Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Che dire ...

Hai ragione.

Punto.

I colli di bottiglia, tuttavia, non sono da ricercarsi (solo) in Apple: io metterei alla gogna Ati, IBM e Motorola.

Ati per lo scarso rispetto dimostrato nei confronti del suo cliente Apple (nel ritardo della fornitura di Radeon che, nella versione Mac, è assi sottodimensionata rispetto a quella per PC e nella leggerezza dimostrata nell'aggiornamento dei drivers per la Pro e la 128...).

IBM e Motorola per la mancanza di lungimiranza: non è un po' tardi per accorgersi che le architetture G3 e G4 sono state spremute al massimo? E quanto tempo prezioso persero a litigare sulle forniture G3 alcuni mesi fa ...?

Bah ...

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Sul fallimento arhitettonico e logico dei G4 concordo e invito tutti a rileggersi l'articoletto che scrissi per Macity il 20 Marzo scorso

http://www.macity.it/cgi-bin/viewart.pl?id=864

Se era attuale allora figuriamoci oggi!

P.S.: coi g4 Jobs l'ha fatta davvero *moolto* grossa. Rischio estinzione qui. Niente scherzi. Maledetta sua passione per l'hardware.

P.P.S.: urge che il coniglio esca dal cappello. Il pubblico freme. La valletta si pente d'aver seguito il mago (e ripensa all'idraulico). Il mago suda. L'impresario liscia la corda. Gli altri maghi danno di gomito. Che sembianze avra' il nuovo bel coniglio di Stefano Lavori? Io dico un G5 prima della sua invenzione. Multiprocessore supportato (teoricamente), produttore IBM. Scommettiamo $$?

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi, cerchiamo di non fare inutile allarmismo..., stiamo parlando di previsioni di vendita non cosi' buone come pianificato, stiamo parlando della nona societa' della Silicon Valley che chiudera' il trimestre non in passivo, non in pareggio, non appena in attivo, ma molto in attivo e con alti dividendi. Non dimentichiamo che i 30 cents per azione di dividendo sono tantissimi e che fino a poco fa era insperabile ottenere risultati del genere. Quell'uomo che secondo voi sta allinenando errori su errori e' lo stesso che ha preso una societa' con il record di passivita' nella storia informatica e l'ha portata a guadagnare molti, moltissimi soldini. L'orribile Cube, che dalle cassandre della situazione era stato definito un nuovo xx anniversary che non vendera' affatto, vende meno delle previsioni, e' vero, ma vende comunque tantissimo, se prevedo di venderne un milione e ne vendo 900.000 non significa che e' stato un fallimento, ma solo che ne ho venduti meno del previsto, ma comunque ne ho venduti tantissimi....

detto cio, poi possiamo parlare di tutto....

ciao

Link to comment
Share on other sites

Forse io vivo nel mondo dei sogni...

Ieri sono stato a trovare degli amici rivenditori... non si sono mai venduti Mac come adesso.

Non riescono a farne arrivare abbastanza.

Gli iBook Firewire sono ultra richiesti e appena arrivano spariscono dal negozio...

Dov'e' la distorsione?

Diamo retta ad una notizia negativa su 100 positive per ritirare fuori la solita solfa?

Non pensate che il problema di Apple sia semplicemente il dover smaltire le vecchie serie ad un prezzo scontato a meno guadagno?

I cubi, come gli iBook, come i mouse nuovi si vendono e si venderanno tantissimo checchè ne pensino o dicano tanti...

Diego, tieniti il tuo bel G4 che tra 6 mesi lo aggiorni con un multiprocessore G4 di Xlr8.

Agli amici con iMac (spero che tu non li abbia consigliati dicendogli che la scheda video era aggiornabile) digli che se non gli basta piu' possono rivenderlo, ci prenderanno piu' soldi che con pentiumone usato, e che si prendano un iMac nuovo piu' potente o un G4 tra qualche tempo.

La volpe e l'uva?

Io lascio le volpi chiaccherare e intanto mi mangio l'uva.

