Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Fabrizio, non sono assolutamente d'accordo con te. Il Mac viene considerato comunque di seconda categoria, anche con processori adeguati. Quello dei Mhz e' un falso problema.

Il porting su piattaforma AMD/Intel ce lo dobbiamo fare da soli, come Linus Torvalds ha creato Linux. Con le tue conoscenze in ambito Mac puoi dar vita ad una iniziativa analoga.

Poi c'e' il problema di Internet: tutti i programmatori si lamentano degli scarsi 'report' che giungono dagli utenti Macintosh. In queste condizioni il Mac rischia di rimanere fuori dalla creazione di applicazioni cross-browser per le masse. Ad esempio, come facciamo a sviluppare Html dinamico con Explorer 5 se Microsoft non ci da' un 'Developer Kit' con l'elenco di tutti gli oggetti (e i metodi) JScript che ha utilizzato per il suo browser?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Fabrizio.

In vita mia ho detto e scritto un sacco di cose.

Chi mi conosce di persona e chi frequenta il forum (e puo' guidicare la frequenza e la lunghezza dei miei interventi), sa quanto mi piaccia chiacchierare.

Anche se non penso di essere il tipo che parla a vanvera, di tutte le cose che ho detto e scritto molte erano errate o incomplete.

Quando e' successo penso di essermi preso la repsonabilita' e di aver ammesso l'errore.

Non e' cosi' per tutti i frequentatori del forum.

La verita' pura e semplice e' che io avevo ragione e qualcuno aveva torto.

Avere torto non e' una cosa di cui vergognarsi anche se so bene quanto costi ammettere "mi sbagliavo".

Non credete che non mi costi molto dirlo quando capita a me.

Io avevo (in "Tutti i cubi vengono al pettine" e in altri thread) manifestato il mio disappunto in tutta una serie di argomenti ma ci sono due punti fondamentali:

1) Quello dei Mhz, funzionale o di immagine che sia, e' un problema grosso.

*Occorrono* processori veloci.

Un sacco di gente ha risposto che con i loro Mac d'annata fanno tutto e i Mhz non servono che a pochi. Assolutamente falso.

Persino Jobs mi ha dato ragione.

2) Se Apple ha basato sul cubo le sue speranze di evitare batoste commerciali e in borsa si sbaglia di grosso.

Il cubo, per il target limitato a cui si rivolge, non ha speranze di trainare le vendite, e mi sembra un monumento alle critiche che vengono in genere mosse ai computer Apple (costo, mancanza di espandibilita', soluzioni tecniche proprietarie e di dubbia utilita').

Quindi, dal punto di vista dell'immagine, Apple rischia di ottenere l'effetto contrario. Poi si sono aggiunte le crepe e le difficolta' di accensione che hanno fatto il resto, ma non sarebbe cambiato molto.

Il problema e' che avevo dannatamente ragione.

Le persone che allora minimizzavano il problema di Mhz e vedevano il cubo come il salvatore di Apple avevano torto.

Ma finora nessuno ha scritto "Diego, avevi ragione tu..."

Gli unici che mi danno ragione sono quelli che mi hanno sostenuto fin dall'inizio.

E' dall'ammettere i propri errori che si vede l'onesta' intellettuale.

E' una buona occasione per un paio di frequentatori del forum di dimostrare di essere persone corrette.

Vediamo se aprofittano dell'occasione.

Link to comment
Share on other sites

Alberto Patelli>

Un altro nome nuovo. Benvenuto.

Rivediamo i tuoi punti:

- basta con i prezzi gonfiati, sia da parte di Apple che dei vari 'vendors' piu' o meno seri

Alcuni sostengo che i prezzi che fa Apple sono gia' all'osso.

Io non ne sono proprio sicuro...

- basta con i continui aggiornamenti del sistema operativo che sistematicamente vengono installati di volta in volta sulle nuove macchine, costringendoci ad aggiornare continuamente il software con patchers vari ed altre scocciature per far fronte alle incompatibilita' (vedi OS 9)

No, viva gli aggiornamenti, viva i bugfix, viva i miglioramenti.

