Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Comunque presumo che in prima istanza

1) Sarà il Mac a poter collegarsi al nuovo servizio, per scaricare la musica su hard disk (e non l'iPod)

2) Avverrà una crittazione del prodotto legata alla transizione di acquisto ed alla macchina su cui si scarica

3) Un certo numero di iPod o Mac potranno suonare questi brani

Più vaghe sono le aspettative sulle

a) funzionalità dirette di iPod di effettuare download: libererebbe milioni di utenti dal Mac, allargando a dismisura il mercato di iPod, ma renderebbe forse troppo complesso il device (e non favorirebbe il core-business di Apple)

b) funzionalità wireless di iPod. Le mie preferite, appunto, ma non per questo ambiziose come quelle da me descritte

c) Lo sviluppo di versioni windows-compatibili, che in questo caso direi inevitabilmente dovrebbero prevedere un iTunes 4 per windows, poichè è assolutamente presumibile che le tecnologie di crittazione dei brani siano legate a Quicktime

d) I contratti di esclusiva di Apple con le major, che sono tanto più ridicoli quanto più il servizio è limitato ai soli Mac. In pratica se è un microcosmo solo Mac non c'è bisogno di grandi protezioni ne' esclusive, poichè al massimo raggiungi il 4% della popolazione. Il che per le major può anche essere un fatto positivo che le traquillizza sul non perdere il controllo della distribuzione.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

<font color="ff0000">Teniamo presente anche che nel frattempo la cultura informatica media è molto cresciuta e che non è sbagliatissimo se alla Apple ci costringono a diventare un po più Tecnici (non sono un supporter del terminale).</font>

Neanche io sono un supporter del terminale, anche se per molte cose lo trovo comodo. Però non direi che sia giusto che la Apple "costringa" l'utente ad acquisire maggiori competenze tecniche specifiche. Però non è uno scandalo se è l'utente a volerlo fare, anzi, ne può soltanto guadagnare.

Più che altro credo che con OSX Apple abbia compiuto una svolta che la porterà in parte a modificare la sua visione, anche se a molti questo può dispiacere. L'atteggiamento giusto, a mio parere, è criticarla se necessario non tanto nelle scelte, ma nello specifico, quando serve a migliorare il prodotto (come giustamente ci ricorda marco 100f e anche tu).

<font color="ff0000">Gi struenti che oggi abbiamo a disposizione sono moolto più complessi e potenti, e immaginare che tutto questo non vada a discapito purtroppo della facilità è stupido</font>

E' anche vero che però se da una parte in alcune cose è necessaria maggiore conoscenza, in molte altre rispetto al passato è possibile lavorare in modo più semplice e veloce (anche se magari meno intuitivo). Infatti negli anni sempre più persone con meno nozioni tecniche si sono avvicinate all'uso del computer (PC e Mac che sia).

<font color="ff0000">Cosa ne dite se ci passiamo info su tecniche di lavoro e furbizie per sfruttare quello che OsX ci mette a disposizione.

Le classiche uova di colombo cioè quelle cazzatine, tecnicamente parlando, a cui nessuno magari ha pensato ma che si rivelano utilissime per incrementare la produttività. </font>

Ottima idea. Il tutto IHMO, e come diceva l'amico hany, amichevolmente Posted Image

Ciao,

Daniele

Link to comment
Share on other sites

"Raggiungi il 4% della popolazione...."

considerazione statitica sballata....

Il calcolo del target si fa non sulla percentuale di vendita ma sull'effettiva utilizzazione del prodotto.

Il Mac ha percentuali molte piu' alte tra gli utilizzatori di musica digitale.

Ad esempio non si possono contare i PC utilizzati in pratica come terminali negli uffici.

Per non finire off topic...

Il servizio partira' su Mac ma e' destinato a finire anche sui PC.

Come e' accaduto ad iPod.

Link to comment
Share on other sites

>OLE ;-) Non è proprio la stessa cosa

--- lo so. Era una battuta. Anche se mi pare di ricordare che alcuni sviluppatori di Apple/OpenDOC siano finiti in MS.

>Gi struenti che oggi abbiamo a disposizione sono moolto più complessi e potenti, e immaginare che tutto questo non vada a discapito purtroppo della facilità è stupido.

--- su questo non sono molto d'accordo. Oggi hai potenza da vendere e una esperienza molto maggiore. Hai anche una base di conoscenza molto piu' diffusa.

