Sign in to follow this  
Guest

L'informaMac

Recommended Posts

Guest

19/2/01

MacZine torna alla grande!

La prima ezine italiana dedicata al Mac torna in una nuova versione

MacZine e' stata diversi anni fa la prima ezine italiana dedicata al mondo

Macintosh. Prodotta e ideata da un gruppo di appassionati del computer della

mela, MacZine veniva prodotta con DocMaker e in ogni numero presentava

recensioni dei migliori prodotti shareware e freeware per Mac.

Dopo un lungo periodo di silenzio (lo staff stava in realta' lavorando

duramente), MacZine torna piu' fresca di prima in formato webzine!

Recensioni nuove, una marea di idee intriganti e divertenti e molto altro

ancora rendono MacZine una lettura piacevole per tutti gli appassionati Mac.

MacZine viene prodotta senza alcuno scopo di lucro, con il solo fine di

rendere un utile servizio a tutti gli appassionati del mondo Apple!

Correte subito a visitare il nostro nuovo sito e fateci sapere che cosa ne

pensate!!

http://www.maczine.it/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ammetto di avere avuto dei dubbi sui nostri ormai mitici componenti dello staff di Macity.

Dopo i non-scoop del PowerBook che non poteva essere G4 e del lettoreDVD/CDRW Toshiba (che sui PC era disponibile da mesi prima che ne parlaste, ulteriori mesi fa, qui con tanto entusiasmo) che ancora evidentemente Apple non riesce ad utilizzare, mi ero interrogato sulla capacità di Macity di dire qualcosa di diverso ma fondato sulla realtà Apple rispetto al resto del Web.

Beh, non mi picchiate ma secondo me la "fashion grid" è geniale.

Incredibile quanto venga rispecchiato in quelle quattro foto delle politiche strategiche di Apple degli ultimi anni.

Apple si muove sempre avanti rispetto agli altri? Non direi. La cosa che vuole sicuramente fare è differenziarsi (Porter insegna) e questo secondo i casi può voler dire innovare oppure anche deinnovare.

Potremmo fare un'altra griglia con i tasti "speciali" delle tastiere: Windows 1995, Mac OS 1986 con il tasto di accensione, Windows 1999 con il tasto di accensione, Mac OS 2000 SENZA il tasti di accensione. Ma con i fondamentali tasti per i CD... ma fatemi il piacere!

Non parliamo del mouse che rimane tragicamente senza rotellina.

Quindi appare proprio la drammatica realtà di una azienda che deve guardare dove si muove lo zio Bill e, se questo per la solita coincidenza si incammina lungo la strada di Apple, intraprendere subito un'altra direzione. Magari la migliore tra quelle rimanenti, ma non necessariamente la migliore in assoluto se questa è già stata presa da Bill.

Apple a cicli, quindi: non può innovare sempre a fin di bene perché ogni tanto deve prendere direzioni sbagliate per evitare un confronto troppo diretto che la vedrebbe sconfitta.

Un meccanismo perverso che solo ora vedo chiaramente come ineliminabile, grazie ad una griglia che nessuno altro ha proposto, che è ben motivata e documentata, che poteva scaturire solo in questo luogo e non altrove.

Quindi complimenti e continuate così. Meglio provare cento scoop per riuscire a trovarne uno vero, che vada a fondo nella strategia e non nella banale cronaca del mondo ICT.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, Carlo, che dire..., intanto grazie per i complimenti, e poi qualche piccola precisazione, non me ne avere, magari aiuta meglio a capire il nostro lavoro :-)

Alla base dei nostri non-scoop, come li definisci, c'e' solo la voglia di non fare scoop, ma di dare informazioni tempestive, legate alla realtà di Apple e con un minimo di buon senso.

Fino al mese di Dicembre il problema dei masterizzatori dentro i Mac non se lo era posto nessuno e, se Jobs non avesse creato ad arte il problema (per avere una scusa per cambiare degli elementi hardware e giustificare degli upgrade altrimenti inconsistenti e, per finire, gioire dell'aver accontentato i propri clienti che fino ad un mese prima neppure sapevano di desiderare il masterizzatore), nessuno avrebbe continuato a porselo. Naturale, quindi, che l'interesse per masterizzatori/lettori DVD sia venuto a crearsi solo dopo allora e solo immediatamente prima dei MacWorld.

