Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Piccola nota sull'ADC: ritengo che anche questa sia un'innovazione (un solo cavo per tre segnali…uhm, non male dopotutto), ma forse Apple doveva proporlo come standard, o doveva fornire adattatori come dice Settimio.

Bye

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Settimio>

Allora per non saper fare 2 + 2 io al posto di Apple avrei messo in cubi e G4 VGA e DVI.

DVI anche nello Studio Display.

Infatti sulle schede Village Tronic MPXXX c'e' la DVI, sulle Voodoo 5 c'e' la DVI sulle Radeon retail c'e' la DVI e sui G4 vecchi (a parte il mio che ha solo VGA) c'e', guardate un po', la DVI.

Per non saper fare 2 + 2 io avrei messo la DVI anche su Radeon e Rage 128 Pro dei Gigabit G4.

Scelta cosi' logica e sensata che non riesco ancora a credere con che masochismo abbiano scelto ADC!

Forse perche' in Apple vale questa equazione:

2 + 2 = 3

Link to comment
Share on other sites

Volevo puntualizzare due cose. La prima è che Diego è un mito. Punto.

Poi: Mac OS X per Intel difficile da produrre? Ancora una volta dimentichiamo la storia perché vogliamo vedere solo quello che vogliamo. OS X (ovvero l'OS Next) è sempre stato su Intel. E' stato PORTATO su PPC.

Lo sviluppo per Intel, lo ha ammesso Jobs in persona diverse volte, è sempre andato n parallelo ed è sempre stato pochi mesi dietro a quello per PPC. Chiaro che mai e poi mai e poi mai Apple ammetterà che quella è un'alternativa possibile. Come d'altra parte non è.

Molti amici mi chiedono perché Apple non punti su Linux. Ma come perché? Perché Linux NON è un sistema operativo utilizzabile nel mercato delle aplicazioni commerciali.

Come Amiga prima di lui, Linux è un ottimo SO dal punto di vista tecnico ma una vera palude di sabbie mobili per chi scrive applicazioni. Ogni volta che cambia qualcosa di minimamente significativo, magari anche la configurazione hardware della macchina che lo ospita, va addirittura RICOMPILATO!

Ma vi rendete conto? Apple sta facendo una fatica boia a convincere gli sviluppatori a carbonizzare le proprie applicazioni una volta per tutte, che è una cosa veramente semplice. Figuriamoci riscriverle ad ogni major release del sitema operativo. Scrivere software vero (non i server Web) COSTA e costa PARECCHIO.

Per Linux non ci sono applicazioni, dico io. Ma ce ne sono una miriade, mi rispondono i linuxisti. Siii, certo. Word, Photoshop, Freehand, per fare tre esempi. Ci sono? Dove? Questo è il mercato che ci piaccia o no. E questi tre produttori hanno sicuramente valutato la possibilità di portare la applicazioni su Linux e si sono chiesti: "ma chi me la fa fare?". C'è Win che funziona relativamente bene e con le risorse della conversione e del mantenimento sulle sabbie mobili di Linux posso disegnare un altro prodotto di successo per il 95% del mercato.

Lo stesso accadrebbe per OS X per Intel: tutte applicazioni da riscrivere. Nessun produttore serio le riscriverebbe. Carbon va bene solamente perché richiede una limitatissima riscrittura del software già presente per Mac OS. Praticamente solo una ricompilazione. I produttori di software già non supportano Mac OS perché costa. Immaginiamoci dovendo partire daccapo o quasi con una nuova versione. Allora sì tanto varrebbe passare a Linux per chi produce software.

Una speranza sarebbe, una volta presente Mac OS X per PPC, una nuova emulazione per passare di architettura. Ma per farla digerire ai produttori di SW dovrebbe essere almeno due anni dopo la carbonizzazione, quindi fra più di tre anni. Non nell'immediato, che invece ci serve.

Q8]

Link to comment
Share on other sites

Carlo ha sicuramente ragione. Ma mi chiedo perché processori intel/amd!

Girano voci della possibile esistenza di X per alpha, ma vi fanno così schifo questi processori. Sono molto potenti ed ora come ora li produce Ibm, Hp che ne è la nuova proprietaria dopo Sen, le ha affidato lo sviluppo.

Decisamente io li preferirei agli scalda vivande di Intel!

