Futuroscopio


Guest

Recommended Posts

Mi permetto di esprimere alcuni pareri, certamente parziali, ma che spero portino nuovi elementi nel contesto della discussione.

Con tutto il pessimismo del momento, dove credo che conti di più ciò che succede nel mondo che le decisioni di apple, io intravedo alcuni spiragli ai problemi che hanno afflitto il nostro mac negli ultimi anni.

OSX è il sistema operativo. Ha il grande pregio di unire la potenza di unix e l'intuitività del mac. Ha il difetto di essere ancora giovane, di essere nato in corsa, dovendosi accollare anche meccanismi per aiutare la transizione dal vecchio sistema, e quindi di soffrire di numerosi difetti, correggibili. Ma ha molte potenzialità. Le voci di cui si parla oggi sul nuovo filesystem ne sono un esempio. Se una cosa di vecchio ha OSX è HFS. Un nuovo file system, progettato con criteri più moderni, più efficiente, flessibile ed affidabile, è una necessità.

Onestamente, non ritengo OSX il miglior sistema operativo, sotto tutti i punti di vista. Resto convinto che è il più adatto ad esser montato sul computer "for the rest of us".

L'hardware, che si traduce in processori e bus. Abbiamo di che sperare, viste le voci di una possibile adozione del PPC970. A mio avviso abbiamo di più di che esser contenti dalla possibile scelta di seguire IBM invece che Motorola. Da tempo penso che Motorola non mostri più di interessarsi allo sviluppo dei PPC come processori per desktop e workstation. IBM ha molti più interessi in comune con Apple, tra cui quello di proporre un processore per macchine linux alternativo agli Intel e agli AMD. Anche se l'obiettivo dei piani di IBM sembra il mercato dei server low-end, ci trovo più affinità tra le necessità di Apple e quelle di IBM che tra quelle di Apple e quelle di Motorola. Il nuovo processore dovrebbe offrire una potenza adeguata, supportare bus veloci per un accesso alla memoria efficiente (le DDR sui G4 sono una forzatura), prepararci al futuro rappresentato dai 64bit, mantenendo costi e consumi contenuti.

Tolti questi problemi (rimozione non automatica, lo so pure io che non voglio affatto illudermi), quali altri potrebbero esserci? Il marketing di Apple? No, non credo. Si mostra molto più attivo che in passato. E poi Apple non ha l'immagine di Microsoft, rovinata dalle sue vicissitudini giudiziarie, dalla concorrenza ideologica di linux e dall'insoddisfazione degli utenti. Il costo dell'hardware, il fatto di avere un fornitore unico per hardware e software? Il primo è un problema relativo. Vuol dire che avendo hardware più costoso Apple si posiziona su un certo targhet, che è disposto a spendere qualcosa di più pur di avere un prodotto apparentemente o realmente migliore. Il secondo a mio avviso non è affatto un problema. Anzi, ti toglie molte rogne che si generano quando si cerca di mettere assieme l'hardware più disparato col software. Microsoft da anni cerca di imporre un meccanismo di certificazione che consenta un migliore controllo sull'integrazione dell'hardware col software. Una ragione ci sarà. Il supporto del software Open Source? Capisco che per usare solo il software per unix ricompilato, con interfaccia X11, abbia più senso comprarsi un PC e mettergli su una qualsiasi distro linux. Questo, non considerando il fatto che fino ad oggi non ho visto alcuna distribuzione linux che come intuitività sia all'altezza di OSX (ci tentano, ma non ci sono riusciti e non ci riusciranno mai fino a che non cambieranno molte cose che stanno sotto, cosa molto improbabile). E poi, ci dimentichiamo pure che su Apple c'è una tradizione sull'interfaccia utente che è rappresentata dalle applicazioni native, dagli sviluppatori, dalle aspettative degli utenti. Qualcuno sostiene che in parte questa tradizione si sia persa, ma non c'è dubbio che sostanzialmente è ancora li. Quanto può influire questa tradizione sullo sviluppo di soluzioni nate su altri sistemi? Avete visto safari? Ha la stessa interfaccia di Konqueror e richiede X11? Apple non vuole fare di OSX il nuovo linux. Il suo interesse è nel fornire strumenti, che altrimenti non ci sarebbero, e nell'attrarre sviluppatori, utenti, che altrimenti ignorerebbero la nostra piattaforma. E questi, gli sviluppatori, come il codice da loro prodotto, sono un problema concreto. Lo è il software non presente su mac, lo è ciò che è incompatibile col mac e che il mac non riesce a supportare. Ma seguire la strada proprietaria non mi pare riduca questi problemi. Anzi, tutto il contrario.

