Sign in to follow this  
Guest

Mac e PC Windows: la sfida continua...

Recommended Posts

Guest

mario

anche la funzione ff e rr purtroppo presenta dei problemi, a me capita che se esageri il kiss si blocca e devi ripartire....

poi, non ti è capitato ancora nessun "fuori sincrono" fra video e audio con qualche divx?

e ancora, riesci a fargli leggere cd rw? io non ci sono ancora riuscito...

ce ne sarebbe da discutere.......

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Insomma mi pare che qualche problema c i sia...

Io a Natale ho comperato un lettore Cyber home per 159 Euro mi fa veramente di tutto .mpg, CD-RW, VCD, Super VCD, MP3 ecc. (ovviamente non mi legge i Divx) se devo proprio comperare un nuovo lettore per i divx bhe, vorrei proprio che me li leggesse tutti!!

Roberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate se, dicendo la mia, fatto la parte di chi vuole fare il bastian contrario a tutti i costi...

il fatto e' che io, personalmente, non sono affatto dispiaciuto di far parte di un gruppo elitario qual'e' l'utenza mac.

c'e' un mac ogni 100 pc? (o 1000? o un milione?). bene. e chi se ne frega!!! anzi, meglio!!! i mac sono superiori e basta. anzi, probabilmente questo e' dovuto proprio al fatto che operano in un mercato "ridotto". il giorno in cui dovessero diffondersi a macchia d'olio, beh, in quel momento le prestazioni delle macchine peggiorerebbero drasticamente, ne sono certo. faccio un altro esempio: perche' chi ha un mac non vive con l'incubo dei virus? perche' chi produce virus punta in alto, certo non si scomoda a mettere nei casini una piattaforma per pochi intimi...insomma, meglio volare bassi, senza manie da conquista progressiva del mercato informatico. io, almeno, la vedo cosi'.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Avete tutti una parte di ragione, 25 anni addietro, vivevo negli USA e tutti compravano l'Apple IIe e così feci anch'io; era difficile adoperarlo e le applicazioni inesistenti; di Internet se ne sentiva parlare solamente....

poi: Windoz 95 e tutti i testoni come me ci si sono buttati, finalmente un sistema per i fessi!

Ma fessi, fessi, se sono tornato al Mac nel 2003 devo ritenermi un ex fesso, almeno spero. Voglio seguitare a fare parte di questa "Minoranza" con la "M" maiuscola.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

avete fatto tutti e due un buon lavoro complimenti, avete entrambi la casella intasata da utenti win presumo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche a me piace il lato "romance" di appartenere ad una sorta di snob elite informatica, anche se molti troveranno la cosa un po' ridicola.

Quando parlo di come Apple porebbe avere più visibilità e miglior immagine in Italia (o altrove) non penso certo a quote di mercato che surclassano il mondo PC. Così come non piace neanche a me pensare a questi tanto paventati Mac di primissimo prezzo, (tipo Dell) o di iPod da 100 euro. La qualità si paga, e da che mondo è mondo, abbassare i prezzi significa ridurre i costi ovunque si possa.

Pensate ad esempio alle meline serigrafate sulle prese USB di quella plastichina bianca lucida... sono sicuramente ben più costose al pezzo di quanto lo siano le comuni prese USB. E questo non è che un minuscolo esempio che parla per tutto il resto. Del resto Steve Jobs è sempre stato per un concetto del "un mac in ogni casa". Se non sbaglio l'ultimo diverbio con il management di Apple che causò il suo allontanamento fu proprio sulla possibile produzione di un "baby-mac" a prezzo ridotto... per famiglie insomma. Quello che ha fatto con iMac appena ritornato in casa.

Tuttavia, una miglior visibilità ed informazione, contribuirebbe a dare una diversa percezione del mondo Macintosh al grande pubblico. In fin dei conti, ditte come BMW, Audi, Giorgio Armani, Omega, B&B etc etc, mica hanno quote di mercato enormi. (e un possesore di Audi, non si sente dare del masochista!)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Suggerisco un prossimo argomento di riflessione da portare ad utenti PC in vena di disdegnare Mac:

"su quale piattaforma credete che Hollywood e i più importanti network televisivi preferiscano lavorare ai processi di produzione audio/video.. Win o Mac?"

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

sono appena stato assunto da una ditta con 60 persone, hanno mac e pc, la spiegazione:" un giorno e` venuto uno (all`EDP) malato di mac e ci ha fatto prendere mac ovunque, c`e` anche un Xserve, che e` velocissimo" cosi` hanno detto pero`.. pero` il gestionale, mago credo, va solo sui pc, non ci sono gestionali per mac, cosi` ci sono persone che sulla scrivania hanno due computer, ma l`impressione e` che passeranno definitivamente al pc.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianluca: "Anche a me piace il lato "romance" di appartenere ad una sorta di snob elite informatica, anche se molti troveranno la cosa un po' ridicola..."

Ma io non ne faccio una questione snobistica o "da fighetto", come si e' detto qualche post sopra! Posted Image

Il mio ragionamento era, anzi, estremamente utilitaristico: meno siamo, meglio funzionamo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Gianluca,

dici:

Del resto Steve Jobs è sempre stato per un concetto del "un mac in ogni casa". Se non sbaglio l'ultimo diverbio con il management di Apple che causò il suo allontanamento fu proprio sulla possibile produzione di un "baby-mac" a prezzo ridotto... per famiglie insomma. Quello che ha fatto con iMac appena ritornato in casa.

Ehm..non vorrei rompere l'idillio con Jobs, ma non era proprio così il Jobs pensiero...anzi Jobs era per una casta elitaria in primis...inoltre l'idea dell'iMac NON è di Jobs, ma lo è diventata...

Pietro, io sfaterei anche il falso mito che non ci sono gestionali per Mac, io personalmente ne conosco almeno una decina...con validità diverse, ma cqm da non sottovalutare, c'è uan sezione apposita nel forum, se ti dai uno sguardo dovresti trovare i vari esempi citati...

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sarebbe anche interessante sapere da Pietro, al di là della presenza del Mac in azienda la cui sorte è purtroppo segnata tranne (forse) qualche postazione isolata, come si integra una estesa esperienza statunitense come la sua al rientro in una azienda italiana.

Circa l'iMac, ovviamente ha ragione Mickey: fu ereditato dalla gestione Sculley.

Jobs fu quel tizio che quasi mandò a ramengo il Mac originale perché doveva assolutamente funzionare senza ventole, per chi ha memoria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this