Sign in to follow this  
antonio

Hardware Apple

Recommended Posts

Guest

Marco,

la mia è passione dialettica non inca**atura...

Cmq posto che Settimio (pur avendo ragione su "un medico in famiglia") si è sbagliato sulle IENE, che la cosa non è grave, e che magari gliel'avete già menata abbastanza ;-) così è come la vedo io:

1) La prima serie di domande va rivolta ad Apple Italia; cosa ne possono sapere gli utenti di questo forum

2)per la seconda serie:

-riviste non ne leggo (se non "linux&C" dove non c'è bubblicità se non sul retrocopertina)

-trasmissioni che fanno pubblicità "indiretta" ad Apple vediamo...

Medico in famiglia già detto.

Contocampo mandava in onda una pubblicità con Vieri e Inzaghi che chattavano con un iMac e un iBook con tanto di mela in vista.

Red Ronnie ha mostarto compute apple per anni, fino all'anno scorso (l'ultima volta era su rete4).

Altro mi dicono Forum e il processo di Biscardi, ma io non li seguo e non posso confermare.

-Cartelloni ne ho visti un paio qui a Milano (anche se in genere non ci faccio caso)

-non sono insegnate e nulla so dei rapporti tra Apple e scuole/università Italiane.

-non sono nemmeno "professionista" però se leggi le news di macity (non solo quelle che scrivi tu :-) ) tempo fa erano stati resi noti dei seminari gratuiti sul video editing con sitemi apple in varie città Italiane. Settimio correggimi se sbaglio.

-non mi vien in mente altro, non ho nemmeno voglia di pensarci e non posso sapere tutto.

Bene ora tocca a me fare una domanda:

Per quale ragione in cielo o in terra Apple dovrebbe tenere a cuore l'Italia, il paese che forse di più al mondo ha giruato eterna fedeltà a MS e Gates (accolto come un secondo Papa)???

In Inghilterra la diffusione dei mac è vicina a quella USA.

In Francia e in Germania hanno più attenzione alle piattforma "alternative", tanto è vero che vantano la seconda (forse prima) e la terza Distro Linux per diffusione, cioè Mandrake e Suse.

(Addirittura anche la Spagna ci bagna il naso su questo versnate visto che la regione dell'Extremadura, pur di liberarsi dalla dipendenza di MS, ha sviluppato per la propia amministrazione una distro linux tutta sua: LinEx).

Senza poi contare che siamo tra gli ultmini in Europa in quanto ad alfabetizzazione informatica (stima fatta secondo il numero di PC per abitante e secondo la percentuale di persone che usano regolarmente internet).

Ebbene, perchè mai Apple dovrebbe spendere di più propio in Italia???

Cisco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Settimio,

ma come posso non apprezzare il lavoro che fate?

come posso non accogliere con il massimo favore un vostro special, chiamiamolo così, rigurado l'annosa questione di Autocad sotto Mac, probabilmente con una serie di aiuti, suggerimenti etcetc per convivere meglio?

Ma di contro come posso ignorare la realtà che vede una continua emorraggia di utenti Apple verso il mondo PCWintel???

Se devo far finta di nulla, ditemelo che faccio prima.

Il problema del software DOFCA è gravissimo e forse dopo anni c'è una soluzione, ma particolarmente costosa per un macutente.

Se da domani si vuole cercare di aiutare tutti quelli in queste condizioni con solzuioni più o meno praticabili, bene, facciamolo anche grazie a Macity, ma se non lo si facesse tramite Macity e magari altri tipo Tevac, la situazione sarebbe tragica.

Si parla tanto dei rivenditori...uhm..altro bell'argomento...ma vi rendete conto che senza internet e tanta ma tanta passione e pazienza avrei già mandata a fare in "Cubo" tutto avrei fatto al scelta meno problematica di passare tutto l'hotel sotto win, sotto decine di aziende pronte a dare una assistenza, a pagamante certo, ma quella di supporto Apple è ugualmente a pagamento e pure inefficace.

Se ci si allontana minimamente dal campo storico Apple, la possibilità di avere assistenza seria, competente ed affidabile praticamente sparisce?

Sono 2anni che cerco una solzione, che secondo me ci sarebbe anche, per un software di gestione contabile aziendale sotto mac, che possa soddisfarmi, ma che se non lo cerco e lo provo io direttamente non se ne esce?

Non ci sono referenti all'altezza, non senti intorno la disponibilità a risolvere il problema,ma csa ancora più grave non trovi referenti all'altezza, che sappiano veramente supportarti.

