Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Settimio>

Le cose sono due:

O frequenti i forum sotto gli effetti di chissa' quali sostanze. :)

O non leggi i miei post (allora che rispondi a fare).

O lo fai apposta per farmi alterare.

Continui imperterrito a dire che l'iMac con monitor da 17" INTEGRATO e' improponibile.

Ti ho gia' detto di SI!

E' VERO!

SONO D'ACCORDO!

Io sto parlando di un iMac *senza* monitor.

SENZA!

Tipo il Cubo pero' un iMac che costi due milioni.

Hai capito o no?

(oh, ragazzi ma e' dura! Sembra di conversare con dei totem di legno!)

E ancora non puoi proporre iMac + monitor esterno a uno che se lo vuole usare a casa.

Se tutti dicono in continuazione che 3Dfx e Nvidia non vendono schede AGP per Mac perche' chi vuoi che cambi la 128 con un'altra scheda, tu pretendi che uno che vuole un Mac economico e contemporaneamente avere un monitor da 17" debba comprarsi un iMac per poi non usare il monitor interno e prendersi a parte un altro monitor.

E' assurdo.

Link to comment
Share on other sites

Diego> il cliente da pc assemblato da 1,menopossibile milioni c'e' ed esistera' sempre. Apple non puo' aggredire quella fascia di utenti. Una casa automobilistica non puo' pensare di avere il 100% del mercato, o lavori su una tipologia medio-alta di clienti, oppure decidi per la madio-bassa. Il cliente skoda da utilitaria a 7,9 milioni non prendera' mai una mercedes, a meno che la mercedes non faccia una macchina da 7,9 milioni, ma a quel punto chi comprerebbe piu' le ammiraglie di mercedes? Fiat fa ottime macchine di fascia medio-bassa, ma sono pochissimi quelli che valutano un'ammiraglia Fiat, tantopiu' se una Marea costasse 80 milioni....

Viceversa, la fascia di consumatori che comprano Dell, Compaq, IBM ecc..., quelli si che sono interessanti, e sono milioni, queste sono tutte aziende che vendono come e quanto Apple, significherebbe moltiplicare per tre o per quattro la penetrazione di mercato, persone che apprezzano i vantaggi di una macchina di marca, che sanno che sono macchine che costano un po' di piu' e sono disposte a prenderle. E' questa la fascia di consumatori che interessa ad Apple, non altre, non possiamo pensare che Apple debba occupare tutto il mercato, sarebbe impossibile e su determinati tipi di cliente, comunque non farebbe presa.

Questo significa confrontare mac con PC di marca, non un confronto solo di prezzi/costi, ma omologazione della tipologia di cliente.

Quando Opel ha tirato fuori la Tigra, ha pensato a dei clienti, che non sono i clienti Ferrari e neppure i clienti Skoda, ne l'uno ne l'altro avrebbero mai comprato la Tigra, in nessun caso, ne a 1.000 lire ne a 1 miliardo. Viceversa ha puntato su una clientela vagante dalla Lancia Y (donne) alla Clio 16v, cercando di soddisfare i bisogni del pubblico maschile e femminile interessato alle berlinette compatte e sportive, non esasperate e con un occhio alla comodita'.

Conoscere i propri clienti ed i potenziali clienti, e' questo che bisogna avere in mente quando si pensa ad un nuovo prodotto: quali sono quelli interessanti per me? quali sono quelli che presumibilmente posso convincere a comprare le mie macchine? con quale sforzo? e con quali risultati? Tutti gli altri che richiedono sforzi improbabili o che non posso raggiungere o sui quali avrei comunque risultati deludenti non mi devono interessare, pena un flop di dimensioni clamorose (un esempio su tutti: i cloni. Chi volevano raggiungere? i clienti a basso profilo, con pochi soldi e voglia di personalizzare il proprio mac; chi hanno raggiunto? i clienti ad alto profilo, che hanno colto l'occasione per prendere a meno soldi macchine piu' potenti o meglio configurate. Risultato? Apple non ha guadagnato neppure una frazione minima di mercato consumer ed ha perso una fetta di mercato professionale dove guadagna di piu')

Un altro post lunghissimo...., me lo dicevano sempre a scuola che ero troppo prolisso :-)

ciao

Link to comment
Share on other sites

Diego non mi sono mai riferito a te.

