Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Intanto 5% significa praticamente RADDOPPIARE le vendite. Se avete la ricetta fateva assumere: vi copriranno di dollari.

Quanto a Unix, la scelta è stata sicuramente corretta. Proseguire su una strada interamente proprietaria era demenziale. Andare su Microsoft era suicida, ed infine andare sull'open (passando a linux) era *forse* antieconomico.

Notate il mio *forse*, perchè in realtà sono convinto che se Apple fosse passata a Linux, concentrandosi solo

1) gui

2) scatola "classic"

3) api Carbon per ricomiplare velocemente le vecchie applicazioni

a quest'ora staremmo messi meglio (come minimo saremmo a braccetto con delle piccole aziende come IBM o Oracle o Sun...).

Nella scelta di BSD giocò, evidentemente, anche l'ignoranza del management Apple verso Linux e la diffidenza americana verso le tecnologie non Made in America.

PS: butto lì un'altra piccola polemica. Ma è proprio così difficile far sì che nelle applicazioni Java il tasto mela sia mappato come il tasto control? Tutte le scorciatoie da tastiera devono essere cambiate... E lo scrolling del mouse (vera bestia nera di Apple!) apparirà mai nelle applicazioni Java???

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Intanto 5% significa praticamente RADDOPPIARE le vendite. Se avete la ricetta fateva assumere: vi copriranno di dollari.

Quanto a Unix, la scelta è stata sicuramente corretta. Proseguire su una strada interamente proprietaria era demenziale. Andare su Microsoft era suicida, ed infine andare sull'open (passando a linux) era *forse* antieconomico.

Notate il mio *forse*, perchè in realtà sono convinto che se Apple fosse passata a Linux, concentrandosi solo

1) gui

2) scatola "classic"

3) api Carbon per ricomiplare velocemente le vecchie applicazioni

a quest'ora staremmo messi meglio (come minimo saremmo a braccetto con delle piccole aziende come IBM o Oracle o Sun...).

Nella scelta di BSD giocò, evidentemente, anche l'ignoranza del management Apple verso Linux e la diffidenza americana verso le tecnologie non Made in America.

PS: butto lì un'altra piccola polemica. Ma è proprio così difficile far sì che nelle applicazioni Java il tasto mela sia mappato come il tasto control? Tutte le scorciatoie da tastiera devono essere cambiate... E lo scrolling del mouse (vera bestia nera di Apple!) apparirà mai nelle applicazioni Java???

Link to comment
Share on other sites

Intanto 5% significa praticamente RADDOPPIARE le vendite. Se avete la ricetta fateva assumere: vi copriranno di dollari.

Quanto a Unix, la scelta è stata sicuramente corretta. Proseguire su una strada interamente proprietaria era demenziale. Andare su Microsoft era suicida, ed infine andare sull'open (passando a linux) era *forse* antieconomico.

Notate il mio *forse*, perchè in realtà sono convinto che se Apple fosse passata a Linux, concentrandosi solo

1) gui

2) scatola "classic"

3) api Carbon per ricomiplare velocemente le vecchie applicazioni

a quest'ora staremmo messi meglio (come minimo saremmo a braccetto con delle piccole aziende come IBM o Oracle o Sun...).

Nella scelta di BSD giocò, evidentemente, anche l'ignoranza del management Apple verso Linux e la diffidenza americana verso le tecnologie non Made in America.

PS: butto lì un'altra piccola polemica. Ma è proprio così difficile far sì che nelle applicazioni Java il tasto mela sia mappato come il tasto control? Tutte le scorciatoie da tastiera devono essere cambiate... E lo scrolling del mouse (vera bestia nera di Apple!) apparirà mai nelle applicazioni Java???