Che non e' il processore da 700 Mhz ma una macchina affidabile che mi permette di fare tutto quello che voglio in tempi umani e prima degli altri.

Io con il Mac ci lavoro, e non mi sento indietro rispetto ai miei vicini, uso un PB G3 266 comprato a fine serie e ne sono soddisfattissimo.

E forse questo é proprio il problema di Apple... le macchine vecchie, di fine serie vanno troppo bene e gli utenti non hanno tutta questa "fregola" dei Mhz che colpisce gli utenti dell'altra sponda.

Quindi si comprano l'iMac DV in offerta al mercatone.

E le macchine nuove aspettano in fila per essere vendute... ma arriverà anche il loro turno...

Link to comment
Share on other sites

Vero, Attilio, la gestione Jobs è fuori discussione. Chissà quante aziende della Silicon Valley vorrebbero avere un CEO di tal lungimiranza e leadership. E quante aziende in posizione "chiave" nell'industria del personal computing avrebbero urgente bisogno di un po' di sana "vocazione"! Apple ha la vocazione ed un capo dotato di leadership ... non c'è ragione di vedere nero nel futuro.

Solo, dispiace assistere a questo grave (e grave è grave, su questo non possono esserci dubbi ...) ritardo tecnologico di un'azienda del calibro di Apple nei confronti della piattaforma WinTel ... (o meglio WinTel_AMD ...).

Dispiace, ad esempio, non vedere chipset video adeguati PROPRIO quando Apple ha allestito strombazzanti strategie di penetrazione del mercato consumer.

Andate da MediaWorld, al CSS Superstore o da Vobis a vedere un colloquio-tipo tra un teenager ed un commesso che mostra un Mac - spento - sottolinenado il design e l'adeguatezza della macchina come "PC" per navigare internet ma immediatamente ne devia l'attenzione verso i "più potenti" Packard-Bell da "1.990.000 tutto compreso" o verso qualche squallido clone di iMac (brutti, ma dotati di slot AGP e PCI)...

Il cuore della comunità degli utenti Mac è costituito dai creativi digitali e dalle università, no? Per quanto tempo queste categorie di utenti rimarranno indifferenti verso il canto soave delle sirene-WinTel?

Per quanto tempo dovremmo raccontarci nei forum che delle GeForce2 da 64 Mb di VRAM, dei BUS di sistema clockati a 133 MHz, dei chipset audio 3D e dei Pentium da un giga e mezzo non ne ha bisogno nessuno dalle nostre parti? io conosco un sacco di professionisti che di queste prestazioni e di queste opportunità ha davvero bisogno ed un sacco di ragazzini che sbavano per averle per le mani ... (come dargli torto dopo aver visto il framerate di Deus Ex ed il filmato di HALO realizzato su P600+GeForce 2 256)

E che non acquistano Mac benché privi di alcun pregiudizio sulla nostra piattaforma?

Io non ho mai creduto ad un "diritto" della nostra piattaforma alla riconquista della maggioranza del mercato. Mi piace il mac al 5-6% di penetrazione ... Basta che Apple sia sana e forte.

Però i partner la stanno cacciando in un vicolo cieco, le stamnno tarpando le ali proprio quando la voglia di prendere il volo è più forte che mai ...

Scusate la prolissità del mio intervento.

Ah, mi firmo Graziana, che è mia moglie, ma il mio nome è Pietro Cristofoli.

Ho perso i dati del vecchio account e così ...

Link to comment
Share on other sites

Parlare "male" di Stefano Lavori non e' reato di lesa maesta'.

Poi le nostre critiche sono critche di utenti affezionati (appunto come dice Settimio io sono uno di quelli che si e' preso l'iMac al mercatone ed e' anche contento perche' crede di avere risparmiato e di poterlo rivendere tra un anno all'80% o piu' di quanto l'ho pagato).

Se date un'occhiata in borsa (ma non fatelo se avete il cuore debole) vedrete chi e' che oggi e' davvero incavolato!

