Sign in to follow this  
antonio

Hardware Apple

Recommended Posts

veramente da quell'articolo si evince solo che secondo apple un portatile che dopo 12 mesi fonde è stato costruito perfettamente.......

insomma le fa tutte pur di non riconscere un difetto....

complimenti alla apple, bel trattamento di m€[email protected] nei confronti di chi gli ha dato milioni per un portatile.

inoltre quell'articolo è palesemente incompleto: "abbiamo parlato con apple italia" ma con chi? e come? io ragazzi è tutta la mattina che tento di parlare "con apple italia" e per ora ho parlato solo con persone che, al telefono, mi hanno detto, testuali parole " si lo sappiamo che la garanzia per legge deve essere di due anni, ma la apple se ne frega, e te ne da solo uno"......

complimenti veramente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

aggiungo che, in particolare, mi piace moltissimo il punto in cui si dice, neanche troppo ìmplicitamente:

ammettiamo che un portatile si spacca per lo stesso motivo, se questo avviene entro dodici mesi, si chiama "difetto di conformità" e te lo mettiamo a posto, se avviene dopo i 12 mesi, si chiama "[email protected] tuoi" e te lo prendi in quel posto.

tra l'esilarante e il tragico........

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giuseppe... occhio alla legge

http://www.parlamento.it/parlam/leggi/deleghe/02024dl.htm

"1519-sexies (Termini). - Il venditore e' responsabile, a norma dell'articolo 1519-quater, quando il difetto di conformita' si manifesta entro il termine di due anni dalla consegna del bene.

Il consumatore decade dai diritti previsti dall'articolo 1519-quater, comma secondo, se non denuncia al venditore il difetto di conformita' entro il termine di due mesi dalla data in cui ha scoperto il difetto. La denuncia non e' necessaria se il venditore ha riconosciuto l'esistenza del difetto o l'ha occultato.

Salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformita' che si manifestano entro sei mesi dalla consegna del bene esistessero gia' a tale data, a meno che tale ipotesi sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformita'.

L'azione diretta a far valere i difetti non dolosamente occultati dal venditore si prescrive, in ogni caso, nel termine di ventisei mesi dalla consegna del bene; il consumatore, che sia convenuto per l'esecuzione del contratto, puo' tuttavia far valere sempre i diritti di cui all'articolo 1519-quater, comma secondo, purche' il difetto di conformita' sia stato denunciato entro due mesi dalla scoperta e prima della scadenza del termine di cui al periodo precedente. "

NOTA:

Quindi se sei un privato, ti si fonde il portatile perchè Apple lo ha progettato male e - il venditore lo ha occultato entro i 24 mesi dall'acquisto puoi rifarti - sul venditore - che a sua volta si rifa su Apple.

- Tutto cio' non si applica se sei un'azienda

- non si applica se ti si fonde per colpa tua

- non si applica se non e' dimostrabile che il computer si e' fuso per colpa di Apple

La legge riguarda il rapporto tra VENDITORE e UTENTE FINALE (privato).

Non riguarda il rapporto tra Produttore e Utente Finale.

Quindi tu hai una garanzia obbligatoria di due anni sui difetti di conformità e puoi rivalertene nei confronti del rivenditore che a sua volta puo' rivalersi, se ne ha la possibilita', nei confronti del produttore.

Il problema si pone, e qui siamo rimasti nella scorsa tornata di discussioni, quando Apple è il venditore stesso con AppleStore, ovviamente dovrà rifarsi su se stessa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

perfetto, e quindi, in conclusione, visto che apple è una marca seria, presumo abbia già diramato (visto che la legge non è uscita ieri ma è in vigore da più di un anno e mezzo....) un elenco dei difetti che riconosce dopo i 12 mesi, e di quali invece non vengono riconosciuti...

perchè dall'articolo che mi avete linkato, sembra quasi che apple non risponderà di NESSUN difetto si presenti dopo il dodicesimo mese.....

per favore mi potreste mostrare questo elenco?

grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ripeto...

non e' un rapporto tra Apple e l'utente ma tra il venditore e l'utente.

Apple NON risponde COMUNQUE a te che sei un PRIVATO dopo 12 Mesi, risponde al rivenditore che vuol rivalersi su di lei.

Nel caso di Apple Store penso che la cosa sia la stessa.

