Sign in to follow this  
alessandro

Hardware: Periferiche e componenti

Recommended Posts

Guest

Nessun sistema Windows o DOS supporta i resource fork.

Cioè quella parte del file Macintosh che contiene le risorse (se si tratta di un'applicazione) o semplicemente l'indicazione del tipo di file e dell'applicazione che lo ha creato nel caso si tratti di un documento.

Il problema non si pone con i file nativi OSX, mentre esiste con i file di OS9 e precedenti.

Se si tratta di documenti, basta aggiungere al nome del file l'estensione usata da Windows per riconoscerli (esempio .doc, .dwg. .xls etc.).

Se si tratta di applicazioni, trasferendole su dischi FAT32 perdono le loro risorse, e poi ovviamente non funzionano più. La soluzione, se si tratta solo di farne un backup, è quella di comprimerle in un file .sit o .zip, da cui, una volta riespanse, si ritorna all'applicazione originale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Quindi, Luciano, utilizzando Os X non dovrei avere problemi. Ho capito male?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luciano: <font color="aa00aa">Cioè quella parte del file Macintosh che contiene le risorse (se si tratta di un'applicazione) o semplicemente l'indicazione del tipo di file e dell'applicazione che lo ha creato nel caso si tratti di un documento.</font>

NO.

Il resource fork contiene sempre e solo le risorse (se ci sono). Il tipo di file e la firma dell'applicazione sono in due campi specifici previsti dal file system, insieme ad altri attributi come il nome o la data di modifica, e non c'entrano assolutamente nulla con il resource fork.

Juri: <font color="ff0000">Quindi, Luciano, utilizzando Os X non dovrei avere problemi. Ho capito male?</font>

Non dovresti avere problemi, ma non certo per via di OS X. Le risorse continuano ad essere utilizzate, anche se si cerca di evitarlo; per esempio, le icone personalizzate dei file sono risorse.

Tuttavia, sia OS X che OS 9 registrano il resource fork sotto forma di file nascosto nelle partizioni FAT, quindi fino a un certo punto funziona lo stesso. Se però sposti il file usando Windows, il legame con il file di supporto viene perso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Faccio ammenda e mi cospargo il capo di cenere.

Resta il fatto che tipo e creatore si perdono (si perdevano...) passando i files su sistemi Windows che per tale scopo utilizzano l'estensione di tre caratteri ereditata dal DOS.

Questo con OSX non succede perchè usa (anche) le estensioni per definire l'applicazione da lanciare con il file.

Non sempre, a dire il vero. Per esempio, i file .dmg trasportati da altri computer a volte tenta di aprirli con Hexedit anzichè con Disk Copy, perchè li classifica come file binari generici.

Misteri del sistema operativo + avanzato del mondo. Ma questa è un'altra storia, da lasciare ad altri thread, altrimenti Settimio mi sposta d'autorità nel girone dei pessimisti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

NTFS supporta i resource fork se lo usi via rete usando l'implementazione AFP di Microsoft. Mac OS X però non è in grado di accedere ad un volume NTFS locale, o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Piccola prova.

Copiata un'applicazione Mac OS9 (VCD Player, 194 k) dal mio Mac ad un PC con Windows 2000 Professional su disco formattato NTFS.

Il file risultante sul PC Windows è di 180 K. Mancano esattamente i 14 k del resource fork.

Ricopiato il file dal disco NTFS sul desktop del mio Mac, è rimasto di 180 k e File Buddy mi dice Data Fork = 180 k - Resource Fork = 0.

Il trasferimento è stato fatto tramite LAN con DAVE installato sul Mac.

Probabilmente quello che dice Raffael è vero, ma solo se a gestire il disco NTFS è Windows NT/2000/XP in versione SERVER.

Che infatti vede i Mac in rete, e consente l'accesso al disco del server senza bisogno di applicazioni tipo DAVE o simili.

Però non ho esperienze dirette in merito, e dunque potrei sbagliare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Confermo quanto dice Camillo riguardo ai dischi NTFS collegati direttamente al Mac via Firewire.

OSX non li vede, e chiede di formattarli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Non credo infatti che smb supporta resorce fork, come risulta dal post di Camillo resorce fork viene supportato da NT server o superiore, su volumi di rete, sui dischi NTFS, via AFP (o AppleTalk - nel caso di NT4)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this