Apple e' a 28 dollari contro il 60 e rotti di 3 giorni fa!!!!!

In un certo senso si e' rotto un incantesimo, che aveva fatto credere la Nostra esente dal rischio di obsolescenza tecnologica.

Invece il rischio c'e' eccome, e non capisco come non si possa ritenerne responsabile il management.

Poi se a me dite che la colpa e' sempre di Microsoft, che ha impedito il porting di MacOsX verso Intel/Amd io vi abbraccio e vi dico che anche voi avete raggiunto la luce. E non credo di dare sempre la colpa a Trotzky.

Ma fino ad allora le responsabilita' se la prende Stefano Lavori.

Ad ogni modo questa fuga da AAPL e' del tutto irrazionale, anche se temo che la crisi di vendita non sia solo dovuta al magazzino pieno ma anche al minor appeal dei nuovi prodotti.

Almeno agli occhi del consumatore medio, evidentemente.

Link to comment
Share on other sites

L'ho già detto nell'articolo di questa mattina e qui lo ripeto più chiaramente: il Cubo è un ottimo prodotto, i nuovi iMac anche, l'iBook FireWire pure e anche i PowerMac non sono disprezzabili. Il design è grande e perfino l'innovazione tecnologica messa nei monitor, nei mouse e nella gestione dell'audio è applausi.

Chi è da fischiare, anzi da prendere a pomodori in faccia e a pedate nelle chiappe è Motorola.

Riassumo in termini più discorsivi e quindi forse più chiario quello che secondo me è accaduto e che altrove, per ovvi motivi, ho detto più forbitamente e forse anche più oscuramente

Motorola produce un processore ottimo e innovativo, che consuma poco e scalda ancora meno, con istruzioni AltiVec. Raggiunge i 500 MHz ma promette di arrivare a 700 entro sei/otto mesi. Lo presenta a Jobs dicendogli che potrebbe essere pronto a metà settembre. Al CEO piace così tanto che decide di forzare la mano per battere sul tempo il mondo Wintel e lo annuncia a fine agosto. Motorola mugugna ma accetta, poi inorridisce quando si accorge, al momento di produrlo in volumi, che a 500 MHz è difettoso. L'orrore si trasforma in panico quando i suoi ingegneri rivelano al management che non solo la "riparazione" del bug sarà più complessa e lunga del previsto ma che ben difficilmente quel chip potrà mai superare, se prodotto sempre in volumi, i 600 MHz. I signori di Motorola si presentano a Jobs con il cappello in mano pietendo comprensione. Il CEO dopo una sfuriata colossale comincia a tremare anche'egli. La situazione è infatti molto preoccupante: i PowerMac non potranno essere aggiornati che alla fine del 2001, ma non solo gli iMac, che usano un chip di IBM (che da questa storia deve, secondo me, essere lasciata da parte) non possono essere aggiornati perché arriverebbero sul mercato macchine di fascia consumer che costano la metà e hanno la stessa velocità (nella maggior parte degli usi) di quelli di fascia Pro. Ricordo che lo scorso febbraio/marzo i produttori di schede di upgrading producevano schede G3 da 500 MHz... Così Jobs, capita la situazione, in fretta e furia cancella la presentazione dei nuovi iMac da 500 MHz prevista per Internet World di Los Angeles (dove doveva tenere il keynote) e mette al lavoro i suoi ingegneri sul piano B: produrre una macchina con un case innovativo per catalizzare una fascia di mercato non ancora conquistata, rinnovare il case degli iMac e produrre un biprocessore da 500 MHz. Il piano è a metà strada e forse Apple spera ancora di mettere una pezza alla situazione quando a maggio decide di presentare in segreto (ma non troppo) un prototipo di biprocessore alla WWDC. A luglio il piano viene messo in pratica: annuncio del Cubo, biprocessori 500+500 spacciati come 1 GHz, e iMac da 500 MHz in ritardo di tre mesi. Risultato: da qualche mese gli iMac "vecchi" sono fermi nei canali perché gli utenti o non li comprano più ("troppo obsoleti") o aspettano quelli nuovi ("meglio allo stesso prezzo"), i G4 vendono come prima ma il loro costo di produzione più alto erode i margini, il Cubo vende ma non come previsto. Eccoci al giorno d'oggi.

