Sign in to follow this  
alessandro

Hardware: Periferiche e componenti

Recommended Posts

Guest

Ciao a tutti!

Mi piacerebbe sapere da chi ha visto dal vivo i monitor LCD Apple Cinema

Display 22 e Studio Display 17 se il primo offre effettivamente un

immagine di qualità superiore rispetto al secondo.

Lo chiedo perchè nonostante la grande differenza di prezzo, lo Studio

Display 17, oltre a essere più recente, ha caratteristiche SULLA CARTA

migliori (contrasto 350:1 contro 300:1 e luminosità 200 cd/m2 contro 180

cd/m2). Grazie.

Saluti.

Vincenzo Corallo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono 2 oggetti diversissimi. Riporto le mie impressioni viste al negozio.

Il 17 è un monitor in formato 5/4 (risoluzione 1280x1024), ideale per web e ufficio. Il fatto che sia quasi quadrato implica che la necessità di scrolling verticale è ridotta. E' invece pochissimo sfruttato per la visione di DVD e Divx (pensa che un film in formato widescreen ha per circa il 50% dello schermo bande nere sopra e sotto!).

Il 22 è invece ideale per vedere e costruire filmati. A fronte di una risoluzione di poco superiore (1600x1024, quindi come vedi il salto è solo da 1280 a 1600; rispettabile ma non enorme), quello che varia enormemente è la geometria e la lunghezza della diagonale (quindi l'area dello schermo).

Lo stesso film in formato widescreen qui sfrutta lo schermo al 70%

E siccome lo schermo è un sacco più grande e sfruttato maggiormente ne risulta in pratica che il tuo film è il doppio pù esteso (in termini di area).

Dipende insomma da che uso pensi di fare. Se vuoi il cinema ed hai dei bei soldini buttati di corsa sul 22.

Ti sconsiglio invece il 23. Paghi quel pollice diverse migliaia di euro. Un delirio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ho un G4 400.

Oltre al disco ATA originale, ne ho aggiunto un secondo. Poi mi serviva ancora spazio e ne ho messo un terzo (SCSI) collegato alla scheda Adaptec PCI che ho acquistato separatamente.

E' sorto questo problema: quando accendo il computer il disco non appare sulla scrivania. Devo andare ogni volta su "drive setup", selezionare il disco (che qui compare) e dirgli di montarlo; da questo momento in poi (finchè non spengo il mac) l'hd funziona normalmente.

Sapete dirmi se c'è un modo per far sì che il dico si "monti" sulla scrivania automaticamente dopo il riavvio?

PS: Gli scsi ID sono corretti

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Scusate, mi occorre un'informazione.

Ho un G3 beige 266 con CD, Floppy, Zip e HD da 6gb.

Il Mac è dotato di controller scsi (interno ed esterno) al momento non usato.

Inoltre ci sono i due connettori ATA da 40 poli: su uno c'è il CD (master) e lo ZIP (slave), sull'altro c'è solo l'hard disk.

DOMANDA: posso cambiare il cavo piatto dell'hard disk con uno "doppio" ed aggiungere un secondo disco come slave?

I dischi ATA ora in commercio hanno sempre gli stessi connettori a 40 poli?

GRAZIE A TUTTI.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In teoria si se il tuo G3 non e' un desktop.

Quello che ti consiglio e' di installare una scheda Sonnet per poter istallare dischi ULTRA ATA/100 o ULTRA ATA/133.

Io al momento ho un solo disco ULTRA ATA/66 sul controller principale e le sue prestazione non e' che siano grandiose.

Ciao

Francesco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Capisco che il tuo consiglio è giusto, ma vorrei sapere: se mi comporto come ho sopra descritto, che succede? non funziona? oppure il sistema mi rallenta di molto?

Eventualmente, quanto costa questa scheda sonnet? dove la trovo?