La cosa del 17 non e' assurda... é reale.

L'ho vista fare in molti studi professionali e in case spaziose.

E' solo la dimostrazione che con un poco di iniziativa, le giuste informazioni si può trasformare una macchina "chiusa" in un qualcosa di multifunzionale.

In più ti chiedo quanta gente che non fa CAD o DTP prererisce una macchina compatta e comoda da trasportare ad un accrocchio di 2 apparecchi pesanti che devi spostare con un carrello.

L'iMac é un'idea, è un oggetto concluso in se'.

Un iMAc senza schermo é una scatola, un iPaq della compaq un qualsiasi scatolotto come saprebbero e sanno fare tanti.

Forse anche Apple...

Ma quello che descrivi é un G4 a poco prezzo.

Prenditi un bel G3 usato, anche colorato bianco e blu e l'hai ottenuto.

Lo trovi a 2.000.000 su molti mercatini Mac.

Ha firewire, disco aggiornabile, scheda video aggiornabile, ci colleghi un monitor LC, stessa potenza di alcuni iMac, usb e persino ADB.

Lo aggiorni quando vuoi, ci metti un biprocessore, un hard disk piu grande etc etc..

Link to comment
Share on other sites

Settimio> ... è vero. Gli iMac supportano solo il mirroring (il mio nemmeno quello, purtroppo).

In effetti il G3 sta diventando il miglior acquisto usato possibile, ora che, senza monitor, lo si trova ben sotto i due milioni.

Credo che per un utente iMac insoddisfatto della carenza di prestazioni video, un bel G3 usato sia la migliore delle alternative. certo, addio ingombri ridotti e mogli tolleranti ...

Comunque, un iMac DV+ con Rage 128 Pro/16 o 32 Mb VRAM e DRIVERS BEN SVILUPPATI(Ati non ci rispetta come dovrebbe e Apple sottovaluta la questione ...) a centomila lire in più avrebbe venduto a cariolate.

Vi segnalo questo efficace intervento di Brice Unland su MacGameNews:

http://www.macgamenews.com/news/00/09/15/atitribute/index.html

Link to comment
Share on other sites

... e prendere un PMac.

Diego>Le schede di rete da 30.000 (io ne ho trovate da 20.000 ed un mio amico che le ha provate dice che vanno) hanno anche RJ-45 e vanno a 100 Mbps

Attilio> concordo con te.

Riguardo gli studi che usano iMac con secondo monitor per CAD sono quegli studi che, tanto per dire, non sanno neanche che con Mela-Shift-3 si prendelo screenshot dello schermo (mi riferisco ad uno studio di grafica reale, ma avete capito cosa intendo dire).

Spendere 3.000.000 per avere una macchina tipo iMac e due monitor di cui uno inutile (mirroring) è una sciocchezza, tenendo conto anche del fatto che hai un ingombro inutile.

Certo che un cubo G3 lo prenderei subito, con Radeon dentro.

Link to comment
Share on other sites

Io non invento nulla, né ipotizzo.

Riporto solo dei fatti.

Ci sono degli studi di architettura che hanno pochi soldi e cominciano comprandosi un iMac e poi lo usano con un monitor più grande.

Ci sono studenti che fanno la stessa cosa.

Ci sono degli studi di architettura che ancora ragionano con i clienti, concordano con loro le modifiche ai progetti o agli arredi.

Ci sono studi di architettura in cui c'e' qualcuno che disegna e al cui fianco si siede l'architetto "capo" dello studio" che non ha mai toccato un mouse e ti spiega le modifiche da fare.

Ci sono studi di architettura che non vogliono comprarsi un portatile ma si possono portare dietro un iMac presso il cliente e collegarlo al suo monitor o ad un proiettore per le demo.

Se questo c'e' bene, altrimenti sono indipendenti.

Ci sono studi di architettura che usano gli iMac per presentare i loro progetti alle commissioni edilizie.

L'iMac é un computer "portabile" e veramente multifunzionale. E' questo il suo bello...

Devo continuare? :-)

Link to comment
Share on other sites

Salve a tutti.

Ho letto tutti i vostri post.

Proprio oggi punto informatico ha pubblicato un articolo sul crollo delle azioni apple. Un lettore ha postato un suo commento affermando che ciò che è successo potrebbe essere una manovra finanziaria per potersi accaparrare un gran numero di azioni apple a bassissimo costo.

