Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

E' meglio che non dica niente sul rapporto fra quanto viene fatto credere e ciò che é effetivamente dato; o sui provider locali con un centinaio di siti ospitati sui propri server più tutti gli abbonamenti Dial up anlogici, le ISDN qualche CDA e collegati ad Interbusiness con una CDN da 256Kbit. O sulle ADSL anche LAN che viaggiano sull'ATM da 2Mbit giusto perché telecom l'ha data, per così dire, compresa nel prezzo.

Milano è Milano e Roma è Roma ma Genova non é Canicattì eppure c'é una sola centrale telefonica dotata dei multiplexer che serve solo il centro. Quindi, per me, Niente ADSL.

Niente CDN, a meno che non paghi dodici milioni per portarmi il filo, e log in della durata spesso di pochi minuti.

E pensare che la centralina digitale telecom è sotto il pavimento di casa mia (la telecom ci paga l'affitto del garage!)

Link to comment
Share on other sites

L'ho letta in giro

Bill Gates muore. Arriva all'inferno e viene accolto da un diavolo in frack, fatto salire su una Cadillac extra lusso con

piscina e portato a fare un giro. Ovunque ville faraoniche con feste, baccanali, orge, donne bellissime nude. Dopo

alcuni chilometri, si avvicina in lontananza un cancello. Si apre senza cigolii e dietro c'e' un immenso portone. Bill

viene invitato a scendere ed il portone si apre. Dietro c'e' un caldo infernale, fiamme, urla strazianti, diavoli con

forconi che infilzano continuamente i poveracci. Non potendo credere ai suoi occhi, Mr. Gates chiede al diavolo: - Ma

come?!? E tutto quello che abbiamo visto prima? Il diavolo lo guarda con sgardo gentile e risponde: - Ah, quella...

era la versione demo...

Link to comment
Share on other sites

Una delle notizie più dibattutte tra quelle arrivate dalla WWDC è stata l'abbandono da parte di Apple degli Sprockets. Le API destinate a semplificare la vita ai produttori di videogiochi vengono di fatto dismessi a favore di... nulla per ora. La decisione è stata e continua ad essere molto criticata come un deciso passo indietro che corre il rischio di aumentare i costi e i tempi dello sviluppo e della conversione di titoli ludici. Tutto questo mentre sull'altro fronte, quello di Microsoft, c'é un grande sforzo per conquistare un settore di mercato importantissimo come quello del divertimento interattivo. In aggiunta a ciò solo qualche settimana fa sono giunte accuse da parte dei produttori di giochi di scarso o distratto supporto da parte del team di sviluppo di Apple. Infine 3dfx, che produce alcune tra le migliori schede per l'accelerazione 3D, accusa Apple di impedire lo sviluppo del mercato proponendo schede mediamente buone in tutto, ma eccellenti in niente, come le ATI su tutte le macchine. Una scelta che disincentiva il porting di schede di alto livello (per i loro costi che nessun utente Mac sosterrebbe in aggiunta a quelli già "inclusi") nell'acquisto della loro CPU.

La strategia seguita da Apple nel settore consumer, dunque, per qualcuno comincia ad apparire confusa. Da una parte, quella dell'home entertainment e specificatamente nel home video, sembra di essere di fronte ad una logica ferrea, dall'altra, quella dei giochi, tutto è lasciato alla buona volontà dei produttori e delle terze parti con il rischio, che torna a farsi reale, della marginalizzazione da un settore lucroso che da solo rende ragione della vendita di milioni di macchine ogni anno.

Che ne pensano i nostri lettori? Siamo di fronte ad uno sbandamento o si tratta solo di un errore di valutazione di chi osserva dall'esterno?

Link to comment
Share on other sites

Penso, e spero, che la Apple stia invece pensando a qualcos'altro, oppure, in alternativa, a chiudere ;-)

La migliore cosa sarebbe un porting di DirectX (sembra infatti che M$ e Apple vadano abbastanza d'accordo in questo periodo), in modo che i giochi per PC vadano già con poche modifiche su Mac. Non è forse vero che attualmente per portare su Mac i giochi Win servono molte modifiche soprattutto a causa di directx?

Olaf

Link to comment
Share on other sites

A me sembra che Apple non abbandoni gli sprockets... é solo che in un sistema come Unix non possono esistere le estensioni come le conosciamo oggi.