Senno avremmo ancora System 6...

- basta con la storiella del computer che deve essere concepito '...per gli studi di architettura e gli amanti del bel design', perche' cosi' facendo il Mac sara' sempre un computer di nicchia

Si puo' avere un compromesso tra design e costi.

L'iMac l'ha dimostrato. Si puo' fare ancora molto...

- basta con il PostScript e l'editoria cartacea. Piu' spazio alle idee orientate ad Internet. Prima che sia troppo tardi

Non vedo perche' non fare tutte e due le cose...

- basta con i software Microsoft ed Explorer in particolare

SIIII!!!!

Abbasso il software Imperiale!!!!

Partigiani del Software! Uniamoci contro l'Impero del Male.

- basta con il sistema che mette in Stop il Mac: Apple non e' capace di implementarlo decentemente, soprattutto sui portatili. E' inutile insistere.

Sul mio iMac funziona perfettamente. Sul mio G4 no ma e' colpa della Adaptec 2930 che siccome e' la marca di controller SCSI piu' cara sul mercato hanno pensato bene di NON renderla "sleep" compatibile cosi' il mio G4 non puo' staccare corrente al bus e la ventola non viene spenta.

Grazie Adaptec!

- basta con le interfacce Digital Video: installino una scheda tuner tv (con video grabbing) negli iMac, cosi' risparmiamo milioni e milioni

Di che intarfacce vai parlando?

Cmq sui Mac avrebbero dovuto mettere (e in Luglio ne hanno avuto l'opportunita' ma non l'hanno sfruttata tranne che sull'iBook) di mettere uscita video di serie su tutti i Mac.

Ecco gia' che Attilio parte con "ma sarebbe necessario riprogettare le madri..." calma, calma.

L'hanno fatto con iBook? Si? allora si poteva fare.

E comunque avrebbero potuto fornirla aprofittando dell'adozione di Radeon e invece NO!

La Redeon OEM (a differenza di quella Ratail Mac Edition) NON ha uscita video.

Lo fanno apposta e basta.

- basta con il formato DVD: Apple non riesce a gestirlo adeguatamente.

??????

DVD di serie su tutte le macchine!!!!!!

DVD decoder HW su tutte le macchine!!!!

(ATI produce schede meno che mediocri a detta di molti ma tutti, dico tutti ammettono che hanno il miglior decoder DVD in assoluto.

E Apple monta schede ATI.

E infatti, perche' e' bello martellarsi le p***e, NON vengono montati sui Mac (ci avevano provato su G3 B&W 350 DVD ma poi si sono resi conto che era una buona idea e hanno fatto marcia indietro)

- basta con Sherlock: non serve a niente e non lo ha concepito Einstein: ...Dan Steinman lo fa in JavaScript con 20 linee di codice

Mah, insomma lo uso poco ma che fastidio da'? (a parte la racchiona!)

- basta con iBook senza due speakers stereo

E senza microfono incorporato!

- basta con le memorie Ram da installare a rischio e pericolo dell'utente. Le installi Apple, le collaudi e poi consegni il Mac ai clienti cellophanandolo a regola d'arte.

?????????????????

- basta con i prezzi esorbitanti delle estensioni di garanzia (prendano esempio da Toshiba e Compaq)

Puo' esse... non saprei...

Link to comment
Share on other sites

Premesso che sono d'accordo con Carlo e anche con Diego (sulle cose che riporti nel tuo intervento precedente avevi ragione, ma il mio voto conta poco dato che ero già d'accordo con te):

Persino Bill Gates si è reso conto di come bisogna gestire i rapporti commerciali con Motorola! Giusto nei giorni scorsi Teledesic ha risolto il contratto che li legava. Questo non significa che Teledesic non chiederà più forniture a Motorola, ma che ognuno dei due sarà libero di rivolgersi a chi più gli pare per le forniture (prima erano legati a Motorola come "prime contractor").

Ora io mi chiedo: PERCHE' NOI NO?

