in giro le disinstallazioni.

Non ho mai disinstallato niente su Win senza che la procedura si cocludesse con:

"alcuni elementi non sono riuscito a toglierli e dovrai provvedere manualmente"

Ochei, quali?

"(aspetto che il mio amico ottenga il 10.2)"

Ottenga?

Aspetta l'autorizzazione del Consolato?

O del TAR?

"MDK ultima è la 9.1 BETA"

Murder Death Kill?

Filippo>

"oppure è possibile sviluppare per Palm sotto mac OS X?"

certo che sì:

http://sidewww.epfl.ch/~crivelli/prctools-osx/index.php

Marco>

"Mac ha perso il treno quando apple non ha avuto il coraggio di licenziare il suo os a terze parti. "

Assolutamente no.

Cadete tutti su questo punto fondamentale.

Da una parte c'era Apple che faceva hw e os.

Dall'altra c'era IBM che faceva hw e MS che faceva os.

IBM non ha concesso in licenza una cippa, ha sempre contrastato in ogni modo i clonatori, non ha mai concesso il bios.

Ma i clonatori clonarono ugualmente e a MS sai quanto importava se fare Win per IBM o per xxx...

Oggi infatti ogni "PC" ha Windows come denominatore comune.

Non si nomina la marca del produttore dell'HW e non si può più nemmeno dire "Wintel" vista la presenza di alternative nei processori (AMD in testa).

Oggi infatti Win naviga nell'oro mentre IBM coi PC ha smesso da tempo di sperare di farci un dollaro.

"Apple credeva troppo nella bonta' del suo os, che era anni luce avanti al dos, e voleva continuare a fare margini enormi sulle vendite, credendo che comunque avrebbe mantenuto quote di mercato considerevoli. "

*Questo* fu l'errore.

Mac a prezzi onesti nel periodo giusto avrebbero fatto sparire i PC dalla memoria d'uomo.

Tutti>

Nei vostri messaggi c'è questa osannazione per il software a componenti. Applicazioni che parlano tra loro e si scambiano i dati.

A parte che mi sembra un concetto vecchissimo e il fatto che ora sembri l'uovo di colombo o l'ultima novità mi dà da pensare su quanto Microsoft abbia rallentato lo sviluppo del sofware i questi ultimi 15 anni... Posted Image

Vogliamo parlare di pubblica e sottoscrivi?

Modificavo una curva in FreeHand e, al volo, il vaso ottenuto facendo un lathe con quella curva in InfiniD subiva la modifica?

Che fine ha fatto?

E OpenDoc?

Si è fatto un gran parlar di questo (per me deludente) Safari come "primo web browser di Apple".

E CyberDog dove lo mettiamo?

Link to comment
Share on other sites

> Marco

"A questo punto capita che david cutler, il leader del vms"

Mitico il VMS, l'ho usato per un po'.

Al posto di "cd" c'era "set default".

Se scrivevi un nome di directory inesistente lui...ci andava lo stesso!

Quando poi facevi l'equivalente di "dir" ti diceva che non eri in nessuna directory e dovevi fornire un percorso valido altrimenti restavi nel limbo.

"In un tempo relativamente breve nasce windows nt, che, partito in sordina, e' diventato uno dei sistemi operativi piu' diffusi nelle aziende di tutto il mondo."

Sì. Adesso impazziscono con USB.

Anche gli amanti del MIDI lo hano sempre apprezzato parecchio.

"(magari qui sono tutti giovani e non lo ricordano, ma nt esisteva anche in versione per ppc, oltre che per mips, alpha e intel)"

Non è che siano cose successe quarant'anni fa...

Ricordo eccome. Erano i bei tempi di PPReP, poi CHRP.

Dove PPC sembrava dover dominare il mondo.

Anche OS2 era stato fatto per PPC nonché AIX.

Apple faceva resistenza ma macchine CHRP che facevano il boot con MacOS già si vedevano in qualche fiera.

Poi MS si è accorta della cosa e NT4 per PPC non uscì mai.

Il resto è storia nota.

Apple ebbe comunque gravissime responsablità in quella triste vicenda.

E oggi le paga care.