Riguardo al powerbook G4, il discorso è analogo, è dall'introduzione dei lombard che qualcuno grida a gran voce che i powerbook avrebbero montato i G4, ripetendolo per mesi e mesi, alla fine certamente e' successo, ma dopo almeno 3 macworld di clamorose smentite; noi abbiamo preferito seguire una linea di analisi più razionale e ragionevole, io sono ancora convinto che un Titanium con G3 700 Mhz sarebbe stato migliore e piu' vendibile, sarebbe stato piu' semplice gestirne l'evoluzione e l'upgrade con un processore G3, avremmo avuto una durata batteria ancora migliore, ma così non è stato, a Cupertino hanno deciso altrimenti, optando per un processore che, sulla carta, offre vantaggi inferiori e problemi di upgrade maggiori. In questo non c'era nessuna voglia di scoop, ma solo analisi di quello che avevamo davanti, cosi' come per le schede grafiche: avremmo potuto scrivere che Titanium avrebbe montato Radeon o GeForce2Go, ben sapendo che non era possibile ma facendo un gran chiasso, e prima o poi Apple le montera' sul serio e noi potremo dire "l'avevamo detto"....

Potrei citare decine di esempi di previsioni azzeccate, non ultima la revisione dei Cube a Tokyo mentre nessuno ancora ne parlava, dimenticando quasi la macchina come non esistente, ma non credo sia necessario; queste previsioni non derivano dalla voglia di fare scoop ma solo dal lavoro quotidiano di analisi di informazioni provenienti da piu' fonti. Io personalmente ritengo uno scoop proprio cio' che normalmente non viene considerato come tale, per me continua ad essere uno scoop il sostenere che i nuovi iMac monteranno ATI al posto di nVida quando il mondo strilla il nome di nVidia, anche se capisco che verrà lodato chi urla nVidia da due anni il giorno che nVidia verrà montata e non chi ipotizza ancora ATI e per due anni indovina. Il buon Jason O'Grady, considerato un vero guru, racconta da piu' di un anno di un powerbook G4, ora che c'e' viene osannato; io potrei predire e scrivere che il prossimo powerbook montera' un G5 e continuare a farlo finche' non verra' montato, ed arrabbiarmi con Apple se non lo monta, e prima o poi avrei ragione, ma questo non fa di me un guru :-)

A volte poi lo scoop ci scappa, vero o presunto che sia, ma a volte e' difficile resistere a certe tentazioni quando ti ritrovi nella casella di posta la notizia dell'anno...:-)

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli scoop veri sono scoprire il lato nascosto di quello che esiste.

Come l'articolo sulla fashion grid, pensato 1 minuto dopo il keynote di Jobs la foto della Radeon cancellata a mano durante il MWNY 2000, messa in linea prima di qualsiasi sito internazionale.

Le previsioni non sono scoop sono giochi d'azzardo che possono seguire un filo logico personalissimo.

Come si vede in questi giorni non sempre la nostra logica corrisponde a quella di Steve Jobs o del marketing di Apple.

Il fatto che un esista un DVD/CD-RW di toshiba da 9 mesi ti porta a pensare, o meglio a desiderare che Apple lo inserisca nelle sue macchine.

Ma forse per qualche strana ragione che non conosciamo tutto cio' e' impossibile.

Se Apple lo mette nelle sue macchine ho fatto uno Scoop?

No... ho soltanto mostrato di conoscere abbastanza bene quello che c'e' sul mercato.

Se Fabrizio da mesi dice che Apple avrebbe dovuto allearsi con Nvidia significa che ha capito prima di altri qual'era la strada da percorrere e questo dimostra che ha una ottima conoscenza di questo settore.

Poi lui, noi, tutti quello che scrivono per e su macity e macprof puo' sbagliare, ma proprio perche' molte volte basiamo i nostri ragionamenti sui nostri desideri di utenti, di appassionati che vogliono il meglio per la propria piattaforma.

L'importante per il lettore e' non confondere le opinioni e i desiderata con i dati di fatto o con dei presunti scoop fini a se stessi che noi non cerchiamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Attilio secondo me hai indubbiamene ragione nella tua analisi del sistema perverso degli "scoop" su Internet e dei facili guru.

