Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

E' semplicemente incredibile... Ma Apple si rende conto del suo atteggiamento masochistico? Ora piu' che mai che il Mac ha bisogno di visibilita' nel mercato, ora che finalmente la casa di Cupertino ha macchine capaci di "stupire" e di "convincere", niente SMAU??? In Europa Apple sara' presente solo a Parigi!!! E perche'? Ha paura di farsi troppa pubblicita'? Attenta Apple... sssssshhhh... non fare troppo rumore! E noi "mortali" utenti Mac (mortali nel senso che se Apple continua cosi' prima o poi addio computer con la melina) cosa possiamo fare? Propongo di scrivere alla JCE (sito Applicando) x essere solidali.

Infine, e scrivere agli organizzatori dello SMAU?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Apple ha deciso di ritirarsi da tutte le fiere non "Mac-centriche" e di organizzarne una sola in tutta Europa a Parigi. Questa scelta ha determinato la scomparsa di Expo Mac anche piu' importanti di quello di Smau.

Questo non avrebbe impedito lo svolgimento della rassegna milanese, comunque.

Sarebbe bastato che Smau avesse concesso la necessaria visibilità allo spazio Mac. Così non è stato e, giustamente, JCE ha rinunciato perche' non si possono investire centinaia e centinaia di milioni se non si ha un ritorno d'immagine adeguato.

Dunque, concludendo, la colpa del'assenza di MacShow e' di Smau prima che di Apple. La società di Cupertino ha fatto per l'Italia quello che aveva fatto per altri paesi. Già era arcinoto che non ci sarebbe stata nessuna fiera Mac ufficiale in Italia, come non c'è più in Germania o Inghilterra.

Nonostante questo, se solo Smau avesse avuto qualche interesse ad avere la presenza Apple, si sarebbe potuto ovviare (come accadde lo scorso anno, quando già erano in vigore le attuali disposizioni draconiane di Jobs). Ma qualcuno, forse anche per motivi legittimi, a Smau, non ha ritenuto rilevante operare in questo senso.

Questo per ristabilire colpe e meriti

Link to comment
Share on other sites

voglio sperare che ci sia un bel ripensamento altrimenti sarebbe molto grave.Apple non è l'unica a costruire i computers,e tira tira......la corda si rompe.

Link to comment
Share on other sites

Solirtamente non mi piace eccedere quando commento qualche notizia e cerco di tenere distinti i fatti dalle opinioni. Lo sanno bene i nostri lettori e chi legge questo forum sa bene che non amo particolarmente pronfondermi in articolesse e reprimenda che lasciano sovente il tempo che trovano, specie se, come nel mio caso, chi scrive non può rappresentare altro che la voce di uno come tanti.

E' stato spesso così in passato quando abbiamo avuto a che fare con casi anche clamorosi come il processo Microsoft intorno al quale altri, forse anche meno solerti nel seguirne le vicendo, si sono profusi in pistolotti moraleggianti forse anche condivisibili nella sostanza ma poco nella forma. E' stato così anche quando da Redmond sono giunte notizie che poteva suscitare qualche commento più salace del solito ed è stato così quando altrove sono sorte polemiche proprio sulla politica commerciale di Microsoft.

Oggi però, con la notizia dell'acquisto da della casa delle Finestre di Bungie, siamo stati a lungo fortemente tentati dal lasciare da parte la consueta cautela e postare quello che un tempo si sarebe defuinito "duro reprimenda".

Chi scrive, infatti, non ha difficoltà a definire questa operazione di mercato decisamente inquietante non solo per il mondo Mac che perde, al di là dei commenti alla camomilla di Jason Jones, un importante punto di riferimento, ma per lo spirito che pare soggiacere all'intera operazione e che potrebbe meritare una ripertura del caso che si è appena chiuso a Washington.