Lo scenario alternativo sarebbe invece stato: G4 da 600 MHz a febbraio, G4 da 700 a luglio, iMac da 500 a febbraio, nuovi iMac (forse) con case e hardware rinnovato a fine novembre. Cubo a luglio con processori G4 da 450 e 500. Risultato: niente iMac da 400 e 450 nei canali da vendere a prezzo scontato (e tre mesi in più di vita per le versioni da 500 MHz), reale differenziazione della gamma, macchine veloci e appetibili per il mercato pro.

Ma così non è stato. quale dunque lo scenario futuro?

Io non sono nè catastrofico nè ottimista. La situazione, a mio giudizio, è seria ma rimediabile. Se è vero che per almeno altri tre o cinque mesi non vedremo nuove macchine (e questo è l'aspetto più tragico della faccenda) è vero che sta per arrivare il periodo più favorevole per Apple, quello di Natale. Cupertino potrà lenirsi le ferite e accelerare la produzione di nuove macchine con nuovi chip

I PPC 750CXe per gli iMac e i PowerBook e i G4+ per i PowerMac. Immagino poi che arrivi anche un chipset Nvidia per portatili e iMac e che le Radeon finiscano su tutta la gamma. Saremo a febbraio o forse marzo e da allora credo torneremo a divertirici, anche se la persistenza di Motorola tra i fornitori di Apple continuerà a preoccuparmi ancora per un bel po'.

Link to comment
Share on other sites

Diego> Ok mi hai convinto, Apple mi vende macchine con hardware datatissimo a prezzi esorbitanti. Allora che faccio io? Butto a mare MacOS e mi lancio su un bel PC con tanto di win 98 o 2000. Vediamo un po' on-line che mi propongono, Dell e' l'azienda che on-line vende di piu' quindi avra' anche buone offerte, vai, www.dell.com e da li' al sito italiano:

cerchiamo una macchina consumer di livello bassissimo, diciamo paragonabile ad un iMac 350/400, ecco che mi propone Dell:

DIMENSION L566c

Caratteristiche Standard Desktop

Processore Intel Celeron 566 MHz

cache 128Kb di secondo livello "full speed"

Intel 810e chipset

Mémoria video 4MB dinamica integr. AGP

MicroTower : 1x5.25" est. e 2x3.5"

Mouse Logitech 2 tasti + WHEEL

Floppy Disk 3.5" 1.44Mb

modem 56k

scheda audio + casse

bus di sistema a 66 Mhz

4 Mb di VRam

Lit 2'218'800 iva inclusa (1.849.000 piu’ iva)

mhmmm, non mi pare questo granche', il bus e' a 66 Mhz ed il processore un bel Celeron 566, che certo non fa faville in quanto a velocita'. La scheda video ha ben 4Mb di VRam e la cache di secondo livello e' a 128Kb, l'hd e' di ben 7,5 Gb, menomale che volevo dell'hardware piu' nuovo. E me lo vendono a 119.000 lire in piu' rispetto ad un iMac base, mi sa che Dell non e' cosi' buono come dicono, vediamo altro, un bel Compaq, anche loro vendono tantissimo, avranno offerte strepitose ed hardware migliore:

Deskpro EP di Compaq

• Processore Intel®Celeron 466 MHz

• 64 MB SDRAM

• 6,4 GB HDD

• Grafica integrata Intel 3D -

• 4MB Video Ram

• Chipset i810e

• CD ROM Opzionale

• Interfacce: 2 seriali, 1 parallela, 2 USB, 1 tastiera, 1 mouse, 1 porta VGA

• Windows 95/98

• Windows 2000 ready

• Monitor escluso

• Garanzia 3 anni (1 anno presso la sede del cliente)

Anche qui il bus dati e' a 66 Mhz, ma il processore e' un celeron 466 Mhz, in compenso manca il CD, la scheda audio e le casse, la scheda video ha sempre 4 Mb di VRam, manca anche il modem e la ethernet, il prezzo pero' e' di ben 2.001.000 piu' iva (2.400.000 iva compresa) completo di monitor 15 pollici. Per carita', capisco perche' Dell ha prezzi buoni, questi ti danno ancora meno di Dell a piu' soldi...