Link to comment
Share on other sites

Il porting di un sistema operativo come MacOS 9 su AMD e' una cosa I M P O S S I B I L E con tempi e costi affrontabili da chiunque.

Mac OS X non e' pronto e sicuramente non potrà essere portato su altre CPU prima di un anno.

Nel frattempo Apple cosa fa?

Fabrizio suggerisce... puntare di piu' su IBM.

Tutto il resto sono fantasie...

Simpatiche ma fantasie...

Non si cambia il processore come si cambia l'allenatore di una squadra di calcio!

Link to comment
Share on other sites

Io condanno Motorola fino ad un certo punto.

Si e' vero che non investono in PowerPC una sufficiente quantita' di risorse.

Ma e' anche vero che Intel, con tutti i fantastiliardi di dollari che pompano nella ricerca riescano a mala pena a star dietro ad AMD che ha vinto la gara del Ghz.

Con tutti i casini e i bug che ha Intel ci possono essere due ipotesi

1) Gli ingegneri intel sono tutti degli incapaci assunti perche' passavano di li' un bel giorno.

2) Costruire processori per computer e' gia' di per se' cosa assai ma assai difficile e complessa. Se aggiungiamo gli stretti tempi dettati dalla concorrenza si ottiene che nemmeno il gigante intel riesce a cavare conigli dal cilindro con facilita'.

Anche se mi piace pensare che Motorola abbia ingengeri migliori di quelli Intel, penso che la risposta 2) sia piu' realistica.

Vediamo i fatti.

1) Intel ha enormi risorse economiche. Per un motivo o per l'altro (ma il numero 1 e' che non riescono a scrollarsi di dosso la maledetta incompatibita' all'indietro) faticano a produrre processori efficenti.

Ottengono prestazioni solo usando la "brute force" cioe' pompando Mhz allo spasimo. Sono anni che non inventano qualcosa di veramente innovativo (l'ultima invenzione era il Pentium Pro. Velocissimo davvero, ma col software a 16 bit (leggi: giochi di allora) andava molto lento. Il mercato lo ha bocciato per questo e non e' mai uscito dall'uso nei server e nel 3D hi-end).

Il fatto e' che (come per MS) hanno una base di installato cosi' vasta che vanno avanti per inerzia dove altri appassirebbero.

2)AMD non e' mai stata cosi' in alto dal punto di vista teconologico.

Produce processori Athlon e Duron che battono gli Intel in ogni prova, soprattutto in FPU dove la differenza e' schiacciante. Il problema e' che la maggior parte del software viene compilato con ottimizzazioni per Pentium. Altrimenti la differenza si vedrebbe di piu'.

Sono i processori che piu' si avvicinano agli Alpha in FPU.

Anche gli AMD non e' che brillino per efficienza ma pagano anch'essi una complessita' aggiuntiva dovuta alla compatibilita' X86.

Non scaldano poco!

Malgrado la penetrazione sul mercato sia in continua ascesa di AMD non si leggono profitti alle stelle a causa di enormi investimenti in ricerca e dello stabilimento di (Dresda?) che si diceva "sovradimensionato".

Motorola> produce ottimi processori. Anche se il G4 non e' quella rivoluzione per quanto riguarda il "core", resta veloce, efficiente e con un coprocessore vettoriale a confronto del quale MMX e simili fanno ridere.

Il software pero' supporta poco e non sempre bene Altivec, e non tutti i compiti si prestano ad esserne accelerati.

L'unita' FPU, come quella del G3, non brilla particolarmente.

Ancora oggi, un (ipotetico) 604 a 500 Mhz totalizzerebbe tempi FPU da far arrossire un G4 di pari frequenza.

Si era parlato di collaborazione Motorola-AMD con scambio di teconlogie (in particolare AMD avrebbe aitato Motorola a migliorare l'unita' FPU del G4 in cambio di tecnologie costruttive proprietarie), ma poi' piu' nulla... Qualcuno ne sa niente.

Al momento il G4 non supera i 500 Mhz.