Grazie Francesco,

Pampo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora diciamo che le ipotesi sono:

a) ti compri un HARD Disk piccolo ATA/100 e lo istalli sul Master del controller primario. Mentre come slave metti il tuo HD originale

b) ti compri un ATA/100 di buona dimensione (20GB) e sostituisci il disco originale del Mac.

c) ti compri una scheda Ultra/ATA 100 e un disco Ultra ATA/100.

Nella soluzione a) spenderesti quasi come nella soluzione b) ma avresti un sistema piu' difficile da gestire in cui le prestazioni non sono stabili.

La soluzione c) rappresenta l'unica soluzione nel caso in cui voglia avere delle prestazioni s livello disco pari a quelle pubblicizzate dai vari venditori (il salto e' veramente notevole, anche perche gli HD ga 8GB montati dalla apple faceveno veramente schifo). Per il costo sono circa $100 in piu' della soluzione b.

Comunque decidi tu.

Ciao

Francesco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, mi chiamo Dario e sono nuovo del forum. Ho bisogno di aiuto circa la configurazione del modem in oggetto,perchè si verifica un comportamento strano...mettetevi comodi,sarà un post lungo purtroppo :-((

Il modem è collegato al mio G4(350Mhz - grafica AGP - Mac Os X 10.1) via Ethernet; dal manuale risulta che per accedere ai settaggi bisogna aprire il proprio browser ed inserire come indirizzo: 192.168.254.254

Al primo tentativo la pagina si apre correttamente... chiudo il browser e tento di riaprire la stessa pagina, ma il browser non ne vuol sapere,ogni tentativo ulteriore fallisce

(faccio notare che non ho ancora messo mano alle preferenze Network che sono ancora impostate per la connessione tradizionale a 56K).

Inviperito(è il 2° modem che la Tin mi manda...) riaccedo ad internet col modem interno del mac e trovo un post interessante su un altro forum; mentre sono ancora collegato,controllo le preferenze Network e scopro nella sezione TCP/IP che sono settati gli indirizzi 192.168.254.1 come IP fornito dal server e 255.255.255.0 come subnet.

Colto da folgorazione improvvisa, apro nuovamente la pagina di impostazioni del modem e questa si apre!!! Allora modifico i settaggi avanzati,faccio il reboot del modem, chiudo il browser e termino il collegamento a internet a 56K.

A questo punto, per curiosità tento di riaprire la pagina di impostazione del modem e ottengo per tutta risposta un errore !!!

Poco male, penso, tanto il modem è configurato; chiamo tin.it e mi faccio sbloccare il mio abbonamento ADSL.

Purtroppo però tutti i tentativi di connessione alla rete falliscono. L'operatore di tin.it mi dice che se non riesco a collegarmi potrebbero esserci dei problemi in centrale... ma io non credo.

Penso piuttosto che il problema sia mio, e che sia un problema di configurazione del Mac e/o del modem. A questo punto la domanda è: " Qualcuno è in grado di darmi qualche suggerimento ?"

Confido in voi :-)

Dario.

Share this post


Link to post
Share on other sites

diciamo che e' un discorso comune...se vuoi un consiglio, devi chiamare gli svegli della tin.it, e chiedergli di farti fare l' installazione passo passo per telefono.

Basta che gli dici il sitema operativo, e loro potrebbero darti una mano.

se con loro non ce la fai, scrivi di nuovo qui, e cerchero' di buttare giu un paio di righe...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Settimio, in effetti ho trovato moltissimi post dedicati al mio modem ed uno di essi é stato risolutivo ... l'ho trovato un paio d'ore dopo che avevo postato sul forum la mia richiesta (che era anche, in egual misura uno sfogo !!)... cmq ora sono finalmente on-line .

Grazie anche ad Enrico per il suo contributo.

Dario.

PS: il problema risiedeva in effetti nella configurazione del modem (non erano stati settati correttamente i parametri VP e VC che devono essere rispettivamente 8 e 35)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this