Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Hocico: "Quartz non ha affatto un'architettura client/server"

Spero tu stia scherzando... Posted Image

Parlando di Quartz, i processi lanciati da SystemStarter al boot sono questi, con questi parametri:

/System/Library/CoreServices/WindowServer -daemon

/System/Library/CoreServices/SystemUIServer.app/Contents/MacOS/SystemUIServer -psn_0_524289

e sono i server.

/System/Library/CoreServices/loginwindow.app/Contents/MacOS/loginwindow console

questo invece e' il client (prova a killarlo: il server rimane attivo, l'"handshake" viene ri-eseguito e ritorna il "banner" iniziale del server, ossia la finestra di login)

Ora, il fatto che questa struttura client-server non usi il protocollo tcp/ip (e quindi non binda nessuna porta tcp/udp -> quindi nn consente desktop remoti) non deve confondere. Dopodiche' la frase "proprio perchè MacOSX non ha vocazioni da terminal server" e' un tuo giudizio personale.. inoltre dovresti definire meglio cosa intendi per "terminal server"... anche rsync e telnet sono programmi client/server che esportano/importano terminali, e direi che osx e' piu' che ben dotato... E poi c'e' Apple Remote Desktop, che fa cio' che vnc sogna e' sognera' ancora a lungo... Se vuoi posso spingermi ad una interpretazione estrema del tuo giudizio, e pensare che ti stessi riferendo *solo ed esclusivamente* all'impossibilita' di esportare desktops quartz con tcp/ip.. e sono d'accordo con te, ma piu' che un limite e' una scelta.

E cmq mi sono accorto che siamo molto off-topic, e me ne scuso Posted Image

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

>Il termine 'server' innanzitutto NON E' riferibile a un hardware, ma solo ed esclusivamente a un software

--- allora fai funzionare la mia rete di 250 macchine con il mio lcIII con sopra netbsd...

Hany, se vogliamo giocare con le parole possiamo farlo quanto vuoi, ma io la smetto subito: hai capito benissimo cosa volevo dire.

>se gli utenti Linux non apprezzano l'architettura di X11, che tornino a windows, perche' *tutti* gli os unix legacy e opensource usano una implementazione di X11R6, e non potrebbe che essere cosi'. E se qualcun'altro dovesse implementare un nuovo server grafico, sicuramente non rinuncerebbe alla comodita' dell'implementare una struttura client-server

--- mica vero.

Ci sono diversi progetti per rimpiazzare x11, che non decollano a causa di motivi legacy: ci sono decenni di sw che gira su x11, e bene o male ci si arrangia,ma non puoi dire che sia una scelta ottimale per un desktop.

Tanto e' vero che apple x11 lo hacassato, ed ha creato una architettura completamente diversa, e, facci caso, quartz e aqua non funzionano su network.

>perche' negli ultimi 30 anni si e' fatto cosi'.

a, be', allora non parlo piu'.

Potevi dirlo a Woz nel 1976 di non starsi ad inventare nulla, che' tanto da 30 anni IBM i computer li faceva in un certo modo.

>Apple utilizza lo stesso demone sia per far stampare un ibook in treno, sia per condividere 10 plotter su una rete di 200 mac con qualche cluster di calcolo

--- appunto!

Ti sembra sensato? E per questo che parlavo di "sparare alle farfalle col cannone".

Se mi dici che razionalizza le risorse e che per apple e' economico, hai ragione, ma non dirmi che e' la scelta migliore per l'utente finale.

>cups potrebbe tranquillamente essere bypassato se gli sviluppatori creassero drivers e kernel extensions proprietarie... ma questo si tradurrebbe in enormi problemi di compatibilita' con i diversi modelli di cpu, di controller, di kernel... quindi una volta introdotto cups, e' ovvio che tutti si adattino

--- infatti ci sono un sacco di problemi con i driver delle stampanti... mi sembra che non abbiano troppa voglia di adattarsi. Ci sara' un motivo?