L'elenco di Apple che tu chiedi non lo conosco...

tu conosci analoghi elenchi di altri produttori?

Sarebbero interessanti da consultare...

Giuseppe ti invito a rileggere attentamente l'articolo

citato...

http://www.macitynet.it/macity/aA12835/index.shtml

è tutto spiegato molto chiaramente...

Per tua comodità e per leggere nomi e cognomi di chi ha risposto te lo incollo qui sotto.

-----

"Facciamo chiarezza per quanto possibile" dovrebbe essere l'esatto titolo di questo articolo che cerca di districarsi tra le interpretazioni di norme non esattamente chiare. MacityNet ha indagato sulla posizione ufficiale di Apple, sulle richieste delle leggi più recenti per trovare una risposta definitiva ad un quesito molto dibattuto tra i consumatori. Ecco le risposte grazie anche ad una consulenza legale.

di Rudy Belcastro

( 24-01-2003 )

In seguito ad un decreto legislativo del 2002, nell'ambito delle garanzie a tutela del consumatore portate avanti da una direttiva europea, tutti i beni di consumo acquistati in Italia dopo il 23 marzo 2002 sono coperti per legge da un periodo di garanzia di 2 anni dalla data di acquisto. Al contrario come indicato nell'articolo 10 dei Termini e Condizioni di vendita Apple Computer Inc:

la garanzia sui prodotti di Cupertino è espressamente indicata in un periodo di un solo anno.

La notizia e l'apparente controsenso tra le disposizioni di legge e le condizioni di Apple ha creato scompiglio rendendo l'argomento poco chiaro e spesso contraddittorio.

Abbiamo voluto quindi vederci chiaro interpellando direttamente Apple Italia ed un avvocato che ci ha aiutati a capire il testo della legge stessa:

Il decreto legislativo numero 24 del 2/2/2002, che dà attuazione alla direttiva europea 44/99, entrato in vigore il 23 marzo 2002 stabilisce che tutti i beni acquistati in Italia e nell'Unione Europea hanno una garanzia minima di due anni. Ne deriva che tutti i consumatori che hanno acquistato un prodotto Apple dopo il 23 marzo 2002, data di entrata di vigore del decreto, hanno per legge diritto a 2 anni di garanzia.

Ma bisogna stare attenti nel giungere a conclusioni affrettate. La garanzia prevista dal decreto legislativo riguarda esclusivamente un rapporto tra il rivenditore ed il consumatore (esclusi quindi i prodotti fatturati) ed esclusivamente in caso di qualsiasi difetto di conformità esistente al momento della consegna del bene.

In caso di difetto di conformità, il consumatore ha diritto al ripristino, senza spese, della conformità del bene mediante riparazione o sostituzione. A sua volta il venditore finale, quando e' responsabile nei confronti del consumatore a causa di un difetto di conformità imputabile ad un'azione o ad un'omissione del produttore ha diritto rifarsi nei confronti del produttore ( salvo patto contrario o rinuncia).

Da ciò si deduce che dopo l'acquisto del prodotto Apple, o di qualsiasi altro bene di consumo in Italia, il consumatore ha diritto per legge a due anni di garanzia a patto che il prodotto presenti un difetto di conformita' al momento dell'acquisto. Detto ciò è facile intuire quanto possa essere soggetto ad interpretazioni in caso si contenziosi giudiziari il concetto di "conformità al momento della consegna del prodotto".

Dopo aver chiesto chiarimenti ad Apple Italia, il dottor Premazzi responsabile delle PR di Cologno Monzese, ci ha confermato quanto sospettavamo. Apple Europa ha deciso di non prendere posizione in merito alla questione e di conseguenza anche Apple Italia. La garanzia di Apple Europa è fissata in un periodo di un anno a decorrere dalla data di acquisto, senza fare accenno alle specifiche legislazioni e direttive normative dei paesi membri della Unione Europea. l sito di Apple Italia del resto dichiara espressamente in un disclaimer alla fine della pagina delle condizioni di vendita: "SE SIETE UN CONSUMATORE QUESTA GARANZIA

SI AGGIUNGE A QUELLA DI LEGGE E NON INFICIA IN ALCUN MODO I DIRITTI A VOI SPETTANTI IN BASE ALLA LEGGE."