Fil

Link to comment
Share on other sites

Non so cosa siano i casini segli utenti PC con la seriale/parallela, ma sicuramente sono avantaggiati dal poter usare ancora le periferiche seriali, il cui campo non si restringe a due Epson come dici tu; senza contare (e gli utenti i conti li fanno eccome) che le periferiche USB anche se migliori costano di più, e molti preferiscono dover riavviare ogni volta il loro iMac piuttosto che spendere una differenza di prezzo che a volte supera le centomila; e tutti quelli che dovevano fare i conti con chiavi hardware seriali? saranno stati contenti di dover spendere un sacco di soldi (e di tempo) per acquistare delle nuove chiavi o nel caso dei G3/G4 una scheda opzionale (che oltretutto prendendo il posto del modem costringere ad acquistare pure un modem esterno);

le rivoluzioni portate avanti della Apple sono meravigliose sono d'accordo, ma ogni volta il costo viene sempre scaricato sugli utenti: hanno le loro questioni di principio: il mouse va con un solo tasto, quelli della Ati mi hanno fatto i*******e quindi niente Radeon! (chissa i primi acquirenti del Cubo che contenti che saranno stati), il cavo monitor lo cambiamo con l'ADC, all'improvviso niente più seriali, ecc...le rivoluzioni hanno bisogno di periodi di trensizione non di stacchi traumatici; ti facci una domanda: con una uscita video "più tradizionale" quanti monitor in più avrebbe venduto la Apple?

Link to comment
Share on other sites

Su un altro thread si parlava delle interfaccie MIDI USB che costano il doppio di qeulle seriali e io dicevo che il costo non e' motivato.

Tutti a darmi dell'imbecille e a darmi lezioni di economia.

OK, facciamo finta che accetti di spendere di piu' per uno standard piu' recente...

leggete questa!

Proprio oggi pomeriggio stavo dal mio negoziante Apple di fiducia ed ecco che entra un cliente che conscevo gia'.

Hanno iniziato a parlare e il tizio, che vorrebbe prendersi un G4, e' frenato dal fatto di avere un sacco di roba MIDI.

Il negoziante gli dice che puo' mettere la Stealth al posto del modem.

Io dico:

"Ma non e' meglio una scheda MIDI USB?"

Il tizio risponde, giustamente

"Ma la scheda midi seriale io la ho gia'"

E allora io

"Beh cambiala, costa solo 200.000 lire!" (ridendo)

E lui

"La mia l'ho pagata un milione e mezzo..." (ho smesso di ridere).

Poi ho scoperto, e qui viene il bello, che un suo conoscente si e' comprato una scheda midi Opcode da una milionata.

E il negoziante ha chiesto:

"Ma gli funziona bene" (dal tono della domanda inutii che sapeva gia' la risposta che e' stata):

"Quando fa cose complesse gli si incasina... con la vecchia seriale non succedeva...".

(Ho scoperto poi che il motivo della sua visita era dovuto a un disco Firewire che era risultato, come sempre dopo l'acquisto, incompatibile con la scheda Firewire PCI che egli aveva acquistato perche' su Applicando aveva letto che era la piu' compatibile)

(Tengo a precisare che probabimente quelli di Applicando avevano ragione, e' che quendo ci si mette la sfiga...)

Aspetto gli esperti di MIDI che, puntuali, mi spiegheranno dove il tizio ha sbagliato e come si puo' fare per far funzionare una scheda MIDI USB da un milione "almeno" come quelle vecchie seriali.

Link to comment
Share on other sites

Filippo>

Io sapevo che gli Alpha sono di Digital e che Digital ora e' di Compaq.

Chi e' Sen? Cosa centra IBM? Aggiornami....

Alpha non mi fa schifo.

Il fatto e' che lasciare un processore a causa dei problemi dovuti al fatto di essere prodotto in volumi limitati per scegliere un altro processore prodotto in volumi ancora piu' limitati mi sembra quantomeno discutibile.

Inoltre io batto sul tasto dell'"effetto linux"

Vi siete mai chiesti perche' Linux ha avuto una crescita cosi' esplosiva?

Perche' si installa sul PC...che hai gia'!

Il bello di Linux e' che cannibalizza Windows!

Ora se un' utente Win vuole provare un Mac cosa fa?

1) Va in un negozio Apple e se lo fa mostrare.

2) Se lo fa prestare.

3) Ne compra uno.

Nel primo caso si capisce poco. le operazioni di base sono le stesse, i vantaggi di MacOS emergono nelle piccole cose di ogni giorno.

Nel secondo caso, trovalo uno che ti presti un Mac! (e se accade sara' con ogni probabilita' un Mac vecchio quindi il tuo giudizio risultera' falsato dal confrontare Win ME col 7.5.3)

Nel terzo caso... quanti si comprano un Mac "per provare"?

Puo' accadere si, ma non e' certo proponibile.