Quello che si potrebbe vedere all'orizzonte è una Microsoft che potrebbe decidere, con poca difficoltà e poca spesa (relativamente alle sue finanze) di moltissime altre realtà strategiche per il mondo dell'IT per farne sezioni del suo business e asservirle ai propri progetti di marketing: società che lavorano a progetti innovativi per Linux (Eazel), società che ruotano intorno al mondo di Be, produttori di hardware per Mac. Con la disponibilità di cassa che si ritrova per le mani queste operazioni, su un mercato che è di decine di volte più piccolo della sua massa critica, Microsoft potrebbe facilmente spazzare via ogni concorrenza così come sta cercando di fare con la PSX-2 utilizzando Bungie

Non si diceva una volta "Sarete assimilati"?

Link to comment
Share on other sites

Sì si diceva infatti "sarete assimilati" e in più "ongi resistenza è inutile"; non a caso per la presentazione di Win2000 Bill ha chiamato Patrick Steward (Capt. Picard) che al contrario di quanto ha dato ad intendere è tuttora un Borg (cioé coloro che assimilano...); scherzi a parte: chi dubitava di un atteggiamento così agressivo di MS? La MS non si è mai comportata onestamente, non tanto per le pratiche di monopolismo evidenziate nel processo, quanto nella mentalità rozza e arrogante di essere coloro i quali possono fare tutto quello che vogliono. Se nei PC adesso forse si muovono con i piedi di piombo (neanche tanto visto che WinME avrà le stesse caratteristiche - se non di più - che hanno portato MS sul banco degli imputati), negli altri campi possono muoversi come un elefante in una cristalleria: prima i giochi, poi i palmari (anche se c'è una fortissima concorrenza), poi...poi chissà, la TV, la Radio,ecc...

Sono molto dispiaciuto dell'acquisizione di Bungie e mi auguro ardentemente che le dichiarazioni dei fondatori siano corrette e non solo "di facciata", se il Mac perde Bungie, addio ad una buona parte di mercato ludico.

Link to comment
Share on other sites

Capisco il vostro sconforto, ma il mio pensiero e' diverso, MS ha un tarlo che da molto tempo la rode dall'interno, vedi i casini con NT, W2000 che mangia 250 Megaherz alle macchine che lo montano, a OFFICE che con varie combinazioni di tasti fa uscire un simulatore di volo piuttosto che qualche altra cavolata.

Quello che piu' mi fa incazzare e' che nessun altro ne approfitti della situazione.

Una volta Claris faceva cose discrete x Mac ma chi usava la video scrittura voleva Word perche' era lo standard con gli altri, oppure Excel per lo stesso motivo.

Per cui un po' e' anche colpa nostra che critichiamo e ricritichiamo ma non facciamo sentire la nostra voce verso chi puo' intervenire in queste situazioni (Apple ecc.ecc.).

Prendo per spunto questo anche per la questione SMAU perche' non divulgare l'indirizzo MAIL della Presidenza dello SMAU e altre Mail relative per far capire ai signori che gli utenti Mac non sono poi cosi pochi?

Sedetevi in riva al fosso e vedrete che il cad....

del nemico passera'.

Buon lavoro

Link to comment
Share on other sites

Troppo spesso, veleggiando sulle onde del nostro entusiasmo, ci dimentichiamo la vile realtà. Cioè che sono tutti qui a fare soldi e profitti. Anche la Apple vuole fare soldi, anche la Bungie, anche noi stessi. E tutti e tutto a questo mondo ha un prezzo. Vediamo però anche gli aspetti positivi: se la Microsoft si lancia nel mercato dei videogiochi avrà da fare con giganti, per esempio Sony, e a beneficiare saremo sempre noi, gli utenti. La cosa più sbagliata che si possa fare è di scordarsi l'aspetto materiale, o di illudersi che qualcuno tenga in piedi un "business" per il mero piacere di creare. Bisogna anche mangiare, e la Microsoft ha ciò che serve per allestire una panzata a dodici portate.

