Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

>sentite la necessità di dovere eliminare _tutto_ quello che riguarda un Applicazione?

--- si.

C'e' un mucchio di roba che lascia un bordello di files sparpagliati in giro.

Puoi sbattertene, se vuoi. MA il primo giorno che hai qualche casino strano vacci a capire...

Da questo punto di vista, la situazione e' decisamente peggiorata e tende a win (anche se in questo campo windows e' inarrivabile).

Poi, faccio una constatazione: se lo noti, una delle domande piu' frequenti dei nuovi utenti e suiccers vari e' proprio "come elimino le applicazioni".

Benissimo: fategli il pannellino elimina installazioni e fateli vivere felici! E' una questione di piscologia spicciola.

Leggevo ieri una intervista a Michael Robertson, il CEO di Lindows adesso e di MP3.com prima.

(Personalmente lo odio, ma per certi versi, oggi, e' piu' SteveJobs lui di Jobs in persona. Fate caso a come manipola i media, a come ruba la scena a societa' piu' importanti ecc.)

Dicevo, il buon Robertson, che vende nelle catene di supermercati pc con linux preinstallato a pochi spiccioli, ed e' il primo ad essere riuscito in una *impresa* simile, ha detto che il 90% degli utenti Lindows che chiedevano supporto voleva sapere dove trovare un antivirus. NAturalmente un antivirus per linux oggi serve quanto su Mac (piu' o meno a nulla), ma la gente e' troppo scottata dalle esperienze si win, o non capisce o comunque non si fida. Risultato? Semplice. Ha messo l'antivirus dentro a Lindows!

Lui vende, ha meno chiamate di supporto e la gente e' contenta.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Chest>Detto questo magari mi sono spiegato male: con documenti nel dock non intendo quelli iconizzati, ma quelli attivi. Sì, come in win, e allora? Cribbio mettete una preferenza, il Restani non la usa (ed ogni 3, 4 giorni vado di persona io a disinstallargiela, se lo fa) e siamo tutti felici. Era OVVIO che non mi riferivo ai documenti iconizzati ne' a quelli statici.

Qui si ritorna al solito discorso dei gusti personali. A me personalmente da molto fastidio che tutte le finestre aperte in Explorer mi creino un'icona in basso nella barra di windows. Io sono solito utilizzare più finestre per applicazioni e puoi capire che casino viene fuori nella barra... Trovo molto più comodo che compaia solo l'applicazione e poi da li mi scelgo quale finestra aprire. Tra l'altro questo fantastica feature funziona solo (e per fortuna) con le applicazioni Microsoft anche sui PC. Prova a prendere filemaker o photoshop: puoi aprire quanti documenti ti pare e sulla barra ti compare solo l'icona del programma (e meno male!!)

Link to comment
Share on other sites

Fabrizio, hai provato ad usare netscape 7 per win? Praticamente è l'ideale. Hai i tab dentro l'unica "icona" nella taskbar. Se devi fare un drag and drop su una delle N finestre della applicazione (a me capita spesso, sarà che faccio molto debug di codice per pagine web) basta trascinare il file sulla taskbar, magicamente tutto netscape viene in primo piano e poi tu decidi di rilasciare sul tab che ti pare.

Non mi pare indegna, come cosa. Ma nel Mac semplicemente non puoi scegliere la finestra della applicazione oggetto del "drop". Puoi solo scegliere l'applicazione, poi è questa che decide. Ti assicuro che quando scopri questa caratteristica di winsozz poi ci rinunci malvolentierì (ok, mettiamola pure tra le cose per i power user; però su mac non c'è).

Ad ogni modo oggi, seguendo i giustissimi consigli di Gennaro, scrivo ad Apple questi 10 punti.

Link to comment
Share on other sites

Altro esempio negativissimo di probelma con lo scrolling. I PDF in adobe acrobat non scrollano tramite rotellina del mouse, ed in anteprima lo fanno alla velocità con cui mio cugino passa dall'amaca al frigorifero d'estate dopo la pennichella. Lo so Restani, sono l'unico che ha questa sfiga. Mi domando davvero se non sia colpa mia... A parte gli scherzi, sono davvero l'unico???

Che dite, è all'altezza di Apple 2.0 risolvere questo problema che Apple 1.0 aveva risolto nel 1995 o forse nel 1991?

Ce la faranno i nostri impavidi ingegneri di next a far tornare lo scrolling in Adobe Acrobat Reader?

Link to comment
Share on other sites

<font color="ff0000">Fabrizio, hai provato ad usare netscape 7 per win? Praticamente è l'ideale. Hai i tab dentro l'unica "icona" nella taskbar. Se devi fare un drag and drop su una delle N finestre della applicazione (a me capita spesso, sarà che faccio molto debug di codice per pagine web) basta trascinare il file sulla taskbar, magicamente tutto netscape viene in primo piano e poi tu decidi di rilasciare sul tab che ti pare.