Forse non ci siamo, meglio prendere una macchina di fascia semi-professionale, magari trovo davvero l'hardware aggiornato, torniamo da Dell che hanno buoni prezzi...

Dell Precision Workstation 220 

Caratteristiche Standard Workstation

Chipset Intel 820 nuova scheda madre 133Mhz FSB

Supporto Doppio Processore Pentium III 256KB cache

Supporto Controller Video AGP 4x

Espandibile fino a 512MB RDRAM non-ECC

Chassis Desktop Mid-Size o Mini Tower

Doppio Controller EIDE ATA 66 integrato

Scheda di rete int. 3Com 3C905B inserita nella scheda madre

disco 20 Gb

DVD

Matrox G400 16 Mb

casse e scheda audio

Pentium III 667 con 256Kb di cache

Finalmente una macchina con una scheda video da 16 Mb di Vram e bus dati a 133 Mhz. Il Pentium III 667 non sara' l'ultimo ritrovato, ma almeno costa poco, si 3.601.000 lire piu' iva, 4,3 milioni iva compresa...., 100.000 lire in piu' di un G4 400 minitower che se non altro ha la ethernet da 1 Gbit e MacOS...

Niente da fare, non mi hanno convinto, il PIII 667 e' in giro almeno da quanto e' in giro il G4 400..., vediamo un po' Compaq che mi propone...:

• Processore Intel®PIII650 MHz

• Chipset 440BX

• 128 MB SDRAM

• 10 GB HDD

• Grafica Millenium G400/SD 16MB

• Interfacce: 2 seriali, 1 parallela, 2 USB, 1 tastiera, 1 mouse, 1 porta VGA

• CD-ROM 40X

• Windows 95/98

• Windows 2000 ready

• Monitor escluso

• Garanzia 3 anni (un anno presso la sede del cliente)

Il bus e' a 100 Mhz, manca modem ed ethernet, e' da sostituire il lettore CD con quello DVD, manca scheda audio con casse, ad occhio saranno altre 300.000/350.000 lire se non piu', che ci riportano ai 3.500.000 del G4 ma in questo caso abbiamo una macchina con pentium 650, bus 100 Mhz, hd da 10 Gb, anche se con 64 Mb di ram in piu'....

Diego, io tutta questa enorme tecnologia in piu' non la vedo, queste macchine aggiornatissime a due lire non le trovo, non sono andato oltre ma se ti metti a configurare una workstation con biprocessore ed amenita' varie ti ritrovi con macchine dai prezzi terrificanti, mi sa che io continuo a farmi fregare da Apple piuttosto che da altri...

ciao

Lit 3.199.000 iva esclusa.

Link to comment
Share on other sites

Premesso che parlar male di Jobs non e' un reato che si rilegga il mio post!

Non ho neanche nominato Jobs.

Questo perche' non so fino a che punto esso intervenga nelle decisioni tecniche.

Siccome egli passa il tempo a telefonare di persona a tutti quelli che hanno un problema con il loro Mac dubito che riesca a trovare il tempo per progettare i Mac di persona... ;)

Io ho parlato di Apple.

Che poi dietro Apple ci sia Jobs, gli azionisti, Bill, il caos questo poco importa.

Attilio>

Al solito dipingi la situazione tutta rosa confetto con putti riccioluti e paciocconi...

beato te...

Non siamo al disastro, beninteso, e se avessi soldi da spendere andrei subito a comprare azioni Apple perche' tra 6 mesi varranno 3 volte tanto.

