Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

>I vantaggi di OSX compensano i suoi svantaggi attualmente rispetto a Classic? La mia risposta è si, la vostra?

--- ovviamente anche per me, ma non c'e' esclusione.

Si potevano avere i vantaggi di osx con la cura e l'attenzione per l'usabilita' del system classico.

Non e' che se fai un system con la memoria protetta ti esce fuori per forza una gui a righine orizzontali...

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

>I vantaggi di OSX compensano i suoi svantaggi attualmente rispetto a Classic? La mia risposta è si, la vostra?

--- ovviamente anche per me, ma non c'e' esclusione.

Si potevano avere i vantaggi di osx con la cura e l'attenzione per l'usabilita' del system classico.

Non e' che se fai un system con la memoria protetta ti esce fuori per forza una gui a righine orizzontali...

Link to comment
Share on other sites

>I vantaggi di OSX compensano i suoi svantaggi attualmente rispetto a Classic? La mia risposta è si, la vostra?

--- ovviamente anche per me, ma non c'e' esclusione.

Si potevano avere i vantaggi di osx con la cura e l'attenzione per l'usabilita' del system classico.

Non e' che se fai un system con la memoria protetta ti esce fuori per forza una gui a righine orizzontali...

Link to comment
Share on other sites

Marco> ovvio che dipende da quale parte si guarda la medaglia...

OS 7-8-9 si basano su una concezione, un modo d'uso del computer, a prescindere delle tecnologie in esso contenute (e tu citi giustamente il multihoming per le connessioni), che sono ben più avanzate di quelle che stanno alla base di windows... stiamo parlando della filosofia Mac tanto cara a tutti (e a qualcuno ancor di più, vero Gennaro?)

Link to comment
Share on other sites

Marco> ovvio che dipende da quale parte si guarda la medaglia...

OS 7-8-9 si basano su una concezione, un modo d'uso del computer, a prescindere delle tecnologie in esso contenute (e tu citi giustamente il multihoming per le connessioni), che sono ben più avanzate di quelle che stanno alla base di windows... stiamo parlando della filosofia Mac tanto cara a tutti (e a qualcuno ancor di più, vero Gennaro?)

Link to comment
Share on other sites

Marco> ovvio che dipende da quale parte si guarda la medaglia...

OS 7-8-9 si basano su una concezione, un modo d'uso del computer, a prescindere delle tecnologie in esso contenute (e tu citi giustamente il multihoming per le connessioni), che sono ben più avanzate di quelle che stanno alla base di windows... stiamo parlando della filosofia Mac tanto cara a tutti (e a qualcuno ancor di più, vero Gennaro?)

Link to comment
Share on other sites

Mi par di capire, Marco, che hai il coraggio di criticare alla radice la scelta di unix - come peraltro aveva fatto più di un commentatore all'epoca della beta pubblica.

Credo sia una idea condivisibile, e temo che la scelta di X, che ha già segnato il deragliamento del Macintosh verso una forma meno coerente e più confusionaria, possa condizionare la sopravvivenza stessa della piattaforma.

Temo che la scelta di Next come base sia stato solo un fringe benefit per il Ceo, assieme al jet, al resto e all'ipocrisia dello stipendio di un dollaro. Tanto, cioè, per riuscire a vendere a caro prezzo un pacco da autogrill.

Non sono un informatico per professione o formazione, ma un amico, cattedratico di tale materia, mi disse molto tempo fa che unix è strutturalmente inadatto all'utilizzo in un pc concepito come mezzo di produttività individuale; è roba, mi diceva, per processi di controllo continuo, ove conta il MTBF, o per l'elaborazione multiuser e multipoint di un singolo oggetto computazionale.

Mi importano relativamente le caratteristiche tecniche del sistema: sono i risultati che contano, e l'affidabilità.

Dopo aver usato OS X nella versione 10.2 (mai toccate le precedenti se non per due-tre ore) per circa nove mesi, facciamo ad una media di otto-dieci ore al giorno, su quattro mac diversi di cui due nuovi di zecca e forniti direttamente con Jaguar, se domattina mi mostrassero un laptop pc potente, bello, curato, robusto e compatto come erano i powerbook fino al titanium escluso, lo prenderei e buonanotte suonatori.

Futuro anteriore di apple, io avrò applato.

Link to comment
Share on other sites

Mi par di capire, Marco, che hai il coraggio di criticare alla radice la scelta di unix - come peraltro aveva fatto più di un commentatore all'epoca della beta pubblica.

Credo sia una idea condivisibile, e temo che la scelta di X, che ha già segnato il deragliamento del Macintosh verso una forma meno coerente e più confusionaria, possa condizionare la sopravvivenza stessa della piattaforma.

