Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Fabrizio>

La tua risposta suona come se io avessi parlato male di Macity...

Anzi! Sputtanando Microsoft avete fatto il bene del Mac!

Io ve ne sono grato.

Continuate pero' a non notare il paradosso.

Dipendete dalla concorrenza!

Lo so anche io che meno gente comprera' un Mac in Italia.

Ma quello che succede in Italia oggi, in piccolo, e' la tragica anteprima di quello che potrebbe succedere in futuro.

Io vi dico solo Attenti!

Se non vi create delle alternative ci sara' Windows sul vostro computer nel giro di qualche anno...

Che lo vogliate, oppure no.

Attilio>

Ero sicuro che qualcuno avrebbe sollevato quest'obiezione, anche se avrei preferito riceverla da qualcuno meno esperto...

A tutti i frequentatori del forum che seguono l'informatica da poco tempo vorrei raccontare una bella favola.

Tanti anni or sono una casa software, la Adobe, creo' un programma di fotoritocco e lo chiamo' Photoshop.

Divenne in breve un programma molto apprezzato per le sue eccellenti qualita'.

Ricordo i bei tempi in cui esisteva l'emulatore Macintosh per Silicon Graphics perche' un programma cosi' non esisteva per nessuna piattaforma.

Sulle rivitse di Amiga, quando c'era qualche articolo su ShapeShifter, l'ottimo emulatore Mac per Amiga, immancabilmente si vedevano le foto dell Amiga su cui veniva fatto girare Photoshop.

Certo negli anni qualcuno ha tentato di produrre prodotti analghi ma, purtroppo, nessuno si e' dimostrato all'altezza...

Cosa? Ne volete un'altra?

Va bene, incontentabili!

Tanti anni or sono c'era Internet. Poi qualcuno invento' il world wide web.

Ecco che nacque Mosaic, il browser web, che divento' poi Netscape.

Netscape era un bel programma, e per uso non commerciale era persino freeware.

Poi un bel giorno Bill disse: "mmmh, la rete e' il business del futuro..."

E creo' Microsoft Network.

Che fu un tonfo di quelli che se ne sente ancora l'eco!

Allora Bill disse "mmmh, qui la grana gira solo in Internet... occorre adeguarsi".

E creo' Internet Explorer.

Internet Explorer si era subito distinto per essere un pessimo browser.

Pero' Bill, che non aveva fretta, lo preinstallo' su tutti i Windows preinstallati sui PC.

E *ogni* PC aveva Win preinstallato.

Qualche costruttore di PC tipo il signor XXX (sostituire con il vostro costruttore preferito) disse a Bill "ochei, dammi 28.000 licenze Win OEM da installare sui miei 30.000 PC."

E Bill rispose "e i duemila che avanzano?"

"Su quelli metto Linux" rispose tosto il signore XXX.

"Ah si? E allora non ti do un piffero... Metti pure Linux su tutti che e' anche gratis!"

"Brutto bas... ehm, Ok vada per 30.000 licenze..." rispose cortese il signor XXX.

Bill telefono' all'altro costruttore di PC, il signor YYY, e gli disse:

"mi hanno fatto notare che sui tuoi PC, oltre a IE preinstallato installi anche Netscape! Com'e' sta storia?!"

E YYY: "Ah grazie di aver chiamato, ci stavamo infatti chiedendo come si faccia a togliere IE da Win dato che a noi piace metterci Netscape. Sai funziona meglio..."

"IE non si puo' togliere da Win, ne e' "parte integrante". Se non togli immediatamente Netscape non ti do' piu' le licenze OEM" grido' Bill.

"Brutto bas... ehm. Ok..."

Passano gli anni e la gente si compra il PC, ci trova IE, lo usa per due mesi e poi scopre che esiste anche Netscape. Che fare? Scaricarlo dalla rete e provarlo? Uff, ma col 33.6 che palle... Poi se c'e' gia' IE *funzionera' meglio* con Win visto che lo fa la stessa casa!

Qualcuno trova Netscape su un ciddi' in edicola, lo prova pure ma dopo qualche mese di IE, Netscape gli appare peggiore per il solo fatto di essere diverso.

Ormai si e' abituato...

E cosi' Netscape scende di share, scende, scende...

A forza di pompare soldi nei laboratori IE dopo moooolto tempo diventa anche usabile, in qualcosa persino meglio di Netscape...

Mentre Netscape, asfissiata e boicottata, appassisce e deve vendersi ad AOL.

Piaciute le favole?

Ora ditemi, a parte io e Chest, c'e' qualcun'altro in questo forum che riesce a cogliere qualche impercettibile sfumatura di differenza fra le due?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

> Ora ditemi, a parte io e Chest, c'e' qualcun'altro in questo forum che riesce a cogliere qualche impercettibile sfumatura di differenza fra le due?

