Sign in to follow this  
Guest

Futuroscopio

Recommended Posts

Guest

Settimio come mai quando scrivo un post e mi cade la linea,ricollegandomi non me lo spedisce più? Se provo a fare copia ed incolla per non doverlo riscrivere stessa sorte, non lo accetta...

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites

Olaf grazie per il tuo schifoso intervento, c'era proprio bisogno, in questa discusione leggera e inutile, del camillone di turno che venisse a metterci tutti in riga... non c'è alcun bisogno dei tuoi "è un mese che lo dico"! e chi se ne frega!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Beh,io non penso propio si andrà facilmente su processori intel-compatibili.. piuttosto guardando il lato IBM leggete qui:

http://news.com.com/2102-1001-948493.html

Si parla propio del Cell come tecnologia rivoluzionaria; verrà montato anche nei server IBM... perchè non montarlo nei nostri beneamati Mac??? Che ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

olaf> come ho già scritto varie volte, certo che basterebbe ricompilare per far girare i programmi, ma le loro prestazioni sarebbero pessime, per renderle efficenti sarebbe necessario riscriverle quasi totalmente...

gennaro>

1)almeno quanto ci è voluto a portatre next alla beta pubblica, per l' ottimizzazione non so, ma con jaguar non siamo certo arrivati al top (e pensare che in un vecchio tread qualcuno aveva scitto che meglio di puma non era possibile...)

2)si, con i dovuti tempi

3)non c' è bisogno di rispondere, solo che portare un' applicazione è un' operazione difficile, piena di imprevisti, e quindi non si può sapere con certezza il tempo

4)no

5)non so, guarda sul sito intel

sul fatto che sarebbe meglio avere più di 2 cpu, mi trovi d' accordo al 100%, sinceramente spero che il multiproc. sia di serie su tutta la gamma pro (ragionando per assurdo, invece che per frequenze diverse, potrebbero distinguere i modelli per numero di proc), ed arrivi anche nella zona consumer

aav>in effetti il cell è un bel proc, se fosse compatibile con le istruzioni ppc (come ad esempio i power4 di ibm), con i quali è imparentato, sarebbe la soluzione ideale

il problema attuale dei processori nei mac è legato a vari motivi, in parte dipende dal fatto che intel e amd, producendone molti di più, raffinano il processo di fabbricazione e riescono a raggiungere frequenze più elevate, inoltre non badano ai consumi, mentre motorola è legata al più remunerativo (per lei) mercato dei dispositivi, che vuole consumi ridotti. Inoltre moto si è trovata in un periodo di crisi finanziaria e le sue capacità di sviluppo ne hanno risentito. Incredibilmente anche l' iniziale capacità dei ppc (601?) ha contribuito, infatti per lungo tempo non è stato necessario ottimizzare troppo il codice. Come ho scritto in un precedente tread, questa mancanza di Hz, può essere lo sprone a scrivere codice sempre migliore, cercando di spremere il proc fino in fondo, e sperando che moto o ibm si diano una mossa

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Gennaro><FONT COLOR="ff0000">1) Quanto tempo sarebbe richiesto per riscrivere (se è necessario) l'attuale OS X per farlo girare su Intel/AMD?</FONT>

Sei mesi se ci si mettono di voglia.

<FONT COLOR="ff0000">2) Sarebbe possibile adattare le API Carbon affinchè possano funzionare con processori diversi dagli attuali?</FONT>

Ovviamente si.

<FONT COLOR="ff0000">4) Athlon e PIV sono tecnologicamente più avanzati di processori quali Power4, UltraSparc...</FONT>

Non saprei, pero` dipende: la FPU e` potentissima nel power4, non so se questo per te significhi piu` avanzato. Per me avanzato dipende dalla massima potenza che un processore singolo (se multicore i core li considero assieme).

<FONT COLOR="ff0000">5) Il PIV è un x86 tradizionale? (Olaf, in uno degli interventi più vecchio lo neghi, ma nell'ultimo lo affermi!)</FONT>

Io nell'ultimo post intendevo 'tradizionali' nei confronti dei processori a 32 bit. Il P4 e' un RISC cammuffato, come il K7.

Matteo><FONT COLOR="ff0000">Come si può notare alla base di tutto c'è Darwin che già esiste per x86, bisogna capire quanto il resto (tra cui Carbon e Classic) sia già utilizzabile su x86-Darwin o in quale maniera debba essere ricompilato.</FONT>

Poiche' i 'blocchi' Carbon e Cocoa non scendono sotto al blocco 'Darwin', essi non toccano l'hardware (niente assembly). Quindi basta una ricompilazione per ottenere gia' BUONE performances.

<FONT COLOR="ff0000">Ma se sento dire che gli AMD sono più performanti a parità di clock? O dipende dal fatto che i suoi processori sono già orientati al x86-64 (bit)?</FONT>

Ho forse fatto paragoni in quel senso? guarda che io potei anche costruire un processore con un rapporto potenza/MHz altissimo, ma se poi non riesco a superare i 5 MHz il processore non e' piu' avanzato degli altri. Motivo per cui il G4 NON e' piu' avanzato del P4 e del K7: il rapporto potenza su mhz e' piu' alto ma poi non sale di mhz! (so gia' che per questo avro' un sacco di repliche, pero' e' la verita').

