Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Non voglio mettere il dito nella piaga ma mi chiedo ancora oggi: come sarebbe la situazione se Apple non avesse ucciso i cloni Mac a suo tempo? Il PowerPC poteva competere ad armi pari con Intel, forse, le cui fortune dipesero in gran parte dal mercato dei cloni IBM...

Adesso ci troveremmo, forse, in casa un processore che si evolve come il Pentium o l'Athlon con in più i vantaggi dell'architettura PowerPC...

Ma è inutile piangere sul latte versato...

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Non voglio mettere il dito nella piaga ma mi chiedo ancora oggi: come sarebbe la situazione se Apple non avesse ucciso i cloni Mac a suo tempo? Il PowerPC poteva competere ad armi pari con Intel, forse, le cui fortune dipesero in gran parte dal mercato dei cloni IBM...

Adesso ci troveremmo, forse, in casa un processore che si evolve come il Pentium o l'Athlon con in più i vantaggi dell'architettura PowerPC...

Ma è inutile piangere sul latte versato...

Link to comment
Share on other sites

Vedi, Hocico, la scelta dei cloni poteva coincidere SOLO con la scelta di uscire dal mercato dell'hardware, perchè altrimenti era un non senso, per i clonatori e per Apple.

Del resto ricordo bene che la Power Computing aveva subito preso a fare Mac più veloci e meno cari di quelli Apple.

Ovvio che rubava le vendite...

No, la verità è che Apple non ha mai voluto davvero passare il Rubicone del diventare una produttrice di sistemi operativi. E' una ditta per certi versi molto più simile alla Sony che alla Microsoft, insomma.

Link to comment
Share on other sites

Vedi, Hocico, la scelta dei cloni poteva coincidere SOLO con la scelta di uscire dal mercato dell'hardware, perchè altrimenti era un non senso, per i clonatori e per Apple.

Del resto ricordo bene che la Power Computing aveva subito preso a fare Mac più veloci e meno cari di quelli Apple.

Ovvio che rubava le vendite...

No, la verità è che Apple non ha mai voluto davvero passare il Rubicone del diventare una produttrice di sistemi operativi. E' una ditta per certi versi molto più simile alla Sony che alla Microsoft, insomma.

Link to comment
Share on other sites

Vedi, Hocico, la scelta dei cloni poteva coincidere SOLO con la scelta di uscire dal mercato dell'hardware, perchè altrimenti era un non senso, per i clonatori e per Apple.

Del resto ricordo bene che la Power Computing aveva subito preso a fare Mac più veloci e meno cari di quelli Apple.

Ovvio che rubava le vendite...

No, la verità è che Apple non ha mai voluto davvero passare il Rubicone del diventare una produttrice di sistemi operativi. E' una ditta per certi versi molto più simile alla Sony che alla Microsoft, insomma.

Link to comment
Share on other sites

Mi risulta chiaro il discorso RAM, Bus ecc. per cio che riguarda l'aggiornamento sel SO, ma avere comunque una macchina intrinsecamente + veloce a32 bit con in più la certezza dimigliori prestazioni man mano che il codice verrà riscritto a 64 bit non mi sembra male.

Ricordo che quando si passò a PowerPC le applicazioni vecchie non erano poi così veloci (lavorando in emulazione, specie se con uso del coprocessore matematico)

Link to comment
Share on other sites

Mi risulta chiaro il discorso RAM, Bus ecc. per cio che riguarda l'aggiornamento sel SO, ma avere comunque una macchina intrinsecamente + veloce a32 bit con in più la certezza dimigliori prestazioni man mano che il codice verrà riscritto a 64 bit non mi sembra male.

Ricordo che quando si passò a PowerPC le applicazioni vecchie non erano poi così veloci (lavorando in emulazione, specie se con uso del coprocessore matematico)

Link to comment
Share on other sites

Mi risulta chiaro il discorso RAM, Bus ecc. per cio che riguarda l'aggiornamento sel SO, ma avere comunque una macchina intrinsecamente + veloce a32 bit con in più la certezza dimigliori prestazioni man mano che il codice verrà riscritto a 64 bit non mi sembra male.

Ricordo che quando si passò a PowerPC le applicazioni vecchie non erano poi così veloci (lavorando in emulazione, specie se con uso del coprocessore matematico)

Link to comment
Share on other sites

<font color="ff0000">Ricordo che quando si passò a PowerPC le applicazioni vecchie non erano poi così veloci (lavorando in emulazione, specie se con uso del coprocessore matematico)</font>

Infatti, erano più lente.

Io lavoravo in ufficio con un Powermac 6100 (PPC 601) e a casa avevo un LC630 con un 68040 "pieno", cioè con coprocessore.

Era assai più veloce il computer domestico del supercomputer da lavoro!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share