Sicuramente il problema più grosso in questo momento di Apple è di essere colpita dagli interessi degli investitori in quanto non è una ditta in perdita, ma una società che nel quarto fiscale in arrivo avrà guadagni minori di quelli sperati, 30/33 cents per azione sono comunque un ottimo risultato.

Il futuro? Quali saranno le previsioni se già adesso i nuovi prodotti non vendono.

C'è poco da dire: le macchine apple per il momento non hanno caratteristiche in grado di attirare acquirenti; anche noi evangelisti soffriamo un po' a vedere l'altra parte del mondo che sfreccia con i propri gigahertz pur sapendo che non sono garanzia di prestazioni superiori. Siamo curiosi di sapere cosa potrebbe fare un fantomatico G4 da 1,x Ghz.

Abbiamo un ritardo di immagine/tecnologio che deve essere colmato e mi chiedo quali siano le previsioni di Motorola per lo sviluppo del G4+ (a quanto riusciranno a farlo andare con gli sviluppi futuri?) e per il G5. E IBM intato cosa fa? Produrrà anche lei un processore a 64bit o lascia che sia Motorola a dettare legge.

Ci sono troppi forse in tutto il futuro Apple da qui alla sola fine dell'anno. Stefano Lavori non può stare con le mani in mano fino a dicembre deve dare uno scossone al mercato hail carisma per farlo, ma non sappiamo se ne avrà la possibilità o se dovrà aspettare il nuovo anno per gridare alla riscossa, un crollo di 3/4 mesi renderebbe ancora più epico il tutto.

Link to comment
Share on other sites

A proposito di quanto dice Filippo, mi viene in mente che molti guai negli ultimi 12 mesi sono venuti da Motorola.

Ma vorrei chiedere ai + esperti:

quanto ci vorrebbe a trasportare OS X su piattaforma INTEL ?...con un'altra interfaccia grafica, of course :-)

se si fa con RedHat, SuSE ecc... sarebbe troppo difficile? svantaggioso?

Boh !

Link to comment
Share on other sites

Filippo>

D'accordo su tutta la parte finale, ma che il crollo possa essere esito di una "manovra" di qualche investitore mi sembra fantascienza. Centrotrentacinque milioni di pezzi (sesto titolo più scambiato di tutti i tempo) nemmeno con l'aiuto di Soros in persona, lo speculatore che provocò anni fa il crollo della lira, sarebbero passati di mano. Più semplicemente si tratta dell'esito di un sentiment negativo diffuso nel tecnologico che cerca titoli da scaricare. Se questi titoli sono relativamente piccoli e protagonisti di un apprezzamento recente, l'aggressione é anche più virulenta. Se poi, come nel caso di Apple, lo stock in questione solo pochi anni fa era tra quelli gestiti in maniera più scellerata e non conta su un numero di azioni pari a quelli di altri protagonisti del mondo PC, ecco che scaturisce il -52%

Link to comment
Share on other sites

riporto da precedente messaggio

"C'è poco da dire: le macchine apple per il momento non hanno caratteristiche in grado di attirare acquirenti."

Bene... passeremo la notizia agli amici rivenditori... se ne possono andare in ferie per 4 mesi!

Con i Mac si lavora. Con l'invidia del pen...tium da 1500 mhz ci si balocca...

Che si viva in una fase intermedia tra il vecchio (MacOS 9) e il nuovo (MacOS X piu' multiprocessore a qualunque mhz) sono d'ccordo

Che il ritardo di motorola sia innegabile sono d'accordo... ma tutta sta fame di Mhz mi sembra fuorviante...

Un esempio....

Pensi che il calo di Apple nel mercato education americano sia dovuto alla scarsità di Mhz delle sue macchine?

No, il fatto é che molte società hanno regalato alle scuole dei vecchi pentium 200 (o inferiori) a fine leasing con le agevolazioni del governo USA.

Con il cavolo (mi si perdoni l'espressione idiomatica) che le società regalano dei Mac vecchi di 3 anni alle scuole.

E sempre con il cavolo che le scuole americane avranno macchine da piu' di 300 Mhz: si godranno i loro bei pentiumini senza comprarsi gli iMac...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share