Link to comment
Share on other sites

mc100: "Ci sono diversi progetti per rimpiazzare x11, che non decollano a causa di motivi legacy: ci sono decenni di sw che gira su x11, e bene o male ci si arrangia,ma non puoi dire che sia una scelta ottimale per un desktop."

I progetti per rimpiazzare X11 ci sono sempre stati.. ma hanno avuto appunto poca fortuna. Non ho mai detto che X11 "sia una scelta ottimale per un desktop".. X11 non e' adatto all'uso di un computer come desktop puro, infatti e' nato come 'ausilio' a sistemi operativi che non avevano un desktop ma solo shell testuale. Ci siamo capiti male: non sto santificando X11, sto dicendo che qualsiasi altra alternativa sarebbe COMUNQUE basata su una architettura client/server. In ogni caso allo stato attuale non puoi contestare che lo standardi su *tutti* gli os unix E' X11R6.

mc100: "facci caso, quartz e aqua non funzionano su network"

Mi ripeto: questo non ha *nulla* a che vedere col fatto che Quartz sia basato su una architettura client/server. Il tcp/ip e' solo un protocollo, ce ne sono altre miglaiia.

mc100: "Ti sembra sensato? [...] Se mi dici che razionalizza le risorse e che per apple e' economico, hai ragione, ma non dirmi che e' la scelta migliore per l'utente finale."

L'utente finale se ne sbatte altamente della presenza di un demone unix che binda una porta tcp. L'utente finale non deve nemmeno sapere cos'e' cupsd. L'utente finale attacca la stampante, clicca su 'print' e vuole vedere il foglio uscire. Ora, questo non centra assolutamente nulla con il sistema di stampa di basso livello, ma e' tutta una questione di frontend grafici. Print Center + rendezvous sono 2 ottimi complementi a cups e mi sembra che facilitino molto l'utente medio, non trovi? Anche in questo caso non vorrei che ci capissimo male: non sto santificando nemmeno cups, ma sono sicuro che non c'era nessuna alternativa valida a una architettura client/server nel campo della stampa, cosi' come in tutto il resto dell'os.

Forse non mi sono ancora spiegato, e insisto: X11 e cups possono anche fare schifo, e Apple avrebbe potuto inventarsi qualcosa di alternativo per la stampa, e avrebbe potuto rinunciare a X11R6, ma... in ogni caso non avrebbe assolutamente e per nessun motivo potuto rinunciare a implementare applicazioni basate sul binomio client-server. Se no si sarebbe tenuta os9 o Copland.

mc100: "infatti ci sono un sacco di problemi con i driver delle stampanti... mi sembra che non abbiano troppa voglia di adattarsi. Ci sara' un motivo?"

Si, c'e': negli ultimi 15 anni chi ha scritto drivers per stampanti, nella maggior parte dei casi conosceva solo windows e macos. Diamogli tempo.

Link to comment
Share on other sites

Scusate se m'intrometto...

"Ora, questo non centra assolutamente nulla con il sistema di stampa di basso livello, ma e' tutta una questione di frontend grafici."

Generalizzando al massimo e uscendo un po' dal seminato, questa frase racchiude il nocciolo della questione: il MacOS classico era l'unico esempio di sistema operativo progettato in base all'assunto che l'interfaccia utente non fosse solo una questione di frontend grafici.

:-)

Ora proprio non ce n'è più nessuno pensato con questo spirito - il che non vuol dire che non si possano avere sistemi operativi ben fatti e facili da usare, come OS X...

Link to comment
Share on other sites

>Print Center + rendezvous sono 2 ottimi complementi a cups e mi sembra che facilitino molto l'utente medio, non trovi?

--- no, trovo che print center sia uno dei punti piu' deboli di osx, e lo dimostramo le innumerevoli lamentele degli utenti.

