Futuroscopio


Guest

Recommended Posts

Infatti, più che B (che rimane la mia opzione preferita), credo che D sia la soluzione più interessante a lungo termine.

Dice bene Giovanni, le idee di IBM sul powerPC sono (quasi) opposte a quelle di Apple, mentre, sempre per rispondere a Giovanni, AMD potrebbe acquisire con i powerPC le informazioni necessarie a produrre chip RISC e "affrancarsi" dalla tecnologia x86.

Le opzioni esposte sono tutte praticabili, anche l'acquisizione da parte di Apple dei brevetti (ma in parte non sono già suoi?) di powerPC+Altivec per poi rivenderli a qualche produttore (e quindi perchè non IBM o AMD?).

Link to post
Share on other sites
  • Replies 3.1k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

gennaro, amd e intel sono anni che si fanno una guerra spietata e per farla spendono tutte le risorse disponibili che gli provengono dalle rispettive vendite (o dall'indebitamento): dato che i colpi di genio non esistono (almeno sul lungo periodo) amd e intel vendendo 10 volte i processori di Apple, avranno a disposizione chip molto più efficenti; finora sono riusciti a "pareggiare" la quantità di risorse grazie al fatto che IBM e Motorola hanno applicato allo sviluppo dei power pc, studi sui processori che inizialmente avevano altre applicazioni pratiche, su processori completamente diversi; senza un alleato di grosso calibro, continuare lo sviluppo è impossibile, rimarrà sempre più indietro

Link to post
Share on other sites

li usa per migliorare l'athlon, che già non è solo un processore CISC, anzi; il PIV e l'Athlon sono processori RISC-like con retrocompatibilità CISC, in pratica al computer si presentano come CISC, al loro interno sono molto RISC.

L'Athlon è più avanzato del PIV, però alcune tecnologie di base sono deficitarie rispetto ai powerPC (tra l'altro molto diffusi nel campo embedded) e ad Altivec.

AMD, se ci riuscisse, potrebbe includere i vantaggi RISC-Altivec nei suoi processori portandoli anni luce avanti a Intel (a quel punto costretta a spingere il suo Itanium e tutto il mercato verso i processori RISC).

Uno scenario del genere potrebbe dare una notevole spinta allo sviluppo tecnologico e di conseguenza al mercato (se la gente credeva che era necessario un PIII per navigare "sul serio" in internet...figuratevi con questa nuova ondata tecnologica).

AMD (e Intel) dovrebbero poi valutare quanto MS sia in grado di stare dietro con lo sviluppo di Windows, vedere se MS è in grado di cambiare sostanzialmente architettura: quindi da un lato questo ipotetico sviluppo tecnologico potrebbe essere "tarpato" da Gates, oppure AMD potrebbe comunque spingerlo favorendo Apple (a questo punto partner strategico).

Ah, che strani scherzi fa il sole...

Link to post
Share on other sites

Tangari> <FONT COLOR="ff0000">Che AMD ed Intel abbiano l'80% del mercato non significa affatto che investano soldi in ricerca</FONT>

No, no,... infatti da schifezze che erano sono (e lo sono) più potenti dei PPC. No, no, non investono in ricerca (ovvio, "potrebbero" non farlo, però lo fanno eccome).

<FONT COLOR="ff0000">Per quanto riguarda la storia dei programmi x86...beh, quanto tempo c'è voluto per una versione carbon di photoshop? le api carbon coincidono quasi al 70% con quelle del vecchio sistema operativo, quindi in linea di principio photoshop per os x sarebbe dovuto comparire immediatamente, invece... un porting serio richiederebbe veramente tanto ma tanto lavoro</FONT>

Ma P.r.a miseria, lo volete capire che se si cambia il processore a parità di sistema operativo e il codice non contiene Assembly basta una ricompilazione? NON è una mai teoria, è un *FATTO* (non sono arrabbiato con te, Gennaro, solo che è un discorso ricorrente e che so che ricorrerà ancora perchè piace pensare che il porting sia difficile).

<FONT COLOR="ff0000">comunque personalmente un'eventuale passaggio ad intel la vedrei come una battuta d'arresto tecnologica, insomma possibile che in 20 anni non si sia trovata una strada per superare l'x86?</FONT>

Arresto, dici tu? ma segui il mercato PC? gli AMD sono processori *totalmente* diversi (ma nel senso più *completo*) dagli x86. Hanno solo un traduttore davanti, ma sono DIVERSISSIMI. E il P4 appena un po' meno (ma poco).

L'x86, per chi non lo sapesse, è diventato moribondo col P2 ed ora è MORTO. MORTO, lo capite?

