Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

a poi + suoni per gli avvisi e la possibilità di avere un suono collegato ad un'azione come nel 9 (ad es quando aprivi una cartella).Posted ImagePosted ImagePosted ImagePosted Image

poi voglio che esca l'apple 4 che faccia da concorrenza alla xbox

e la possibilità di collegare il mac alla tv.Posted ImagePosted Image

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

>Potete scaricarlo da [qui].

Bello bello

complimenti.

E io che pensavo fosse una presa per il ...

Posso cominciare a mandarti il feedback e dirti cosa voglio per il futuro?? Posted Image

Allora:

1) la finestra ridimensionabile

2)Vorrei che non mi togliesse la scritta "new" finchè non ho effetivamente letto il messaggio

3)La possibilità di decidere quanto tempo andare in dietro e non lasciarlo fisso a 20 minuti

4)La compatibilità con Windows XP , sennoò come faccio ad usarlo in ufficio?? Posted Image

Link to comment
Share on other sites

Hocico: "Anche se vorrei capire, secondo te, Hany, che cavolo di architettura client/server è senza che il protocollo possa usare un trasporto che sia TCP o qualsivoglia altro..."

Capisco perfettamente la tua domanda Hocico, ma mi permetto di dire che parte da presupposti errati, dovuti soprattutto alle decennali operazioni di marketing delle aziende dell'IT che hanno travisato i significati e abusato dei termini tecnici.

Deduco che la tua domanda parta dal presupposto che un server degno di questo nome fornisca un servizio fruibile remotamente attraverso il protocollo tcp/ip. Cito un'altra frase, di Marco:

"e' ovvio che un sistema [...] progettato per funzionare da server e' totalmente differente da uno pensato per fare il client."

Cito questa frase perche' credo parta dai tuoi stessi presupposti, errati.

Dicesi 'server' un applicativo eseguibile atto a fornire un servizio. Punto. Stop. Il fatto che il servizio sia fruibile remotamente e' una caratteristica assolutamente accessoria. Il fatto poi che il servizio sia fruibile attraverso il protocollo tcp/ip e' ancora meno scontato.

Ora, per come e' strutturato Mach (ma anche il kernel linux), ogni 'feature' del sistema e' considerata un 'servizio', e come tale e' fornita da un server e *in-certi-specifici-casi* fruibile da un *eventuale* client locale. Questo tipo di struttura e' multi-livello: ossia esistono addirittura server che gestiscono altri server. Un esempio e' CoreServiced, un altro e' xinetd, un altro e' kextd. Facendo una rapida stima del numero di demoni avviati da una fresh install di jaguar, direi che il 99% dei *demoni* attivi non usa tcp/ip. E fin qui la parte software. Veniamo all'hardware... un esempio per tutti: vi ricordate che Apple vendeva fino a poco tempo fa i PowerMac G4 Server? Bene. Cosa avevano di diverso dai PowerMac G4 normali? Il *nulla* piu' assoluto, fatte salve le 3 ethernet aggiuntive, per altro inutilizzate dal 99% di chi ha acquistato quelle macchine. Rimanendo nel campo dei Personal Computer (escludiamo quindi i computer MIPS, SPARC, PA-RISC, POWERPC64, ALPHA, IA64) direi che la maggior parte delle configurazioni standard puo' agevolmente essere attrezzata con software per gestire server internet (web, mai o quel che volete). Scusate, ma pensate a una cosa sola: 3 anni fa c'era Internet, vero? E secondo voi su che macchine girava il 90% dei siti web o dei server mail? Non girava forse su macchine *meno potenti* dei desktop di oggi? Non e' forse vero che la maggior parte dei computer che forniscono servizi pubblici su internet sono computer IA32 a singolo processore con 2 dischi scsi e mezzo giga di ram? Ora tutto questo per dire che la supposta "differenza nell'hardware di server e workstation" e' una questione di puro e semplice marketing. Dot.

Link to comment
Share on other sites

>Certo che posso montare sendmail su un 386 con linux e farci un computer che gestisce la posta per una piccola azienda, ma questo e' un server?

si

--- tanti auguri per la tua rete aziendale.

Ah, hai appena fatto fallire la sun.

Dai, e' ovvio che e' una macchina che funge da server ma non e' pensata e attrezzata per tali funzioni.

Se vuoi possiamo dire che su questa macchina *gira un sw server*. Su questo siamo tutti d'accordo.

>Dicesi 'server' un applicativo eseguibile atto a fornire un servizio. Punto.

--- diobuono, lo so! Su questo siamo ovviamente d'accordo.

Ma mettere un *sw* server (un demone o comecazzo lo vuoi chiamare) su una macchina e su un os non progettati per fare i server non crea magicamente una *piattaforma adatta a fare da server*, che deve essere composta da un hw adatto, un os adatto e, certo, anche dal sw adatto.

Ma stiamo divagando: Torno a ribadire che, per me, CUPS per stampare sulla stampantina usb da 90 euro e' il cannone per abbattere la farfalla.

E mi viene da pensare che forse tanti casini coi driver sono dovuti anche a scelte come questa (ma non ho la minima esperienza in questo campo, quindi questa e' una sensazione epidermica).

In ogni caso: per me il succo del discorso e' che l'architettura di fondo di unix e' poco adatta a funzionare come desktop.

Poi e' palese che apple abbia fatto un lavoro *madornale* per ammaestrare questo bestione e tramutarlo in os adatto ai personal computer, ma il fatto che ancora oggi (dopo quasi 10 anni di next e 5 di apple) il tutto abbia ancora degli spigoli ben ruvidi, sia per gli sviluppatori che per gli utenti, e' indicativo.

