Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

AIUTOOOOO.......

Ho un grossissimo problema con la classe java, ieri sera ho scaricato l'aggiornamento alla classe java, versione 1.3.1 (ben 21.1 mega).Pensavo di migliorare la visualizzazione degli applet java, dove sotto os x c'e' ancora qualche piccolo problemino, ma anziche' migliorare, come dovrebbe essere,ho fatto un DISASTRO!Premetto che sono un assiduo frequentatore delle chat java, ebbene dopo questo aggiornamento,le finestre della chat non si agggiornano, se non spostando continuamente il cursore su e giu, e le finestre che prima si aprivano sempre con la medesima grandezza, si aprono adesso piccolisssime e devo aggiustarle ad ogni apertura.Insomma il risultato e' che non posso piu chattare!!Quello che prima andava bene, adesso e' compromesso, e pensare che la apple, lo dava come un aggiornamento essenziale per migliorare l'intera stabilita' della java!!

Qualcuno sa dirmi come fare per annullare questo aggiornamento che invece di apportare miglioramenti mi ha solo portato indietro paurosamente? posso ritornare alla versione che avevo prima di questo aggiornamento? se si, come devo fare? non so dove mettere le mani.

sincero di una risposta, porgo distinti saluti

gaetano

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ho chiamato oggi (giovedi' 28/02/02) un negozio di Catania: mi è stato detto che hanno ben 9 Imac 800 in pronta consegna! Mi sembra un po' strano considerando che ditte ben piu' grosse che vendono in tutta la penisola non ne hanno neanche uno!!

Cmq controllero' molto presto!

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">Aggiornamenti sull'iMac acquistato venerdì.

Dopo tre giorni, oltre al pixel completamente bruciato (bianco) sin dalla prima accensione, si sono bruciati altri due retropixel in un punto diverso dello schermo (in pratica su sfondo blu si vede rosa). Che dire? Speriamo di arrivare a quattro!!! </FONT>

Oggi ho parlato con un tipo di un negozio che vende Olidata: minimo **dieci** pixel bruciati!!. E gli Olidata non costano molto meno degli Apple.

Mercoledì ho visto l'iMac nuovo.

Bello... ma non mi dice niente. Apprezzo la parte trasparente attorno al monitor, ma il resto non mi dice niente. I vecchi iMac mipiacciono di più e i vecchi G3 b&w ancora di più.

Come abbiamo poi concordato il tecnico del negozio ed io, è anche lento.

Lento, lento, non mi sbaglio. (l'800)

Sarà un caso, ma ogni volta che aprivo iDVD (si apriva una finestra con uno sfondo animato e 3 riquadri con video in movimento, Il signore degli anelli, Monsters e un altro), il suono scattava e le animazioni anche, se quasi per niente. Il suono invece scattava visibilmente (non fraintendetemi, non dico che un Pc potesse andare melgio, solo non mi sarei mai aspettato di vedere un 800 far scattare *l'audio*!!).

iTunes e il resto era molto veloce, molto più di quanto lo sia su un Ti400 che ho modo ogni tanto di usare, però iDVD scattava. Avrei avuto paura ad avviare la masterizzazione.

I tecnici non mi hanno poi saputo dire a che velocità (MB/s) masterizza il Superdrive. Quanto ci mette a riempire di dati un DVD? 20 minuti? 1 ora?

Link to comment
Share on other sites

Prima di restituirlo ho fatto il backup dei documenti da ritrasportare su quello vecchio, ahimè già formattato; 4,7 giga, con la verifica, in un'ora scarsa. Senza verifica, venti(cinque) minuti. Nessun errore. Ottimo, direi.

Il plexiglas è magnifico; anche se, con ogni probabilità, nel giro di un paio d'anni ti diventa giallo con tutto il resto.

iTunes, se fossi in Apple, lo toglierei dal sw per questa macchina: tutti i pixel difettosi li ho trovati grazie alle variazioni cromatiche degli effetti speciali: e si vedevano bene! Posted Image

Ho anche provato a vedere un dvd (In the mood for love), e a parte la lentezza all'avvio non ho avuto scatti audio. Ma forse era perché era un audio poco "impegnativo".