Conclusioni:

Qualcuno (Fabrizio ma no e' il solo) vorrebbe passare ad AMD.

Cioe' Apple dovrebbe costruire dei PC compatibili (o dei computer basati su X86 ma non compatibili ma a quale scopo?) per poter disporre di processori dalle prestazioni stellari.

Non credo nella fattibilita' della cosa.

Si potrebbe parlare di affiancare MacOS X PPC a un MacOS X X86 con graduale migrazione nel giro di non meno di 2 anni.

Fattibile ma con problemi enormi su tutti i fronti.

Io invece direi che la sfortuna ha colpito Motorola ma le cose miglioreranno.

Apple potrebbe innanzitutto coinvolgere IBM e Motorola facendo in modo che lavorassero *assieme* su un successore del G4.

Unendo le tecnologie di Motorola con IBM (che dispone di risorse inimmaginabili) si supererebbero facilmente tutti gli ostacoli.

Ma avvicinare le due societa' sembra essere utopistico.

Resta la mossa che Apple poteva effettuare in Luglio ma gli e' mancato il coraggio.

Viste le premesse, si sarebbe trattato di sopportare nel migliore dei modi un periodo di forte crisi fino ad almeno la primavera del 2001.

Allora ecco che Jobs avrebbe dovuto dire:

"Ochei, i processori non ci sono e non c'e' niente da fare.

Rinunciamo ai profitti per uno o due quarti e puntiamo tutto su soluzioni HW che smuovano il mercato gia' in flessione per conto suo.

Facciamo iMac con masterizzatore, Radeon di serie, uscita video.

DVD su tutti i modellli. G4 con schede HW di authoring DVD, con piu' RAM, biprocessore".(scelta effettuata che condivido, anche con tutte le riserve del caso).

Sull'iMac senza monitor ne abbiamo parlato in lungo e in largo e avrebbe dovuto uscire in Ottobre. In Luglio, forse, avrebbe davvero cannibalizzato troppo il resto della linea.

Se ne riparla appena escono G4 piu' veloci.

Del Cubo neanche a parlarne. E' un oggetto di lusso per periodi di vacche grasse.

E' meglio avere un quarto in rosso o essere abbandonati dagli investitori?

Non sono un economista.

Io avrei tirato la cinghia, fatto buon viso a cattivo gioco e offerto bonus agli utenti per farmi perdonare il problema dei Mhz (di cui non sono responsabile).

Avrebbe funzionato meglio della strategia adottata (cioe' facciamo finta di niente che forse non se ne accorgono...)??

Non lo so.

Ora a Jobs restano alcune carte da giocare.

1) MacOS X (ma non deve ritardare ancora o sono dolori!)

2) Qualche sorpresa per il mercato natalizio

3) Non so aiutatemi voi...

Link to comment
Share on other sites

Alberto >

Non scherziamo sul porting di MacOs su Intel... Ci sono problemi tecnici che neppure una troupe di sviluppatori con due attributi cosi' che lavorasse per un anno intero ce la farebbe senza il supporto di Apple. E poi ci sono le non irrilevanti questioni di copyright. Non fosse così i cloni non sarebbero morti

Che poi il Mac sia considerato un "computer di serie B" non é semplicemente vero. Si tratta di un computer di un'altra categoria per la maggior parte degli utenti Pc. Non di categoria inferiore. Una specie diversa che prospera in un ecosistema diverso. Come se da una parte si trattasse, facendo il paragone sportivo, di calcio e dall'altra di basket (per parlare di uno sport che mi é caro). Si possono confrontare? Mah... più o meno... Ma certo chi ama l'uno ha una filosofia differente dall'altro. Quando cerchi di convincere un amico che segue una squadra che gioca in Coppa dei Campioni e che ha 11 atleti terrificanti a venire avedere una partita di basket hai poche possibilità di farlo se lo inviti su un campetto di promozione dove giocano dei tizi ben vestiti ma che non saltano un centimetro, non corrono e non fanno un canestro neppure a pagarli. Se invece gli chiedi di venire a vedere una partita dell'NBA forse qualche possibilità in più ce l'hai di convincerlo e di appassionarlo.