Questa è una cosa terribilmente sconfortante, ti senti solo, a lottare contro tutti, contro la disponibilità, contro le perosne che ti circondano, contro l'ignoranza, contro un sistema indifferente ai tuoi problemi.

Se trovi la solzione tu, con le tue prove, i tuoi tentativi, e l'aiuto encomiabile di gente come Settimio, Franco, Marco e tanti altri utenti amici, allora forze , con enormi sprechi di risorse, tempo e denaro, allora forse c'è la fai.

E' sicuramente più facile mollare e passare al "Nemico" ed a quel punto affidarti a gente che per mestiere viene pagato per risolverti il problema.

Ed io sono in campo particolare, ma il mio esempio, sconfortante lo ripeto come assistenza, può valere per tanti altri.

Questo è il futuro che mi aspetta per i prossimi 2/3anni se dovessi decidere di rinnovare il parco macchine Mac con altre macchine Mac a breve?

Sono molto tentato di cambaire tutto, e smettere di preoccuparmi, smettere di cercare giorno e notte soluzioni nascoste, smettere di non dormire la notte per trovare un software adatta alle mie esigenze, che devo provare in prima persona, che devo spulciare in prima persona e che non posso chidere consiglio, un semplice consiglio a nessuno in faccia, senza sentirmi solo nella risposta, senza accorgermi che dall'altra parte il massimo che mi si concede è una pacca sulla spalla, oppure è una frase del tipo:"...ah si...ho sentito qualcosa, posso vedere di procurarti quello che cerchi, dimmi cosa vuoi e posso fartelo avere, ma sulle potenzialità, sulle caratteristiche, sulla installazione...beh devi vedertela tu...ammesso che si trovi la solzuione..."

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ok mi volete proprio far arrabbiare...parliamo di "un medico in famiglia".

Ma chi cavolo ha convinto i dirigenti di Apple Italia che avere ogni tanto la visibilità diun prodotto dentro questa fiction sia una cosa giusta?

Se è un accordo commerciale è sbagliato, o è un mezzo accorod manca la parte migliore, cioè la parola, manca il messaggio.

Se c'è un accordo con la produzione, lo facessero completo, prevedendo ogni puntata un piccolo spot nella fiction, facendo vedere e pronunciare cose del tipo:" aspetta che controlla la posta, sai sono in attesa di avere la risposta al curriculum vitae che ho spedito l'latro giorno, con Mail di Apple posso smistare direttamente la psota in ingresso dividendola dalla semplice pubblicità, se mi hanno risposto le aziende che ho contattato, lo visualizzo immediatamente senza perdere tempo con lo spamming...vedi (inquadratura sulla videata di Mail) ho avuto un paio di risposte...eccezzionale questo Mail..."

Oppure:" ok Nonno Felice (si chiama così LinoBanfi o Nonno Libero?) adesso ti scarico le foto fatte con la macchinetta digitale che mi avete regalato al compleanno, e vediamo subito come sono venute quelle nostre alla gita...ecco apro iPhoto (inquadratura sulla videata con iPhoto) etvoilà ecco le foto Nonno...si ecco quale ti piacciono...bene queste tre, adesso le puliamo, le ritocchiamo e le cataloghiamo in una cartella Gita, se vuoi ti faccio un CD, così leporti a vedere a casa di Zio PincoPallino...no non è complicato, 2minuti ed il cd è pronto..."

Sono esempi di un investimento intelligente, ma far vedere Mail così senza supporto NON SERVE PRATICAMENTE A NULLA.

E non mi convincete del contrario...

L'attuale "strategia", se la possiamo chiamare così, scusate ma secondo me, fa schifo.

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ti dirò.. a proposito di "nonno felice dottore in famiglia o quel che sia ".. un mio amico che di computer non ci capisce una pippa credeva che quelli fossero computer finti, soprattutto perchè gli sembrava troppo "bellina" la roba che c'era nello schermo..

La gente riconosce Windows ma tzak ti arriva un mac os x bellino bellino ed assume la stessa espressione di chi guarda i computer di Star Trek.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Mickey,

forse hai ragione tu, meglio il 4% (ma non è così facile incrementare le vendite del 33%) con bilanci ancora più negativi. Forse no. Io di economia non capisco un'H.

Ma se io non ho un mac non è questione di marketing, è questione di prodotti.

Sono uno studente con limitate risorse economiche; un portatile per me è una spesa ancora eccessiva e non giustificata dal reale utilizzo mentre i desktop mac di fascia "consumer-bassa" (eMac ed iMac entry level) non valgono quello che costano IMHO.