>ci sono un sacco di problemi con i driver delle stampanti... mi sembra che non abbiano troppa voglia di adattarsi. Ci sara' un motivo?"

Si, c'e': negli ultimi 15 anni chi ha scritto drivers per stampanti, nella maggior parte dei casi conosceva solo windows e macos

--- appunto: mi sembrava un ottimo motivo per non scegliere una architettura di questo tipo.

Le case costruttrici di stampanti hanno affermato pubblicamente che la architettura di osx li ha messi in difficolta' e, dopo due anni di osx ci sono ancora problemi in questo senso.

Il supporto hw (che e' una questione vitale) non te lo viene a regalare nessuno quando hai il 3% del mercato, sei tu che devi conquistarlo con unghie.

Una delle motivazioni forti per cui venne scelto

next e non beos, era che questo ultimo "non poteva nuppure stampare decentemente". Parole di Amelio.

Link to comment
Share on other sites

Mc100:<font color="ff0000">allora fai funzionare la mia rete di 250 macchine con il mio lcIII con sopra netbsd...

Hany, se vogliamo giocare con le parole possiamo farlo quanto vuoi, ma io la smetto subito: hai capito benissimo cosa volevo dire. </font>

Marco,scusa ma questa è una risposta del catso :P

Io posso mettere uno scassone a gestire la posta della mia piccola rete,e smistarla ai vari client...come lo chiami tu?io lo chiamo mail server,anche se non ha 10 terabyte di HD e non gestisce 2000 client.

E' il compito che svolge una macchina che la identifica,non le "dimensioni"...un pò come le pippe sulla differenza tra workstation e desktop...

Strano che proprio tu cada in questo errore : /

Link to comment
Share on other sites

>questa frase racchiude il nocciolo della questione: il MacOS classico era l'unico esempio di sistema operativo progettato in base all'assunto che l'interfaccia utente non fosse solo una questione di frontend grafici.

--- infatti come concetto di base (non certo come implementazione) era molto piu' moderno degli os che usiamo oggi.

Di qui (e da altre cose che si evincono leggendo il paragrafo che ho postato in apertura di thread) il titolo di questo ramo del forum.

Link to comment
Share on other sites

>Io posso mettere uno scassone a gestire la posta della mia piccola rete,e smistarla ai vari client...come lo chiami tu?io lo chiamo mail server,anche se non ha 10 terabyte di HD e non gestisce 2000 client.

--- davvero, non facciamo i semantici: e' ovvio che un sistema (dove con questa parola intendo un insieme os+hw) progettato per funzionare da server e' totalmente differente da uno pensato per fare il client.

Certo che posso montare sendmail su un 386 con linux e farci un computer che gestisce la posta per una piccola azienda, ma questo e' un server?

Allo stesso modo posso mettere una interfaccia grafica su opendsd installato su una Sun, installare XEmacs e usarlo per la videoscrittura.

Questo e' un desktop?

Non sono 4 icone e un mouse a fare di una piattaforma una valida soluzione desktop, altrimenti useremmo tutti linux con soddisfazione.

Link to comment
Share on other sites

<font color="ff0000">Certo che posso montare sendmail su un 386 con linux e farci un computer che gestisce la posta per una piccola azienda, ma questo e' un server?

</font><font color="000000">si

</font><font color="ff0000">Allo stesso modo posso mettere una interfaccia grafica su opendsd installato su una Sun, installare XEmacs e usarlo per la videoscrittura.

Questo e' un desktop?

</font><font color="000000">si

lascia perdere.... qui hany ti da le paste....</font>

Link to comment
Share on other sites

>Se vuoi posso spingermi ad una interpretazione estrema del tuo giudizio, e pensare che ti stessi riferendo *solo ed esclusivamente* all'impossibilita' di esportare desktops quartz con tcp/ip.. e sono d'accordo con te, ma piu' che un limite e' una scelta.

Era esattamente a questo che mi riferivo, forse mi sono espresso in modo poco chiaro..

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share