Sign in to follow this  
Guest

Mac e PC Windows: la sfida continua...

Recommended Posts

Guest

>e a perdere non è altro che m$ con questi fallimentari tenteativi ( sta tirando troppo la corda e come tutti i tiranni accecati dal loro strapotere sono destinati a crollare, gli mancano i mezzi tecnici e intellettivi non certamente quelli finanziari ).

------- da quali dati trai queste certezze?

Te lo chiedo perche' stai negando ogni evidenza: il mercato client e' di MS al 95% circa (in crescita), quello server al 47% circa (in crescita). Nell'ultimo anno hanno recuperato anche con IIS su Apache, che e' tutto dire...

Per il fatto che ad MS macherebbero "i mezzi tecnici ed intellettivi", mi scappa da ridere.

Sai quanti dipendenti conta MS? hai mai dato una occhiata, per esempio, a http://research.microsoft.com/ ?

Lo sai, vero, che un bel po' di teste pensanti che un tempo erano in Apple, dopo il 94 si sono spostati in MS?

Puoi dire che MS ti e' antipatica e che e' percolosa per lo sviluppo della informatica, che pensa piu' ai profitti che alle questioni tecniche, che usa mezzi non leali nella competizione con le altre aziende, e nessuno potrebbe ribattere nulla, ma affermare che sono tutti dei cretini e' davvero azzardato.

Ti faccio solo l'esempio di .Net e di C#, che anche a detta di Miguel de Icaza (lo sai chi e' vero?) sono intuizioni e implementazioni brillanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Posso chiederti la fonte di quel 47%??? Mi sa tanto di stima fatta solo sui front-end...

Cisco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quel 47% l'ho visto anch'io, non ricordo però la fonte. In realtà stiamo parlando di uno dei misteri di Fatima. Primo perchè non sappiamo

1) il numero di domini registrati

2) Quelli attivi

3) Tra quelli attivi la percentuale di un OS o di un altro, di un web server o di un altro

4) Tra quelli attivi, non conosciamo un dato importante: il numero di pagine servite.

Quindi regna il buio. Però sono pronto a scommettere che M$ sfonderà anche nel mercato dei piccoli server, arrivando al suo abituale 97% entro il 2005. Ed entro il 2010 arriverà al 97% delle pagine servite sul web, anche se Pipp-IBM e cazz-Sun si vanteranno di avere il più grande sito del mondo ed il secondo (a cui peraltro staranno regalando OS, server e macchine pur di farsi pubblicità...).

Appena si spargerà la vocina maliziosa che .Net si integra meglio con Internet Explorer dei server della concorrenza, gli sviluppatori, i webmaster, i sistemisti arriveranno ad ondate tipo lemmings. Ansimando come cani, tutti nudi, alcuni con una scopa piantata nel didietro per pulire il terreno su cui camminano quando sono in presenza di ziobill; altri con le stimmate, altri col cilicio, altri con l'icona di San Paolo folgorato sulla via di Redmond. Non ne mancherà quasi nessuno.

14 programmatori linux invece supporteranno Mozilla nel database relazionale della pubblica amministrazione del Ghana, con ciò dimostrando che l'open source può essere conveniente.

Del resto quando penso che Linux può contare su un miliardo di PC e che viene installato si e no sul 5% (e realmente usato sull'1) mi cadono le braccia. Almeno il Mac resiste con il suo 2% di duri e puri che si comprano anche la macchina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

>Posso chiederti la fonte di quel 47%??? Mi sa tanto di stima fatta solo sui front-end...

------ Microsoft's share of new server operating environment license shipments grew from just under 42 percent in 2000 to nearly 49 percent in 2001, IDC of Framingham, Mass., said in a summary of its recently released "Worldwide Client and Server Operating Environment Market Forecast and Analysis: 2002-2006."

in ogni caso, lascia perdere per un attimo le statistiche e pensa ai file, print e database server di piccole e medie aziende: ormai sono cosa di MS.

Si inizia anche a parlare bene di SQL Server, e Oracle si sente palesemente minacciata (per quanto riguarda la fascia bassa del suo mercato).

Se giri sullo web a casaccio e' facile imbattersi in shop online o siti di news basati su ASP...