Mac OS X per Intel avrebbe doppio vantaggio:

1) Noi si avrebbe finalmente tutti i gadget HW dei PC cosi' non veniamo piu' a piagnere sul forum

2) Esiste un *infinita'* di gente che, come ha provato Linux, potrebbe provare MacOS sul loro PC (con la differenza che e' molto piu' semplice da usare).

L'unico problema (non da poco) che Apple dovrebbe rassegnarsi a diventare ditta di solo Software.

Ah, c'e' un'altro problema...

Vogliamo scommettere che Bill a detto a Steve (a denti stretti)

"Se osi farlo ti taglio subito Office e IE..."

Quando vi dico che Microsoft ha ostacolato il progresso dell'informatica negli ultimi 15 anni non mi credete...

Link to comment
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">>Non so cosa siano i casini segli utenti PC con la seriale/parallela, ma sicuramente sono avantaggiati dal poter usare ancora le periferiche seriali, il cui campo non si restringe a due Epson come dici tu</FONT>

I casini sono che esistono periferiche, anche le più inutili, per tutti i tipi di porta e che poi ti costringono a "divertirti" con i registri (come si dice su un altro trhead, per alcuni è indice di elevata informatizzazione, per me, all'alba del 2000, il sintomo dell'arretratezza di questo settore); posso assicurarti Giovanni che poco più di un anno fa ho visto uno scanner Agfa (mica una schifezza) su porta USB non voler funzionare su Win 98 perché il sistema, dopo aver installato i driver, lo cercava sul bus SCSI! Ovvio che su Mac, anzi iMac, funzionava al primo colpo.

Le due Epson seriali si riferivano alla possibilità di scelta che avrebbe avuto l'utente Apple se la seriale-Mac fosse rimasta anche sull'iMac…

<FONT COLOR="ff0000">>senza contare (e gli utenti i conti li fanno eccome) che le periferiche USB anche se migliori costano di più, e molti preferiscono dover riavviare ogni volta il loro iMac piuttosto che spendere una differenza di prezzo che a volte supera le centomila; e tutti quelli che dovevano fare i conti con chiavi hardware seriali? saranno stati contenti di dover spendere un sacco di soldi (e di tempo) per acquistare delle nuove chiavi o nel caso dei G3/G4 una scheda opzionale (che oltretutto prendendo il posto del modem costringere ad acquistare pure un modem esterno);</FONT>

…però, stranamente, ora possiamo scegliere anche stampanti da 190.000 iva inclusa, se ti fa schifo…; oppure scanner da 200.000 iva inclusa, se proprio li vuoi, ovvio che nessuno ti obbliga, però se ti serve qualcosa di semplice vanno bene, altrimenti ti prendi uno scanner Epson/Agfa/Umax SCSI+USB da 500.000 iva inclusa, che è comunque la metà di quanto avresti pagato uno scanner base per Mac nel 1998. Che ti piaccia o no tutta questa scelta si deve alla SCELTA di Apple di adottare solo USB sull'iMac.

Il discorso delle chiavi hardware e degli adattatori è certo fastidioso: sulle chiavi, la colpa è anche delle software house che scelgono tale metodo di protezione e non si sforzano di trovare mezzi più efficaci; ripeto che oggi su USB trovi tutto quello che c'era prima su seriale per Mac e molto, ma molto di più: il gioco è valso la candela…

<FONT COLOR="ff0000">>le rivoluzioni portate avanti della Apple sono meravigliose sono d'accordo, ma ogni volta il costo viene sempre scaricato sugli utenti: hanno le loro questioni di principio: il mouse va con un solo tasto, quelli della Ati mi hanno fatto i*******e quindi niente Radeon! (chissa i primi acquirenti del Cubo che contenti che saranno stati), il cavo monitor lo cambiamo con l'ADC, all'improvviso niente più seriali, ecc...le rivoluzioni hanno bisogno di periodi di trensizione non di stacchi traumatici; ti facci una domanda: con una uscita video "più tradizionale" quanti monitor in più avrebbe venduto la Apple?</FONT>

Nel caso di Apple, su chi dovrebbero ricadere? Anch'io sono infastidito di cambi di prezzo improvvisi, schede grafiche ripudiate e poi non installabili; ma Apple purtroppo non è un instituto di beneficienza: se avvisa (quanto? un mese, due, tre…) che cambia qualcosa (seriali con USB, SCSI con Firewire) poi le macchine che vendono in quel momento te le devono regalare! Il che, magari a te e al sottoscritto farebbe piacere, ma agli azionisti un po' meno… Il mondo gira grazie a i soldi e Apple per vivere deve fare soldi, anche se a volte sulla pelle degli utenti, e mi considero tra quelli "raggirati" da Apple per il mio G3 beige che dopo due settimane costava un milione in meno…; l'incazzatura dell'ADC é ragionevole e sacrosanta per chi aveva acquistato un monitor Apple con DVI, per gli altri c'è sempre il connettore VGA: come ho già scritto Apple poteva produrre monitor con ADC + adattatore (DVI o VGA), ma l'idea dell'ADC è valida.