Ovviamente come ogni contratto di vendita, quello tra Apple ed i suoi clienti segue le norme della Legge Italiana e di conseguenza, anche se non espressamente indicato, la garanzia è estesa ai due anni previsti per legge, ma esclusivamente nei casi previsti dalla legge (rapporto tra consumatore e rivenditore, difetto di conformità e per i prodotti acquistati dopo il 23 marzo 2002). Inutile sottolineare gli effetti dirompenti che un simile decreto possa aver avuto nei rapporti tra produttori, rivenditori e consumatori.

Non a caso gran parte dei produttori ha esteso la propria garanzia ufficiale a due anni (Sony Vaio addirittura tre anni). Rimane tuttavia l'impressione di una normativa eccessivamente soggetta ad interpretazioni e spesso anche in contraddizione con le altre normative europee. Lo stesso Enzo Biagini, durante la presentazione dei nuovi Powerbooks G4 a Milano, ha ammesso ad un nostro redattore che il concetto stesso di "garanzia" ha molte sfaccettature e che Apple Europa valuterà la situazione in caso di normative specifiche e obblighino il produttore a fornire garanzie superiori ad un anno ai propri clienti (e come abbiamo appena scoperto, non è il caso Italiano).

Per concludere possiamo allora individuare due distinte "garanzie" sui prodotti Apple: quella derivante dal decreto legge 24 del 2/2/2002 esclusivamente nei casi previsti dalla legge valida per i beni di consumo acquistati dopo il 23 marzo 2002 per difetti di conformità (salvo interpretazione diversa della legge da parte del giudice in caso di azione giudiziaria); quella proposta da Apple di un anno che prevede 90 giorni di assistenza telefonica e 12 mesi di garanzia del prodotto acquistato.

Facendo degli esempi concreti ci rendiamo conto quanto in realtà sia aleatoria la garanzia obbligatoria per legge. Se a giugno 2003 al vostro iBook acquistato nel marzo 2002 e la cui garanzia Apple è scaduta, si dovesse collassare la batteria qualsiasi giudice potrebbe dire che la batteria possedeva "conformità" al momento dell'acquisto e che l'uso ne ha cagionato il deperimento. Un altro giudice potrebbe invece sentenziare la cosa opposta ritenendo che una batteria dovrebbe avere una vita media superiore ai 16 mesi trascorsi .

Apple invece la sostituirebbe senza pensarci a patto che il problema occorra entro i 12 previsti dalla garanzia o entro i tre anni in caso di sottoscrizione di Apple Protection Plan.

Le grane comunque verranno fuori a partire dal 22 marzo 2003, data in cui scadranno le garanzie Apple dei prodotti acquistati dopo la data di entrata in vigore della legge. I rivenditori Apple italiani potranno vedersi protagonisti di una richiesta risarcitoria da parte di un cliente e rifarsi ad Apple, produttore del bene di consumo stesso.

In tal senso è auspicabile che l'argomento venga affrontato in maniera più consapevole ed organica in un tavolo nei quali si incontrino associazioni consumatori, legislatori e produttori in modo da trovare di concerto soluzioni chiare ed inequivocabili che diano maggiori certezze a tutte le parti coinvolte ed evitino ricorsi ad un già sovraffollato e labirintico sistema giudiziario italiano

Si ringrazia per la consulenza il dottor Milazzo dello Studio Legale Tributario "Accursio Gallo" di Palermo."

In ogni caso un esempi di difetto di conformità riconosciut ci sono gia' stati e sono la verniciatura dei primi Titanium e le ventole dei penultimi G4.

In quel caso Apple ha operato gratuitamente la sostituzione dei case (una operazione da 300 Euro circa) e la spedizione di ventole sostitutive (qui la cosa costava meno) ma non solo ai privati, anche a chi aveva acquistato con fattura.