Link to comment
Share on other sites

Acquisire societa' e' perfettamente legale. Se io faccio mille miliardi con l'usura o il riciclaggio o lo spaccio poi non posso essere incolpato di nulla se decido di comprarmi una catena di supermercati.

Per Micro$oft e' lo stesso.

Attendiamo sereni la decisione del giudice.

E' l'unico elemento di disturbo nella marcia trionfale di Micro$oft.

Tutto il resto e', <U>purtroppo</U>, aqua fresca.

Link to comment
Share on other sites

Dal mio piccolo punto di vista, credo che il vero problema che abbiamo tutti davanti e' nella concorrenza che attendibilmente Microsoft puo' avere davanti. Noi continuiamo a vedere Microsoft ed Apple come due realtà assimilabili dove la prima con tanto marketing fa profitti e la seconda ci sembra assolutamente assente dal punto di vista della pubblicità, delle iniziative, delle fiere, delle promozioni, ecc... Tutti vorremmo vedere una Apple che sia presente in TV, alle fiere (anche piccole), in radio, sui giornali, il problema è che Microsoft non è assimilabile ad Apple, da nessun punto di vista. Fermo restando i costi che entrambi devono sostenere per lo sviluppo del software di sistema (Winquellochetipare e MacOS), su 1000 lire di fatturato Microsoft non ha altri costi, Apple deve progettare, costruire e distribuire dei computers, fatti di plastica, processori, schede logiche, tubi catodici, ram e quant'altro, tutto materiale da comprare da qualcuno. Sono due realtà che a parità di fatturato una ha profitti altissimi, l'altra margini bassi... Se Microsoft sulle stesse 1000 lire puo' permettersi di investirne 300 in marketing perchè ne porta a casa 700, Apple su quelle 1000 lire ne porta a casa, al netto dei costi vivi, circa 250 (forse), la sproporzione è enorme. Nonostante questo anche Apple ha risorse da investire in altre società, ma proprio per la natura di Apple, tali soldi vanno a finire in società che producono monitor TFT, Schede Video, perchè in tal modo si assicura una puntualità maggiore nella fornitura di elementi indispensabili per la propria produzione hardware, viceversa Microsoft può permettersi di acquisire la Bungie di turno, con gli stessi investimenti e cannibalizzando il mercato che le interessa in quel momento.

Ciò che ci viene incontro, secondo me, è la progressiva integrazione dei media e la sovrapposizione dei mercati, per cui Microsoft inizia ad avere interessi che collidono con quelli di altri colossi delle sue stesse dimensioni, come appunto Sony con la sua PSX2. Là dove Microsoft si scontrerà con aziende del suo stesso calibro allora ci sarà da ridere, Sony è abituata da decenni a fronteggiare la concorrenza accanita dei suoi competitori, Microsoft no, sono anni che lavora in regime di monopolio e non è abituata a scontrarsi in campo aperto ed ad armi pari con i competitori, vediamo dove andrà a finire e vediamo quanti soldi perderà Microsoft contro Sony.

L'acquisizione di Bungie da un lato mi preoccupa molto, dall'altro sposta ulteriormente Microsoft su un campo dove i concorrenti sono forti, cattivi e picchiano duro... :-)

Link to comment
Share on other sites

Assolutamente d'accordo.

Mi sembra una lettura cristallina di quanto sta accadendo.

Non ho grandi simpatie per Sony (sono stato un fan di SEGA ai tempi della faida Saturn/PSX) ma sono felice che sia il gigante nipponico il prossimo muro contro il quale MS andrà a sbattere.

Non darei tanto per scontata una sconfitta di MS (au contraire, credo sappia benissimo quello che fa con l'XBOX ... e l'acquisizione di Bungie, in questo senso, gli fa onore ... hanno fiuto e gusto, perché negarlo?) ma sicuramente qualche dente potrebbe perderlo nello scontro ;-)

Sono convinto che il commento "alla camomilla" sia sincero, comunque. Se non sarà così, mi vestirò a lutto ...