E l'x86-64 è TOTALMENTE nuovo. Ha, come il K7, un traduttore che traduce le chiamate a 32 bit in comandi a 64 bit per poi fare la stessa cosa al contrario alla fine, però è scritto *DA ZERO*.

Macteo> <FONT COLOR="ff0000">a. Apple acquista e gestisce da sola il settore PPC di Motorola.</FONT>

E crepa tra due anni.

<FONT COLOR="ff0000">b. Apple e IBM acquisiscono il settore PPC (con Altivec) di Motorola, portano a termine la roadmap del G4 (1 o 2 nuove versioni) e introducono nella prima metà del 2003 il G5 (o qualcosa di simile).</FONT>

Speranza di vita a medio termine.

<FONT COLOR="ff0000">c. intel acquisisce il settore PPC (con Altivec) di Motorola: produce i G4 fino a quando non sarà pronta una versione di MacOS X su x86 (cioè fino a quando, a detta di Jobs, la transizione non sarà completata), Intel acquisisce una nuova architettura, più funzionale rispetto agli x86 e, a lungo termine, la integra nei suoi pentium recuperando lo svantaggio tecnologico rispetto a AMD.</FONT>

Minchiata. Scusate il termine ma è l'unico in grado di commentare.

Intel acquisisce Motorola? per cosa, poi? per "superare AMD"?

La AMD ha GIÀ battuto intel sui 64 bit tecnicamente, deve solo affermare il suo standard (o pensate che Itanim a 1.2 GHz possa competere?).

E nel campo pseudo-x86 la intel è davanti. A detta di chi se ne intende (non io, anticipo una delle possibili risposte).

<FONT COLOR="ff0000">d. AMD acquisisce il settore PPC (con Altivec) di Motorola: già ci sono state fughe di cervelloni da Motorola a AMD (con blocco immediato dello sviluppo del G4 e crescita esponenziale dell'Athlon, un caso?); mi sembra che tempo fa ci furono un paio di notizie di collaborazioni tra Motorola e AMD per la produzione di chip, quindi le due società sono molto, molto vicine.

AMD si rafforza tecnologicamente (ed economicamente) contro Intel.</FONT>

La AMD ha già tutto ciò che le serve: tecnologia RISC, ingegneri motorola, processori potenti, ... Buttare via dei soldi nella Motorola? Piuttosto la "smembra" acquistando gli ultimi tecnici.

Olmo> <FONT COLOR="ff0000">possibile che alla MS vogliano restare ai cisc? anche se AMD sviluppasse un risc adatto anche a XP, la MS spiazzerebbe la Intel?</FONT>

Alla MS non può fregare di meno dei processori! ma ci capite di economia? chi se ne frega se la mia macchina è CISC, RISC o PIPSC, basta che vada più veloce di quella degli altri e, acora di più, che io fatturi ed abbia più mercato degli altri!. Spero che nei thread politici salti fuori della "vera" economia, questa è da bancarotta.

Kikko> <FONT COLOR="ff0000">Comunque il futuro penderà verso le CPU RISC. Il CISC ha fatto il suo tempo.</FONT>

Il CISC è GIÀ morto. E io che pensavo le nuove generazioni fossero meno romantiche.

Olmo> <FONT COLOR="ff0000">ok, ma amd che se ne fà dei risc?</FONT>

Semplice. I processori (non l'avresti mai detto, vero?).

<FONT COLOR="ff0000">gennaro, amd e intel sono anni che si fanno una guerra spietata e per farla spendono tutte le risorse disponibili che gli provengono dalle rispettive vendite (o dall'indebitamento): dato che i colpi di genio non esistono (almeno sul lungo periodo) amd e intel vendendo 10 volte i processori di Apple, avranno a disposizione chip molto più efficenti; finora sono riusciti a "pareggiare" la quantità di risorse grazie al fatto che IBM e Motorola hanno applicato allo sviluppo dei power pc, studi sui processori che inizialmente avevano altre applicazioni pratiche, su processori completamente diversi; senza un alleato di grosso calibro, continuare lo sviluppo è impossibile, rimarrà sempre più indietro</FONT>

Ragionamento a dir poco contorto lessicalmente e grammaticalmente, con virgole a sproposito. Saranno i miei circuiti AI ad essere falesi, però non ho capito niente.

Macteo> nella prima parte del post mostri di aver capito, nella seconda NO (2 cali di zuccheri? prima col post con le alternative e ora nella seconda parte del post?).

La MS che rimane indietro? ma avete presente a chi siete di fronte? Gates che "tarpa" lo sviluppo hardware? Ok con quello software (fino a un certo punto, poi), ma quello hardware proprio no!.