MacOS X non sarà montato di serie sugli iMac o sui sistemi consumer prima dell'estate dell'anno prossimo (se vengono rispettati gli intervalli temporali originariamente previsti da Jobs e slittati - penso globalmente - di 6 mesi)

Quindi avremo ancora un anno per utilizzare gli sprockets attuali e vederli migliorati con il supporto a schede e periferiche in future versioni del MacOS 9

Se MacOS X uscirà a Gennaio 2001 lo monteranno gli utenti professionali a cui poco importa degli sprockets.

Nei 12 (e più) mesi che ci separano da un MacOS X su tutti i mac venduti gli sviluppatori avranno il tempo di produrre i moduli per il sistema Unix che sta sotto il nuovo OS.

Non dimentichiamoci che sul nuovo OS gireranno anche le applicazioni "Carbonizzate" e quindi anche i vecchi giochi purche' compatibili con le specifiche Apple...

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra che Settimio stia mancando il nocciolo del problema. La questione estensioni/moduli non ha alcun senso tecnicamente ed è puro fumo negli occhi: lo dico in maniera molto netta perché il "mito" non prenda piede.

La sopravvivenza degli sprockets su Mac OS 9 non può in alcun modo tranquillizzare gli sviluppatori: non esiste alcun periodo di prova, e i danni allo sviluppo di giochi per Mac sono iniziati nel momento stesso dell'annuncio. Altro che sei o dodici mesi... un gioco non si sviluppa in due giorni, e la totale incertezza sul futuro va a colpire già lo sviluppo che si sta svolgendo adesso.

Riguardo l'adozione di Mac OS X, mi aspetto che sia molto più ampia del previsto, e dopo una così lunga attesa i giocatori "seri" (sempre che ne siano rimasti su Mac) saranno fra i primi a voler mettere le mani sul nuovo OS.

Infine, l'affermazione che "gli sviluppatori avranno il tempo di produrre i moduli per il sistema Unix che sta sotto il nuovo OS" è proprio il colpo di grazia... il problema è *esattamente* che questo lavoro dovrebbe farlo Apple, non le terze parti! Mi sembrava che fosse emerso abbastanza chiaramente dai commenti degli sviluppatori...

Link to comment
Share on other sites

<!-NOTE: Message edited by 'settimio'-!>forse mi sono spiegato male...

intendevo gli sviluppatori di Apple...

Per quanto riguarda i giochi...

Quello che leggo é che gli sprocket non ci saranno nel MacOS X e non che non saranno piu' aggiornati per il 9.

MacOS X sarà commercializzato (a mio parere) inizialmente come un sistema per professionisti.. e le applicazioni che lo sfrutteranno sono già da tempo in lavorazione (faccio il betatester per una di queste...)

Ci sono giochi in sviluppo speficamente per MacOS X? Credo proprio di no... Non avrebbe nessun senso a meno non si voglia fare qualcosa a livello dimostrativo.

Chi sviluppa adesso e per il medio periodo lo fa per MacOS 9 (e 8.X) che é montato su 3.5 Milioni di iMac, e tanti G3 e G4 e lo sarà almeno fino all'estate del 2001 su quelli venduti da Apple.

Questo ha gli sprockets che continueranno ad essere aggiornati.

Per quanto riguarda le "estensioni" per i giochi su MacOS X... un periodo di prova di un anno se si ipotizza il rilascio della beta a Luglio potrebbe essere sufficiente...

Penso che siano interessanti le considerazioni a tale riguardo di Scaramuzzino su Macity...

http://www.macity.it/cgi-bin/viewart.pl?id=1681

Link to comment
Share on other sites

Ah, capisco. Ma anche in questo caso, il problema rimane: il punto non è che gli Sprockets per Mac OS X non sono stati ancora implementati, è che Apple ha proprio deciso di non farlo né ora né mai (quindi non è una questione di tempo), né ha annunciato una soluzione alternativa.

Ribadisco fortemente la mia opinione: il sistema "per professionisti" o comunque "per pochi" era o poteva essere Mac OS X Server; ora non c'è più tempo per altre versioni "provvisorie", Mac OS X dovrà essere di fatto un sistema per tutti.

Quake III Arena è in sviluppo per Mac OS X, e senza ottimizzazioni va già più veloce che su Mac OS 9 sulla stessa macchina.

Chi sviluppa adesso lo fa per Carbon (o almeno dovrebbe; Apple raccomanda Carbon per lo sviluppo di nuovi prodotti già da mesi), quindi per Mac OS 8, 9 e X; ma non può farlo se su 8 e 9 deve appoggiarsi su API defunte e su Mac OS X su _niente_.

Per quanto riguarda le "estensioni", credo di non aver capito cosa intendi dire.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share