Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Maxm

>comunque non possono essere troppo piccoli (in serigrafia il punto di stampa è di molto più grosso di quello tipografico)

vero ma dipende, a mio avviso e per esperienza diretta, ad esempio, le dimensioni delle grafiche riportate nelle bozze di cui sopra sono stampabili senza problemi su colori chiari, su colori scuri sono d'accordo che la quadricromia non si usi ma utilizzando i retini si dovrebbe risolvere

alessio

non è vero che il transfer non tiene, con la mia epson ho fatto decine di magliette per i figli e gli amici, il record di lavaggio appartiene ad una t-shirt che ha più di 4 anni, poi dipende da come la lavi (lavatrice e acqua fredda) e da quante volte lo fai, con un pò di accortezze i colori tengono bene, certo sbiadiscono alla lunga ma non perdono pezzi di stampa

Comunque non mi sembra il caso di usare transfer per le magliette di macity

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Marco100F, Ummagumma l'ho usato anche come colonna sonora eppoi la discografia dei Pink è ... non ho parole, mi commuovo da solo....

Domani vado alla ricerca del SA-CD di Dark Side of the Moon, visto che ne ho sentita la recensione su radioRAI qualche giorno fa, poi aggiungo i commenti del forum...

Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Ziodiavle > Dark Side of the Moon ne ha già trenta (30) di anni.... (eccome se lo ricordo bene... facevo il liceo Posted Image....)

Adesso mi sto anche rifacendo la discografia (in CD e dove è possibile) degli Emerson, Lake & Palmer; dei Black Sabbath, dei Deep Purple... e li sto convertendo in AAC...

Ah, i prezzi dei CD... ? 9,90, al MediaWorld...

Posted ImagePosted Image

Link to comment
Share on other sites

275,000 canzoni scaricate in 18 ore.. non male no?

275,000*0,99=272250$

beh.. secondo me questa è la strada giusta per combattere la pirateria..

batterla tramite complesse tecniche anticopia è impossibile, anche perchè : A) non è possibile inventare niente di sicuro, B) gli utenti si spallano alla grande per le limitazioni.

Quindi, più proteggi e rendi difficile l'ascolto, più la gente inventa sistemi per copiare.

E secondo me Apple c'ha acchiappiato in pieno. Dubito che fra poco non saltino fuori qualche tools per sproteggere gli aac, però il punto è: conviene? tanto chi è un pirata incallito copia lo stesso, le canzoni sull'applestore si trovano anche su xnap & soci.. il punto è la facilità con cui le trovi su applestore.

Quindi, inutile impedire alla gente di copiare, molto più semplice (e lucroso) far si che la gente trovi le canzoni in modo semplice ed ordinato, senza dover sclerare per cercare a destra e manca.. e ad un costo basso.

bene che anche le case discografiche l'hanno capito.. forse è un punto di svolta: ammettere che la pirateria c'è, non combatterla in modo idiota, ma invece cercare di inficcarsi in un mercato altrimenti lasciato allo sbando.

Tanto i soldi li fanno comunque..

Ed in più un formato non proprietario microsoft comincia a farsi avanti.. bene, son proprio contento, pollice su ad apple

Link to comment
Share on other sites

Un modo per combattere la piarateria, peraltro esiste ed è perfettamente legale. Ora ve lo spiego: non so se conoscete la storia (abbastanza famosa) di un certo tipo di mosche (o insetti simili) che aveva preso ad infestare la frutta. Non c'era verso di stecchirle coi disinfestanti. L'idea che risolse la situazione fu quella di immettere in giro enormi quantità di mosche femmine sterili prodotte mediante manipolazione genetica. Le non sterili erano "improbabili" da trovare, ad ogni generazione di più.

In tempo breve tutte le mosche femmine non sterili morirono di vecchiaia e il problema si estinse.

Col peer-to-peer la tattica analoga è quella di distribuire milioni di copie di files finti, in grado di imitare magari i primi 30 secondi (...) di canzone e poi mandarti accidenti o semplici inviti ad acquistare il disco o silenzio o loop.

Finora è stata usata relativamente poco (anche se a me è capitato di vederla all'opera), credo perchè gli artisti comunque sono un po' duali col fenomeno (piratano sì, ma sono popolari...).

MA se è vero che il settore è in crisi può essere che tirino fuori questa "soluzione finale". Provate ad immaginare di collegarvi ad xnap e a non essere più sicuri che la canzone da 4387721bytes di Madonna sia davvero "Like a virgin". E che non solo vi tocchi ascoltarle tutte, ma che pian piano gli "scarti" aumentino.

Amereste ancora il peer-to-peer?

Io credo di no.

Purtroppo questo è ciò che verosimilmente attende la musica senza firma digitale: la morte per "spamming".

Link to comment
Share on other sites

Questo è un thread storico, aperto da Diego Krota qui. Ovviamente il bug sulla data dei post fa sì che quello di Diego sembri del 27/1/2003, ma in realtà dal contesto si capisce che è del 2002 o addirittura del 2001.

Non so perchè c'è finita dentro la discussione su autocad, ma comunque rimbalzo la ennesima notizia di successo di Microsoft (postata oggi proprio da Macity)

http://www.macitynet.it/macity/aA13897/index.shtml

Le previsioni di Diego e mie si realizzano ogni giorno di più, con monotona esattezza. Microsoft avanza e non può non avanzare, direbbe Parmenide. Perchè l'informatica premia i monopoli più di qualunque altro settore industriale, ed il giudice non ha voluto o potuto accorgersene.

Bene. Per farla breve anche il mondo dei palmari è destinato in breve a vedere Microsoft al solito (noioso come i miei discorsi) 90%.

Non restano che i cellulari. Speriamo bene. Anche se è verosimile che Microsoft possa comprarsi Symbian armi e bagagli, se non siamo sicuri che sia già di Nokia, de facto.

PS: conosco già i nomi di chi mi risponderà che non è vero, che comunque Palm Os conserva il 52% in Market Share, che ci sono le fascie basse e quelle alte e tutte la bella favolina del presepe. Ma non date loro retta. Mi ributta dirlo, ma il futuro è già scritto. E se avete azioni Palm, vendetele.

Link to comment
Share on other sites

Chest> stai girando il coltello nella piaga...

è ovvio che qualunque cosa voglia fare MS PUO' farla, in barba alle leggi (se esistono), al mercato, ai gusti dei clienti (se esistono, perchè in realtà è MS stessa a crearli e stimolarli), a noi sfigati che crediamo ad un mondo diverso... Posted Image

E' sempre e solo una questione di tempo: quanto c'è voluto per aprire breccia nel mercato palmari? quanto servirà per quello delle console? MS adopera una tattica di logorio, di assedio che alla lunga, purtroppo, non può che darle ragione.

Come disse qualcuno: resistere, resistere, resistere!

E' solo una questione di volontà...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share