Tuttavia nei due casi PBG4 e Lettore/masterizzatore Toshiba (solo questi due!) rimango della mia idea, non mi voglio ripetere perché ve lo ho già scritto. Credo sia sempre meglio assumere toni meno trionfalistici quando non si è sicuri che una notizia sia Notizia con la N maiuscola. Devo dire che però non avete mai dato queste informazioni senza esprimere un ragionamento ben fondato e anche questo, lo sai, è un comportamento di una incredibile rarità.

Insomma come sempre chi si avvicina al 90% della perfezione viene rimproverato per quel 10% che manca... io ne sarei lusingato al posto vostro.

Tornando a Jobs sei d'accordo sulla strategia di nicchia che Apple deve perseguire e che le chiude automaticamente degli spazi di manovra?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul mouse Apple>

Il tasto unico ormai e' punto d'orgoglio.

Posso accettare la cosa.

Mi scoccia solo che ad acquistarlo a parte il ProMouse costa oltre 150 mila lire mentre con 73 mila lire ho comprato un Logitech ottico con due tasti e scroller...

La parte ottica e' identica, da dove viene fuori il prezzo del ProMouse?

Aggiungere al Logitech i costi di un CD con i driver e un circuitino che fa lampeggiare un led rosso nella confezione alimentato da ben 2 (due) pile Duracell, le piu' care sul mercato!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esatto Diego, ho preso anch'io il mouse LogiTech e per combinazione mi servivano anche due pile, era come avere un buono sconto.

Lo scroller ormai è un must, ma direi che anche il secondo tasto è molto utile, farne a meno solo perché è nato sotto Windows non mi sembra una gran scelta.

Io invece vorrei un'altra caratteristica sui portatili: abbinata alla trackpad o a fianco, un'altra piccola track da usare come mini tavoletta grafica, o da poter settare a tasti fissi per poter disporre di molti tasti funzione.

Ho usato per lungo tempo una tavoletta grafica solo come tastiera programmata ed è una grande comodità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ehi anche io ho preso il Logitech. E le due pile "omaggio". Anche sulle vostre non funzionava l'indicatore di carica? Forse per quello Logitech le ha avute a poco e si è inventata la scatola lampeggiante.

Il prezzo superiore del mouse Apple viene semplicemente dal marchio e dal design. Come comprare un lampada Artemide invece di una IKEA.

Il problema è che ormai la lampada Artemide/Apple fa molta meno luce di quella IKEA...

Il secondo tasto è fondamentale. Anche perché, come la rotellina, se vuoi non lo usi: io lo ho sempre impostato come clic normale senza modificatori. Se ho l'indice stanco, clicco con l'anulare o il medio.

La sindrome del Not Invented Here ha già ucciso parecchie società, speriamo bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

>USB 2 e' semplicemente una menata...

Settimio sono d'accordo con te…concettualmente è molto meglio Firewire, ma si corre il rischio di finire come nella disputa PPC vs. x86 (meglio il PPC, ma tutti prendono il x86…), e non per colpa di Apple, semplicemente perché Intel spingerà quello "standard", che poi non é uno standard.

Il fatto è che disponendo di più scelta, il PC tende ad essere più evoluto dal punto di vista hardware; se esprimo la mia volontà di vedere USB2 sul Mac (e non verrà proposta da Apple), non vuole dire che voglia USB2, ma almeno avrò un'opzione.

Comunque sia, quando (se) Apple uscirà dal ginepraio della velocità dei processori, avremo macchine al livello di Carmack.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Un saluto a tutti, visto che e' la prima volta che scrivo sul Forum.

Se volete veramente sapere che differenza prestazionale esiste tra un Mac (qualsiasi, G3 o G4) e un PC (qualsiasi , Pentium III, Athlon o Pentium IV che sia) installatevi il PovRay e fategli renderizzare un'immagine contenuta nei samples con AntiAliasing con una risoluzione di riferimento (640x480 e' gia' sufficiente per fare delle valutazioni). E' indicatore delle prestazioni di un processore, con particolare riferimento ai calcoli in virgola mobile.

Il PovRay e' scaricabile all'indirizzo www.povray.org ed esiste per tutte le piattaforme.

Bye by Ste'

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Scusate un attimo,

ma chi vi dice che si tratta proprio di John Carmak?

Come si fa ad avere la certezza che quella frase ("il PentiumIII batte il G4") l'abbia scritta proprio lui??

Chiunque può, in 30 secondi, andare sul Forum Slahdot, registrarsi come Steve Jobs, e dire "il G4 batte il PentiumIII".....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this