IL fatto e' che a me del titolo AAPL me ne puo' importare di meno.

A me interessa che quando vado a comprare un Mac con i soldini ancora sporchi di sudore e sangue ottenga in cambio un computer che sia il massimo, come era il massimo qualche anno fa.

Se parli della lungimiranza di Jobs vallo a spiegare a quelli che hanno comprato il Cinema Display...

Chest>

Quello che nel tuo articolo non dici (forse mi e' sfuggito) che AltiVec non funziona con i numeri i virgola mobile a precisione doppia.

Questo preclude il loro utilizzo in applicazioni di rendering 3D (anche se Strata dice di aver ottimizzato AltiVec il loro ultimo Strata 3D Pro)

ma bisogna vedere *cosa* hanno ottimizzato.

Non credo che i giochi non si possano ottimizzare.

Chi (come me) ha provato il G4 Timedemo, una demo sperimentale per dimostrare la potenza di AltiVec, ha potuto constatare come si possano ottenere preziosi FPS con algoritmi ottimizzati.

Per i curiosi: http://www.altorsys.com

Un altra cosa che si puo' notare dal mio primo post e' che non ho focalizzato la mia attenzione sui processori e basta.

Certo meno della meta' dei Mhz e' un handycap notevole ma in effetti ci si e' messa di mezzo anche un bel po' di sfiga.

Se i G4 avessero avuto fin da ottobre:

bus a 133

RAM A 133

AGP 4x

tastiera estesa

scheda sonora moderna

tutte cose che erano disponibili al tempo, allora un processore "lento" per cause di forza maggiore sarebbe stato un problema cui sarebbe stato psicologicamente piu' facile fare i conti.

Invece ci si trova a comparare il G4 top della gamma con un PC economico (2 milioni ivati) e si scopre che le tecnologie del G4 sono tutte "penultime novita'" con l'eccezione della gigabit ethernet.

Del resto e' da un sacco che fanno cosi'

I Mac uscivano con schede ATI (maledetto patto di ferro, quanto ci abbiamo rimesso...) che erano sempre un gradino piu' lente dell'ultimo modello ATI cosi' se uno voleva il massimo doveva comprarsela a parte...

Apple si deve rendere conto che ogni qualvolta si allea con qualcuno le conseguenze si pagheranno per moltissimo tempo dopo un eventuale ripensamento.

Tipo dotare i G4 di slot AGP (era ora!) e dopo un anno non avere niente da metterci dentro

(non tiratemi fuori l'eccezione delle Voodoo3, chi rinuncerebbe a DVD e QuickTime? "Sembra" che facendo un collage tra i driver V3 beta e V5 funzioni, in qualche modo, QT ma e' gia' complicato flashare le eprom per le PCI figuriamoci con l'AGP...)

La Radeon Mac retail, con gioia mia che volevo comprarla, e' stata rinviata a ottobre, in ottobre "dovrebbero" uscire le Voodoo5 AGP per Mac (ma il condizionale e' quanto mai doveroso) e di NVidia non si parla ufficialmente anche se c'e' qualcuno che fornisce speranze nei newsgroup...

Insomma non era Steve Jobs che aveva "assoldato" Carmack per "rendere il Mac la piattaforma ideale per i videogiochi"???

Bene, con la sola eccezione dell'adozione OpenGL (ma quanto ha sudato Carmack per averla vinta!) che sono un indiscutibile vantaggio (anche se sembra si basino ancora su un substrato RAVE che ne limita le prestazioni...)

Sembra infine che Intel, che ha sudato diciassette camicie a causa del caldo intenso prodotto dai prototipoi di Willamette, sia riuscita nel suo intento di aver prodotto un processore funzionante e chissa' che fine ha fatto Merced (il loro "Copland"!).

I problemi a lavorare a quelle frequenze ci sono per tutti solo che Intel riesce a pompare una tal quantita' di dollari ai suoi laboratori che alla fine qualcosa salta fuori...

