Aiutatemi a difendere la mela!


Recommended Posts

Discussione sterile. Ognuno dal proprio punto di vista ha ragione.

Ad esempio conosco persone che non smetterebbero MAI di usare Windows e mi compatiscono perchè io non posso utilizzare i programmi contenuti nei cd delle riviste (ovviamente lo potrei fare lo stesso sotto Parallels, ma per questo non perdo nemmeno tempo a spiegarglielo). Per loro il metro di giudizio è quello. Contenti loro...

Nel corso degli ultimi 15 anni ho usato Win dal 3.1 a XP e molte distro Linux.

Sono un semplice appassionato autodidatta che per anni ha privilegiato l'aspetto hardware, e per questo il mondo Windows (e Linux) è sempre stato il mio. Me ne fregavo del software, della stabilità, dell'usabilità. Mi interessava solo avere la macchina più potente possibile (sulla carta).

Appena assemblato l'ultimo computer lo overclokkavo immediatamente e compravo i componenti in base a questa possibilità. Anche se il sistema crashava ogni 20 minuti era più la soddisfazione di quello che avevo fatto.

I miei computer avevano sempre il telaio aperti per poterci mettere le mani dentro e quando tenerlo aperto pregiudicava il raffreddamento dei componenti, facevo comunque in modo di poter accedere all'interno velocemente.

Con Linux il feeling non è mai stato intenso perchè le mie conoscenze tecniche non sono mai state sufficienti a farmici appassionare. Per avere un sistema funzionante decentemente dovevo ricorrere all'aiuto di amici. I quali fanno tuttora delle cose straordinarie con macchine che sembrerebbero obsolete, ma sotto Linux non lo sono. Li ammiro, ho grande rispetto per Linux e per la filosofia che sta dietro, che condivido pienamente.

Sono cosciente dei miei limiti e quel mondo non è il mio. Tutto qui.

Mi sono avvicinato a Mac un anno e mezzo fa, installando una delle prime copie taroccate di Tiger per Intel, su un pc autoassemblato, il classico cassone rumorosissimo pieno di ventole, così per gioco.

Mi sono immediatamente accorto della differenza fra i due ambienti.

Ho fatto coesistere i due sistemi per quasi un anno, molto prima che si parlasse di Bootcamp.

In breve tempo Tiger è diventato il sistema operativo di default e piano piano ho abbandonato Windows. Ho capito quanto fosse piacevole tornare (o iniziare) ad usare la macchina per quello che realmente era stata ideata e costruita: per far girare programmi che servano a qualcosa, qualsiasi essa

sia, senza menate di driver, virus, trojan e il famigerato "blue screen of death"...

E tutto questo con un sistema operativo "arrangiato" (da qualche cracker o da Apple stessa...) e installato su un pc generico.

Dopo anni e anni dal mio primo computer (un 386 della Vobis) ho comprato comprato un Macpro.

Non mi passa per la testa di aprire il case, mi godo l'utilizzo di tutto il software (abbondante) disponibile, per non parlare di quello già installato, e uso una grande quantità di programmi freeware generalmente molto ben scritti.

Non mi sento assolutamente isolato, condivido tranquillamente qualsiasi documento col notebook Siemens di mia moglie. Non ho nemmeno installato Bootcamp. Se proprio ho bisogno di Windows (quasi mai) clicco sull'iconcina con i quattro quadratini colorati e mi parte XP sotto Parallels.

Non rimpiango i soldi spesi.

Per quello che sono io ora, il Mac è il mio computer.

Senza guerre di religione.

Saluti.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 103
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

...mi ci metto anche io...

il mio mac è inserito comodamente in una rete casalinga mista Mac e PC, questi ultimi sia win che linux, e vivono in pace e tranquillità tra loro.

credo che MacOS sia il migliore come usabilità, in quanto può essere usato senza difficoltà da più livelli di utenza, da quello base a quello avanzato.

però alcuni programmi li ho solo su windows, e su questo non accetto repliche.

Per quanto riguarda l'hardware: il problema del costo io l'ho risolto con un pareggio, perchè ho sempre confrontato gli apple con workstation di livello (IBM o anche Dell ecc...) e con portatili professionali (sempre IBM, Hp professionali ecc...) perchè anche le finiture hanno la loro importanza.

Da questo punto di vista riconosco che i PC offrono maggiori opzioni per risparmiare.

La cosa che differenzia Apple e che la fa odiare dagli altri, secondo me, è lo storico isolamento della piattaforma Hardware e Software, sia nel senso commerciale, sia per quanto riguarda la minore possibilità di configurazione.

Il fatto di avere un catalogo ristretto su cui gira un solo sistema operativo permette di poter offrire un software sperimentato su (quasi) tutto l'HW disponibile, per cui MacOS è costituzionalmente più stabile di Windows e le periferiche sono più facili da configurare di Linux.

Lo stesso dicasi per l'Hw, che in teoria dovrebbe essere maggiormente collaudato in fase di test, ma che nel caso in cui non lo sia è più facilmente riparabile (sempre in teoria); faccio l'esempio dei recenti problemi di random shutdown del macbook: lo stesso problema su milioni di prodotti venduti in tutto il mondo significa che milioni di utenti in tutto il mondo protestano con una sola casa madre, che però ha da risolvere un solo problema su una sola macchina, perchè il MB più o meno è lo stesso venduto in tutto il mondo. E alla fine è andata...

Poi questi sono i miei pareri, quelli che esprimo quando parlo di Apple...

Ciao, Giuseppe.

