Futuroscopio


Guest

Recommended Posts

  • Replies 3.1k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Non si bene se esista alcun "successore" del G3 da parte di IBM.

Il 750cxe (quello sugli ibook attuali e' il 750cx senza la e finale), che doveva arrivare ai 750Mhz pare ancora in altissimo mare.

Lo dico perche' da piu' parti (me compreso fino a quando non ho capito meglio la situazione), si tende ad accreditare la tesi dei Mac di fascia bassa con clock lenti per non cannibalizzare i G4.

Ebbene, al momento il massimo che IBM ottiene dai G3 sono i 550Mhz di rito. Altro che...

Forse anche per questo motivo si decideranno a passare tutta la linea a G4 (alla buon ora)

Link to post
Share on other sites

Sta di fatto che, allo stato attuale, i pc hanno un sistema operativo che non si può definire e Apple sa fare solo il MacOs.

Risultato: non esiste il computer che ci piacerebbe avere.

Ma poi che pallonari e buffoni che sono con le dichiarazioni ufficiali....

Link to post
Share on other sites

Scusate un momento, forse perdiamo di vista il punto focale nella decisione di chiudere il licensing ai cloni:

prima dei cloni MacOS aveva il 3% del mercato,

con i Cloni MacOS aveva il 3% del mercato,

chiusa l'esperienza dei cloni MacOS aveva il 3% del mercato.

Mi dite a che cacchio sono serviti i cloni se non a far vendere meno macchine ad Apple e ficcarla in guai finanziari terrificanti????

Io capirei se con i cloni Apple fosse schizzata ben al 3,0001% del mercato, ma nulla, neppure una macchina MacOS venduta in piu', niente, zero, nix..., in compenso qualche clone dava problemi di compatibilità con questo o quello, facendo scendere il livello d'affidabilità di MacOS nella testa della gente...

Vorrei conoscere una sola persona che ha comprato un clone come prima macchina MacOS, una sola, vi prego, fatemela conoscere, sono anni che ne cerco una e non l'ho mai trovata, allora a che sono serviti i cloni????

Facciamo tornare i cloni e Motorola avrà gli stessi problemi, continuerà a fare un paio di milioni di processori G4 ma invece che venderli tutti ad Apple ne venderà metà ad Apple e l'altra metà a forse 5 produttori di cloni..., capirai che rivoluzione....

ciao

Link to post
Share on other sites

Attilio>

Io ne conosco uno.

Si compro' un PowerComputing perche' aveva bisogno di quattro slot NUBus se non ricordo male.

Fu una brutta esperienza.

la cosa bella poi era che la versione di MacOS fornita era custome quella standard non girava.

Presto si prese un 8100 e poi un G4...

L'unica cosa aveva una tastiera meccanica come poche ne ho provate in vita mia...

Link to post
Share on other sites

Caro Attilio,

Diciamo che Power Computing non aveva diritto di esistere, poiche' non faceva altro che cannibalizzare le schede madri di Apple rivendendole a prezzo piu' basso, ed un paio di miei clienti ne stanno pagando ancora le conseguenze (le macchine sono ormai solamente dei soprammobili), ed anche gli altri clonatori non facevano nulla di nuovo, tranne forse la DayStar, che ha proposto un biprocessore ......

Le macchine della Motorola invece erano innovative, avevano processori e soluzioni hw che la Apple non aveva ancora implementato sulle sue schede madri al tempo.

Io sono assolutamente d'accordo che il licencing non abbia nessun senso se fatto come lo faceva PowerComputing, ma la cosa assume tutt'altra rillevanza nei confronti di Motorola ed IBM. Non sono forse loro i fautori della CHRP e dei processori PPC? Di conseguenza io ritengo avessero tutti i diritti di continuare con il licencing, e sono arciconvinto del fatto che oggi parleremmo di un buon 15/20% di mercato MacOs.

Se tu casrtri una cosa sul nascere, come ha fatto Jobs, non puoi pensare assolutamente che questo possa portarti qualcosa di buono, sia nell'immediato che alla lunga; cioe', come i fatti stanno a dimostrare, crisi di processori PPC.

Link to post
Share on other sites

Apple ha fatto chiudere i clonatori per il semplice motivo che non era in condizione di competere con loro, in quanto la linea di Apple e' vendere hardware e non software, ed il piu' caro possibile, sfruttando il traino del sistema operativo.

Insomma MacOS e' il mulo da traino ma gli sghei li da' il crudo metallo.

Ancora oggi mi domando come sia stato possibile arrivare ai cloni.

Si vede che per qualche tempo c'e' chi ha creduto ad Apple come software house.

Link to post
Share on other sites

Io ne conosco un'altro,

acquisto direttamente allo Smau di 3 o 4 anni fa, uno Umax a 233mhz con HD UWSCSI etc etc...

Primo Mac della sua carriera, veniva da pc, ed è tornato pc perchè recentemente ha avuto necessità di aggiornare la macchina ma la sua la valutavano un cacchio, ed un G4 nuovo non c'è la faceva ad acquistarlo...metteteci anche che collabora con uno studio di ingegneri che indovinate un po' che programma usano??

Cmq il suo Umax aveva una tastiera eccellente, evidentemente era una caratteristica positiva dei cloni, ma spesso è volentieri non gli funzionava, una volta il CD, una volta il Mast., un'altra la gestione del monitor...

CONTROPRODUCENTE, considerate che lo paghò più del mio 9600/200 ed adesso glielo valutano un terzo, rispetto al mioex computer.

Mickey

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Ho due domande da fare a quelli che hanno le preview di Panther, o che lo hanno visto da qualche parte, o che ne hanno letto su fonti affidabili (nel caso, specificare quale):

1) Qual è la shell di default su Panther?

2) Il sottosistema BSD è stato aggiornato? Se uno fa, per esempio, "man ls" e scorre fino in fondo, compare ancora quella disperante scritta "1993"? ~_~

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now