Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Sono perfettamente d'accordo con Hocico, i bei tempi andati non torneranno più. Facciamo sì che le nostre osservazioni siano proiettate al futuro, non al passato.

Penso che per Apple Unix sia stata una scelta irreversibile; io la condivido pienamente. Con esso esce dal profittevole isolamento in cui si era mantenuta per parecchio tempo in quanto profittevole non lo era ormai più.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Matteo, non essere cosi' pessimista.

Le lobby sono potenti, ma non invincibili.

Se cosi' fosse, per esempio, tu staresti gia' usando quella gran schifezza di MS Passport, che invece (per ora) e' tornata nel cassetto.

Parte della classe politica italiana e' sensibilissima al fascino dello zio Bill, altra parte no.

Lo stesso vale anche per l'Europa.

Cominciano a filtrare discorsi intorno all'Open Source, per esempio. Guarda sul sito del Ministero per l'Innovazione Tecnologica (http://www.mininnovazione.it) o dell'AIPA (http://www.aipa.it).

Insomma, non sono tutte rose e fiori, ma qualcosa si muove.

Link to comment
Share on other sites

<font color="ff0000">Matteo > ma va... figurati... finchè accogliamo in Senato come un capo di stato, sbavosi e con le lingue ben umettate, il foruncolo occhialuto non credo ci saranno problemi perchè in Italia il Chest-clistere abbia un avvallo legislativo...</font>

Chissà... intanto i risultati della Commissione Open Source istituita dal Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie penso che potranno essere una prima cartina di tornasole di quello che accadrà in futuro, perlomeno in Italia.

<font color="0000ff">Nel silenzio dell'informazione, si sta giocando una partita fondamentale: la commessa del sistema informatico per la pubblica amministrazione. A rischio il pluralismo

Commissione Open Source "blindata". Paradosso? Sarà, ma durante la XIV edizione del Forum sulla pubblica amministrazione a Roma, dal 5 al 9 maggio, non è stato infatti anticipato alcun risultato della commissione che, come si legge nella nota con cui fu istituita lo scorso ottobre, "effettuerà un'approfondita analisi delle tendenze tecnologiche e di mercato e, confrontando le posizioni in materia dell'UE, dei maggiori Paesi industrializzati, nonchè dell'industria Ict, fornirà a tutte le amministrazioni pubbliche gli elementi di valutazione per le scelte e le strategie riguardo al software a codice sorgente aperto". Membri, ufficio stampa, ministero hanno rimandato il tutto a una conferenza stampa ad hoc fra qualche settimana. Perchè?

Semplice, la commissione non ha avuto vita facile e sembra essere stata particolarmente contrastata. Gli interessi sono alti: in palio la commessa della pubblica amministrazione, a rischio il pluralismo informatico. Da un lato Microsoft, ovvero software proprietario, accompagnato per l'occasione da una nuova licenza ideata ad hoc per i governi di tutto il mondo, ovvero il programma di sicurezza governativa (Gsp); dall'altro il mondo open source e del software libero, Gnu/Linux e le sue distribuzioni. tratto da >"Vita - non profit magazine"</font>

Link to comment
Share on other sites

Riflettendoci bene, non credo che Palladium sarà così come è descritto dai suoi oppositori, se non altro per il fatto che zio Bill è troppo astuto, è un affarista nato e non credo rischierebbe il crollo delle vendite.

Figuriamoci se non si rende conto del fatto che un progetto del genere sarebbe accolto in maniera negativa almeno dal 90% degli utenti. Ma vogliamo scherzare? L'utente praticamente non sarebbe padrone di alcunché nel proprio pc, dovrebbe rinunciare ai freeware, alcuni storici (winamp, winmx, kazaa), non potrebbe scegliersi le periferiche che vuole e, soprattutto, dovrebbe buttare nel cesso tutto il suo vecchio hardware. E questo zio Bill, a meno che non gli si sia fuso il cervello a forza di tendenze monopolistiche, lo sa benissimo e non rischierebbe di certo. Gli si possono affibiare gli appellativi peggiori, ma per quanto riguarda gli affari (per carità anche giocando sporco) è un cervello.

Credo che Palladium non sarà poi così restrittivo come si dice... in fondo per ora sono solo rumors...

Link to comment
Share on other sites

Alcuni pirati tedeschi sono riusciti a trasformare una Xbox in un pc perfettamente funzionante (con linux come O.S.).