Insomma, MS e' sicuramente una realta' in crescita anche nel mercato server.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

A parte che non ho ancora capito la fonte (M$???) ma mi sapete spigare perchè l'infrastruttura di hotmail è ancora su *BSD nonostante zio bill prometta da ben 4 anni di portarla sui suoi sistemi operativi???

Quello che penso è che windows non sia ancora abbastanza buono da gestire server con "carichi" di una certa portata...

Il tuo discorso "Se giri sul web a casaccio" si basa solo sui front-end, dove infatti win2K è in forte crescita (molti la ritengono la scelta migliore a causa del fatto che il browser più diffuso sia marchiato M$...).

Io sinceramente non vedo minacciati i sistemi unix-like in ambiente server; è ancora molto lontano ed improbabile il giorno in cui Google, Altavista, twocows, shareware.com, ecc. ecc. "gireranno" su sitemi windows.

Cisco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

La fonte e' IDC (http://www.idc.com/).

Sicuramente Win e' forte sui front-end, e sicuramente unix resiste in certi ambiti hi-end (ma tieni presente che certe realta', come le banche, spesso non usano unix ma host IBM), ma il mondo non e' solo web.

Ripeto, entra in 10 aziende europee piccole o medie e trovi server MS. Novell, il dominatore precedente in questa area, e' praticamente defunta, e SCO pure.

Ad esempio per il groupware non esistono altre soluzioni oltre al mostruoso Exchange (resiste solo Notes)

Share this post


Link to post
Share on other sites

e' sempre il solito discorso; il mondo e' ignorante, e compra pc per ragioni oscure, per poi accorgersi che e' una chiavica come il 95% dei prodotti M$.

M$ e' aime destinata a fallire per una serie di ragioni:

1 - cercano di coprire troppe aree di consumo, e lo sforzo non e' proporzionale al guadagno;

2 - l' ultima bufala Xp, sta mietendo vittime da tutti i lati ho amici che hanno negozi di pc, che non ne possono piu' di avere maree di clienti che gli arrivano in ufficio con l' Xp fumante....

3 - ormai il mondo ne ha le palle piene di M$: IBM da sempre mega partner, sta rilanciando linux, che con Mandrake, sta diventando sempre piu' bello e un po' piu' intuitivo (date un' occhiata alle feature di Mandrake 9.0 Dolphin); la apple nel suo piccolo sta prendendo consensi da un sacco di fette di mercato: il mondo consumer apre gli occhi verso il mac, come ad una cosa sfiziosa e potente (un po oscura forse...) (ho tre amici che vogliono prendersi mac...).

4 - ormai la M$ e' una ditta vecchia, e comincia ad adottare sempre di piu' strategie vecchie...(il fronte Xbox fa ridere..ho conosciuto due ragazzi, che avevano xbox...gli si e' bruciata, mentre giocavano....eheheh)

5 - un sacco di ragazzini, hanno ora l' adsl, e bazzicano in internet alla ricerca di sw pirata, e un sacco di loro ha capito che il futuro sara' linux/unix/x forse per motivi idioti, tipo il fatto che sono molto piu' underground, ma comunque loro decideranno il futuro. Il mondo dei programmi a licenza soffrira' in futuro, in quanto un sacco di app open, sono valide alternative in fatto di potenza (magari non come usabilita'...ma forse in futuro..)

forse mi sento un po' il Nostradamus dei poveri, ma la penso cosi....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Enrico,

mi permetto di dissentire e mi spiego.

MS sta sul [email protected] a tutti ok?

Però MS domina il mercato in lungo ed in largo, anche considerando di parte le statistiche, le cifre sono cmq impressionanti a suo favore.

E' vero che MS ha esagerato è continua a farlo, perchè cerca di entrare a suo modo in ogni mercato aumentando la schiera di antiMS nel mondo, e non parliamo solo degli utenti, parliamo propio di grossi colossi.

Hai ragione quando dici, lo avevo sostenuto anche io ed altri mesi fa, che ogni impero ha una curva di ascesa ed una di discesa, pensa ad IBm a cosa era prima (semplicemente immensa e con un potere straordinario) e cosa è adesso, grandissima ugualmente ma cambaita e ridimensionata.