L'unico che trovo competitivo è l'iMac LCD da 17", però è fuori budget.

Quindi Apple può fare tutte le pubblicità che vuole ma io per ora non gli compro nulla.

1100¤ li spenderei anche, ma non per un computer con 128MB di ram, monitor CRT da 17", geforce 2mx e nemmeno i 2 anni di garanzia che la legge prevede.

Secondo me si vendono meno mac in parte per la crisi generale (che sembra risparmiare solo Dell) e in parte perchè solo poche macchine realmente competitive.

Personalmente salvo l'iMac da 17" (come ho già detto) l'Xserve dual ed i portatili.

Il marketing c'entra poco.

Cisco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

>Ma se io non ho un mac non è questione di marketing, è questione di prodotti.

--- sono assolutamente concorde con te. Il primo problema riguarda le caratteristiche dei computer.

Pero' sono abbastanza convinto che si potrebbe far meglio anche con quel che passa il convento.

Non parlo di italia, ma in generale.

>La prima serie di domande va rivolta ad Apple Italia; cosa ne possono sapere gli utenti di questo forum

--- ovviamente nulla, ma magari settimio qualceh voce la raccoglie...

E poi erano domande retoriche: servivano a farmi dare ragione ;-))

>Per quale ragione in cielo o in terra Apple dovrebbe tenere a cuore l'Italia

--- per nessun motivo particolare, se non quello di cercare di recuperare qualche vendita in piu'. Lo devono fare per la loro cassa, mica per la gloria.

Se poi pensano che l'italia sia una causa persa, allora avanzino di spendere anche quegli spiccioli.

>siamo tra gli ultmini in Europa in quanto ad alfabetizzazione informatica (stima fatta secondo il numero di PC per abitante

--- fossi io a dover vendere, questa mi sembrerebbe una ottima opportunita'...

Io sono abbastanza convinto che la campagna switch sia stata un disastro, ma non ho i numeri per dimostrarlo. Peraltro i numeri di apple non mi dimostrano neppure il contrario...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Visto che ci siamo: leggetevi anche questi due articoli.

http://www.macdailynews.com/comments.php?id=P922_0_1_0

http://www.macdailynews.com/opinion_comments.php?id=P924_0_2_0_C

sono di Mac Daily News, mica del Gazzettino di Redmond...

Rapida sintesi:

il primo dice che apple, nell'ultimo quarto e' al 2,05% e ha venduto 29000 computer in meno rispetto allo scorso anno. Il tutto mentre il mercato e' cresciuto.

Il secondo dice "I could market Macintosh better than Apple Marketing in my sleep". E sostiene proprio quello di cui stiamo dibattendo qui: il marketing di apple e' un fallimento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi consiglio di leggere

"Apple, La nuda verita'"

C'e' un bel capitolo dedicato alla sindrome ricorrente "I could market Macintosh better than Apple Marketing in my sleep".

Sembra la fotografia di questi ultimi messaggi e degli articoli citati da Marco.

Diciamo la verità: Apple e' per noi come la Nazionale, nutriamo gli stessi sentimenti per i responsabili del marketing di Apple di quelli che nutriamo per l'allenatore dell'Italia.

Vorremo essere tutti allenatori per suggerire la tattica migliore e fare entrare in campo quel giocatore che non riusciamo a capire perche' non viene utilizzato.

Insomma, per Mickey AutoCad e' come Baggio, quelli che vogliono il PPC 970 sono come quelli che vorrebbero mettere in prima squadra il 17enne che ha segnato 7 gol nelle ultime 4 partire di campionato...

La verità è che il marketing di Apple e' in mano a Cupertino per una buona parte e il resto è in mano a Parigi.

Ma attenzione, se non ci fosse l'Italia non ci sarebbe nessun contatto con la realtà nazionale.

I francesi hanno sistemi di formazione, mercato, punti vendita, relazione con il pubblico totalmente differente dalla nostra e anche un pizzico di sciovinismo che probabilmente li porta a seguire e supportare di piu' le aziende francesi.

Non parliamo poi degli Stati Uniti.

Quindi, se non c'e' un contatto nel paese, non c'e' il termometro per capire dove investire le risorse che sono a disposizione.

Il marketing Apple a Parigi non ha idea di cosa siano le Iene o Medico in Famiglia o l'approccio che gli italiani hanno verso certe trasmissioni TV.