Link to post
Share on other sites

http://store.apple.com/Apple/WebObjects/italystore.woa/6784043/wa/PSLID?mco=88AFC825&nclm=micekeyboard&wosid=hN6n7w3tAHez28YHSZkPmLi2vbW

Non mi sembra che il MM costi 99euri..che poi non sia il massimo sono d' accordo, anche se secondo me basterebbe faro accessibile per la pulizia

avevo scritto 99 euri perchè quando era uscito leggevo che lo davano a 99 euri..io lo hho avuto con l'imac quindi no problem..ma se ci avessi speso soldi solo per quello probabilmente mi sarei incazzato!

poi sarà che qua a piacenza c'è solo un negozio autorizzato a vendere apple e chi ci lavora dentro cerca sempre di rifilarti soldini (almeno sembra..) es. quando ho preso l'imac mi hanno detto, se velovo, per la modica cifra di 70 euro me lo "impostavano" di modo che quando lo portavo a casa non dovevo far altro che accenderlo che era tutto a posto..io nn mi sono fatto fare niente, ma quando lo ho collegato era già pronto di suo senza dover inserire nessun disco di installazione o fare chissà che roba..diciamo che gli avrei regalato 70 euro!! :confused: :confused:

Link to post
Share on other sites

poi sarà che qua a piacenza c'è solo un negozio autorizzato a vendere apple e chi ci lavora dentro cerca sempre di rifilarti soldini (almeno sembra..) es. quando ho preso l'imac mi hanno detto, se velovo, per la modica cifra di 70 euro me lo "impostavano" di modo che quando lo portavo a casa non dovevo far altro che accenderlo che era tutto a posto..io nn mi sono fatto fare niente, ma quando lo ho collegato era già pronto di suo senza dover inserire nessun disco di installazione o fare chissà che roba..diciamo che gli avrei regalato 70 euro!! :confused: :confused:

L'onestà è sempre una gran cosa:D

Link to post
Share on other sites

Fai Male :D

Il MacPRO è veramente fantastico dentro, ancor meglio del G5, ed io te lo posso dire visto che li ho avuti tutti e due :D

Ma si, figurati se non l'ho aperto appena portato a casa... :D

Intendevo dire che non ho l'ansia di aprirlo per cambiare componenti, come facevo prima.

Vorrei aggiungere uno o due hard disk, ma rimando sempre perchè non ho mai voglia di

farlo, nonostante il montaggio dei dischi sui Macpro sia di una facilità disarmante...

E' vero, il Macpro appaga l'occhio anche nell'interno.

Link to post
Share on other sites

Kok dovresti avere almeno l'onestà intellettuale di ammettere di aver sbagliato: un PC, assemblato o di marca, con le stesse caratteristiche del Mac Pro costa di più. Non lo dico solo io, non lo dice solo Macworld, ma anche molti giornalisti seri del mondo dell'informatica e quindi professionisti che non ci guadagnano nulla anzi ci perdono in professionalità a mentire, hanno ribadito la cosa al momento della presentazione della linea Mac Pro.

Link to post
Share on other sites

Kok dovresti avere almeno l'onestà intellettuale di ammettere di aver sbagliato: un PC, assemblato o di marca, con le stesse caratteristiche del Mac Pro costa di più. Non lo dico solo io, non lo dice solo Macworld, ma anche molti giornalisti seri del mondo dell'informatica e quindi professionisti che non ci guadagnano nulla anzi ci perdono in professionalità a mentire, hanno ribadito la cosa al momento della presentazione della linea Mac Pro.

Su questo ti sbagli.

Sui non assemblati il macpro attualmente costa meno, ma con gli assemblati probabilmente puoi risparmiare.

Non 1000 euro come diceva lui ma un paio di centinaia si.

Che poi non ci sia Osx e che le prestazioni siano o no le stesse è un altro discorso.

Link to post
Share on other sites

La cosa che differenzia Apple e che la fa odiare dagli altri, secondo me, è lo storico isolamento della piattaforma Hardware e Software, sia nel senso commerciale, sia per quanto riguarda la minore possibilità di configurazione.

Ma perché la devono odiare? La scelta di Apple non li danneggia mica!

Link to post
Share on other sites

avevo scritto 99 euri perchè quando era uscito leggevo che lo davano a 99 euri..io lo hho avuto con l'imac quindi no problem..ma se ci avessi speso soldi solo per quello probabilmente mi sarei incazzato!

poi sarà che qua a piacenza c'è solo un negozio autorizzato a vendere apple e chi ci lavora dentro cerca sempre di rifilarti soldini (almeno sembra..) es. quando ho preso l'imac mi hanno detto, se velovo, per la modica cifra di 70 euro me lo "impostavano" di modo che quando lo portavo a casa non dovevo far altro che accenderlo che era tutto a posto..io nn mi sono fatto fare niente, ma quando lo ho collegato era già pronto di suo senza dover inserire nessun disco di installazione o fare chissà che roba..diciamo che gli avrei regalato 70 euro!! :confused: :confused:

no, quando uscì il MM ricordo bene che costava 55 euro e non era wirelesss

:)

P.S. OT x te : il Peeping Tom LIVE si avvicina...(giovedì)

Link to post
Share on other sites

Su questo ti sbagli.

Sui non assemblati il macpro attualmente costa meno, ma con gli assemblati probabilmente puoi risparmiare.

Non 1000 euro come diceva lui ma un paio di centinaia si.

Che poi non ci sia Osx e che le prestazioni siano o no le stesse è un altro discorso.

Evidentemente il prezzo dei processori intel è leggermente diminuito, come accaduto a suo tempo con i CoreDuo, ma questo purtroppo non porta ad un corrispettivo ribasso del listino Apple. Rimane il fatto che alla sua uscita il mac Pro era davvero la soluzione più conveniente con i nuovi processori, sarebbe bastato una ricerca su google per sincerarsene.
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now