MS ha nemici più o meno dichiarati, e continuando con questa sua politica aumentano, si potrebbbe vive re meglio tutti, invece MS vuole vivere bene solo lei.

IBM le fa guerra ormai frontale, e si sta concentrando sempre più in settori decisamente remunerativi e che colpiscono un pubblico informato e non il pubblico consumer, tantè ha abbandonato le vendite del settore consumer per concentrarsi solo sui server, sui database e sulla assistenza molto remunerativa, ha abbandonato il settore HD, però continua ad investire una quantità enorme di proventi nella ricerca, vera arma per combattere una ditta come MS e restare a galla nell'attuale mondo dell'IT.

SONY le fa la guerra direttamente nel campo elettronico, e si è inasprita con la discesa in campo della XBox che cmq vende (anche se in perdita ma vende), inoltre la scelta dell'utilizzo del PalmOS nei suoi palmari Cliè non è casuale, insomam dove può SONY cerca di bastonare MS o cmq non agevolarla.

SUN non c'è bisogno di aggiungere altro alla guerra Java e nel campo server...

NOKIA a accettato la sfida di MS nel campo dei telefonini, anzi nel campo del software dei nuovi telefonini (anche se chiamarli ormai telefonini è riduttivo), ed è riuscita finora a rafforzare la sua posizione di dominatrice del mercato, stringendo partnerschip con i più grossi costruttori di cellulari ad esclusione di Siemens se non sicordo male, imponendo di fatto Symbian come system dei nuovi cellulari, e non è impresa facile quello che NOKIA sta facendo con successo.

APPLE a suo modo a ripreso le ostilità con MS più o meno velatamente, anche se secondo me se non si muove bene è quella che ne ha più da perdere.

AOL ha ripreso la guerra a MS, sembra che stia passando a NS 7.0 i suoi servizi, ed AOL pur nella bufera attuale, è un pezzo grosso che può muovere decine di milioni di utenti.

ORACLE, bisogna aggiungere altro al pensiero del suo CEO Larry Allison.

LINUX è inutile dirlo, è feroce contro MS.

Certo tutto questo farebbe pensare ad un ditta, MS, in forte difficoltà e sull'orlo di un tracollo, ma aimè bisogna essere realisti, MS gode cmq di ottima salute, non è ancora arrivato il momento e l'vento per metterla in ginocchio, e finora in ginocchio spesso ci sono stati gli altri.

Penso che da qui a breve, un paio di anni le cose per MS peggioreranno, ma non sarò catastrofica la cosa, solo MS subirà un logico e ciclico ridimensionamento, che comporterà l'abbandono di progetti e operazioni dispendiose che le permetteranno di concentrarsi nuovamente sul suo CoreBusiness, come hanno fatto tutti i dominatori nella loo storia nei propri campi.

Chi avrebbe scommesso 3anni fa che Omnitel avrebbe superato gli abbonati di Tim in italia???

Sinceri, penso nessuno sano di mente, eppure è successo, ma questo non vuol dire che Tim è in bancarotta o in dismissione, ha solo subito il colpo, ma resta grande, grandissima e potente, adesso però subisce un po' il mercato e le strategie che il mercato propone, non riesce più ad imporle come voleva prima.

Credo che questo sarà il destino che aspetta MS, vedremo.

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

... se Steve Jobs avesse venduto l'OS di Next a IBM ora MS non esisterebbe ... e forse parleremmo del sys del 3° millennio ...

MS potrebbe perdere una miriade di utenti consumer rilasciando programmi non copiabili (come con Office v.X). tuttavia la ricchezza di MS si basa sui prezzi licenza del sys, quindi finché non rinegoziano tutti i contratti, MS può vendere 0 programmi e 0 sys e continuerebbe a guadagnare 10 € a macchina venduta pure se questa fosse dotata di Mac OS e non di uinzozz Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

MS non e' destinata a cambiare: e' gia' cambiata.

Magari non ci facciamo caso, ma decidere di entrare nel settore delle console, in quello dei telefonini, in quello dei PDA non e' cosa da poco.

In piu' pensa a come era malmessa, *inesistente* nel mercato dei server soli 5 anni orsono e come si e' saldamente insediata adesso.