Pur ammettendo che si tratta di un esempio stupido con i Mac siamo proprio in questa condizione. Da una parte c'è un universo e dall'altra un'altro che progressivamente diviene meno attraente del primo su quelle caratteristiche che li rendono paragonabili: costi, prestazioni, velocità in MHz.

Se Apple vuole competere con il mondo PC, il mondo del calcio, deve diventare una "squadra" di atleti, di gente che corre che sa divertire, che suscita entusiasmo più di quelli che stanno dall'altra parte. Per questo ci vogliono i muscoli, ovvero i MHz perchè con i MHz arrivano tante altre cose come l'hardware innovativo che oggi Apple non ha e non può gestire.

Il reso sono pinzillacchere

> Diego. Certo non sono io a darti torto sulla questione MHz. I MHz sono importanti, essenziali e fondamentali. E' vero che chi ha un Mac dei MHz non si preoccupa (troppo) della velocità delle sue macchine, ma Apple di macchine ne deve vendere di nuove e se uno entra in un negozio e vede un Mac da 500 MHz e un PC da 650 allo stesso prezzo ci può anche fare un pensiero a "cxambiare sport", ma se vede un Mac da 500 che costa come un PC da 1 GHz che per giunta ti porta in dono l'accesso ad un mondo strabordante di software a poco prezzo, col cavolo che passa dal calcio al basket...

Link to comment
Share on other sites

Fabrizio: ma sarebbe meglio dire Jobs, ha fatto un errore essenziale: fidarsi di Motorola quando Motorola non aveva ancora iniziato la produzione di chip in volumi e non sapeva come sarebbero andate le cose esattamente

Concordo pienamente. Questa e' la chiave di tutto. E tuttavia voglio aggiungere che Jobs se l'e' cercata (e grossa, stavolta) perche' la sirena di Motorola cantava la canzone del G4, che e' una canzone del supremo menga fino dal suo esordio. Questa storia dell'accelerazione via codice riscritto su una piattaforma che ha il 2.5% del mercato e' solo fuffa marketing. Buono pr eccitare lo studio grafico che crede di comprare un computer molto piu'veloce dell'iMac.

Ricordo che questi miseri giochini sono riusciti poco a Intel (sic!) con MMX ed AMD (col 3D now).

Capito mi hai?

Quanto poi al porting di X su AMD o Intel o altro (il 9 ovviamente non lo si porta da nessuna parte), anche in questo caso il ceppo di rovere su cui stendere un panno bianco, preparare il coltellaccio e apparecchiare il pene (mi scuso con le signore) lo ha doviziosamente preparato Jobs, che 4 anni fa ha venduto ad Apple un sistema operativo che girava su Intel (ricordiamolo ai nuovi in ascolto).

E che poi, per fuffa marketing, ha smesso invece di girarci sopra.

Ah, infine: i G4 piu' veloci li fara' IBM, senza Altivec (che girera' in emulazione di codice) e si chiameranno G5.

Link to comment
Share on other sites

Diego >

Intel ha sempre fatto processori buggosi. IL primo Pentium sbagliava i calcoli se qualcuno se lo ricorda e venne ritirato. Fino a ieri se ne sono sbattuti le scatole perche' fare processori a quel modo era comodo, costava meno e produceva margini maggiori. In fondo non avevano concorrenza per Ciryx e AMD non erano dei concorrenti veri. Un po' come succede con Microsoft. Chi a Redmond ha interesse a fare un software men,o buggoso se poi o mangi la minestra o salti la finestra? Oggi Intel continua a fare quello che facevano ieri perché, evidentemente non sanno fare molto diversamente, ma AMD li insidia e tutto diventa per loro più difficile.

Non é poi vero che AMD non faccia profitti. Hanno postato un quarto ottimo sotto il profilo dei guadagni e il futuro si prospetta anche più roseo.