>vi ricordate che Apple vendeva fino a poco tempo fa i PowerMac G4 Server? Bene. Cosa avevano di diverso dai PowerMac G4 normali? Il *nulla* piu' assoluto

--- e infatti ne vendevano 10 all'anno.

Se hanno voluto entrare seriamente nel mercato server hanno dovuto sfornare xserve.

>la maggior parte delle configurazioni standard puo' agevolmente essere attrezzata con software per gestire server internet (web, mai o quel che volete).

--- se vuoi farti del male, puoi farlo.

Se devo comperare un server prendo un sistema rackable, con periferiche hot-swap, alimentazione ridondante, diagnostica nel bios e supporto raid hw.

Sopra a tutto questo coso ci metto un os nato per fare da server. Il tutto lo metto in una stanza o in un rack condizionati e lo chiudo a chiave.

Ovviamente puoi usare un performa 5260 con system 7.5 e sopra MachTen e apache e sendmail.

Il tutto messo in terra nel corridoio con il cavo di alimentazione in mezzo ai piedi.

Link to comment
Share on other sites

ah, cito un post di oggi du un altro frequentatore del forum, in un altro thread:

"Sì, anche se Xserve è nato per fare il server (dischi hot-swap, i pezzi interni facilmente smontabili, utility di controllo hardware, ventole che non fanno salire la temperatura del processore sopra 40°, pezzi di ricambio disponibili e cambiabili anche da utente (inclusa la logica) etc.....). In somma è il computer che non si spegne mai."

Link to comment
Share on other sites

10 luglio 2003

Frequento due forum in tutto compreso questo, e tutti e due hanno lo stesso problema. In quell’altro nessuno mi risponderebbe, in questo forse sì. Qualcuno sa, per favore, perché questi programma dei forum non hanno l’“a capo†automatico, quando non esiste che io sappia nessun programma anche minimo di videoscrittura (Wordpad) che ne sia sprovvisto? Mi sembra come avere una macchina Audi o Mercedes dove per sorpassare o svoltare non esiste la freccia, ma bisogna mettere il braccio fuori dal finestrino…

Link to comment
Share on other sites

Vabbuò Marco,ma tu continui a citare situazioni odierne,dove per server viene identificato un computer di HW potentissimo,dotato di SW in grado di fornire servizi a centinaia/migliaia di client.

Hany invece,si stava riferendo al concetto interno dei sistemi Unix-like,basato su un nucleo che fornisce sevizi all'utente e risposte agli input inviati dall'utente (come il cliccare su un'icona,che richiama il window server).

Riguardo a CUPS,ancora non ho avuto modo di stampare tramite OS X,mi spiegate brevemente che ha che non va?

Che c'è di male,per un SW nell'essere scalare?

Link to comment
Share on other sites

Allora, supponiamo di avere un sistema server con ennanta processori e polentadue exabyte di disco e facciamoci girare Unix e compagnia bella. Poi prendiamo un vecchio PC386 magari con win31, colleghiamolo in rete ed installiamoci un porting win della parte grafica di X11, in modo da poter usare le applicazioni installate sul sistema Unix. Come si chiama la parte di X11 che gira sul PC386?

Link to comment
Share on other sites

x Fabrizio;

0) Grazie! Posted Image

1) In realtà sarebbe già possibile ridimensionare la finestra, ho disabilitato temporaneamente questa funzione per effettuare alcuni test.

2) Pensavo anche di aggiungere un "V" per indicare i messaggi già letti ...

3) Praticamente è già fatto (devo solo abilitare il pannello delle preferenze)

4) il programma è scritto in java, quindi è multipiattaforma. Intanto scaricati la J2SE per Win e vedrò cosa posso fare.

I feedback e i suggerimenti mi fanno solo piacere. Adesso però mi aspettano due settimane un po' piene ... quindi bisognerà aspettare almeno il 24 per una nuova versione.

Luciano:

ma ti riferisci a FastForum? Scusami ma non capisco a cosa ti riferisci, spiegati meglio ...Posted Image

Link to comment
Share on other sites

>Vabbuò Marco,ma tu continui a citare situazioni odierne,dove per server viene identificato un computer di HW potentissimo,dotato di SW in grado di fornire servizi a centinaia/migliaia di client.

--- mica ho parlato di potenza!

Tu faresti fare da server a un doppio g4 1Ghz con os9 o a un g3 500mhz con osx?

>Hany invece,si stava riferendo al concetto interno dei sistemi Unix-like,basato su un nucleo che fornisce sevizi all'utente e risposte agli input inviati dall'utente

--- ma ho capito, certo.

Il mio dubbio e': definamo il concetto di client - server intanto, altrimenti tutto il sw moderno e' fatto di strati che si scambiano messaggi.

Anche il system originale ha qualcosa di simile, cito l'articolo che ho siportato in apertura di thread "They designed their OS as a wide collection of interconnected services, not as a minimum core of disconnected "system calls", as was considered good OS design back then."

Su cups: io l'ho usato su linux: mi sembra la tipica "cosa" unix: potente ma molto complessa.

La mia aromentazione e' che i servizi unix (di stampa e di gestione delle finestre ad esempio)sono nati e pensati per essere usati in un ambiente di networking e su macchine che agiscono da server.

Non c'e' ovviamente nulla di male in questo, non fosse che, forse, per un uso desktop (che poi e' quello tipicamente di elezione nel caso del mac) ci possono essere scelte piu' indicate.

Cito dalla home di cups: "The Common UNIX Printing System ("CUPS") is a cross-platform printing solution for all UNIX environments. It is based on the "Internet Printing Protocol" and provides complete printing services to most PostScript and raster printers."

Cosi' a leggere di prima botta non mi sembra che il mestiere per cui e' nato sia quello di stampare una fotina sulla usb ;-)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share