Sarebbe interessante sapere quanti privati si sono rivalsi sui rivenditori passati i 12 mesi dall'acquisto dei suddetti prodotti per avere la riparazione in garanzia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

si, io conosco gli elenchi di hp, acer e dell, in cui è chiaramente scritto che la garanzia oltre il primo anno copre TUTTO, tranne:

-batteria

-alimentatore

TUTTO il resto è coperto.

e cmq 3 mesi fa avevo un laptop dell, volevo dei chiarimenti su questa cosa, ho chiamato dell, ed entro 40 secondi dalla chiamata stavo parlando con un responsabile, che non mi ha detto "pronto" ma mi ha detto "buon giorno", che mi ha spiegato tutto chiaramente e con una gentilezza che non mi aspettavo, e io in 3 minuti avevo capito tutto.

stamattina ho chiamato "apple italia" e dopo 10 minuti di attesa ho parlato con una persona che non sapeva un caxxo, la quale mi ha detto "resta in linea" e dopo 35 minuti di attesa e di musichette più o meno simpatiche ho parlato con una altra persona che non sapeva un caxxo, e che ho dovuto chiamare un numero 199 per sentirmi dire "sì sappiamo che la garanzia dovrebbe essere due anni ma ce ne freghiamo".

tu cosa ne concludi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

per fortuna giuseppe che non volevi scatenare flame... ho l'impressione che sei partito lancia in resta con le tue idee e sarà difficile dimostrarti lo stato dei fatti.

in ogni caso faccio pubblica ammenda per non aver cercato in primis su macity articoli riguardanti la garanzia a 2 anni, però il link che avevo postato era diverso...

ci riprovo:

http://www.tevac.com/book/speciali/2003/garanzia.htm

diciamo che questo link è una risorsa aggiuntiva al discorso

Share this post


Link to post
Share on other sites

guarda che l'articolo l'ho letto bene, e l'unica conclusione che se ne trae è che:

- se a un ibook con garanzia standard si fonde la piastra dopo 11mesi e 29 giorni, si chiama "difetto di conformità".

- se a un ibook con garanzia standard si fonde la piastra dopo 12mesi e 1 giorno, si chiama "prenditelo nel deretano in barba alla legge italiana ed europea ahahahah".

- se a un ibook con garanzia applecare si fonde la piastra dopo 2 anni 11 mesi e 29 giorni, si chiama "difetto di conformità"

ecco l'unica tanto quanto insulsa e impossibile conclusione che si deduce da quella farsa di articolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

matteo in effetti sono incaxxato come una biscia, perchè stamattina volevo comprarmi un nuovo ibook con g4 e ho aperto il thread per avere dei chiaramenti, in seguito ho chiamato questa famigerata "apple italia" e puoi leggere sopra con quanto amore e quanto menefreghismo sono stato trattato.....

diciamo che forse cominci a comprendere la mia delusione........

Share this post


Link to post
Share on other sites

oh allora, proprio dall'articolo che mi hai linkato su tevac, salta fuori questo passo, leggetelo attentamente:

In ogni caso l' azione tesa a far valere i diritti garantiti dalla Legge in ordine alla "difformità" si prescrive nel termine di VENTISEI MESI dalla consegna del bene.

Le norme che abbiamo fin qui esaminato hanno carattere imperativo e inderogabile, e pertanto è nullo qualsiasi patto contrario, in particolare ove si cerchi di ridurre i diritti riconosciuti al consumatore/acquirente, o si cerchi di ridurre il "termine di garanzia" entro cui l' azione si prescrive.

quindi, la legge prescrive che ci siano:

a) 26 mesi.

b) che siano indicati sul contratto.

c) che qualsiasi altro accordo che limita questo diritto del consumatore, E' NULLO.

e quella legge non ha mai parlato di un periodo di 12 mesi, MAI, in nessun punto, quindi spiegatemi da dove saltano fuori i 12 mesi di apple.

grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

no scusa giuseppe...

menefreghismo? da me no di certo.

avevo inserito un link che è stato dirottato ad altra pagina... vabbè...

già dal messaggio successivo al mio hai cominciato con un atteggiamento poco costruttivo. boh?!

duole dirlo ma non si può fare affidamento su apple italia nei contatti con il pubblico.

per quel poco che mi sono informato la garanzia di 2 anni è un rapporto tra venditore e acquirente e riguarda solo clienti privati, non profesionisti o aziende.

Poi guarda che anche ACER ha la garanzia di 1 anno (estendibile a 3, pagando), quindi deve essere una 'congiura' diffusa...

infatti gli unici che pubblicizzano garanzie di 2 anni sugli elettrodomestici (ad esempio) sono i Mediaworld, gli Unieuro, ecc... in ambito Mac lo fa Test, ma solo perchè vende ricondizionati/usati e fa anche assistenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this