Motorola non é stata sfortunata. Gli ingegneri di Motorola sono meno abili di quelli che hanno altri. Intel e AMD gliene hanno rubati un pacco così negli ultimi mesi. In più da quando IBM ha deciso di chiudere il centro di sviluppo comune di Sommerset le cose sono andate sempre peggio perché IBM aveva lo scettro del comando e dell'innovawione. Da allora gli unici due produtori di chip PPC hanno preso strade divergenti che li faranno divergere sempre di più. Il fatto che Apple usi i processori dell'uno e dell'altro é un filo esilissimo che non può convincere n,essuno dei due a modificare le loro strategie che investono settori con profitti ai confronto dei quali il poco più di un milione di chip venduti rappresentano una caccola.

L'alleanza tra IBM e Motorola, questo dovremmo ficcarcelo ben in testa, non esiste più. Producono chip basati su un design comune ma con caratteristiche e target di mercato ben differenti e nessuno dei due ha in testa per prima cosa il mercato dei desktop e dei portatili, al contrario di AMD e Intel.

Che poi il porting per AMD sia solo un sogno mio e che non verrà mai realizzato é un altro discorso...

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra curioso dover precisare che io non ho parlato mai di portare il MacOS 9 su altri processori...

1) Io parlavo di non essere legati da un rapporto di supina dipendenza da un unico fornitore (che ultimamente le sta prendendo di santa ragione da tutti e che ha sempre rispettato in pieno le promesse); giusto per fare un esempio: qualcuno ha parlato di una certa IBM. Non sarà che producono anche loro processori? Compatibili PPC? Magari più veloci?

2) Sfido chiunque a dimostrarmi che questo, con il MacOS 9 ULTIMO s.o. della vecchia specie, e prossimo all'arrivo (le promesse dicono inizio 2001, ma mi auguro che al peggio arrivi PRIMA che ci scada la beta) il MacOS X BASATO SU UNIX, non sia il periodo migliore possibile per Apple per, al peggio, decidere di cambiare addirittura processore...

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi che bel tread...mhmhmh...vediamo riassumendo un po' siamo ormai d'accordo sui mhz, apro una parentesi :

Diego ed altri avevano ragione, io personalmente non ricordo quante cose ho sbagliato, ma se l'ho fatto con te ammetto l'errore, ok?? :-)

Dare la colpa a Motorola è giusto, come è giusto dire che anche mamma Apple ha le sue.

Il problema secondo me rimane la non collaborazione VERA tra IBM-MOTOROLA, come diceva Diego(sono due citazioni, wow!!)

Intel pur avendo migliaia di ingegneri e soldi sta' facendo errori su errori da almeno un anno, eppure non sono andate in crisi Compaq, Ibm,HP, Dell etc...perchè dall'altra parte c'era AMD con dei bei processori pronti e più economici.

Apple che ha avuto problemi con Motorola è andata in crisi perchè Ibm non le ha dato i G4 mancanti (così come si era detto mesi fa', Ibm viene in soccorso di Apple-Motorola nella produzione di chip G4...MA QUANDO MAI!!!), ed allora si è creata la attuale situazione.

Forse è vero che non sono stati abbastanza coraggiosi da montare masterizatori o monitor 17 o più ram o Radeon, non sono un dirigente, non so cosa c'è dietro, ma senza processori nuovi niente schede madri nuove, niente Ram 133, niente UDMA/100, etc..

Si è entrati in un vortice brutto, propio brutto cmq se ne uscirà, si riprenderà ci vorrà tempo ma le cose si rimetteranno al meglio, ormai dobbiamo avere pazienza...

Certo che il raddoppio della quota di mercato per quest'anno se lo sognano!

Ultima cosa l'iMac 400/Ruby da chl è imballato (faceva parte di una promozione scaduta Lunedì scorso) il telefonino motorola è compreso ed il prezzo è di £2.349.000 ivato, voi cosa fareste, consigliereste alla vostra ragazza di acquistarlo o la fareste aspettare fino a Gennaio/Febbraio 2000, quando l'iMac sarà probabilmente rinnovato??

