Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

>Access, ma dico stiamo scherzando?

E'un database quello? Ma se MySQL gli dà un pista su tutto

--- e postgres allora?

Pero' la realta' e' che access, come visual basic, e' una vera e propria killer application (come lo era stato hypercard per mac a suo tempo).

Si tratta di strumenti magari limitati ma semplici, che consentono lo sviluppo rapido di applicazioni anche da parte di chi non e' un esperto.

La fortuna di una piattaforma deriva anche da cose come queste...

>leggetevi i diversi articoli di Linuxvalley e poi commentiamo sulla velocità o lentezza di XFree

rispetto a Quartz...

--- li leggo volentieri se me li indichi.

Io non ho detto che Quartz e' piu' o meno veloce, ho chiesto appunto dei riferimenti a dei dati oggettivi, perche' non ne ho mai visti.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Longhorn/Palladium rappresenta un problema ben piu' grande di quello che sembri. Non ho ancora avuto il tempo di studiare approfonditamente la documentazione relativa a Palladium, ma sembra prefigurarsi uno scontro frontale tra Stato e Microsoft: per assurdo una delle funzioni fondamentali dello Stato a base di ogni meccanismo della vita civile ed economica, la certificazione dell'identita' dell'individuo, potrebbe essere subordinato nel suo aspetto elettronico alle "specifiche" di Palladium. O nella migliore delle ipotesi io potrei avere bisogno di due "carte di identita' elettroniche", una dello Stato italiano ed una di Microsoft a seconda del tipo di servizi cui voglio accedere e del modo di accedervi.

Spero che una lettura piu' approfondita mi smentisca, ma, come dice qualcuno esperto di queste cose, "a pensar male si compie peccato, ma spesso ci si azzecca".

Link to comment
Share on other sites

A proposito di topic.. posto qui la mia lista definitiva di cosa vorrei da Panther.

1) Finder

Mi serve un Finder piu' stabile, che gestisca meglio i volumi remoti e che mi permetta di visualizzare elenchi di file con criteri piu' selettivi.

2) Window Servers

Desidero un quartz piu' funzionale e dinamico. Servono desktops multipli e screens multipli. Gradirei inoltre un menu stile "Finder OS9" che mostri solo le appz aperte. ASM fa un lavoro egregio, lo uso dalla beta, mi piacerebbe che venisse integrato.

Desidero un X11 piu' integrato nel sistema, specialmente col dock e con ASM.

3) Window Managers

spero che i due window managers ('Aqua' e quartz-wm) siano piu' integrati fra loro, e che lo siano anche le combinazioni di tasti. Non mi dispiacerebbe tornare a un Menu Mela con almeno UNA voce modificabile, in modo da poter creare una struttura ad albero con la quale avere accesso a TUTTE le applicazioni, e non solo a quelle piu' importanti (per quelle c'e' il dock).

4) Kernel e stack TCP/IP

Vorrei un supporto decente a NFS, perche' purtroppo l'implementazione attuale e' buggatissima. NFS e' molto piu' performante, sicuro e 'trasparente' di AppleShare o Samba, almeno su un os unix.

Vorrei un supporto migliore a SMP. Ora occorrerebbe una digressione tanto approfondita quanto noiosa sul Simmetric Multi Processing e non ho ne' la competenza ne' la voglia per farla. Mi limito a dire che il kernel di osx (che "non e'" e "non si chiama" Mach, ma bensi' XNU) e' un ibrido monolitico composto da una parte di microkernel (Mach) e un pezzo di un kernel monolitico (BSD). Le schede madri biprocessore dei mac recenti non sono multiprocessore pure, ma sono a bus dati condiviso. Questa circostanza unita alla dualita' del kernel XNU, fanno si' che il supporto SMP sia limitato a sole 2 cpu, pur essendo le attuali schede predisposte per 4 cpu (cosi' sostiene anche il dmesg della yellowdog). Questo tipo di architettura del kernel crea anche un altro problema, questo risolvibile a livello software: buona parte del lavoro svolto da Mach (e solo Mach) infatti e' a carico di una sola cpu, e questo determina una situazione in certi casi sconveniente: ossia, smp funziona molto bene con pochi tasks che richiedono molta cpu, ma funziona male se si hanno migliaia e migliaia di tasks conteporanei che richiedono poco uso di cpu. Cio' e' confermato dall'enorme differenza di performance nel testare pesantemente (leggasi: migliaia di queries simultanee) un server sql su un xserve con debian/ppc piuttosto che osx. In questo caso vince debian.

