Sign in to follow this  
Guest

Futuroscopio

Recommended Posts

Guest

Accidenti quanto polverone ho alzato; comunque la conversazione e' veramente interessante, anche se si esprime con nozioni non propriamente populistiche.

Pero' la mia annotazione era: i G4 per come li ha spiegati Apple (e non solo) sono superiori per i motivi esposti, tanto che anche AMD sta cavalcando quest'onda.

Ora invece con i G5 sembra che la strada intrapresa sia quella dei MHz puri e non delle prestazioni.

Non so se questo sia un vantaggio in termini reali o solamente di marketing.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

<FONT COLOR="119911">Non solo: ci saranno più core all'interno => più processori.</FONT>

uh? intendi: piu` processori all'interno del processore, cioe` che so sei unita` per gli interi invece che tre, sue per la virgola mobile, etc?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il punto secondo me è che ci illudiamo tutti che siccome noi mezza dozzina (con questo termine mi rivolgo proprio alla ristretta cerchia dei più appassionati) saremmo disposti a comprare un Ti nuovo domani mattina allora alla Apple converebbe cogliere la palla al balzo.

Ma non è così:

innanzitutto noi mezza dozzina tanto tra tre mesi saremo ancora qui ad aspettare eventualmente il Ti con nuova scheda grafica, cpu etc (noi appassionati di certo non ci compreremmo mai un notebook intel);

in secondo luogo in tre mesi coloro che comprano il Mac perché si trovano bene, perché è più facile da usare e perché è più bello (ma non certo perché è un "oggetto di culto"), un Ti alla cifra di oggi lo troverebbero più che allettante (e direbbero:"chissenefrega della scheda grafica") e consentirebbero intanto ad Apple di ridurre ulteriormente le scorte;

terzo, magari tra tre mesi l'umore dei consumatori potrebbe essere più favorevole e più pronto a spendere.

Qui il problema è proprio questo: per i clienti della Apple vale la pena spendere cifre anche esorbitanti se il prodotto è nuovo, è fresco, altrimenti, passati alcuni mesi (ma neanche troppi) per costoro non vale la pena di acquistare lo stesso prodotto neppure alla metà del suo valore (in linea di massima :-) ).

Cioé la Apple il grosso delle vendite lo ha al momento del lancio di un prodotto, ma se al momento del lancio il mercato si sente meno pronto a spendere in beni cmq superflui ecco che allora sì che perderebbe il treno, perderebbe la possibilità di recuperare gli investimenti fatti per realizzare quel prodotto o comunque si ritroverebbe margini di guadagno più bassi.

Quindi, se le scorte del Ti sono ancora alte e le vendite del Ti anche se deboli procedono, e se prevedono che nel giro di un trimestre il mercato sia più recettivo, alla Apple conviene attendere piuttosto che sprecarsi una cartuccia. Tutto dipende, secondo me, principalmente da questi elementi.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Sono d'accordo con te Edoardo, però il Ti secondo me è gia nato con un processore vecchio e Natale mi sembra un ottima occasione per fare vendite.

Chi ha un PBG3 come me ora non è proprio motivato a cambiare, anzi io non lo sono stato neanche all'uscita del Ti e ho comprato il Blue chip per portare a 500Mhz il mio vecchio G3 Wallsteet e così è andato avanti splendidamente fino ad ora. Per comprare un nuovo voglio un prodotto che mi rimanga giovane a lungo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Olaf:Chi se ne frega

La scienza del ventesimo secolo. Che afferma che nessun segnale, di qualunque natura fisica, può viaggiare a velocità superiore a quella della luce.

Ma naturalmente, Olaf, Stoccolma ti si spalanca se neghi con prove questo fatto.

Poi: mai detto nulla, io, sulla velocità degli elettroni nei mezzi, che con il limite della velocità della luce non c'entra nulla.

Olaf: infine quella di sperare di aggirare il limite c con "oscillazioni" o robe così è una sciocchezza e basta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beninteso, egregio e supponente Olaf, nessuna "informazione" intesa come segnale fisico (e l'elettrictà è soggetta alle leggi della fisica, per quanto ad ingegneria lo si taccia) può viaggiare a velocità superiori a c.

Di nuovo: costruisci un circuito che fa viaggiare da un capo all'altro "segnali" o "informazioni" a velocità maggiori di c ed a Stoccolma ti ci porto io sulle spalle.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

chest, eccco una notiziola interessante... riguarda il cosidetto paradosso (non piu` tale da quando e` stato dimostrato con un esperimento) EPR...

http://www.lescienze.it/index.php3?id=3605

probabilmente, i nuovi calcolatori saranno concettualmente differenti da quelli odierni (anche se sempre macchine di turing...)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Cest> telefonami quando porterai Olaf a stoccolma in spalla che vorrei farvi una foto...;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Edoardo mi permetto di dissentire...:-)

Non accetto la giustificazione che tu poni, che ha sicuramente un suo fondamento, semplicemnte perché un prodotto vecchio ha meno mercato di uno aggiornato e più appetibile.

Dire il momento non é propizio...mah...allora Toshiba é fuori di senno nel presentare dei nuovissimi Notebook con ComboDrive e GeforceGo??

Io non credo, come dice Marco, che questo prodotto sia appetibile per il periodo di natale, e non solo il Ti purtroppo, anzi per il periodo di natale la vedo molto dura, con le attuali configurazioni e gli attuali prezzi, vedi anche i prezzi degli iMac che sono assolutamente fuori mercato,l'entrylevel a 2.500.000, con 64mb di ram e 500mhz???Ma che se li comprano loro...

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this