Secondo me creare uno Xerox Alto o un Lisa o un Mac o un Amiga all'epoca era molto piu' complesso rispetto alla possibilita' di essere semplici oggi.

Secondo me oggi si sono un po' tutti seduti sugli allori, per diversi motivi:

- i personal computer cosi' come li conosciamo sono oramai un dato di fatto, una realta' acquisita e indispensabile, e a nessuno interessa piu' di tanto sbattersi per modificare lo status quo

- la metafora della scrivania e' ormai piu' o meno unversalmente nota e accettata, anche da parte di chi di computer sa poco o nulla

- MS, col 97% del mercato, di fatto impedisce il nascere di qualsiasi soluzione che pretenda di diversificarsi, perche' verrebbe rifiutata a priori in quanto "non copatibile", come applicazioni ma anche come metodo di uso.

Link to comment
Share on other sites

Ai fini della pirateria, se il servizio ha bsogno di "bocchettoni mac" per funzionare è un non problema per le major. Può darsi che si stiano decidendo a sperimentare anche proprio perchè Apple non è una minaccia.

Io ad esempio prima di far distribuire canzoni alla Microsoft vorrei vedere sancito da tutti i tribunali del mondo che il formato delle canzoni è mio (e solo mio), che il player è mio (e solo mio) e che l'accesso al sito web non deve essere governato da tecnologie Microsoft. Altrimenti nel giro di 2 anni smetto di vendere dischi e mi limito a riempire di contenuti Windows 2007, il tutto pagando a Ziobill il 50%, agli artisti il 49 ed agli avvocati il 2%. Il che fa un deficit dell'1%...

Timeo Gates et dona ferentes.

PS. thanks Francesco.

Link to comment
Share on other sites

>Non ha senso.

--- cosa, Luca? Mi sono perso...

>L'apparecchio ideale per Apple sarebbe quello di realizzare una base station con accesso firewire...

--- c'e': sono gli' imac e gli emac.

Un imac spedisce contenuti (audio e video e, direi a questo punto, dati internet) a tutta la casa.

Chi riceve? dici tu.

Secondo me riceve il secondo computer di casa, il portatile, la tv e lo stereo (se passa questa faccebda di rendezvous tra i produttori come philips, sony eccetera).

E' una roba un po' forzata, nel senso che io, per adesso, non vedo tutta questa domanda di un simile ambaradan in casa.

Forse ha piu' senso l'idea (che ho gia' proposto qui sul forum diversi mesi addietro) di un piccolo server casalingo, una scatoletta nera senza monitor con una presa di rete e una telefonica per collegarla alla adsl o al cable modem o alla rete esistente, e rete wireless.

Lo scatolotto funge da file server, da access point, da gateway internet e da application server.

Lo attacchi alla corrente e lo butti in dispensa o in qualunque angolo di casa, poi usi il tuo ipod o il tuo portatile in modalita' wireless, leggendo i dati e le canzoni ecc. depositati sul serverino di casa.

A questo punto puoi inventarti un coso tipo tabletpc, capace di connessione wireless e poco altro. Leggerissimo, con un processore obsoleto come il g3 e senza disco, consuma poco, ha un touch screen e costa poco . Lo usi sul divano, in camera, al cesso.

L'elaborazione e i programmi risiedono effettivamente sul serverino, il tablet si preoccupa solo di visualizzare.

Se lo scatolo nero + il tablet costasse al massimo 3 milioni delle vecchie lire lo comprerei subito. Per come uso io il computer, sarebbe comodissimo.

>Ma sei proprio sicuro Marco che non sia almeno il momento di imboccare questa strada?

--- a mio parere e' prematuro, ma non ho tutti i dati che sarebbero necessari a fare un discorso serio.

>Mi sfugge ad esempio il discorso delle batterie. Anzi, direi che un disco rigido in movimento dovrebbe persino consumare di più.

--- anzi, direi che ho scritto una ca**zata ;-)

>Ma questo cacchio di PocketPC. E' 20'tanni che la menano ma è uscito o no

--- pocketpc ormai si chiama windows ce. E' uscito, funziona bene, ruba mercato ai palm e equipaggia anche alcuni tablet

>"Raggiungi il 4% della popolazione...."

considerazione statitica sballata....

--- Settimio, hai ragione, ma il succo del discorso non cambia: con la penetrazione di windows non puoi offrire un servizio generalista come la musica riservandolo solo ai possessori di mac. Nessun artista accetterebbe, e nessuna casa discografica. Tu stesso dici che "Il servizio partira' su Mac ma e' destinato a finire anche sui PC. ".