Temo che la scelta di Next come base sia stato solo un fringe benefit per il Ceo, assieme al jet, al resto e all'ipocrisia dello stipendio di un dollaro. Tanto, cioè, per riuscire a vendere a caro prezzo un pacco da autogrill.

Non sono un informatico per professione o formazione, ma un amico, cattedratico di tale materia, mi disse molto tempo fa che unix è strutturalmente inadatto all'utilizzo in un pc concepito come mezzo di produttività individuale; è roba, mi diceva, per processi di controllo continuo, ove conta il MTBF, o per l'elaborazione multiuser e multipoint di un singolo oggetto computazionale.

Mi importano relativamente le caratteristiche tecniche del sistema: sono i risultati che contano, e l'affidabilità.

Dopo aver usato OS X nella versione 10.2 (mai toccate le precedenti se non per due-tre ore) per circa nove mesi, facciamo ad una media di otto-dieci ore al giorno, su quattro mac diversi di cui due nuovi di zecca e forniti direttamente con Jaguar, se domattina mi mostrassero un laptop pc potente, bello, curato, robusto e compatto come erano i powerbook fino al titanium escluso, lo prenderei e buonanotte suonatori.

Futuro anteriore di apple, io avrò applato.

Link to comment
Share on other sites

Mi par di capire, Marco, che hai il coraggio di criticare alla radice la scelta di unix - come peraltro aveva fatto più di un commentatore all'epoca della beta pubblica.

Credo sia una idea condivisibile, e temo che la scelta di X, che ha già segnato il deragliamento del Macintosh verso una forma meno coerente e più confusionaria, possa condizionare la sopravvivenza stessa della piattaforma.

Temo che la scelta di Next come base sia stato solo un fringe benefit per il Ceo, assieme al jet, al resto e all'ipocrisia dello stipendio di un dollaro. Tanto, cioè, per riuscire a vendere a caro prezzo un pacco da autogrill.

Non sono un informatico per professione o formazione, ma un amico, cattedratico di tale materia, mi disse molto tempo fa che unix è strutturalmente inadatto all'utilizzo in un pc concepito come mezzo di produttività individuale; è roba, mi diceva, per processi di controllo continuo, ove conta il MTBF, o per l'elaborazione multiuser e multipoint di un singolo oggetto computazionale.

Mi importano relativamente le caratteristiche tecniche del sistema: sono i risultati che contano, e l'affidabilità.

Dopo aver usato OS X nella versione 10.2 (mai toccate le precedenti se non per due-tre ore) per circa nove mesi, facciamo ad una media di otto-dieci ore al giorno, su quattro mac diversi di cui due nuovi di zecca e forniti direttamente con Jaguar, se domattina mi mostrassero un laptop pc potente, bello, curato, robusto e compatto come erano i powerbook fino al titanium escluso, lo prenderei e buonanotte suonatori.

Futuro anteriore di apple, io avrò applato.

Link to comment
Share on other sites

per se facciamo il confronto mac os "classico" - windows ... dobbiamo pur tenere conto che il mac os classico, con tutti i suoi difetti, aveva come concorrente windows 3.1 prima e poi 95, 98 e ME che sinceramente facevano schifo a confronto.

era vero tuttavia che microsoft aveva NT, tecnologicamente superiore al mac os, ma non adatto a computer desktop e che sfornò Win2k, ad oggi il loro miglio OS ben prima che OS X facesse la sua comparsa, e ancora di più prima che questo diventasse veramente un concorrente serio (jaguar).

Link to comment
Share on other sites

per se facciamo il confronto mac os "classico" - windows ... dobbiamo pur tenere conto che il mac os classico, con tutti i suoi difetti, aveva come concorrente windows 3.1 prima e poi 95, 98 e ME che sinceramente facevano schifo a confronto.

era vero tuttavia che microsoft aveva NT, tecnologicamente superiore al mac os, ma non adatto a computer desktop e che sfornò Win2k, ad oggi il loro miglio OS ben prima che OS X facesse la sua comparsa, e ancora di più prima che questo diventasse veramente un concorrente serio (jaguar).

Link to comment
Share on other sites

per se facciamo il confronto mac os "classico" - windows ... dobbiamo pur tenere conto che il mac os classico, con tutti i suoi difetti, aveva come concorrente windows 3.1 prima e poi 95, 98 e ME che sinceramente facevano schifo a confronto.

era vero tuttavia che microsoft aveva NT, tecnologicamente superiore al mac os, ma non adatto a computer desktop e che sfornò Win2k, ad oggi il loro miglio OS ben prima che OS X facesse la sua comparsa, e ancora di più prima che questo diventasse veramente un concorrente serio (jaguar).

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share