P.S. il mouse ad un tasto rimane a tutt'oggi la soluzione migliore per l'utilizzo di tale strumento: la mano assume la posizione più comoda e meno affaticante…

Link to comment
Share on other sites

1) non era Sen, ma SUN, piccolo errore di battitura.

2) Potrei sbagliarare, la redazione di macity di corregga, ma hp dovreppe aver comprato da Sun i processori Alpha ed acere affidato ad IBM il loro sviluppo, la notizia sono sicura di averla letta alcuni mesi fa ma non saprei dirvi dove.

Se sbaglio vi chiedo a scusa a tutti potrei confondermi con un altro processore ultimamente perdo colpi, devo abituarmi al primo anno di università, le matricole soffrono in cambiamento.

OS X suintel, mi odierete lo so, Dio ce ne liberi! Apple dichiara che i suoi maggiori profitti provengono dalle vendite hardware, per forza loro non vendono le licenze per utilizzare OS su altre macchine, ed ora dovrebbero cambiare tutto il loro marketing, non penso che lo faranno.

I grossi porblemi di windows provengono dal fatto che deve essere compatibile con una quantità di configurazioni hardware inimmaginabile ed il più delle volte sconosciute ai sviluppatori MS. Ho forti dubbi che le macchine costruite da IBM abbiano così grossi problemi con il system di Gates, anche se l'utente deve pagare tutte i test che IBM fa su quelle macchine. Non voglio giustificare MS perché la fetecchia di OS che sviluppa, ma sicuramente hanno più problemi dei loro colleghi ad Apple che hanno la possibilità di conoscere tutte le macchine su cui ciò che sviluppano girerà, eppure hanno problemi anche loro. Probabilmente sviluppare un sytem completamente stabile è un problema di non facile soluzione. Sembra che utilizzare un kernel unix tolga numerosi problemi, linus insegna, naturalmente bisogna usarlo con intelligenza non come a Micorsoft di NT e 2000 che si impiantano perché gli sviluppatori hanno ben pensato di mettere la gestione del video direttamente all'interno del kernel probabilmente scordandosi che è la parte del system che dà più problemi, probabilmente ottimizzare il tutto era troppo complicato (ma per cosa li pagano allora).

Purtroppo non ho la possibilità di visionare la Beta di X, ma cerco di tenermi il più informato possibile ed ogni tanto sento voci che mi preoccupano alcuni dicono che è sparita la semplicità di MAc OS originale, mi preoccuperebbe il fatto di non poter girare io all'interno della cartella sistema alla ricerca dell'estensione che mi da problemi, andare a cancellare il file di preferenze che mi impalla l'applicazione, poter scegliere lo sfondo di stertup mettendo un'immagine dentro la cartella sistema, o scegliere cosa far fare al computerquando si accende e quando si spegne semplicemente mettendo un file dentro una cartella!

Os X potrebbe essere il sistema più stabile a questo mondo e quello con l'interfaccia grfica più accantivanete, o very cool per dirlo alla Jobs, ma sentirei la mancanza di non il system a portata di mouse.

FlL

scusate rileggendo mi rendo conto di aver un po' divagato (ops)!

Ma spero che capirete il mio sconforto sulle vicende che stanno succedendo ad Apple

Link to comment
Share on other sites

Matteo ma ti rendi conto di quanto costi sostituire tutte le periferiche seriali con altre USB? USB è uno standard lanciato da Intel per sostituire la seriale co qualcosa di più moderno...giusto? sono stati i promotori dello standard a lanciare USB non la Apple! voglio dire che USB sarebbe esplosa comunque anche senza il successo dell'imac, anzi anche se l'imac per i primi due anni di vita avesse avuto entrambe le prese: Apple poteva informare la amata clientela che nel giro di due anni la seriale sarebbe stata eliminata evitando a tutti noi spese inutili per pensionare periferiche ancora utilissime (come la mia vecchia laser postscript che funziona ancora benissimo ma solo sul portatile del babbo che la seriale l'ha ancora: sai quanto costa una laser postscript USB? almeno dieci volte di più di quelle che puoi trovare usate! e funzionano a meraviglia anche dopo tanti anni di servizio...altro che epson!!)

Certo la presa seriale da mettere al posto del modem è stata un'ottima soluzione ma non sull'imac e comunque se ci aggiungi il costo (e l'ingombro) di un modem usb fa una cifra neanche tanto bassa...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share