Presente

Sto usando netscape anche se devo dire che con Exploder mi ci trovavo bene (bombe a parte)

Non è per farmi pubblicità ma è da tempo che nel mio sito ( http://www.macart.it ) parlo di Apple e dintorni (info e controinfo)

Chiaramente non potevo affrontare questo argomento e oggi ho pubblicato qualcosa.

Ti voglio far leggere un estratto.

Libertà di scelta. Vivere senza Microsoft...è possibile?

 

La dichiarazione allo SMAU di un dirigente della Microsoft Italia a proposito della mancata localizzazione in italiano della suite Office 2001 per mac ha destato scalpore, indignazione e proteste di tutti i generi sulla rete. (omissis)

Pensare che un utente mac sia uno straccione poi...

Straccione sarà chi compra un clonaccio a due lire per usare un sistema operativo che a prima vista sembra simile al MacOS e non può permettersi di usare l'originale illudendosi. (omissis)

La decisione di non localizzare in Italiano l'office 2001 personalmente non mi pregiudica nulla ma sicuramente pregiudica chi dopo tanti sforzi è riuscito a creare una seppur minima clientela di office automation su mac.

Pagare un corso d'inglese alla segretaria è sicuramente meno economico che sostituire il mac con un bel clonaccio con office in italiano.

Molti hanno proposto un boicottaggio di massa eliminando dal proprio Mac quello che porta il marchio di Bill.

Tutto ciò é possibile?

In teoria anche chi si occupa di Office Automation su Mac può percorrere questa strada.

Le soluzioni ci sono anche per chi è costretto a dialogare con Win ma necessita di informazioni giuste e di qualche sacrificio.

Ma più che sacrificio si tratta anche di perdere del tempo che un azienda o un utente medio spesso non è disposto a perdere e in più non gliene frega niente se la Microsoft deciderà per lui cosa deve o non deve fare.

 

Vivere senza Microsoft si può.

E' una questione di scelte e chi può scegliere è un uomo che ragiona con la sua testa e questo ti fa avere più stima di te stesso in qualunque momento.

Visto che siamo obbligati ad usare programmi in Inglese possiamo usare un buon prodotto a bassissimo costo che è Nisus Writer oppure in italiano Apple Works che oggi è in dotazione in quasi tutti i mac.

Per leggere i file "doc" di qualunque versione di Word possiamo usare icWord e poi importare tutto nel nostro programma preferito.

Ci saranno dei problemi con la formattazione del testo ma spesso questa non è assolutamente necessaria.

Il discorso si fa' piu complicato per Excel.

Qui possiamo chiedere di salvare in versioni precedenti o eseguire degli stratagemmi con Filemaker Pro e Apple Works.

Netscape funziona, iCab migliorerà e dovrebbe essere disponibile a breve Opera.

I programmi di posta non mancano.

A parte Netscape c'è l'ottimo ancora funzionante Emailer e per chi vuol spendere 49 dollari per la sua autostima c'è l'ottimo PowerMail.

 

Certamente per chi si é abituato all'integrazione dei programmi Microsoft, ai suoi continui conflitti e alle sue bombe meravigliose, sarà difficile fare il passo verso l'epurazione di tali programmi dal suo mac ma se vorrà accettare la sfida e principalmente sentirsi un po' più libero e meno condizionato questa è l'occasione per iniziare.

Guardiamo il lato positivo delle cose:

il sudore elimina le tossine...

Un sogno:

Un giorno le persone si renderanno conto di essere schiave della Microsoft e si rivolteranno.

Più tarda quel giorno e più difficile sarà fare a meno di Microsoft.

Meditate gente meditate.

 

Da oggi una nuova dicitura chiude la pagina di macart:

Per una migliore visualizzazione si consiglia di utilizzare sistemi Apple Macintosh, Netscape, iCab e il carattere Verdana

Questo sito non è affiliato con produttori o rivenditori di computer ed è libero da Microsoft soprattutto

Antonio della serie sto purificando il mio Mac e ne sono contento

P.S. il 25% degli accessi a questo sito vengono da Windows. ARRANGIATEVI

Link to comment
Share on other sites

> La tua risposta suona come se io avessi

> parlato male di Macity...

La mia risposta faceva riferimento al punto in cui mi è parso che tu affermassi che chi scrive su Macity è una banderuola che cambia parere a seconda di come tira il vento o cambia l'umore e che un tempo godeva dei bugs di Microsoft e ora piange per il tradimento delle Finestre. Ho solo ribadito che non è così e che noi non abbiamo mai avuto e non abbiamo pareri che prescindono dai fatti, ovviamente per come i fatti li vediamo noi.

Non mi addentro più nella vicenda Microsoft. Le posizioni sono chiare: la tua (legittima) opinione è che Office per Mac serve a Microsoft per imporre il suo standard e uccidere anche la piattaforma Mac e che per questo va respinto ad ogni costo, anche quello di vendere meno computer.

