Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Ciao.

Secondo me il vero "botto" di prestazioni lo avremo tra diversi mesi, con l'OS ottimizzato per i 64 bit, ma soprattutto, con clock più elevati a partire dai 2.5 Ghz, anche se già adesso diversi vantaggi saranno visibili.

Riguardo al Bus, i 900 Mhz sicuramente saranno un grosso vantaggio, tuttavia teniamo conto che i PM attuali, nei modelli top della gamma, hanno 2MB di cache L3 per processore, riempire una cache così non è facile, ed è questo che consente di superare (non con tutte le applicazioni però) il gap del bus a 167 Mhz...

Riguardo i prezzi, beh! Sicuramente non saranno inferiori agli attuali...

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ciao.

Secondo me il vero "botto" di prestazioni lo avremo tra diversi mesi, con l'OS ottimizzato per i 64 bit, ma soprattutto, con clock più elevati a partire dai 2.5 Ghz, anche se già adesso diversi vantaggi saranno visibili.

Riguardo al Bus, i 900 Mhz sicuramente saranno un grosso vantaggio, tuttavia teniamo conto che i PM attuali, nei modelli top della gamma, hanno 2MB di cache L3 per processore, riempire una cache così non è facile, ed è questo che consente di superare (non con tutte le applicazioni però) il gap del bus a 167 Mhz...

Riguardo i prezzi, beh! Sicuramente non saranno inferiori agli attuali...

Link to comment
Share on other sites

Ciao.

Secondo me il vero "botto" di prestazioni lo avremo tra diversi mesi, con l'OS ottimizzato per i 64 bit, ma soprattutto, con clock più elevati a partire dai 2.5 Ghz, anche se già adesso diversi vantaggi saranno visibili.

Riguardo al Bus, i 900 Mhz sicuramente saranno un grosso vantaggio, tuttavia teniamo conto che i PM attuali, nei modelli top della gamma, hanno 2MB di cache L3 per processore, riempire una cache così non è facile, ed è questo che consente di superare (non con tutte le applicazioni però) il gap del bus a 167 Mhz...

Riguardo i prezzi, beh! Sicuramente non saranno inferiori agli attuali...

Link to comment
Share on other sites

Luciano, come pretendi che un Mac _totalmente_ nuovo possa funzionare con un OS precedente al suo rilascio. Secondo me usciranno con un 10.2.6, in build diversa, ma sempre 10.2.6...

Hocico, se i prezzi per processore del PPC970 sono inferiori a quelli del G4, non vedo perchè i prezzi non possano rimanere stabili e quindi uguali, a quelli attuali!

Link to comment
Share on other sites

una cosa che non c'entra nulla.. hanno appena annunciato Quark xpres 6.. alla fine anche loro sono arrivati ad X.. ma, visto che da settembre dovrebbe uscire panther.. quanto ci metteranno a fare le versione ottimizzata per il ppc970? altri 2 anni?

puh, quark rintanati!

Link to comment
Share on other sites

Luca, quando sono usciti i Pentium 3, e poi i 4, e poi gli Athlon vari, non mi sembra che Microsoft abbia riscritto una sola riga del codice di Windows.

Sì, poi sono usciti Win 2k e XP, ma per ragioni loro, non per adeguarsi ai nuovi processori.

Invece, quando è uscito il PPC ci hanno fatto attendere anni per avere un sistema (nato per la serie 68xxx) che fosse ottimizzato per i vari 601, 603 e compagnia.

Adesso quanto dovremo attendere per avere un'accoppiata hardware/software ottimizzati l'uno per l'altro?

Per di più avendo a disposizione un sistema operativo che, ripeto, si dice abbia ancora "difetti di gioventù"?

Link to comment
Share on other sites

Mah! IL problema più grosso è la coesistenza tra i 64 bit e i 32 bit, nel senso che, o si distribuiscono due pacchettizzazioni dello stesso software, uno compilato a 64 bit e l'altro a 32, oppure il PPC970 per diverso tempo sarà un "semplice accelleratore" di codice a 32 bit...

Link to comment
Share on other sites

Uno stormo di sfilatini grossi grossi sta volando ad un metro da terra già da diversi giorni, in cerca di te.

Questo si è sentito ripetere in sogno Steve Jobs dallo spirito di Big Chest, anziano e rispettato capo tribù dei "Favajo".

Ciò perchè pare che Jobs abbia simpaticamente intenzione di sdoppiare le versioni dell'OS, giusto per festeggiare la scomparsa di OS9. Obviously una sarebbe a 32 bit (nome in codice "salame"), l'altra a 64 bit (nome in codice "prosciutto").

Il direttore marketing di questa operazione è il famoso "Humbert Tirinlung", già responsabile del progetto "Messina Strict", e architetto delle convergenza nella versione Y di X (ovvero "OS X.Y"), nome in codice "capocollo".

Alla notizia, le ditte produttrici di secchi per vuotare il mare hanno avuto un improvviso balzo in borsa.

Link to comment
Share on other sites

Io credo che l'architettura PC in generale cambi un po' meno velocemente di quella Mac (68k --> PPC, 24bit-->32bit-->64bit, NuBus-->PDS-->60x-->PCI-->AGP ecc),

inoltre quando prendi un PC devi sempre procurarti un sacco di driver per vari componenti sheda madre, scheda video, scheda audio, scheda di rete, bridge del bus USB ecc, che supportino i vari dispositivi ed i vari chipset presenti nel PC (e questi driver non e' detto che esistano per ogni SO e per le varie versioni di SO: ad esempio un mio amico ha la scheda video e audio integrate su MB e non esistono driver per Win2K --> ha comprato due schede nuove e via!)

Comunque e' chiaro che quando Apple cambia la scheda madre e' necessario che il SO la supporti o direttamente o attraverso una qualche kernel extension.

Il mio bit

p.s. su linux devi ricompilare il kernel!

Link to comment
Share on other sites

Uno dei vantaggi di Apple è sempre stato il fatto di essere veramente plug'n'play, ossia l'SO supporta tutto l'hardware in modo nativo, essendoci anche meno produttori rispetto alla piattaforma PC...

Con due versioni di OSX differenti, magari, avremo anche delle fasce di prezzo distanti tra i due...ma non basta: che te ne fai di un OS a 64 bit se poi gli applicativi sono compilati per i 32 bit? O fai due pacchettizzazioni oppure i tuoi vantaggi saranno comunque limitati sempre da applicazioni non ottimizzate...

Tutto questo almeno fino a quando i 32 bit non saranno più supportati...

Non vorrei che il 970 facesse la fine che fecero a suo tempo i 286 e i 386 di Intel destinati a semplici accelleratori DOS perchè non c'erano sistemi operativi e software in grado di sfruttarne le potenzialità e poi, quando uscì Windows 95, erano già stati da tempo resi obsoleti dai 486 e dai Pentium...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share