<FONT COLOR="ff0000">sta per toccare il massimo di "velocità"</FONT>

Lo dicevano anche tempo fa.

Gennaro> <FONT COLOR="ff0000">sono processori che riscaldano un casino</FONT>

A me interessa la potenza. Poi cerco di adeguarmi. Preferisci potenza e calore o poca potenza e freschino? (mi riferisco al momento attuale, ovvio che con un po' di fondi i G4 potrebbero passarei Px in potenza e rimanere freschi).

Olmo> se non hai argomenti con cui affermare la tua tesi (ma poiche' non parliamo di politica dico: se le tue conoscenze sono incomplete) torna nel thread politico, dove vi fate forza l'un con l'altro senza badare al contenuto (uno vi dice che siete lucidi e lo prendete come complimento!).

Qui parliamo di fatti.

Sephiroth> <FONT COLOR="ff0000">olaf> come ho già scritto varie volte, certo che basterebbe ricompilare per far girare i programmi, ma le loro prestazioni sarebbero pessime, per renderle efficenti sarebbe necessario riscriverle quasi totalmente...</FONT>

Dici questo perche' non sai bene come funziona il tutto.

Se le API sono riscritte dal lato kernel (o chi per lui, dipende da caso a caso), ovviamente senza che debbano cambiare nome e quindi richiedere la riscrittura dei programmi, il piu' e' fatto. Certo, le prestazioni non saranno il max, ma saranno gia' buone. Manchera' il "fine-tuning", che non porta ad aumenti notevoli delle prestazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Olaf non so, tu certo sei molto più preparato "tecnologicamente" di me, però io non credo che alla Apple siano contenti di aver preso un anno abbondande per "sgrassare" OS X e dargli una velocità accettabile. E neanche le varie software house penso abbiano avuto interessi particolari a ritardare oltre il dovuto l'uscita dei loro software per X.

E' questo quello che mi fa affermare che il passaggio ad Intel sarebbe inopportuno per Apple la quale dovrebbe preferibilmente guardare ad IBM e cercare di ottenere un PPC che integri Altivec (per il quale mi pare, tra l'altro, che OS X si ottimizzato).

Inoltre alla potenza bruta a qualsiasi costo (leggi inefficienza dal punto di vista "calorifero" e quindi consumi) è preferibile secondo me la soluzione di un vero multiprocessing, come fa già ad esempio SUN i cui UltraSparc sono in termini di Mhz inferiori ai Cisc/Risc di Intel e AMD.

Inoltre vale sempre la regola che i Mhz non sono una misura di "velocità" ma di "frequenza"? Mi pare d'aver letto qualcosa d'interessante su questo argomento sul sito di mr. Akko.

Share this post


Link to post
Share on other sites

bravo Olaf continua pure col tuo tono da cafone... io in questo thread non ho letto un solo post serio (a parte i tuoi naturalmente); nessuno ha preso il tema seriamente, ma tu a quanto pare hai deciso di importi con forza per sgridare tutti coloro che non sono abbastanza preparati (alla tua altezza?) per provare a immaginare quel che farà la Apple nei prossimi mesi...bene visto che sei così preparato illuminaci su quello che la Apple dovrebbe fare (o DEVE assolutamente?), così scriviamo una letterina a Jobs (naturalmente con la tua firmetta).

A proposito, noto che finiti gli insulti, come al solito siete rimasti a corto di argomenti: ma come, tutto lì il vostro contributo alla discussione? caspita che sforzo! complimenti, sono sicuro che nessuno sentirà la vostra mancanza (anche perché sono tutti in vacanza).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

<FONT COLOR="ff0000">Gennaro>1) Quanto tempo sarebbe richiesto per riscrivere (se è necessario) l'attuale OS X per farlo girare su Intel/AMD?

Sei mesi se ci si mettono di voglia.</FONT>

Secondo me dai due ai quattro anni

Darwin già esiste; alla Apple sono visionari e ingenui non stupidi: ci stanno lavorando da almeno due anni (da quando hanno compreso le difficoltà di Motorola), credo che il 60-70% di MacOS X sia già funzionante su piattaforma x86 senza modifiche.

Il restante 30-40% potrebbe impegnare almeno due anni di sviluppo (considerando che nel frattempo bisogna sviluppare il system in generale) focalizzandosi su quelle tecnologie ancora legate alla piattaforma PPC.

<FONT COLOR="119911">Motivo per cui il G4 NON e' piu' avanzato del P4 e del K7:</FONT>

Alcuni miei amici PC-user che lavorano nel campo mi riferiscono che il K7 è più performante del P4 a parità di clock; è un dato di fatto, invece, che il rapporto tra gli incrementi prestazionali e di velocità dei P4 si stia assotigliando (per un aumento del 20% di velocità corrisponderà sì e no un 8-9% di aumento delle prestazioni); i K7 invece, avendo un'architettura più "nuova" rispetto ai P4, sono più "potenti".