Link to comment
Share on other sites

Ho letto con interesse la lettera in questo thread...

a prima vista mi sembra una presa in giro, ma visto che conosco personalmente individui che fanno questo tipo di ragionamenti è simpatico rispondere scherzandoci un po' sopra...

'- basta con i continui aggiornamenti del sistema operativo '

Bene, puoi scaricarti gratis il 7.6.3 da internet.

ma poi vuoi internet, video, accessori...

'- basta con la storiella del computer che deve essere concepito '...per gli studi di architettura e gli amanti del bel design', perche' cosi' facendo il Mac sara' sempre un computer di nicchia'

perchè e' bello?

ma si... torniamo agli scatolozzi beige...

"- basta con il PostScript e l'editoria cartacea. Piu' spazio alle idee orientate ad Internet. Prima che sia troppo tardi "

perche' adesso non puoi usare Mac con internet?

ma ti fa proprio schifo stampare cio' che vedi sullo schermo?

"- basta con i software Microsoft ed Explorer in particolare "

perche', sei obbligato ad usarli?

Icab, netscape non esistono?

"- basta con il sistema che mette in Stop il Mac: Apple non e' capace di implementarlo decentemente, soprattutto sui portatili. E' inutile insistere."

certo, facciamo dei portatili che non si spengono mai...

Lo stop sui portatili funziona... o almeno sul mio funziona da 2 anni e sul precedente ha funzionato per altri 2...

"- basta con le interfacce Digital Video: installino una scheda tuner tv (con video grabbing) negli iMac, cosi' risparmiamo milioni e milioni "

un tuner TV costa di piu' di un chip firewire

Un grabber USB da 80.000 L. (+ IVA) ti sembra troppo costoso? un tuner TV da 200.000 (+IVA) pure?

"- basta con il formato DVD: Apple non riesce a gestirlo adeguatamente. "

Propongo di tornare al VHS...

"- basta con Sherlock: non serve a niente e non lo ha concepito Einstein: ...Dan Steinman lo fa in JavaScript con 20 linee di codice"

qualcuno ti obbliga ad usarlo?

"- basta con iBook senza due speakers stereo"

mettiamogli anche un surround (da 0,01 W di picco) come sui compaq portatili

- basta con le memorie Ram da installare a rischio e pericolo dell'utente. Le installi Apple, le collaudi e poi consegni il Mac ai clienti cellophanandolo a regola d'arte. "

con anche due etti di salame...

"Steve Jobs deve rendersi conto che ormai la gente considera il Mac un computer di serie B."

Certo e ci realizza progetti per stadi di serie B, B-movies, side B di dischi, Bscherate... etc etc...

"Simpatico e facile da usare, ma di seconda categoria. Ed e' disposta ad acquistarne uno soltanto se ha un costo ragionevolmente basso."

Come no... e poi se li regalassero la gente li acquisterebbe molto piu' volentieri...

"Sono rarissime (nel contesto mondiale) le persone disposte a spendere piu' di 5 milioni per un Macintosh..."

Piu' di 800.000 in un anno sono rarissime... in effetti

"Per fare uscire Apple dalla crisi bisogna puntare sui prodotti consumer, vendendo milioni di esemplari come e' successo con iMac."

pero' con il Tuner TV...

"Per la serie: 'Cubi piu' economici, please!'. E una gamma di iMac piu' variegata: ...modelli con tuner tv, modelli con il masterizzatore, modelli con il tal accessorio o la tal interfaccia. Per accontentare tutti. Ma al prezzo di un iMac."

Visto che i tuner, i masterizzatori, i tal accessori e le tali interfaccie i produttori li regalano ad Apple e agli altri costruttori, Apple farebbe bene a vendere degli iMac a 24.000 L. al kg con la ram già montata, un masterizzatore ed un tuner, tutti belli incellofanati....

Pero' nel reparto salumi, dove gli iMac Ruby farebbero la loro bella figura vicino al Gran Biscotto!

Allegria!!!!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share