5) Schede Audio/Video

Auspico il supporto di schede grafiche opengl come le Nvidia Quadro e le ATI FireGL, nonche' di schede audio pci molto diffuse nel mondo pc.

6) Porting

Auspico il porting di MacOSX per MIPS, PA-RISC, Sparc. Mi aspetto il porting di quartz su freebsd, poi su linux. Desidero che Apple rilasci una distro OpenOffice Aqua (quartz & x11) gratuita per tutti gli os unix.

Avviso: prendere il sesto punto con ironia. Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Bravo Paolo. 5 stelle a te. Per certo siamo nell'era in cui vi sono aziende che si vogliono e possono fare Stato. Ziobill-land è la principale. Il loro "passport" o la loro futura "carta di identità" digitale sono proprio ciò che tu dici: invasioni, decantate come supplenze.

Un po' come quando quella sera in cui, per la grande abitudine, non mi volli trombare la Bellucci, che poi entrò nella stanza Vincent Cassel dicendo "Beh, allora stasera faccio io, non ti scoccia, no? Lo faccio, in fondo, nell'interesse del bacino di utenza" e poi non se ne è più andato. Sono cose che bruciano.

Link to comment
Share on other sites

<font color="ff0000">5) Schede Audio/Video

Auspico il supporto di schede grafiche opengl come le Nvidia Quadro e le ATI FireGL</font>

secondo un report di thinksecret di gennaio-febbraio Panther aggiungerà il supporto proprio per quelle schede... l'ho già scritto n volte...

Link to comment
Share on other sites

<font color="ff0000">scontro frontale tra Stato e Microsoft</font>

ma va... figurati... finchè accogliamo in Senato come un capo di stato, sbavosi e con le lingue ben umettate, il foruncolo occhialuto non credo ci saranno problemi perchè in Italia il Chest-clistere abbia un avvallo legislativo...

Link to comment
Share on other sites

Tutto questo, peraltro, in attesa del denaro digitale, la cui tecnologia sarà distribuita, indovinate da chi? Ma dal nerd più vorace del mondo, dalla gallina dagli occhi di ghiaccio, dall'ingegnere del Male, da ziobill in persòn.

Ah, io rido. Già mi vedo Schifani (nel frattempo diventato Ministro del tesoro, se non vi piace "estradare, su, hoop! Ancora qui? Mi consentino, l'Europa è dei 25, rompete le balle anche agli altri 24, maggrazie.") nella cuccia del cane di ziobill (talmente grande da essere l'anticamera dell'ufficio) a rimuginare su quella clausola in cui ziobill prende solo l'unpermille di tutte le transazioni, "Nu' sconto, na' robb' 'e niente, praticamente aggratis".

Con Schifani che conta e riconta e che si accorge che fanno ta-tanti soldi e vorrebbe dire qualcosa, ma nel frattempo su web-tv-telemondo-e-telesporco appare la sua faccia al processo dei gatti spellati vivi e bruciati ad Ostia nel 1948, che doveva essere caduto in prostrazione, ma poi a causa di eBorrelli tronato misteriosamente in auge proprio durante le trattative per la madre di tutte le tangenti, la Tangentona, la Massima, la Tangente oltre la quale c'è l'Eden, la Mazzetta Perfetta, misteriosamente ripresentatosi su tutti i desktop nella sezione "Scandali ed eNews".