Link to comment
Share on other sites

<font color="ff0000">Newton=nulla mi sembra una forzatura... da lì nacquero i palmari, per certi versi Newton rimane ancora insuperato</font><font color="000000">

Però Apple non fabbrica palmari (anche se qualcuno lo vorrebbe) quindi dal punto di vista economico adesso non ricava nulla dagli investimenti effettuati su Newton, rimane ink che servirà quando rilasceranno quel fantastico mac, di qui si parlava in altro thred, dotato di una base fissa e di un monitor staccabile collegato tramite wi-fi con il quale fare di tutto, compreso scriverci sopra.</font>Posted Image

Link to comment
Share on other sites

<font color="ff0000">Newton=nulla mi sembra una forzatura... da lì nacquero i palmari, per certi versi Newton rimane ancora insuperato</font><font color="000000">

Però Apple non fabbrica palmari (anche se qualcuno lo vorrebbe) quindi dal punto di vista economico adesso non ricava nulla dagli investimenti effettuati su Newton, rimane ink che servirà quando rilasceranno quel fantastico mac, di qui si parlava in altro thred, dotato di una base fissa e di un monitor staccabile collegato tramite wi-fi con il quale fare di tutto, compreso scriverci sopra.</font>Posted Image

Link to comment
Share on other sites

<font color="ff0000">Newton=nulla mi sembra una forzatura... da lì nacquero i palmari, per certi versi Newton rimane ancora insuperato</font><font color="000000">

Però Apple non fabbrica palmari (anche se qualcuno lo vorrebbe) quindi dal punto di vista economico adesso non ricava nulla dagli investimenti effettuati su Newton, rimane ink che servirà quando rilasceranno quel fantastico mac, di qui si parlava in altro thred, dotato di una base fissa e di un monitor staccabile collegato tramite wi-fi con il quale fare di tutto, compreso scriverci sopra.</font>Posted Image

Link to comment
Share on other sites

A parte che il mondo informatico è abbastanza concorde nel sostenere che BSD sia tecnicamente migliore di Linux, ma la scelta è stata chiaramente dettata da motivi di licenza.

La GPL ha restrizioni "importanti" laddove la BSD lascia completamente libero il riutilizzo dei codici (con l'unico onere della dichirazione di provenienza).

Cisco

Link to comment
Share on other sites

A parte che il mondo informatico è abbastanza concorde nel sostenere che BSD sia tecnicamente migliore di Linux, ma la scelta è stata chiaramente dettata da motivi di licenza.

La GPL ha restrizioni "importanti" laddove la BSD lascia completamente libero il riutilizzo dei codici (con l'unico onere della dichirazione di provenienza).

Cisco

Link to comment
Share on other sites

A parte che il mondo informatico è abbastanza concorde nel sostenere che BSD sia tecnicamente migliore di Linux, ma la scelta è stata chiaramente dettata da motivi di licenza.

La GPL ha restrizioni "importanti" laddove la BSD lascia completamente libero il riutilizzo dei codici (con l'unico onere della dichirazione di provenienza).

Cisco

Link to comment
Share on other sites

un quiz, di chi sto parlando?

- una ditta che ha il 3 percento del mercato contro un monopolio a dir poco scorretto;

- una ditta che deve investire fiumi di denaro in ricerca sulla gui perché windows è troppo vicino;

- una ditta che deve inventarsi i processori;

- una ditta produttrice di harware e software;

- una ditta che deve essere competitiva coi prezzi.

Link to comment
Share on other sites

un quiz, di chi sto parlando?

- una ditta che ha il 3 percento del mercato contro un monopolio a dir poco scorretto;

- una ditta che deve investire fiumi di denaro in ricerca sulla gui perché windows è troppo vicino;

- una ditta che deve inventarsi i processori;

- una ditta produttrice di harware e software;

- una ditta che deve essere competitiva coi prezzi.

Link to comment
Share on other sites

un quiz, di chi sto parlando?

- una ditta che ha il 3 percento del mercato contro un monopolio a dir poco scorretto;

- una ditta che deve investire fiumi di denaro in ricerca sulla gui perché windows è troppo vicino;

- una ditta che deve inventarsi i processori;

- una ditta produttrice di harware e software;

- una ditta che deve essere competitiva coi prezzi.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share