Il fatto che sul desktop dell'iBook della ragazzina che aspettava il mail dal padre fosse apparso il Dock e' stata forse l'occasione in cui Mac OS X e' stato mostrato a piu' persone nel nostro paese.

Questo e' il sistema di pubblicita' televisiva che e' permesso nel nostro paese con precise regole.

Le altre sono telepromozioni che hanno costi ben diversi e ovviamente non sono inseribili in una fiction con tale numero di spettatori ma all'interno di contenitori onnivori e fuori target.

E poi chiediamoci un'altra cosa... quanta pubblicita' televisiva (nel senso di spot) fanno i concorrenti di Apple?

Quante pubblicita' di Vaio avete visto?

L'unica che investe in questo senso e' Acer (fa telepromozioni) ma qual'e' il suo fatturato nel nostro paese?

E quale sistema ha per far riconoscere i suoi anonimi prodotti?

Vogliamo una pubblicita' come quella di Acer?

Ma prima dovremmo spiegare che il MAc e' compatibile etc etc...

La campagna di compatbilita' e' stata fatta a Natale...

l'avete vista tutti sui siti generalisti piu' letti in Italia...

www.repubblica.it e' uno di questi.

vado a mangiare continuo poi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

>Apple e' per noi come la Nazionale

--- certo che e' cosi': e' un gioco divertente. E' come stare al bar il lunedi' mattina.

Se la nazionale vince tutti i giocatori sono forti e l'allenatore e' un fenomeno, il problema e' che apple in questo periodo le busca di santa ragione, e tutti vogliono la testa del mister.

Tu sei proprio sicuro che non si possa fare di meglio?

>Quindi, se non c'e' un contatto nel paese, non c'e' il termometro per capire dove investire le risorse che sono a disposizione.

>

>Il marketing Apple a Parigi non ha idea di cosa siano le Iene o Medico in Famiglia o l'approccio che gli italiani hanno verso certe trasmissioni TV.

--- quindi tu mi confermi che cupertino mantiene apple italia perche' solo questa struttura e' in grado di consigliarla di pagare affinche' le iene mostrino un powerbook con un adesivo che copre la mela?!

Rabbrividisco...

>Questo e' il sistema di pubblicita' televisiva che e' permesso nel nostro paese con precise regole

--- io saro' fesso, ma continuo a non capire. Tu mi confermi che apple paga per far vedere i cuoi computer per alcuni secondi in fiction?

Ci sono evidenze che una simile strategia serva? Sarebbe bello sapere da quanto tempo lo fanno e quanto sono aumentate le vendite da quel momento...

Siamo sicuri che non sarebbe piu' utile spendere in tour promozionali nelle scuole o presso i fotografi, tipografie e studi di design? Siamo certi che non porterebbe di piu' una serie di furgoni attrezzati che girano per citta' e paesi e mostrano i vantaggi di apple all'uomo della strada?

Io sono convinto che fare vedere una mela per 3 secondi in uno sceneggiato serva a poco. Milioni di persone non sanno neppure che esista un mac, e se vedono la mela non sapranno mai che quello non e' un computer "normale" e dove si compera.

Per me devi parlare alla gente, mostrare cosa e' capace di fare un mac, farlo toccare, spiegare...

In poche parole: devi sbatterti, andare per strade, negozi e uffici 300 giorni all'anno.

Devi puntare sugli appassionati che sono capaci di stare in piedi 10 ore da fnac a mostrare un montaggio video con imovie per centomilalire e la gloria.

Devi far girare l'immagine distribuendo valanghe di adesivi, poster, spille e memorabilia varie. Ad oggi il fan che vuole un pacco di adesivi deve prostituirsi con il rivenditore...

Ribadisco: piu' che una questione di soldi, mi pare sia una faccenda di snobismo: io sono un marchio della mado*na e basta che mi si veda.

Invece ecco la novita': non basta piu'. Questo quarto siamo al 2%. Ai tempi orrendi dei performa e del system 7.5 eravamo al 10%. La perdita media e' stata quasi di un punto percentuale all'anno. Nel giro di 3 anni chi avra' interesse a fare un driver per mac? e ad investire per sviluppare su mac (comperando computer e libri e mettendoci mesi di sudore)?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marco ha ragione.

L'istituto tecnico in cui insegna mia moglie ha investito, lo scorso anno scolastico, qualche decina di milioni di lire in un laboratorio linguistico molto ben conformato e attrezzato.