Link to comment
Share on other sites

Perchè dovrei acquistare il nuovo iMac G4 800 ?

Per il design, il processore G4 (non potendo pero' pretendere le prestazioni di un PowerMac!), lo schermo LCD (nella speranza di non incorrere nei pixels bruciati!) e il masterizzatore di DVD! Ebbene sì, finalmente la possibilità di riversare i propri filmati in un DVD!

Il 22 febbraio ho avuto la fortuna di vedere un fiammante iMac G4 800 a Palermo. Il rivenditore, davanti ad una piccola platea di appassionati (c'era anche una donna sulla settantina che guardava con un certo interesse!), ha "bruciato" un dvd con iDVD 2, utilizzando alcuni filmati importati in iMovie 2 da una videocamera MiniDV, ed esportati in formato iDVD (quindi file DV PAL 720x576 nessuna compressione).

Il risultato ?

Direi pessimo!!

Il dvd, visualizzato sia col computer che con il lettore domestico, era ineccepibile con le foto (c'era anche uno slideshow) e i menu animati ma i filmati presentavano i bordi delle immagini seghettati e il movimento era scattoso. Ma ci pensate?? Un video a scatti!! E sgranato!!

Praticamente una qualità nettamente inferiore al videoCd.

A mio avviso è un problema di compressione mpeg2. L'iDVD2 non consente di modificare in alcun modo il bit rate ed altri parametri del codec mpeg2.

Se fosse questa la causa, ovviamente con DVD Studio Pro il problema si risolverebbe.

Ho letto alcuni post nel forum della Apple su iDVD e molti lettori lamentano i problemi da me riportati.

Si parla di interlace, campi, e altra roba che a mio avviso l'utente comune di iDVD2 ovviamente disconosce.

Il fatto che si tratti di un programma non destinato ad un target professionale non giustifica la scarsa qualità ottenibile.

Se con un videoCD ottengo risultati superiori, perchè acquistare allora l'iMac con il DVD-R ?

Mi auguro che il problema su indicato fosse dovuto a qualche errore commesso dal rivenditore, qualche settaggio particolare (ma di cosa?!), magari risolvibile con un qualche aggiornamento software, altrimenti desisto dall'idea dell'acquisto del nuovo Apple e mi compro (non c'entra niente ma mi piace da morire!) un bel cane robot della Sony modello ERS 220! (appena 4,200,000 lire!!).

Ciao!

Link to comment
Share on other sites

Dipende se il cane Robot ti permette di masterizzare, fare montaggi video, gestire le tue foto, l'email, giocare etc etc.

Per quanto riguarda la qualita': io ho visto diversi CD realizzati con iDVD ed erano di ottima qualita', d'altro canto per avere pochi problemi di questo tipo il bitrate e' molto alto.

Sarei curioso di provare il DVD realizzato su diversi lettori DVD... provare a masterizzare lo stesso filmato su una macchina diversa...

difficile dare un giudizio a distanza e su una unica prova...

Quali orginali sono stati utilizzati? Spero non NTSC.

Link to comment
Share on other sites

Beh, le foto le fa... legge anche l'email e gioca... per il resto...

scherzi a parte, certamente oltre 2000 euro per un cane robot, per quanto sofisticato, sono veramente troppi!

Non ho ancora avuto modo di provare il dvd su altri lettori, ma mi preoccupa che i problemi di scattosità e risoluzione siano presenti anche con il dvd player del computer...e che nel forum della Apple se ne parli...

I filmati erano rigorosamente in pal...sarebbe cmq utile provare altri iMac e PowerMac, ma non possedendo un negozio non mi è molto semplice!

Dai Settimio, pensaci tu!

Link to comment
Share on other sites

Domenico, da un po' di tempo cerco di far passare la mia verita'. Non e' simpatica ma facilmente dimostrabile.

Il problema fondamentale della qualita' dei DVD-R prodotti da iDVD ed Studio Pro e' dei codec Astarte da cui Apple ha acquistato tutto il software un paio di anni fa.