Chiudo dicendo che personalmente non sento alcuna mancanza del vecchio sistema. Anzi, visto che io per lavoro devo sviluppare in Java, senza OSX non avrei potuto svolgere il mio lavoro su un mac. Per liberarmi definitivamente di windows e linux mi servono tre cose: 256 Mb di ram in più, un sistema più veloce e un software per sviluppare su Oracle che non mi faccia rimpiangere il SQL Navigator. Chiaramente, quest'ultimo è un problema che non potrò risolvere facilmente, almeno fino a quando Quest Software non si decida a portare su altri sistemi il suo software o che qualcun'altro non sviluppi una soluzione alternativa all'altezza della situazione... e perché no, visto che non ritengo il SQL Navigator un mostro di software, faccia qualcosa di decisamente migliore.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 3.1k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

<font color="119911">pensare di basare il nuovo OS sulle soluzioni opesource è un suicidio perché tanto ci saranno sempre soluzioni più economiche</font>

Ma rendezvous, secondo voi, è stato un tentativo di suicidio?

Link to post
Share on other sites

Ragazzi, mi sembra di essere sul thread "Chat ruspante ..." dei temi che furono...

Fantastico!

Scommetto che quando si ricaricherà la pagina ci saranno almeno due nuovi post!

Link to post
Share on other sites

Come volevasi dimostrare.

Fabrizio><font color="ff0000">Vuol dire che avendo hardware più costoso Apple si posiziona su un certo targhet, che è disposto a spendere qualcosa di più pur di avere un prodotto apparentemente o realmente migliore</font>

Penso che Apple abbia circa il 70% degli utenti di quella fascia. Peccato che sempre più si accorgano che è possibile avere (in campo pc) cica lo stesso a molto meno, per cui quella fascia sta sparendo.

Link to post
Share on other sites

>Sai che non funzionerebbe?

--- lo so che non funzionerebbe. E' per questo che ho scritto che adesso e' troppo tardi, e ormai occorre andare avanti cosi', sperando sempre in qualcosa di fenomenale.

Sono anni che ce lo meniamo cosi', aspettando un os, un processore, una scheda video ecc.

Pero' cosi' e' una lenta agonia: io me la sarei voluta giocare in modo diverso, sicuramente rischiando molto di piu'.

Link to post
Share on other sites

Marco><font color="119911">o me la sarei voluta giocare in modo diverso, sicuramente rischiando molto di piu'.</font>

sono finiti i tempi pioneristici dell'informatica, quando le aziende avevano più tempo per creare nuovi prodotti... Apple deve correre e, come puoi immaginare, correndo arriva meno ossigeno al cervello...

Link to post
Share on other sites

Come volevasi dimostrare.

Fabrizio><font color="ff0000">Vuol dire che avendo hardware più costoso Apple si posiziona su un certo targhet, che è disposto a spendere qualcosa di più pur di avere un prodotto apparentemente o realmente migliore</font>

Penso che Apple abbia circa il 70% degli utenti di quella fascia. Peccato che sempre più si accorgano che è possibile avere (in campo pc) cica lo stesso a molto meno, per cui quella fascia sta sparendo.

Link to post
Share on other sites

>sono finiti i tempi pioneristici dell'informatica

--- purtroppo e' verissimo, ed e' una tristezza pensare che non vedremo mai piu' nessun tentativo realmente folle, qualcuno che salta fuori con un sistema totalmente nuovo e rivoluzionario.

Per me l'ultima vera sfida e' stata la bebox; potrebbe esserlo amiga one, ma ci sono brutti presagi ancora prima della nascita.

Mi sembra tutto cosi' grigio e noioso...

Link to post
Share on other sites

> Gennà <font color="ff0000">un'applicazioni su OS X che non fa uso di quartz è una qualsiasi applicazioni *nix come ce ne sono tante, ed il mac non fa certo la differenza</font>

Non credo proprio. Pensa al VitrualPC, è la stessa cosa, solo che X11 è "nativo". Nessuno di quelli che usano VPC si sogna di abbandonare il mac e di passare il resto dei suoi giorni in emulazione a schermo pieno. Potere avere entrambe le cose: potenza e facilità d'uso da una parte e, ben nascoste e solo quando servono, la potenza e la crudezza dell'informatica da nerds smanettoni. Non rinuci a nessuna delle due cose, hai solo strumenti in più (da migliorare, ok siamo d'accordo).

> Gennà 2 <font color="ff0000">però pensare di basare il nuovo OS sulle soluzioni opesource è un suicidio</font>

Perché dici questo? OS X offre ANCHE quello, ma ad esempio hai mai sentito parlare di iLife su Linux? Dove la trovi la produttività e la semplicità d'uso che oggi hai con OS X? Possiamo pretendere una migliore integrazione tra le varie parti dell'OS, ma oggi un sistema operativo DEVE poter montare Apache, Java e tutto il resto quando ne hai bisogno (ma deve anche permetterti di farne a meno! e qui siamo un po' indietro in effetti).

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now