Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

Io ho una stampante con colori separati!!! solo che è OKI e non è diffusa (con conseguente problema di cartucce da trovare). Comprerò l'inchiostro in boccette alla fiera di Forlì dell'elettronica (oggi e domani, veniteci!!) e farò diventare la stampante siringa-dipendente.

Certo che una laser è molto utile, stampa come un tipografo, fa fotocopie ottime (con scanner a parte) e l'inchiostro dura *tantissimo*

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Penso comunque che la gamma di iMac debba avere tre fasce, non 4, o comunque 3 frequenze e non 4. Nel mininimo non metterei masterizzatore, nemmeno esterno, nel medio interno 4x4x32x4DVD e nel massimo 4x8x32 est. e 8xDVD int.

nel PMac *assolutamente* non va un mast. interno!! deve essere esterno e FW

Link to comment
Share on other sites

Attilio>"Il mercato Italiano non ha peso affatto, quello europeo un po' di piu' si, ma parliamo di Inghilterra, Francia e Germania, noi siamo molto dopo..., un ottimo mercato per Apple e' il Giappone, figurati dove potremmo essere noi..."

Forse il mercato va creato.

Non credi che se in Giappone, che è poco più grande dell'Italia e conta circa il doppio della popolazione, il mac va a ruba è perchè Apple ha da sempre avuto un approccio diverso nel pubblicizare e vendere il prodotto?

Link to comment
Share on other sites

Camillo> questione processori: un anno fa c'erano i PIII 500 Mhz ed i G4 500Mhz, entrambi costavano un'eresia e montarli su una macchina significava aumentarne il costo sensibilmente, oggi i PIII 500 Mhz non esistono piu' dopo una vita commerciale che li ha portati a costare pochi spiccioli, dovrei credere che invece Apple, dopo un anno che e' inchiodata a 500 Mhz, solo per colpa di motorola, che ha dovuto fare investimenti marketing e tecnici, per sopperire alle deficenze di motorola, continui a pagare i processori 500 Mhz come li pagava un anno fa???? Se davvero fosse cosi': prendete l'ufficio acquisti di Apple ed affogatelo nel pacifico, prendete l'ufficio commerciale di Motorola e costruitegli un mausoleo ad imperitura memoria per essere riusciti a vendere per un anno intero allo stesso prezzo un prodotto che dopo due settimane di solito si deprezza, dopo due mesi si dimezza e dopo sei mesi esce di produzione. Infine siate solo eternamente grati ad Apple, che, nonostante paghi i processori 500 Mhz ancora una cifra enorme, ve ne mette addirittura due invece che uno mantenendo lo stesso prezzo di vendita....

No, mi dispiace ma non ci credo neppure un minuto che Apple i processori G4 450/500 Mhz li paghi cari, sono, ripeto, processori di un anno fa..., come dire che Apple paga oggi gli hd da 10 Gb come li pagava l'anno scorso, come dire che se vado a comprare una Fiat UNO oggi la pago come una Punto.....

Pasquale> il mercato giapponese e' assolutamente atipico, non riproducibile qui da noi, il mercato va creato quando e' possibile farlo, in Italia per anni il mercato education e' stato assolutamente precluso ad Apple, non per cattiva volonta' di Apple, ma per via di circolari ministeriali ben precise, avevamo in Italia Olivetti e le macchine nelle scuole dovevano essere MS-DOS compatibili (proprio l'anno che olivetti tiro' fuori l'M24), le pubbliche amministrazioni, enti statali e para-statali, tutti invasi da macchine DOS..., ad Apple era preclusa qualsiasi possibilita' di penetrare il mercato, se non quello libero dei professionisti, con numeri assolutamente risibili se confrontati con quelli di altri paesi.

Oggi il mercato sarebbe piu' favorevole? forse si, forse si potrebbe fare qualcosina in piu', ma intanto il danno e' stato fatto, e non per colpa di Apple ma dei nostri cari governi, ed in un momento di difficolta' non si investe in nuovi mercati, si cerca di tenere quelli che gia' si hanno.....

ciao

Link to comment
Share on other sites

Diego> "Del mercato azionario a me interessa fino ad un certo punto... "

A te potra' non interessare molto, ma al top management di Apple (e di qualsiasi azienda quotata) interessa e anche molto. Ogni decisione strategica e' presa con l'obiettivo di creare valore per gli azionisti che si misura con la quotazione del titolo.

Ultimamente a Cupertino non e' andata cosi'... ma sono in buona compagnia con molte alter societa' dell'ICT.

Link to comment
Share on other sites

strani segnali dagli USA

Sono a Boston da un anno per lavoro e fino a poco tempo fa c`erano almeno 5 provider che davano internet gratis per mac (qui bisogna utilizzare un client che ti scarica pubblicita` in continuazione) ed erano:

freeweb, freedom, Lycos, Altavista, ed excite, tre mesi fa hanno chiuso freeweb e freedom, e negli ultimi giorni Lycos e Altavista, ieri anche excite mi ha comunicato che continuera` a funzionare per windows ma non per mac.

La situazione ora e` che in USA non ci sono piu` povider gratuiti per mac

Link to comment
Share on other sites

Dopo aver letto la simpatica diatriba scaturita dalla presenza di un virus negli screensaver del Grande Fratello, mi è' venuta l'idea di proporre un piccolo quiz, per veri Macintoshisti d'annata:

Chi mi sa dire che legame c'è tra Apple Computer ed il Grande Fratello (c'è, c'è...)?

Vediamo chi sarà il primo che lo scoprirà...

Ciao a tutti, Ale.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share