Link to comment
Share on other sites

Secondo me Bungie non ha per niente sbagliato a vendersi a Microsoft, ho paura che c'è e ci sarà un piccolo cambiamento di fronte nel mondo ludico, ma non a causa di questo.

Sembra quasi che Apple abbia fatto un incomprensibile cambio di direzione riguardo il suo sostegno verso le Software House dei titoli ludici. Penso questo dopo che Apple ha deciso di non supportare più i Game Sprocket nella versione di MacOS X Client, oppure dopo essere venuto a conoscenza che al MacWorld Expo di New York di quest'anno non esisterà un spazio adibito ai Giochi oppure ancora dopo che Apple non ha acquistato Bungie già tempo fa, dato che ormai poteva fare alla società di Jones e Serophian, la stessa offerta di Microsoft, rischiando di meno, perché non aveva nessunissima ragione di fare cambiare strada e lavoro ai tecnici di Bungie. Ora, da appassionato di Myth II, mi vedo chiudere The Mill, da quella società che tanto odio, in accordo con "frigidman" il bravissimo ragazzo che ha inventato curato e mantenuto il sito, che ha deciso di vendere il suo spazio, e forse farò la mia offerta d'acquisto.

Questo per dire che se una grande società come Apple, dice "Sosterremo le case che producono giochi per la nostra piattafomra. (!!!), la stessa frase la può dire un Jones di Bungie "Non cambierà nulla." (!!!!). Signori miei entrambi sono uomini di commercio, sanno cosa devono dire, sanno i passi da fare, lentamente ed accuratamente elaborati, riflettuti e pensati. Microsoft non poteva acquistare Bungie e dire "STOP, da adesso solo x-box, tutto il resto è storia." non poteva farlo che no.

Ma rendiamoci conto anche di una cosa: la PSX di Sony, un'altra piccolissima società del mondo dei giochi (!!!) ha creato, distribuito e venduto la PSX arrivando a perdere, mi sembra, circa due dollari a pezzo, pur di ampliare la fascia d’utenza della consolle. Questo vuol dire che Sony aveva un segno pesantemente rosso nei ricavi delle vendite, ma uno rigogliosamente verde sui diritti dei giochi sviluppati per la consolle.

Il predominio della PSX è stato attaccato dalla Nintendo 64 (piccole diversità: la prima era CD-ROM 2x, 32bit, no 3d, la seconda è Cartuccie (max250MB), 64bit, 3d) una consolle molto più potente, sia qualitativamente che di innovazione. Il risultato? La Nintendo è per quei pochi che pensavano che avrebbe avuto successo, lo stesso vale per la DreamCast, una consolle che mette i brividi ai computer, giuro che in Italia neanche la traccia. Però, su una cosa siamo tutti d’accordo, stiamo TUTTI aspettando di potere mettere le mani per provarla, per comprarla, per recensirla in qualche sito, per “leccarla†ed ammirarla sulla PSX2!!!!!!!

Ma che storia può avere la x-box nel mercato delle consolle? Qui non si parla che siamo stati tutti abituati ad usare Windows 95/98/NT/2000, a meno che la Microsoft non installi il suo Browser/OS sulla consolle, ma a questo punto diverrebbe un computer, ed il suo target di mercato sarebbe diverso, e non converrebbe…

Mentre per i computer, Microsoft è più forte perché ha un installato maggiore, ed è fondamentalmente questo che proclama il vincitore, nel mercato delle consolle è la PSX/2. L’acquisto di Bungie è solo il primo passo di un accorpamento globale di tutte le software house? Comunque, concedetemi una battuta, ehehe già rido, ma forse Bill Gates è a corto di soldi, perché tra le più potenti ed innovative case di sviluppo è andata a prendere la più economica!!!!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share