Non ci fu nemmeno la possibilità di disegnare una ipotesi macintosh: a parte il rapporto costo/prestazioni, relativo visto l'impiego, poi cosa gli racconti quando il software linguistico gira solo sotto emulatore? Quando internet è lenta? Quando ti si incricca la stampa di un documento? Quando non sai nulla di privilegi cambiati o altro e resti fermo come un baccalà?

Peraltro una soluzione con eMac poteva essere carina, macchine robuste con pochi fili in giro - ma un pc assemblato bene con un monitor 17" crt fila al doppio e costa la metà.

L'unica soluzione Apple è quella scemata del carrellino coi portatili iBook, figuratevi, come mettere le cristallerie sulla pista degli elefanti.

Eppure la scuola è un punto strategico: non può essere che l'unico macintosh visto da venti-trenta allievi sia, nel caso di mia moglie, l'iBook che tira fuori qualche volta dalla borsa (commento di un allievo: come, costa milletre col 12" e non ha il masterizzatore? Gliene procuro io uno meglio, prof).

Sempre sul piano strategico, poi, Apple non può restare fuori da certo software, di nicchia fin che si vuole, ma la cui assenza fa perdere la clientela.

Giovedì scorso ho rivisto per lavoro un collega dopo un bel pezzo; acquistavamo assieme i macintosh più di dieci anni fa.

Mi racconta che da un po' si trova bene con la dettatura vocale mediante Dragon in versione professionale dedicata, e piuttosto che usarlo in emulazione, visto che tanto Office e compagnia cantante girano anche meglio sotto windows, ha fatto due più due.

L'anno scorso aveva un titanium, giovedì scorso un toshiba.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

In parte concordo con Settimio.. Però il fatto è che Apple a differenza di Acer e dei Vaio (che ok sono carini, ma niente in confronto ai prodotti apple) ha un design d'avanguardia eccezionale. Stessa cosa a livello di sistema operativo.

Basterebbe far vedere come queste cose funzionano (bene) e che sono alla portata di tutti. Gli ingredienti per il successo ci sono. Ok, alla Apple non vorrano far pubblicità in Italia.. però poi non vengano a raccontare che è tutta colpa di Xpress che non esce e cose del genere..

Di per se un nuovo processore veloce, un prezzo più basso o la facilità di utilizzo significano ben poco.. bisogna presentarli sti prodotti..

Ricordate quando fu lanciato windows 95? Ok, loro avevano cmq un monopolio, però sono riusciti a far credere che era la cosa più ganza esistente in quel momento.. hanno catalizzato l'attenzione..

Era una campagna mirata a creare una certa "suspence".. era insomma coerente.

Anche se Apple ha pochi mezzi (uff.. però non stiamo parlando del Negozio di Computer di Ciccio Piccio ma di una multinazionale...) in Europa potrebbe comunque puntare a creare una buona campagna.. Che ne so.. uscirà o no sto ppc970? Sarà a 64bit? Beh.. cominciare già da ora con una pubblicità.. magari qualche volta in tv anche poco, e sui giornali.. su quello che vi pare.. in modo da creare un'aspettativa per quello che potrebbe essere il primo sistema operativo consumer a 64 bit..

Che poi una cosa del genere vuol dire poco o nulla ma basta saperla gestire bene.. un buon team di creativi riuscirebbe a creare un'aspettativa anche in un termosifone che va a pedali..

L'iMac.. l'iMac (lcd).. non ha fatto quel boom che ci si aspettava.. giusto? eppure era anche in copertina del times..

Anche li apple che ha fatto? Silenzio fino al giorno del lancio, la finta e poi il prodotto presentato.. pubblicità? da qualche parte.. ma insufficente (soprattutto nel messaggio)

I prodotti Apple sono prodotti, belli, ganzi, comodi.. ma cominciano a perdere quella caratterizzazione "think different" che ha dato origine ad una vera e propria religione..

E se non fosse per noi fedelissimi Mactaliban dove sarebbe apple ora? Se non fossi rimasto flashato per questa mela forse sarei passato a PC e tebè... invece c'è l'aspetto (c'era?) emozionale.. che ancora dura un po'.. e siamo noi a farlo andare avanti..

Io non so voi.. ma tutte le volte che vedo lo spot di think different o quello di 984 rimango li a guardare manco fosse un citizen kane o un film d'autore.. son belli.. emozionano...

Che effetto farebbero spot con quel mordente in TV? Secondo me non sarebbe male..

Li ho fatti vedere alla mia ragazza, ad amici e ad i miei genitori e tutti sono rimasti colpiti.. colpiti nel senso che se vedessero qualcosa del genere in tv la loro attenzione sarebbe certamente catturata..