Magari Palladium farà questa fine, visto che praticamente l'Xbox è tutto "palladiato" da quello che ho letto.

Link to comment
Share on other sites

>Access, ma dico stiamo scherzando?

E'un database quello? Ma se MySQL gli dà un pista su tutto...ma dai....

anche Mozilla è migliore di Internet Explorer, ma cosa significa? Access, grazie al suo bacino di utenza, è diventato uno standard, piaccia o no. per fortuna che almeno 100fanti capisce quello che scrivo...non mi riferivo certo alla validità di Access *IN ASSOLUTO*, ma alla sua importanza all'interno della suite di Office. se poi tu, caro Hocico, continui a ritenere Office/mac superiore a Office/win è inutile pure continuare il discorso, perchè abitiamo su due pianeti diversi.

Link to comment
Share on other sites

Xbox non è palladiata. Palladium sarà un sistema di server di autenticazione delle licenze abbinato a chip che leggono e scrivono chiavi crittografiche. Molto difficile fregare questi sistemi. Molto, molto difficile.

E comunque quante sono le xbox craccate nel mondo? 3? 5? 14?

Sempre un numero troppo basso per i miei gusti.

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

allora Excel Mac è migliore della controparte Windows, Word e Powerpoint idem.

Outlook e Access non esistono, Entourage si difende ma non è un client di posta completo come Outlook (sebbene meno bacato), Access beh! Non credo che si debbe piangere per la sua mancanza...

A conti fatti solo per Outlook (tra l'altro Entourage avrà il supporto ad Exchange dalla prossima release e quindi anche dei .pst, e il tutto si traduce in un salto in avanti notevole...) non credo si possa dire che Office XP sia meglio di Office X, e lo dico usandoli spesso, poi qualcuno si potrà trovare meglio con la versione Win altri con quella Mac.

Che Mozilla sia meglio di Explorer (versione Mac)

ho i miei dubbi, vista la pesantezza di Gecko e il fatto che tutto il motore di rendering Web è in fase completa di riscrittura viste le scarse prestazioni (lentezza in primis...).

Concordo però che Explorer 6 Windows sia migliore del 5.2.2 di Mac....

Link to comment
Share on other sites

Ho dato una sbirciata al link.

Mi chiedo una cosa: perché case come Apple o i vari consorzi di sviluppatori Linux o tutti quelli che NON sfrutteranno/vorrano questo Palladium, non fanno comunicazione su questi argomenti?

Mi pare strano che Apple, ad esempio, non sfrutti palladium per una pubblicità comparativa (legalissima in USA e limitata in UE)?

Già questo mi fa pensare che le cose non saranno proprio come esposte nel link.

Ma dubitare è sempre meglio...

Link to comment
Share on other sites

non mi addentro in questa discussione anche perché uso pochissimo entrambi...però tempo fa mi è capitata tra le mani una copia di PC Professionale e qui ho letto che la versione Mac di Office non era inferiore alla controparte PC anzi... ma ripeto, non posso verificare personalmente quello che la rivista diceva Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Hocico > <font color="ff0000"> Excel Mac è migliore della controparte Windows, Word e Powerpoint idem</font>

Non sono d'accordo.

Non uso PowerPoint quindi non mi esprimo.

Però uso molto intensamente sia Word che Excel. Nella versione Office 98 sono pressochè alla pari con le analoghe versioni di Office 97 per Win.

La differenza enorme, in termini di velocità e di usabilità, sta in Office X. Entrambi i programmi sono NETTAMENTE più lenti delle corrispondenti versioni Win.

E non per colpa dell'hardware.

Nell'esecuzione di alcune macro, piuttosto complesse e con calcoli ricorsivi realizzate dal sottoscritto, Excel X su un iMac G4/800 viaggia a circa 1/4 della velocità di Excel 97 su un P3 450 vecchio di 4 anni...

E per la facilità d'uso: Office X non è tradotto in italiano. Personalmente la cosa mi lascia del tutto indifferente, ma per moltissima gente questo è un ostacolo tutt'altro che trascurabile.

Sono d'accordo sui browser. Mozilla è un pachiderma, Netscape pure, e Explorer Mac è inferiore alla versione Win.

Però noi abbiamo Safari che, per quanto ancora in beta, ritengo sia il migliore di tutti.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share