Motorola i soldi li tira fuori solo per i telefonini... :(

Concludo dicendo che MacOS X multipiattaforma non mi sembra un'idea attuabile.

Sono passati cinque anni dal cambio di architettura 68K -> PPC e scommetto che se andiamo a guardare dentro MacOS 9.0.4 qualcosa di 68K c'e' ancora...

Sarebbe una situazione ingestibile.

Si potrebbe scegliere *una* piattaforma e supportare solo quella.

Ma sarebbe un salto nel vuoto che non so se Apple allo stato attuale possa e voglia compiere

(nel 95, ci ha salvato dall'estinzione, ma oggi non siamo ancora cosi' in crisi da giustificare un gesto tanto radicale...)

Pietro>

PS stavo per scrivere "finalmente una donna tra noi"... che delusione... :)

Hai scritto cose di grande obiettivita' hai tutto il mio appoggio.

(con la sola eccezione dell'accontentarsi del 5%, perche?)

Link to comment
Share on other sites

Da molte parti, in queste ore di travaglio, si va ripetendo che la freddezza con cui é stata accolta la nuova linea di iMac ed il Cube é stata ingiustificata e che - in fondo - queste macchine non sono dedicate a compiti gravosi per cui la componente audio e video viene ritenuta correttamente dimensionata.

Non ci siamo. Non é questa l'ottica in cui va proposta una macchina consumer!

I PC all-in-one a basso costo sono ugualmente poco espandibili - e spesso assemblati con componenti di qualità discutibile - ma consentono di giocare tutti i titoli videoludici attualmente in produzione senza esitazione alcuna.

Le sezioni audio e video sono sottodimensionate solo nei PC destinati alle postazioni da ufficio (tipicamente in LAN, tipicamente dotate di Word, Excel, Explorer e qualche viewer, tipicamente attrezzate di orribili motherboard taiwanesi con audio/video/ethernet/porte integrate...).

Bisogna decidersi: o iMac viene proposto per la famiglia o viene proposto per l'ufficio. Queste due tipologie di utenza hanno esigenze assolutamente differenti.

E poi ...mettiamola giù banale-banale: l'utente consumer che acquista iMac ha il SACROSANTO DIRITTO di dirigersi verso il reparto Giochi&Titoli Multimediali, affondare le mani sudaticcie su una qualunque scatola colorata che attragga la sua attenzione ed andare diritto alla cassa, fiducioso che quel software girerà benone e senza affanni sul suo nuovo computer ...

Di lì ad un anno, magari, potrà cominciare a prestare attenzione alla dicitura "Requisiti Consigliati" stampigliata nel fondo del box ...

Ragazzi, stiamo parlando di videogiochi e enciclopedie, mica di Maya o Lightwave!

Ah ... é vero sono un maschietto! Mia moglie é molto divertita dalla cosa ...

Mi spiace Diego, sono sovrappeso ed ho pure il pizzetto ;-)

Ed ho trovato l'account.

Link to comment
Share on other sites

abbiamo scritto il post insieme.

Il mio posto precedente l'ho scritto senza aver letto il tuo.

Trovi PC configurati in tutte le maniere e a tutti i prezzi.

La tua scelta Dell e' discutibile.

Ho 250 colleghi e non ne ho trovato uno che si sia comprato un PC di marca.

Che i cloni non diano le stesse garanzie di assistenza lo sappiamo io e te ma alla gente importa poco.

Poi tu mi paragoni un PIII650 (fascia medio bassa PC) con G4 fascia alta Apple...

Non amo fare confronti diretti Mac PC che lasciano il tempo che trovano ma se ci tieni...

essedi shop:

PC Selecta Aluminium.

case:

G4>bellissimo.

PC>non paragonabile al G4 anche se migliore dei soliti beige box. E' un parallelepipedo tutto d'alluminio...

Se non altro ha un sacco di spazio interno.