C'è un sacco di gente che ancora oggi vorrebbe "sentirsi differente"...

E poi Apple Apple Apple.. Steve.. hai creato sta specie di cosa che sembra una religione.. i fan Apple sono sfegatati difensori della mela.. un esercito intero.. e non VENDI NEMMENO UNA SPILLA??? una maglietta, un adesivo?? E poi mi trovo allo stand di apple del digital culture a elemosinare una maglietta che però non mi danno...

Anche quello servirebbe..

E visto che siamo a fare i discorsi del lunedì mattina al bar butto giù, come consulente di Apple la mia ricetta:

1) Iniziare da ora una campagna in tv (anche solo 1 volta la sera tardi) e su giornali per preparare l'avvento del messia (aka ppc970) creando l'aspettativa per una vera e propria rivoluzione un po' alla 984 (20 anni più tardi.. 1984-2004) e pubblicizzando quanto il mac sia superiore a tutti gli altri.. in modo aggressivo e d'impatto, ma anche mooolto cool..

2) Iniziare a vendere, regalare, diffondere magliette spille, adesivi.. così da vedere in giro sempre più spesso la mela

3) boh.. io proverei anche solo con questo per ora..

Share this post


Link to post
Share on other sites

finito di mangiare...

Non ho letto l'articolo di Archintosh ma non ci vuole molto a capire che il problema di unita' vendute di Apple ha nome e cognome: si chiama processore Motorola.

Al di la' del fatto che si vendono macchine biprocessore per supplire a problemi di "potenza" del monoprocessore non in quest'anno non c'e' stato alcun progresso sulla velocita' delle macchine che facesse andare al di la' dell'acquisto di nuovi switcher dei PowerMac.

Quello che a me sembra e' che non essendo cresciuta la potenza del classico fattore 1,5 o 1.7 annuale non esiste la motivazione per l'utente professionale di rinnovare la propria macchina per passare ad una piu' potente.

Se Apple acquisisce nuovi utenti nel consumer e nel video anche pro dall'altra parte non vende nuove macchine ai vecchi clienti.

Personalmente sono uno dei responsabili di questa situazione.,, Posted Image

Uso un G4-400 da 3 anni e mezzo ormai e nonostante quello che dicono diversi amici riesco a lavorarci bene a livello professionale, soprattutto dopo che ho inserito una Radeon 8500.

E' chiaro che con i nuovi software come il bellissimo Artlantis 4.5 su X la macchina comincia ad arrancare e dovro sicuramente fare un nuovo acquisto a breve termine ma la longevita' di queste macchine non gioca a favore di Apple.

Il clima di attesa che si e' creato su possibili processori 970 e non G5 come dei G5 in un primo momento era ed e' una delle ragioni principali del non rinnovo delle macchine per molti utenti.

Diversa e' la cosa per i portatili che come abbiamo sempre detto sono competitivi per prezzi, dotazioni e finanche prestazioni.

Per tornare all'argomento di un thread contiguo a questo...

Cosa succedera' da qui a Settembre?

Apple avra' un altro trimestre come questo, abbastanza piatto per quanto riguarda l'equilibrio tra portatili e desktop.

Dovra' presentare il 15" Al, dovra' presentare gli iPod nuovi, forse una revisione di iBook con un leggero speed bump e bluetooth incorporato e il case che si colora... (tanto per fare un po' di marketing)

La vera sfida, quella che significhera' la presenza di Apple in un mercato non di nicchia e la speranza di conquistare nuovi mercati si giochera' dopo settembre SE usciranno o saranno annunciati dei powerMac con processore 970.

SE sulla scena di questa rappresentazione ci saranno 3 attori, uno sara' Mac OS X ormai maturo e apprezzato, il giovane 970 di IBM istrione di belle speranze e una attrice-madrina portafortuna indispensabile per la riuscita dello spettacolo che si chiama Adobe; se sulla scena del Palais des Congres di Parigi vedremo Jobs presentare questi 3 attori la situazione nel settore Pro cambiera'.

Per quanto riguarda il resto? iPod, Xserve, servizi musicali sono tutte ottime trovate fuori dal core business, benvenute se riescono a portare cassa per far crescere gli altri progetti e per compensare investimenti come quelli degli AppleStore americani che rendonto tantissimo in vibilita' del prodotto.

Per stasera basta...

Mi guardo Il Fantastico Mondo di Amelie.

Poesia, ottimo design e tanta tecnologia...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this