Il G4 è più avanzato del P4: pipeline più corta, meno consumo di energia, meno calore, istruzioni integrate più efficienti, bandwitch interna a 64 bit e altre piccole cose; se esistesse già un G4 a 1,8 GHz Jobs potrebbe tranquillamente fare ancora i suoi test contro i P4 a 2,5 GHz...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragass... ma come vi scaldate!!!!

Mi sa che avete un P IV al posto del cu..ore. Posted Image

A parte gli scherzi, credo che la discussione si sia spostata troppo sul lato tecnico.

Noi MacUser "comuni" (quelli, per intenderci, che hanno sempre rappresentato il grosso dei clienti Apple: designer, grafici, art, ecc.) non ci capiamo molto di processori, mhz ed altri dettagli tecnici.

Cerchiamo una macchina FACILE, INTUITIVA, AFFIDABILE. E questo credo sia dato principalmente dall'OS.

Usiamo Apple da sempre, da quando è nato e si è diffuso il DTP (1986), da quando c'è il PostScript. Da quando, soprattutto, ci sono macchine che NON dipendono dall'omino dell'assistenza che viene ogni due giorni a sistemarti il "config.sys" e stron..te del genere.

E' questa la sostanziale differenza tra Mac e PC, allora come oggi.

E domani?

Bhe... SE (e spero vivamente sia così) Apple riuscirà ad avere più "scelta" dimostrerà ancora una volta di essere in grado di fare scuola nell'informatica, portando un futuro OSX a girare su diverse piattaforme HW.

In caso contrario andremo incontro ad un periodo nero per la mela, quasi come negli anni di Amelio. NON cercare altre vie relegherebbe il Mac alla "solita" nicchia.

E poi, dopo aver creato un OS su base UNIX, la "naturale evoluzione" sarebbe andare sull'HW sul quale UNIX attualmente può girare.

Se effettivamente è come dice Olaf (relativamente pochi interventi per un porting di OSX e applicativi - se non ho capito male) Apple porterà avanti questa scelta con moooolta calma. Dovrà valutare i tempi per convertire l'installato (un po' come ai tempi del passaggio da 68000 a PPC, o come da OS9 a OSX) tenendo ben presente che un passaggio di questo tipo comporta un rischio di abbandono della piattaforma da un lato, a fronte di una maggiore diffusione futura su nuovi utenti.

Scelte difficili che vanno prese e portate avanti con tempi lunghi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Fabio,

hai molte ragioni sul alto meno tecnico di molti macuser, chiamiamolo "romantico"...

Ma c'è un piccolo particolare, Apple ha bisogno di consolidare il core, ed anche di conquistare nuovi utenti, fra campagne "Switch" e nuove acquisizioni software per nuovi mercati...Xserver etcetc...sta cercando di aumentare il suo installo anche perchè diversamente rischierebbe una brutta fine.

Ma per avere tutto ciò, può presentare tutti gli iSoftware del caso, ma alla fine serve potenza, tanta potenza, sopratutto per quei campi storici (grafici 2D, Dtp,Artistici...) ed i nuovi (montaggio video, grafica3D...)insomma Apple punta mercati nuovi in cui la forza bruta ha un 60% della scelta...e per mantenere quelli vecchi oltre all'ergonomia del system, ha bisogna anche li di potenza, altrimenti non si riesce a giustificare per nulla i prezzi che applica, vedete il caso dei PowerMac...

Apple ha fatto delle scelte coraggiose e intelligenti, ha abbracciato il settore PPC Risc tempo fa ed ha fatto bene, adesso ha abbracciato l'open source e lo Unix...credo altra scelta vincente...adesso però sta venendo meno e di brutto lo sviluppo Hardware...ed è qui che adesso nascono le incertezze sul futuro, nascono le chiacchiere da Bar, che evidentemente a qualcuno, Giovanni, non piacciono, ed a quacunaltro, Olaf, piace puntualizzare in modo anche polemico...ma evidentemente non capite che è un modo di fare notorio...e c'è sempre qualcuno che ci casca...

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mickey, non ho nulla contro le chiacchiere da bar, ed è con quello spirito che avevo preso questa discussione: poi all'improvviso arriva quell'imbelle e si mette a offendere e a dare lezioni a tutti! ma chi si crede di essere...? (la sua non era polemica gratuita, ce l'ha con me e ne ha approfittato)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Da www.macrumors.com

To be discussed at the Microprocessor Forum 2002 (Oct 15th, 2002):

Breaking Through Compute Intensive Barriers - IBM's New 64-bit PowerPC Microprocessor

IBM Microelectronics IBM is disclosing the technical details of a new 64-bit PowerPC microprocessor designed for desktops and entry-level servers. Based on the award winning Power4 design, this processor is an 8-way superscalar design that fully supports Symmetric MultiProcessing. The processor is further enhanced by a vector processing unit implementing over 160 specialized vector instructions and implements a system interface capable of up to 6.4GB/s.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this