Mac chat


chest
 Share

Recommended Posts

forse mi sto sbagliando ma Apple ha cambiato politica nei confronti degli utenti.

Ultimamente alcuni fatti mi hanno fatto pensare che Apple (Steve) si sia decisa ad ascoltare le richieste dei clienti:

Al mac world sono state mostrate alcune modifiche all`interfaccia di mac OSX e che erano state richieste a gran voce dalla comunita` degli utenti, tra le notizie di oggi c`e` la variazione della licenza open source secondo le richieste degli sviluppatori ed inoltre lo sconto dei trenta dollari gia` pagati per la beta di OSX per l`acquisto del nuovo OS, tutte cose che qualche anno fa non si sarebbero neppure potute immaginare, e` solo una mia impressione o finalmente qualcuno ci sta ascoltando?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 22.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Apro questa discussione dopo averla iniziata in atro thread.

Vorrei sapere se secondo voi, la linea attuale Mac sia completa come offerta al pubblico, oppure se necessita dell’introduzione di una nuova linea sia nel settore consumer che in quello professional.

La linea consumer dispone attualmente di due elementi che la contraddistinguono, gli iMac e gli iBook.

La linea professional invece dispone di tre elementi, i Power Mac G4, i Cube ed infine i Power Book Titanium.

Sappiamo anche che manca un tassello nel famoso schema 3x3 attuale, evoluzione del 2x2, ed i più ipotizzano un inserimento dell’ultimo elemento nella fascia consumer come logica vorrebbe, ma sappiamo anche bene che di logica con Apple non si può sempre parlare.

Sappiamo anche che il futuro quanto mai vicino di Apple è in MacOsX e nel G4 e successivi PPC, quindi presto (Tokyo) o tardi (New York), tutta la linea 3x2 attuale verrà dirottata sui G4.

Ipotizzando che l’ultimo tassello vuoto dello schema vada occupato da un dispositivo portatile, che forse non sarà un palmare ma neanche un portatile vero e proprio, il problema secondo il mio modesto parere, resta della insufficienza della linea attuale.

2 anni e mezzo fa, l’introduzione dell’iMac e l’esistenza della linea professionale G3 (quelli Beige su case dei vecchi 8600/9600 per intenderci), insieme al PowerBook era sufficiente per una azienda che aveva una quota di mercato vicina al 2/2,5%, adesso la situazione è fortunatamente ben diversa.

Il mercato Apple si è allargato, siamo intorno al 6% (fonti Jobs), le aspettative e le esigenze dell’azienda e dei consumatori sono cambiate si sono allargate e si sono diversificate.

Stando anche alle mire dell’azienda , raddoppiare la quota di mercato, arrivare quindi al 12%, in un tempo relativamente breve (e qui si può aprire un altro discorso su quanto valga il termine relativamente breve), questa operazione sarà possibile secondo voi questa impresa?

Visto che la Apple sembra molto più attenta del passato alle esigenze ed alle lamentele degli utenti, potrebbe essere un…â€inizioâ€;-)

Io ritengo che nella linea attuale ci sia una mancanza grave, sia assente cioè la possibilità di entrare nel mondo mac, spendendo massimo 3.000.000£ ed avere un computer per lavorare con un monitor da 17†(non Apple visto che costa circa 350.000/400.000 più di un ottima alternativa della concorrenza).

Considerando che questa fascia di prezzo è considerata media dal resto del mondo pc wintel/winamd, non credo sia una utopia la mia richiesta…

Mickey

p.s.:scusate veramente per l’eccessiva lunghezza del mio intervento, ma sono in treno e porta “solo†55min di ritardo…;-((

Link to comment
Share on other sites

Per me manca un Subnotebook.

Una macchina con solo l'hard disk, una firewire e 2 usb.

Niente lettore ottico.

ma con ethernet e airport, (in opzione anche IRDA.

schermo da 10 a 12" da 800x600

Opzione di touch screen con penna.

Una macchina per MacOS e l'eredità delle tecnologie newton per il riconoscimento della scrittura.

Link to comment
Share on other sites

La macchina che chiedi tu e' un iMac della linea attuale con la possibilità di collegare un monitor esterno in modalità non mirroring.

Cambiando solo la scheda video avresti un Mac che costa come prezzo d'attacco sui 2.500.000 e a cui potresti aggiungere come e quando vuoi un monitor da 17".

In questo modo avresti tutti i vantaggi.

Costerebbe poco all'inizio e sarebbe subito sfruttabile.

Se usi solo il 17 che puoi aggiungere dopo metti l'iMac sotto la scrivania o in alto nella libreria con il monitor spento.

Se li usi entrambe li affianchi ed hai una macchina per le Palette e una per la superficie di disegno, composizione, etc.

Se devi spostarlo per una presentazione ti prendi solo l'iMac.

Per me questa sarebbe la macchina ideale per tantissimi usi.

E basterebbe, come dicevo, cambiare semplicemente la scheda video sull'attuale linea magari usando i "fondi di magazzino" delle ATi dei Powerbook...

Link to comment
Share on other sites

Settimio,

sul Sub-notebook avevo letto da qualche parte, per i miei gusti non saprei se ritenerlo utile oppure una forzatura.