E le cose stanno ancora cambiando: linux e l'open source in generale hanno fatto diventare MS, per la prima volta nella sua storia, il competitor piu' caro (quando erano contro IBM e Novell, erano questi i gli esosi), e, come ha chiaramente detto Ballmer, MS deve offrire qualcosa in piu' per il prezzo.

Non e' un caso che MS si sia inventata .Net, e non e' un caso che stia sempre piu' mostrando parti di codice al pubblico.

Percepire MS come una azienda ferma su windows e' faciel, ma e' un errore colossale.

Oltretutto la vera gallina dalle uova d'oro non e' windows, ma office, e anche qui non e' un caso che Sun abbia deciso di dare via Star Office - Open Office per niente.

MS cambiera', sicuramente, e potra' anche essere ridimensionata, ma se lo sara' (e per ora non se ne vedono i segni (i numeri), sara' solo grazie all'open source.

Cio' che forse non e' chiaro e' che non e' detto che dopo andremo a stare meglio: Sun, IBM, HP/Compaq ecc. certamente non si sono buttate nell'OS per il bene del progresso dell'informatica e dell'utente.

Lo hanno fatto come ultima risorsa contro un gigante che li schiaccia, e perche' hanno visto la possibilita' di un ritorno alla informatica di un tempo, quella dei consulenti in camice bianco e relativa parcella.

Share this post


Link to post
Share on other sites

<FONT COLOR="0000ff">MICKEY Penso che da qui a breve, un paio di anni le cose per MS peggioreranno, ma non saro catastrofica la cosa, solo MS subira un logico e ciclico ridimensionamento, che comportera l'abbandono di progetti e operazioni dispendiose che le permetteranno di concentrarsi nuovamente sul suo CoreBusiness, come hanno fatto tutti i dominatori nella loo storia nei propri campi.</FONT>

probabilmente hai ragione, ma mi piaceva di piu' il finale catastrofico..tipo M$ in fiamme o menate varie..eheheheh

Il discorso comunque diventa divertente; io mi aspetto un futuro opensource, con miriade di SW gratuiti e un sacco di gente con i controcollioni.

Ho notato una cosa riguardo al 90% della gente che usa windows; sono quasi tutti degli ignoranti, non ne sanno un cavolo di computer, e non sanno ragionare sulle cose piu' semplici; cosa che invece nei macuser, e nei linuxuser, non ho mai riscontrato; gente di 19 anni che non sa spedire e-mail, eppure usa windows da 3/4 anni.

Cos'e forse si scoraggiano?

vi posto due domande che mi hanno posto ieri:

1 - se voglio scaricare Mp3 da internet, posso anche se non ho il masterizzatore?

2 - un portatile ha una batteria?

mamma mia....penso che Windows sia il sistema operativo meno educativo di questo mondo: con mac e linux, ti devi impegnare per fare un sacco di cose, devi far girare le rotelle nel cervello, mentre Windows ti fa' adagiare...

Esempio maestro, il webb.it...il 99% della gente che aveva Windows, passava le giornate a giocare oppure a vedere divx; mentre i linuxuser e i macuser, erano iperindaffarati a montare video, fare musica, scaricare, masterizzare, fare reti interne...ecc ecc

quello che in futuro creera' problemi alla M$, sara' proprio il fatto che se qualcuno vuole essere esperto (o quasi ) di computer, non usera mai windows.

Forse prima era lo stesso con Macos classic, ma ora con x, siamo entrati nel tunnel del futuro.

Tutti i pcuser che conosco, che hanno un livello buono di conoscenza, snobbano Win, e si stanno buttando su Linux, o su Macosx.

<FONT COLOR="aa00aa">VINCENZO... se Steve Jobs avesse venduto l'OS di Next a IBM ora MS non esisterebbe ... </FONT>

beh, per noi macuser sarebbe lo stesso, avremmo sempre il solito colosso da superare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

<FONT COLOR="0077aa">MARCO MS cambiera', sicuramente, e potra' anche essere ridimensionata, ma se lo sara' (e per ora non se ne vedono i segni (i numeri), sara' solo grazie all'open source.</FONT>

concordo pienamente. Viva l' opensource!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this