</font>

Questa è una funzione utile e sinceramente me l'ero persa nei meandri della discussione idilliaca.. ;))

Effettivamente ora che "finalmente" ho capito di cosa parli Posted Image appoggio la comodità di questo tipo di Dragendrop. Per l'uso che ne faccio io continuerò a non utilizzarlo ma è bello sapere che si può fare ;)

Link to comment
Share on other sites

no chest, non sei l'unico, anche a me i PDF (come tra l'altro ho già detto) scrollano da schifo, specialmente se contengono grafici (ed ahimé, quelli che realizzo li contengono quasi sempre), ed anche a me lo scrolling con la rotella in acrobat non funziona.

purtroppo credo che dipenda dall'acrobat reader più che dall'OSX.

per quanto riguarda invece il problema della diciamo scarsa velocità dello scrolling in qualsiasi documento....beh, fai come me... riempili di feedback. se non ti ascoltano che vadano a farsi <font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font><font color="ff0000"></font>, ne subiranno le conseguenze.

Link to comment
Share on other sites

Un altro esempio: ho una cartella con 500 files (mi deprime sapere che sono l'unico utente mac con 500 file in una cartella, ma sopravviverò).

Devo metterne 2 (presi tra i 10 più grandi) in una sottocartella appositamente creata. La vista è a elenco e ordinata per dimensione.

Pensate sia possibile farlo...? Provate provate ragzzzi. Poi mi dite.

Intanto ho dovuto creare una nuova cartella sul desktop per metterceli.

Faccio presente che sul turpiloquio umano, la ciofeca, la nullità, il peto di ingegnere che sia chiama Windows, è sufficiente fare mela-x, per tagliarli, poi scrollare a velocità non indegna fino alla nuova cartella, entrare e fare mela-v. Il tutto senza fare drag and drop di chilometri, che anchilosano la mano e in qualche occasione, per sfinimento, fanno cadere il file chissà dove.

Ma comunque sono uno sperimentale. Provate e poi ditemi.

Link to comment
Share on other sites

Naturale che non ha bisogno di un mac: il mondo della ricerca scientifica è già passato a Linux da un bel pezzo. E sarebbe interessante capire per quale motivo, oltre a quello solito trito e ritrito della provenienza open source, del fatto che quindi si trovano in giro infinitamente più applicativi dedicati a costo praticamente nullo (quando addirittura non te li scrivi da te con compilatori praticamente gratuiti) etc. etc. etc.

Io comunque mi limitavo a rispondere alla tua domanda: "<font color="119911">un mac con OS X o linux? e chi sceglierebbe il secondo?</font>" E mi ripeto: gli "scienziati", per esempio. I quali di sicuro adesso usano Apple solo in una percentuale esigua, irrisoria. Suppongo per i soliti motivi di "incompatibilità di rete".

Sulla questione di IBM, poi, mi spiace ma dissento da "<font color="119911">IBM ci guadagna avendo come cliente Apple, tutto qui</font>". IBM non è un semplice produttore di chip che si trova nella condizione di voler aumentare ulteriormente il suo prestigio e per farlo cerca in giro clienti "famosi" a cui "vendere" il suo ultimo ritrovato!

Secondo me questo è un ragionare - e naturalmente non c'è niente di male nemmeno in questo - con spirito eccessivamente da "tifoso", che non vede l'ora che Apple torni ad essere grande e "a vincere lo scudetto": e appunto - per riprendere la metafora calcistica di Mickey - aspetta, quasi "con la bava alla bocca", che "all'aeroporto sbarchi la superstar appena acquistata... e adesso sì - perbacco! - ricominceranno a piovere i gol".

Io, che sono molto ma molto ma molto meno coinvolto affettivamente nei confronti di Apple, così come verso qualunque altro produttore di software e/o di hardware; e che non sono un mactalebano né un evangelista; e che non leggo riviste di settore, né vado costantemente alla ricerca dell'ultimo benchmark (sono solo esempi, eh? Diciamo che è un campionario "congetturale" di comportamenti, desunto dall'osservazione e dalla lettura delle discussioni "dedicate") invece mi permetto di pensare "male" e di cercare di guardare "dietro la notizia". Nella radicata convinzione che il potere di mercato di IBM, nonostante che Big Blue non sia più il megagigante di vent'anni fa, sia comunque ancora oggi assai maggiore di quello di Apple...

Ad ogni buon conto, era solo un tentativo di provocazione (in senso buono, è ovvio). Non volevo che diventasse uno scambio di "cortesie" esclusivamente fra noi due.

Si chiuda pure qui, dunque... per carità! L'"antifona" è chiarissima ;D

Link to comment
Share on other sites

chest mi da che ad andare con lo zoppo hai preso a zoppicare... A forza di lavorare con win vorresti importare le sue modalita' operative in OSX.

Non usando windows (fin che dura anche in ufficio uso il mac) non sono avvezzo alle modalita' d'uso di win e quando mi tocca usarlo mi ina#@o perche' non si comporta come il mac. Ho scritto anche al feedback di zio bill perche' nella sua incessante attivita' di copia di ideee altrui, renda win simila al mac...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share