Ma dinuovo la soluzione dell'iMac con il 17" esterno nooo! ;-)

Se è vero che si può praticare già da adesso( almeno in parte non mirroring), ma non è una soluzione intelligente secondo me.

Stravolgi il concetto su cui si è fondato l'iMac, All-in-one, che cavolo di All-in-one avremmo se dovremmo comprare due oggetti?

Dai anche la proposta di mettere l'iMac sotto il tavolo, allora prendiamoci un pc, tanto fa schifo è quindi giusto non farlo vedere.

E le varie porte che non sono più a "portata" di mano?

Me lo potrai ripetere mille volte, mi potrai portare mille esempi di gente che lo ha fatto, ma sono solo soluzioni di ripiego non sono una soluzione a monte.

Anche mi portassi 10000 persone che lo fanno avremmo quaclhe altro Milione che non lo fa e si rifiuta di pensarlo, e altre migliaia che non lo comprano propio un mac perchè non hanno la possibilità di avere almeno un 17" e spendere sui 3.000.000£.

Mickey

Link to comment
Share on other sites

Ne abbiamo gia' parlato alla nausea.

Il prodotto che manca alla linea e' questo:

http://www.appleinsider.com/articles/0101/hicube.shtml

L'avete gia visto tutti.

Non prendertela Settimio ma prendere un iMac con monitor sapendo gia' di dover usare un 17" esterno mi sembra assolutamente senza senso e non capisco perche' ti sei arroccato su questa posizione a mio avviso indifendibile.

L'iMac con monitor integrato avra' ancora mercato per un po' ma presto, secondo me, dovra' essere dotato di monitor TFT.

Un 15" da 1024*768 andrebbe benissimo.

Gli LCD hanno una definizione e un contrasto tali che a quella risoulzione funzionano come un 17" se non meglio.

Tanto per fare un esempio io ho un ArtMedia 17" con tubo Trinitron ma piuttosto vecchiotto.

Un mio amigo si e' presto un monitor Sony da 17" quello senza base basculante color lattementa e grigioviola con frontale in alluminio e schermo piatto.

Ebbene il testo e' piu' nitido sul suo a 1280*1024 che sul mio a 1024*768. E il mio monitor e' tarato bene.

Link to comment
Share on other sites

Un SubNotebook sarebbe il mio sogno, l'ho detto piu' volte, e Tokio sarebbe piazza perfetta per la presentazione, ma.... non ci sara'....

Un iCube? magari..., sarebbe una macchina perfetta, con un solo slot PCI sarebbe ancora migliore, ma Jobs dovrebbe decidere di eliminare completamente la linea iMac, non ne venderebbe piu' neppure uno. Con un iCube senza monitor a 2,2/2,3 milioni (e sarebbe plausibile con dentro la logica di un iMac), significa che a 2,5 milioni si prende con un 15", a quel punto chi lo compra un iMac?

Comunque sarei propenso ad una sostituzione degli iMac con nuove macchine, oramai, pur mantenendo un ottimo look, gli iMac hanno perso molto dell'appeal che avevano all'inizio, chi lo voleva l'ha gia' comprato, lo hanno visto tutti e chi non lo ha comprato oramai non lo compra piu'. Sarei curioso di sapere i numeri di vendita splittati come venivano proposti agli esordi della commercializzazione: 35% di acquirenti provenienti dal mondo win, 30% mai avuto un computer, restanti gia' utenti Apple... Oggi credo che i numeri sarebbero ben diversi, la capacita' della macchina di attirare utenza win e' davvero bassa...

Questo, ovviamente, il mio personalissimo punto di vista :-)

ciao

NB: i numeri percentuali non li ricordo con esattezza, se non erro erano piu' o meno simili a quelli citati...

Link to comment
Share on other sites

Quello che manca secondo me e` una macchina ad alti livelli qualche cosa che vada a fare il solletico a Silicon Graphic, un prodotto che sia il riferimento alto per tutta la gamma, riservato ai professionisti, non tanto per farci grandi utili ma per fissare un punto di eccellenza nel panorama informatico, che so, 4 processori G4 800 mHz 2 AGP( per collegarci due monitor, non si usa piu?) 6 PCI HD 10.000 giri, Super Disk, monitor grande etc. etc. Isomma qualche cosa che potrebbero comperare quelli di PIXAR. Tra l`altro con l`arrivo di OSX la strada diventa molto piu` facile.

Una macchia di questo livello inoltre avrebbe un effetto trainante su tutta la gamma consumer.

Link to comment
Share on other sites

Attilio,

è vero che con un prezzo così aggressivo per l'eventale iCube,l'iMac così come è ora impostato farebbe una brutta fine.

Magari potrebbero ridimensionare la linea e far partire da 2.500.000/2.700.000£ l'iCube, arrivando ad un massimo di 3.500.000£ con monitor da 17".

Il 15" TFT nel nuovo iMac sarebbe perfetto, però ci sarebbero due problemucci:

- costi del nuovo iMac, certo non verrebbe due milioni solo il monitor, prodotto a grande scala credo che non inciderebbe più di un milione a macchina;

-l'iMac così come è pensato è armonioso, equilibrato, come farebbero a fare qualcosa di simile con un TFT da 15"?

Mickey

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share