Non fece in tempo a pensare che poteva trattarsi di un grande complotto ("Ma allora aveva ragione quello strunz di chest prima che lo facessi internare in una balera modenese") che il suo pace-maker made in microsoft smise di funzionare, iniettandogli nel corpo il "siero dell'Umiliazione", una sostanza tossica in grado di far cagare nei pantaloni anche le ghiandole surrenali a pezzetti fini fini, accompagnato da esalazioni di gas immondi ed insopportabili per qualunque barelliere. Fino al punto che su questi morti ci costruivano direttamente intorno della rotonde autostradali.

Link to comment
Share on other sites

Secondo me se Apple tagliasse i prezzi dei DT del 40% (o anche il 50%) farebbe una gran bella mossa.

Per quanto riguarda il video e il fotoritocco non saprei, ma per la musica ormai pressoché tutti i musicisti di piccola-media (e a volte anche grande) taglia hanno perlomeno affiancato un PC al Mac. In termini di prestazioni ci siamo, in termini di software il sorpasso è avvenuto da tempo, e anche un testo relativamente recente di musica e Midi autorizza il lettore a rivolgersi tranquillamente al mercato Wintel, indubbiamente ricco di opportunità a prezzi più che abbordabili.

Per quanto riguarda la mia attività sto aspettando di capire come gira il vento in casa Apple, ma ritengo che salvo novità eclatanti anche noi affiancheremo un PC al vecchio G4, per cominciare. Poi magari verrò smentito dai fatti, ma se va avanti così Apple diventerà una specie di Amazon-2 (anche le Poste Italiane, del resto, si sono messe a vendere pentole e ciclomotori).

Se qualcuno ha capito cosa intendono fare, potrebbe ragguagliarmi?

Boh... Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Secondo me se Apple tagliasse i prezzi dei DT del 40% (o anche il 50%) farebbe una gran bella mossa.

Per quanto riguarda il video e il fotoritocco non saprei, ma per la musica ormai pressoché tutti i musicisti di piccola-media (e a volte anche grande) taglia hanno perlomeno affiancato un PC al Mac. In termini di prestazioni ci siamo, in termini di software il sorpasso è avvenuto da tempo, e anche un testo relativamente recente di musica e Midi autorizza il lettore a rivolgersi tranquillamente al mercato Wintel, indubbiamente ricco di opportunità a prezzi più che abbordabili.

Per quanto riguarda la mia attività sto aspettando di capire come gira il vento in casa Apple, ma ritengo che salvo novità eclatanti anche noi affiancheremo un PC al vecchio G4, per cominciare. Poi magari verrò smentito dai fatti, ma se va avanti così Apple diventerà una specie di Amazon-2 (anche le Poste Italiane, del resto, si sono messe a vendere pentole e ciclomotori).

Se qualcuno ha capito cosa intendono fare, potrebbe ragguagliarmi?

Boh... Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Secondo me se Apple tagliasse i prezzi dei DT del 40% (o anche il 50%) farebbe una gran bella mossa.

Per quanto riguarda il video e il fotoritocco non saprei, ma per la musica ormai pressoché tutti i musicisti di piccola-media (e a volte anche grande) taglia hanno perlomeno affiancato un PC al Mac. In termini di prestazioni ci siamo, in termini di software il sorpasso è avvenuto da tempo, e anche un testo relativamente recente di musica e Midi autorizza il lettore a rivolgersi tranquillamente al mercato Wintel, indubbiamente ricco di opportunità a prezzi più che abbordabili.

Per quanto riguarda la mia attività sto aspettando di capire come gira il vento in casa Apple, ma ritengo che salvo novità eclatanti anche noi affiancheremo un PC al vecchio G4, per cominciare. Poi magari verrò smentito dai fatti, ma se va avanti così Apple diventerà una specie di Amazon-2 (anche le Poste Italiane, del resto, si sono messe a vendere pentole e ciclomotori).

Se qualcuno ha capito cosa intendono fare, potrebbe ragguagliarmi?

Boh... Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share