Il codec MPEG1 era (e resta) pessimo. Brillante ma completamente incapace di gestire il movimento senza blocchettare vistosamente; l'MPEG2 ha certamente micro e macrocontrasto modesti. Inoltre manifesta spesso problemi di interallacciamento (cioe' di rendering di un frame sotto forma di due semicampi alternati).

Le cose migliorerebbero un poco usando il pacchetto 'MPP' di Heuris. Non molto: con il software freeware per Windows MPEGEnc si ottiene una qualita' molto piu' 'crisp' brillante, croccante disponendo di funzioni avanzatissime come l'editing della matrice di quantizzazione per intervenire manualmente sulla blocchettatura (e questo per non parlare di software stellari come 'Cinema craft Encoder SP2')

Il marketing puo' dire quello che vuole ma la realta' resta che il drive A03 di Pioneer scalda come un fornello (consuma 13watt), registra CD-RW alla interessante velocita' 4x, estrae l'audio a 7.3x (quando la media e' 40x), non sopporta il BURNproof con i CD-R ne la dupplicazione di CD Audio protetti con CloneCD su windows.

Ma sopratutto NON registra DVD-R che contengono la DDP (Disc Protection Protocol) normalmente scritta dai DLT: cosa che permette ai DVD-R (for authoring) di essere usati come master di stampa in tutti i casi in cui non sia previsto l'uso della chiave CSS che neppure i masterizzatori professionali come il Pioneer S101, S102 o Panasonic SW-9501SPD scrivono.

Inoltre il drive Pioneer A03, chiamato SuperDrive da Apple, implementa un sistema di protezione dalla copia bit per bit da un DVD-R commerciale.

Pur essendo io uno che si e' svenato per comprare tutte le licenze del software, in un mercato (quello italiano) che definire di pirati e' poco, questa particolare caratteristica andrebbe evidenziata di piu'.

Stendhal diceva, a proposito dei mantelli sempre piu' variopinti, nei quali i viennesi amavano avvolgersi, che il vero signore non ne ha bisogno di colorati perche' i colori li porta dentro.

Questo per dire che la qualita' non e' un mouse di plastica trasparente attaccato ad un ridicolo filo bianco; ma un mouse wireless...

E lo stesso puo' traslarsi a proposito del software.

G.

ps: e' ora di fare la mila' al mouse:-))

Link to comment
Share on other sites

Grazie Giannim per il tuo intervento!

Credo di essere pervenuto ad una conclusione:

la qualità dei DVD masterizzati, usando i nostri filmati come sorgente, sarà nella migliore delle ipotesi (senza scattosità!) di qualità video comunque inferiore a quella offerta dal sistema miniDV, a causa della compressione in mpeg2 effettuata dai codec software che non possono competere con i sistemi usati a livello industriale per la produzione dei DVD commerciali (e non sono esenti da difetti neanche quelli!!).

Ho anche realizzato che non posso copiare i dvd video commerciali bit per bit ma solo estraendo le tracce e ricomprimendo in mpeg2, con conseguente perdita di qualità.

Pertanto se voglio, montate le mie riprese, conservare la qualità dell’originale è bene che riversi il tutto via firewire su una cassetta minidv e mi goda lo spettacolo: qualità conforme all’originale apparentemente visto che applicando un qualsiasi effetto o titolo il computer opera comunque una ricompressione del video.

Link to comment
Share on other sites

Sintesi perfetta, domenico, sintesi perfettaPosted Image

La ricompressione al computer durante l'editing di nastri DV e' solo relativa alle transizioni e/o a quelle dove si e' applicato un filtro (per esempio di correzione cromatica). Cio' vuol dire che anche il concetto di 'montaggio senza perdita di qualita' e' una antinomia: la qualita' si raggiunge in post-produzione, appunto!

G.

Link to comment
Share on other sites

Whoa, a sentirvi mi sembra di ripercorrere la strada del cubo!

Non e' che forse iMac2 ha delle crepe sul case?

Eppoi, si accende e si spegne a suo piacere? Ah no, non si accende punto e basta!

E dimenticavo quei noiosi pixel bruciati.

Ragazzi, con gli stessi soldoni vi comprate un bel asseblato con due monitor e tre masterizzatori DV.

Secondo me Apple fallisce entro breve.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share