Sapete chi Potrebbe rimanere indietro? Chi ha meno dell'8 % di share. Apple e linux (il secondo di più: non prendono una lira... più la programmazione si complica e più è probabile abbiano problemi nel coordinare il tutto).

<FONT COLOR="ff0000">Ah, che strani scherzi fa il sole..</FONT>

???

Link to post
Share on other sites

Olaf, grazie per la nuova generazione. Non osavo dire sepolto perché non seguo molto da vicino l'evoluzione dei processori. All'epoca il mio vecchio PM 5500/225 era molto più performante del più potente Pentium di pari clock (letto e visto con confronti e grafici su PC Professionale - ottobre '97 credo). Perciò se gli ingegneri non sono svampiti basta fare un semplice conto: CISC non funzia, RISC funzia, dobbiamo mantenere compatibilità all'indietro. La soluzione è usare CISC per la compatibilità e RISC per tutto il resto. Il resto è pane di oggi. Ed in ogni caso ci sarà comunque la transizione totale (senza retrocompatibilità) verso RISC. Si mollerà - finalmente - tutto il caro vecchiume retrò verso il nuovo. Forse in questo ci può stare la frase sibillina di Jobs: dopo potremo scegliere perché sarà tutto nuovo (RISC) nell'IT. (Mi auguro Posted Image )

Link to post
Share on other sites

Olaf dixit

<FONT COLOR="119911">E crepa tra due anni.</FONT>

infatti, da sola non regge...

<FONT COLOR="0000ff">Speranza di vita a medio termine.</FONT>

Dipende dall'interesse di Big Blue, vedi sopra: Apple ha bisogno di un partner interessato.

<FONT COLOR="aa00aa">Minchiata. Scusate il termine ma è l'unico in grado di commentare.

Intel acquisisce Motorola? per cosa, poi? per "superare AMD"?

La AMD ha GIÀ battuto intel sui 64 bit tecnicamente, deve solo affermare il suo standard (o pensate che Itanim a 1.2 GHz possa competere?).</FONT>

Non sono abbastanza esperto per risponderti, però se Intel è indietro rispetto a AMD (grazie anche ai cervelloni Motorola), acquisendo quel che resta del PPC di Motorola potrebbe, almeno a prima vista, recuperare un certo gap tecnologico.

<FONT COLOR="ff6000">Buttare via dei soldi nella Motorola? Piuttosto la "smembra" acquistando gli ultimi tecnici.</FONT>

Proprio per questa contiguità tecnologica ritengo non sia un'assurdo da parte di AMD prendersi il PPC di Motorola, garantendosi ampie commesse da parte di Apple (che punta ad avere tutta la propria linea di computer - o quasi - su G4 e Altivec... o qualcosa di più evoluto). ma qui parla un po' anche il cuore...

<FONT COLOR="ff0000">Macteo> nella prima parte del post mostri di aver capito, nella seconda NO (2 cali di zuccheri? prima col post con le alternative e ora nella seconda parte del post?).

La MS che rimane indietro? ma avete presente a chi siete di fronte? Gates che "tarpa" lo sviluppo hardware? Ok con quello software (fino a un certo punto, poi), ma quello hardware proprio no!</FONT>

Un po' di idee (confuse) in libertà...

Su gates intendevo dire che sarei curioso di vedere come adatterebbe Windows (e il mercato) a un'architettura RISC invece che CISC; siamo sicuri che tutto il software PC esistente (e in parte l'hardware) possa passare indenne a chip e soprattutto computer RISC-based?

Gates, come dici tu, può solo seguire lo sviluppo e non tarparlo, ma se Windows su RISC non fosse sviluppato a dovere? Anche Apple ha dovuto fare una transizione lunga e dolorosa da CISC a RISC, Windows, credo, oggigiorno ne risentirebbe in maniera maggiore.

<FONT COLOR="0077aa">Ah, che strani scherzi fa il sole..

???</FONT>

Ho preso un po' di sole ultimamente, devo aver cotto qualche chip cerebrale...

Link to post
Share on other sites

<FONT COLOR="ff0000">Buttare via dei soldi nella Motorola? Piuttosto la "smembra" acquistando gli ultimi tecnici.

Proprio per questa contiguità tecnologica ritengo non sia un'assurdo da parte di AMD prendersi il PPC di Motorola, garantendosi ampie commesse da parte di Apple (che punta ad avere tutta la propria linea di computer - o quasi - su G4 e Altivec... o qualcosa di più evoluto). ma qui parla un po' anche il cuore...</FONT>

Ma l'idea era OTTIMA! eh... l'economia... si comprano *gli ingegneri* senza comprare la società... si risparmiano i soldi del marchio! e tutte le cosette affini...