Per me partira' subito multipiattaforma, ma con qualche vantaggio per mac.

Link to comment
Share on other sites

Marco, quindi esce iTunes4 per PC? Oppure pensi davvero che Apple si voglia appoggiare ad una terza parte??? E chi, poi? Qui si parla di tecnologie QuickTime, non di mp3, non dimenticartelo.

Naturalmente se ho azzeccato nel ritenere che il formato file non sarà l'mp3, ma uno più protetto.

Se invece sempre mp3 è e la protezione è tutta hardware (Mac+iPod oppure PC+ipod) allora probabilmente nel giro di un mese esce anche la versione Windows del servizio.

Link to comment
Share on other sites

Gli "screenshots" di panther io li avevo trovati qui..

http://www.apple-x.net/

in ogni modo sono sicuramente un falso.. l'interfaccia di questi screenshots non è certo più sobria, quindi forse non sono gli stessi di cui parlava Luca.. Se non tolgono le striscine nelle finestre in Panther li ammazzo tutti a Cupertino..

Cmq.. cosa mi aspetto da Apple.. allora.. un prodotto più vicino alle mie esigenze.

Voglio dire.. vorrei un nuovo Powermac con una vaschetta in cui inserire fino ad un centinaio di sigarette, quindi cliccando su un pulsante in panther il mac farebbe uscire la sigaretta già leggermente accesa. Poi sotto, all'altezza di quei buchi che c'ha il mirrored drive ci vorrei un portacenere, magari profumato e che aspira il fumo. Poi.. vorrei che l'altoparlantino sul powermac fosse schermato con una corrente elettrica di 240v così che quando gli amici dementi ci inficcano il dito pensando che sia un qualche strano pulsante rimangano fulminati all'istante (o almeno smettino di insozzare il mio mac).. poi..vorrei una plastica (o un metallo, dipende da come sarà fatto) che non si ingiallisce e soprattutto che spazzi via la polvere da se. Poi vorrei un mouse che non raccatti lo zozzume sulla scrivania.. magari con un funzionamento tipo hovecraft che lo tenga sospeso da terra.. magari un mouse 3d.. Poi voglio tutto (ma veramente tutto) wireless, anche la corrente.. presente quelle sfere che se avvicini la mano dei "fulminini" si concentrano su essa? ecco così ma senza sfera.. Poi.. vorrei il mac cucu': quando si apre il drive del cd perchè non attaccarci un piccolo pupazzino (a scelta) che fa un rumore tipo uccellino o una cosa simile quando spunta fuori?

Poi la tastiera.. la tastiera la voglio illuminata.. con i tasti illuminati.. però non come i powerbook, ma fatta in modo che quando pigi un tasto questo si illumini per un po' scemando progressivamente verso una luminosità più bassa (che ganzo sarebbe..) e magari più ci pigi e più cambia colore..

Poi poi vorrei che dal proximo mac le schede video siano totalmente compatibili con il pc, senza quelle assurde differenze di prezzo fra la stessa versione pc e quella mac..

Poi basta..

ok.. un po' outtopic, ma son tornato da amsterdam venerdi' e gli effetti si sentono ancora..Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Quicktime c'e' anche per Windows...

non a caso...

"e da file server, da access point, da gateway internet e da application server.

Lo attacchi alla corrente e lo butti in dispensa o in qualunque angolo di casa, poi usi il tuo ipod o il tuo portatile in modalita' wireless, leggendo i dati e le canzoni ecc. depositati sul serverino di casa.

"A questo punto puoi inventarti un coso tipo tabletpc, capace di connessione wireless e poco altro. Leggerissimo, con un processore obsoleto come il g3 e senza disco, consuma poco, ha un touch screen e costa poco . Lo usi sul divano, in camera, al cesso.

L'elaborazione e i programmi risiedono effettivamente sul serverino, il tablet si preoccupa solo di visualizzare.

Se lo scatolo nero + il tablet costasse al massimo 3 milioni delle vecchie lire lo comprerei subito. Per come uso io il computer, sarebbe comodissimo."

Questa cosa io la sto gia' usando...

se ci metti il prezzo di un iBook usato e il palmare che uso con una scheda wi-fi e' tutto gia' possibile e con un prezzo complessivo sotto i 3 milioni.

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share