Processore:

G4>Doppio G4 500 (ma nel 95 per cento programmi e' come averne uno per colpa dell'OS)

PC>AMD Athlon Thunderbird 1000 Mhz

(nota: esiste l'Athlon da 1100 Mhz)

Bus

G4>100 Mhz

PC>133 Mhz

RAM:

G4>128 Mb PC100

PC>128 Mb PC133

Scheda video:

G4> fino a dieci giorni fa ATI 128 pro senza uscita DVI per monitor LCD su slot AGP 2x

Oggi ATI Radeon 32 DDR su slot AGP 2x

PC> ATI Radeon 64 DDR su AGP 4x

HD:

G4>30 Gb UATA 66

PC>30 Gb UATA 100

(nota: gli iMac hanno controller UATA 33, mentre trovare un PC o anche un disco UATA 33 e' praticamente impossibile)

Floppy, seriali, parallela:

G4>No

PC>Si

(nota: non le considero mancanze, anche so sono state sorta di grattacapi e spese extra per molti)

USB:

G4>Si

PC>Si

Firewire:

G4>Si

PC>No

(nota: un tempo esclusivita' Apple, oggi una scheda PCI Firewire costa 90 dollari)

Mouse e tastiera

G4> tastiera estesa.

Mouse ottico un tasto.

PC> tastiera estesa cordless Logitech

Mouse cordless con scroller Logitech

(nota: non amo i mouse ottici per la lentezza della risposta, ne i cordless per i 40 hz di refresh)

DVD:

G4>Si (prestazioni?)

PC>Si 16X 40X

Scheda Audio:

G4>stereo 16 bit con I/O

PC>Sound Blaster Live! Platinum 1024

Casse:

G4>altoparlante mono incoroporato

PC>Scirocco Sprint satelliti con subwoofer

(nota: anche il mio ZX Spectrum aveva l'altoparlante mono incorporato! :)

Modem:

G4>interno V90

PC>interno V90

(nota: entrambi i concorrenti sono indietro. Esiste il V92)

OS incluso e software "ufficio"

G4>MacOS 9.0.4, Appleworks

PC>Windows ME, Lotus SmartSuite

Masterizzatore CD:

G4>no, e cmq non interno.

PC>Plextor 12x 10x 32x con "Burn Proof"

Prezzo:

G4>7.499.880 ivato

PC>6.638.400 ivato (aggiungere 35.000 di trasporto)

Non sono i 3 milioni del mio post precedente, ma su macchine di quel targhet troviamo sempre schede video migliori della 128 e controller UATA66.

Si potrebbero fare altri 2000 preventivi mirati a dimostrare questo o quello.

Non ho cercato in tutta la rete un PC che facesse al caso mio, e' il secondo che ho trovato (il primo su CHL non aveva i dati tecnici riportati con sufficiente dettaglio, cosi' l'ho scartato.)

Nel confronto coi PC l'iMac ne esce piu' malconcio...

Cmq in nessuno dei miei post su Macity fourm ho mai esortato nessuno a prendersi un PC (a parte a Carlo Volpi e scherzosamente!).

Ho un Mac, ne ho avuti altri 4 prima e ne avro' alti in futuro.

Se mi regalassero uno dei due sceglierei il G4, ma andate a convincere un "indeciso" che il G4 e' "tecnicamente migliore".

Se un giorno dovessi per chissa' quali vicissitudini comprare HW PC sara' di certo per installare Linux...

Perche' Windows NON ESISTE!

E' frutto delle vostre menti bacate!

Link to comment
Share on other sites

<!-NOTE: Message edited by 'olaf'-!>Certo, la Apple è in una situazione non bella, però sa benissimo che i suoi utenti non passeranno (quasi) mai al PC quindi si affanna ma non troppo per porre rimedio al problema e (questo è il problema) tiene i prezzi alti. Tempo fa il maggior prezzo dei Mac si poteva spiegare dicendo: Firewire che su PC non c'è costa 1.000.000. Ora una scheda costa 250.000 (anche se non so se è a 400 Mb/s) non può più colmare il gap di prezzo..

Certo che se ci fossero processori a 700 MHz il problema sarebbe risolto.

Olaf

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share