"e che sia riuscito a mantenere la compatibilita' con le applicazioni dos e windows (oltre che per quello os/2 in console) in maniera molto piu' elegante di quanto abbia fatto osx con classic"

Mi era stato detto che il dos era emulato e che il codice fosse di Insignia.

I programmini DOS che ho cercato di farci girare io non andavano.

Andrea>

"anche sul vecchio mac os sono passati ai 32 bit dai 16..."

24.

Chest>

"Maya si spiega molto bene: Apple sta portando avanti, intelligentemente, una strategia di "attacco" a software professionali per il cinema, cosa di cui Jobs si intende molto di più che di computer ormai (oooh, eresia!). "

Curioso come proprio Pixar Renderman sia sparito dal Mac e non dia segni di tornarci...

"Nel giro di un 2 o 3 anni sui PowerMac si potranno fare post-produzioni tipo Signore degli Anelli, per intendersi (beh, o quasi)"

Togli il quasi.

Nel passato, quando Photoshop c'era solo per Mac non c'era produzione che non ne facesse uso. Si erano addirittura inventati il MAE per Silicon Graphics.

Olaf>

"Solo per la frammentazione e simili, le prestazioni dei programmi rimangono uguali. "

Io penso che più della frammentazione contino le DLL e le porcherie varie che lasciano in giro le disinstallazioni.

Non ho mai disinstallato niente su Win senza che la procedura si cocludesse con:

"alcuni elementi non sono riuscito a toglierli e dovrai provvedere manualmente"

Ochei, quali?

"(aspetto che il mio amico ottenga il 10.2)"

Ottenga?

Aspetta l'autorizzazione del Consolato?

O del TAR?

"MDK ultima è la 9.1 BETA"

Murder Death Kill?

Filippo>

"oppure è possibile sviluppare per Palm sotto mac OS X?"

certo che sì:

http://sidewww.epfl.ch/~crivelli/prctools-osx/index.php

Marco>

"Mac ha perso il treno quando apple non ha avuto il coraggio di licenziare il suo os a terze parti. "

Assolutamente no.

Cadete tutti su questo punto fondamentale.

Da una parte c'era Apple che faceva hw e os.

Dall'altra c'era IBM che faceva hw e MS che faceva os.

IBM non ha concesso in licenza una cippa, ha sempre contrastato in ogni modo i clonatori, non ha mai concesso il bios.

Ma i clonatori clonarono ugualmente e a MS sai quanto importava se fare Win per IBM o per xxx...

Oggi infatti ogni "PC" ha Windows come denominatore comune.

Non si nomina la marca del produttore dell'HW e non si può più nemmeno dire "Wintel" vista la presenza di alternative nei processori (AMD in testa).

Oggi infatti Win naviga nell'oro mentre IBM coi PC ha smesso da tempo di sperare di farci un dollaro.

"Apple credeva troppo nella bonta' del suo os, che era anni luce avanti al dos, e voleva continuare a fare margini enormi sulle vendite, credendo che comunque avrebbe mantenuto quote di mercato considerevoli. "

*Questo* fu l'errore.

Mac a prezzi onesti nel periodo giusto avrebbero fatto sparire i PC dalla memoria d'uomo.

Tutti>

Nei vostri messaggi c'è questa osannazione per il software a componenti. Applicazioni che parlano tra loro e si scambiano i dati.

A parte che mi sembra un concetto vecchissimo e il fatto che ora sembri l'uovo di colombo o l'ultima novità mi dà da pensare su quanto Microsoft abbia rallentato lo sviluppo del sofware i questi ultimi 15 anni... Posted Image

Vogliamo parlare di pubblica e sottoscrivi?

Modificavo una curva in FreeHand e, al volo, il vaso ottenuto facendo un lathe con quella curva in InfiniD subiva la modifica?

Che fine ha fatto?

E OpenDoc?

Si è fatto un gran parlar di questo (per me deludente) Safari come "primo web browser di Apple".

E CyberDog dove lo mettiamo?

Link to comment
Share on other sites

Caspita quanto postate.

Mi aspettavo, scrivendo il messaggio che ha dato vita al thread, solo qualche smiley...

Era da "tutti i cubi vengono al pettine" che non vedevo una cosa del genere.

Avro mica il dono di saper mettere il dito nella piaga giusta?

;)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share