La mia posizione, spero altrettanto legittima, è che Microsoft non sarà mai in grado di imporre nulla al mondo Mac, tantomeno l'uso di Office e che per questo deve lottare con altri produttori per rilasciare un prodotto che abbia delle caratteristiche di qualità e di funzionalità e che garantisca un reale vantaggio a quelli che decidono di utilizzarlo. Questo vantaggio potrebbe anche essere continuare ad utilizzare un Mac anche se non si ha un sufficiente grado di informatizzazione per usare artifici non alla portata di tutti e, nel contempo, si ha esigenza di dialogare con un mondo che non è quello Mac e che ha altrettanto diritto di esistere e di continuare ad usare i suoi standard, giusti o sbagliati che siano.

Link to comment
Share on other sites

Vi segnalo che all'indirizzo:

http://www.tvspot.it/classifiche.php3

si puo' votare il proprio spot preferito. Che ne dite di votare tutti per il bellissimo "Think different" di Apple? (Sempre ammesso che vi sia piaciuto...).

Nella sezione "miglior musica da spot" la canzone "Born to be wild" usata nella pubblicita' dei nuovi iMac e' gia' al terzo posto.

Link to comment
Share on other sites

Quello della Barilla che e' al primo posto e' molto piu' promozionale per il Mac...

E' meglio di una pubblicità Apple...

e sicuramente ha fatto vendere piu' Mac di "Think Different"...

Io voterei per quello...

Guardate la foto di apertura...

pensate a quante ragazze si sono dette.. anch'io mi compro quel bellissimo portatile blu e chatto con l'uomo dei miei sogni...

(e viceversa per lui...)

Link to comment
Share on other sites

In passato ho avuto alcune visioni sul futuro dell'informatica.

Alcune si sono avverate (o quasi), altre no.

Avevo previsto che il PowerPC sarebbe diventata la piattaforma standard per il desktop.

Ho preso una gran cantonata... :)

Peccato, i presupposti c'erano tutti, c'era MacOS, AmigaOS, Linux, IBM aveva prodotto AIX e anche OS2 (mai uscito), persino Windwos NT esisteva per PowerPC (in versione 3, poi cancellato).

Apple ha avuto un ruolo fondamentale nel fallimento del progetto CHRP.

Se non avessero puntato i piedi oggi quasi tutti i computer sarebbero basati su PowerPC. Il mercato sarebbe stato cosi' diviso:

20% UNIX e derivati

40% WinNT

40% MacOS

(Ok sulle percentuali si puo' discutere...)

Pensate che bello vi compravate un computer (si sarebbe chiamato "computer", non "PC" o "Mac")

E vi installavate NT, OS2, MacOS, Unix o quello che vi andava (o, perche' no, tutti!)

Niente emulatori, hardware standard.

Ho sognato?

Ho sognato.

Col senno di poi potrete anche ridere e giudicare ingenua la mia visione

ma al tempo non ero il solo.

Un altra mia visione era che NT e 95 sarebbero confluiti, prima o poi, in un'unico polpettone.

Con 2000 mi avevano quasi dato ragione, poi gli e' mancato il coraggio ed ecco nascere ME...

Ma penso che sia questione di tempo...

Oggi voglio proporvi la mia ultima visione.

Papparapaaaa:

"Il futuro ci riserva la "rivincita del vecchio".

Unix e la "computazione centralizzata" saranno i motori della nuova informatica"

Ok, ditruggete la mia teroia... :)

Link to comment
Share on other sites

Dal secondo libro dell'"Apocalisse informatica":

"Windows continuava a crescere di dimensioni, le righe di codice erano diventate un sinonimo di prolissità informatica, gli stessi programmatori della MS non avevano più idea del perché l'OS continuava a comportarsi in maniera opposta a come prevedevano fino a quando un giorno... il collasso! Non ci fu più nulla da fare, nessuna patch aveva più effetto. Fu chiamato "il grande blocco", evento che molte sette informatico/religiose attendevano da tempo.

Iniziarono installazioni non autorizzate di vecchie versioni di Windows, copie che raggiunsero prezzi stratosferici ma il cui effetto non produsse grandi risultati non avendo i drivers per l'hardware più recente."

Ecc. ecc.

Link to comment
Share on other sites

Il futuro dell'informatica consumer, secondo me, è la PlayStationII!! guardate su questa pagina (http://www.sony.co.jp/sd/ProductsPark/Consumer/DSC/picpara.html) il programma di fotomontaggio e la bellissima stampante (sempre sony) da collegare alla play...chi lo compra più il PC con una tale meraviglia a meno di un milione? l'unico mio dubbio è la risoluzione: secondo voi è collegabile ad un monitor

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share