Chi farà economia studierà queste cose all'università...

<FONT COLOR="ff0000">Non sono abbastanza esperto per risponderti, però se Intel è indietro rispetto a AMD (grazie anche ai cervelloni Motorola), acquisendo quel che resta del PPC di Motorola potrebbe, almeno a prima vista, recuperare un certo gap tecnologico.</FONT>

Intel è, nella sezione x86 tradizionali (P4), avanti rispetto a AMD: basta guardare i MHz "equivalenti" di AMD: 2200+ contro 2500 ed oltre (overcloccabili anche più degli AMD). Questo è ovvio: AMD è interessata all' x86-64 (perdi una battaglia, vonci la guerra... forse siete giovani per averlo messo in pratica, però così va la vita...).

<FONT COLOR="ff0000">Su gates intendevo dire che sarei curioso di vedere come adatterebbe Windows (e il mercato) a un'architettura RISC invece che CISC</FONT>

Non conta NIENTE se CISC o RISC: se le API sono le stesse basta una ricompilazione, inoltre basta un piccolo emulatore per ovviare al rimanente codice assembly!

Non so se tu hai visto il passaggio da CISC a RISC della Apple, però successe lo stesso, solo che allora si usava molto l'assembly per cui le app erano da riscrivere, ora non si usa più per via dei migliori compilatori. Per questo dico che ci sono solo chiamate api nei programmi odierni senza nulla che leghi il codice sorgente al processore.

Lo ripeto da un mese ormai!

Link to post
Share on other sites

Vi pongo una serie di domande:

1) Quanto tempo sarebbe richiesto per riscrivere (se è necessario) l'attuale OS X per farlo girare su Intel/AMD?

2) Sarebbe possibile adattare le API Carbon affinchè possano funzionare con processori diversi dagli attuali?

3) Se non fosse possibile riutilizzare Carbon, quanto tempo sarebbe necessario per ricompilare ad esempio photoshop per win per adattarlo ad OS X? (suppongo che dovrebbe essere riscritto sfruttando cocoa)

4) Athlon e PIV sono tecnologicamente più avanzati di processori quali Power4, UltraSparc...?

5) Il PIV è un x86 tradizionale? (Olaf, in uno degli interventi più vecchio lo neghi, ma nell'ultimo lo affermi!)

Link to post
Share on other sites

Dal sito Apple:

Posted Image

I livelli fondamentali di Mac OS X (dal basso verso l'alto): Darwin, Media, Framework e Aqua.

Come si può notare alla base di tutto c'è Darwin che già esiste per x86, bisogna capire quanto il resto (tra cui Carbon e Classic) sia già utilizzabile su x86-Darwin o in quale maniera debba essere ricompilato.

Link to post
Share on other sites

Olaf> Intel è, nella sezione x86 tradizionali (P4), avanti rispetto a AMD: basta guardare i MHz "equivalenti" di AMD: 2200+ contro 2500

Ma se sento dire che gli AMD sono più performanti a parità di clock? O dipende dal fatto che i suoi processori sono già orientati al x86-64 (bit)?

Da queste poche cose mi sembra che Intel sia rimasta indietro: spinge al massimo un'architettura morente (CISC + x86) nella quale sta per toccare il massimo di "velocità" a scapito delle prestazioni.

<FONT COLOR="119911">Non conta NIENTE se CISC o RISC: se le API sono le stesse basta una ricompilazione, inoltre basta un piccolo emulatore per ovviare al rimanente codice assembly!</FONT>

Ok, mi fido, non sono un esperto; mi baso sulle impressioni e Windows, per quanto è complesso, non mi sembra già in grado di maneggiare un'architettura diversa.

Link to post
Share on other sites

In ogni caso che siano CISC o RISC i Pentium IV (degli Athlon non parlo perchè non ho potuto usarli abbastanza), mi sembrano abbastanza deludenti come prestazioni a primo impatto. Almeno questa è la mia impressione quando all'università lavoro con il mio IBM Aptiva (non so che modello) ma con PIV 1,4Ghz e memorie Rambus.

Inoltre (ed a questo mi riferivo quando dicevo che, almeno intel, non investe "troppo" in ricerca) piuttosto che "raffinare" la struttura stessa del processore, aumentano a dismisura gli stadi di pipeline, e questo va naturalmente a scapito dell'efficenza. Inoltre ancora, sono processori che riscaldano un casino (per raffreddare l'athlon xp 1800 del pc della mia ragazza ci son volute 2 ventole!) e consumano tanto.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now