Sign in to follow this  
Guest

Futuroscopio

Recommended Posts

Guest

Senza andare lontano anche Macity riporta la notizia...

Che sia la svolta che aspettiamo???

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

"Senza andare lontano anche Macity riporta la notizia..." quando ho postato Macity non riportava ancora ;>. Troverei la scelta bizzara se IBM producesse un PPC icompatibile con un Mac, non trovate?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Max, era un aiuto per chi è ha digiuno di inglese... Posted Image

Si effettivamnete un nuov processore PPC, incompatibile con le macchine Apple la vedrei molto strana come scelta, direi volutamente forzata...

Speriamo bene, almeno vorrebbe dire continuità...

Aspettiamo buone nuove.

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites

che ne dite dell'intervista apparsa oggi su macity ?

http://www.macitynet.it/macity/aA10912/index.shtml

Mi sembra che il messaggio sia chiaro, conta quello che chiede il mercato.

Se il mercato ti chiede di passare a Intel e svincolarti dagli standard proprietari, che sia difficile o meno non importa a nessuno:

FALLO O LEVATI DI TORNO !

Naturalmente l'analisi potrebbe essere sbagliata, chi ha la palla di vetro ?

Però i fatti dicono che il 95% del mercato e coperto da MS... quindi fino ad oggi loro hanno visto giusto e Apple arranca.

Share this post


Link to post
Share on other sites

e perchè non ci mettiamo pure un clone di windows.... no non funzionerebbe. a parte il fatto che di proprietario oggi su un mac ci sono solo quelle che una volte erano le rom, tutto il resto è standard (anche se datato), a cominciare dalle memorie, dischi, porte, schede grafiche. Anche i processori, ii tanto bistrattati powerpc (anche se non proprio i modelli che usa apple per i mac) sono diffusi in altri sistemi, come nelle workstation di ibm o nei dispositivi di comunicazione.

e poi l'integrazione che ha il sistema operativo che tutto quello che ci attacchi al computer deriva dal fatto che apple in linea di principio sa cosa ci sarà attaccato.

windows non si è mica diffuso perchè funzionava con processori intel, si è diffuso perchè quel tipo di hardware è facilmente clonabile e quindi riproducibile a costo bassissimo e perchè a microsoft ha fatto comodo la pirateria (pensateci gli utenti pc cominciano a lamentarsi proprio ora che devono sborsare "qualche" soldino). Apple è restata a galla tutti questi anni perchè produceva ottime macchini, veloci ed affidabili, e con un sistema operativo che garantiva (e garantisce) un'usabilità unica.

Se il prezzo da pagare affinchè apple abbia una diffusione maggiore è quello di snaturare il mac e farlo diventare un semplice pc, be che ci guadagnamo? In fondo ci sono dei temi su linux che riproducono quasi fedelmente l'interfaccia del mac.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me il senso delle parole dell'analista è che un'azienda vuole la possibilità di scegliere l'hardware indipendentemente dal software di sistema.

Il rischio che corri è di avere problemi di compatibilità ("snaturare il mac") ma la facilità d'uso ("usabilità") rimarrebbe ugualmente, magari al 80-90%.

Renditi conto, però, che queste aziende affrontano già grossi problemi di tal genere, per cui non si spaventano di certo di fronte al Mac, anche se "snaturato". Dal loro punto di vista sarebbero problemi irrisori.

Cosa ci guadagniamo io e te ? La possibilità di scegliere, come tutti gli altri, fra proposte diverse, compresa quella di Apple.

Infine: ogni analisi merceologica va presa con le pinze e non come il Verbo, però questi signori hanno parlato e parlano con le aziende, quindi quello che dicono non è frutto di congetture.

Qui c'è poco da fare, se il CEO di tale Company chiede certi requisiti, sia che abbia ragione sia che abbia torto, devi soddisfarlo, specie se non sei un monopolista:-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

<Alessandro,

Cosa ci guadagniamo io e te ? La possibilità di scegliere, come tutti gli altri, fra proposte diverse, compresa quella di Apple...

Se ci guadagni in scelta, ci perdi in compatibilità, stabilità, driver...non credo sia questo vantaggio, anche perchè a parte il discorso processore,la maggior parte della flessibilità rispetto al pc la ha anche il Mac.

E per piacere smettiamolo anche noi di credere al falso mito della facile aggiornabilità...

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alessandro, forse è vero il contrario: gli utenti sono insoddisfatti di MS e vogliono/pensano di cambiare SO, prima ancora che HW. Comunque mi sembra che: «l'analista o non sa molto di Apple o finora gli utenti Mac si sono masturbati il cervello e vedono asini che volano». Ecco la "questio":

«...Tutti e tre i sistemi operativi sono migliori dei loro predecessori. Sia Linux che Windows XP che Mac Os X sono più stabili. Grazie alla memoria protetta riescono a funzionare anche se una applicazione si blocca, e le architetture su cui si basano fino a poco tempo fa erano disponibili solo su computer high-end, molto costosi. Il problema oggi è quello della facilità d'uso e della compatibilità: con i protocolli di rete (che significa principalmente TCP/IP, AppleTalk è morta), con hardware e periferiche, con le applicazioni.

Nel settore delle periferiche, quello maggiormente problematico per Linux, in realtà Apple e Microsoft hanno due approcci profondamente diversi: se condividono entrambi i sistemi plug and play, Apple è il principale fornitore delle sue stesse periferiche, e anche nel caso delle periferiche di terze parti svolge alla perfezione il suo lavoro di garantire un plug and play senza sbavature.

Microsoft invece deve supportare migliaia di fornitori di compatibili e di accessori. Quindi, è sempre un po' difficile installare le componenti di terze parti, anche se c'è molta scelta, rispetto al mercato di Apple.»

Apple, a quel che mi consta, di periferiche proprie ha l'iPod, oltre ai computer per cui è nata e quindi le MB, il resto è "terze parti". TCP/IP con OSX non ha problemi. Le reti miste funzionano senza problemi, non parliamo poi di facilità d'uso....

Un problema può essere l'hw nel senso che non si conoscono affatto le macchine che si usano: se sono efficienti per quel che devono fare o se sono sotto utilizzate, ma, forse, il problema più grosso è la compatibilità con le app MS o quelle fatte solo per Win.

Poi ... sto fondendo ma tutta questa fretta nell'abbracciare Intel o AMD non la vedo foriera di buoni auspici (leggi difficoltà sw): un passo per volta o manzonianamente «Adelante Steve, con juicio».

cfr mio post http://www.macity.it/forum1/messages/39/8416.shtml?1028646391

Fssshhhh......(fuso) Posted ImagePosted ImagePosted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kiko> ma perchè fondi ? Mezza Italia sta sotto la pioggia... ne deduco che sei nell'altra metà...

Credo che il problema non sia tanto nelle periferiche ma nel HW nudo e crudo:

"Hai un bel OS, ok, ma il server lo compro da chi mi pare"

Certo,hai un bel ragionare, ma chi paga ha sempre ragione.

Dopodiche, se uno non vuole correre rischi continua a comprare macchine Apple, ammesso che non nascano due aziende separate, una sw e l'altra hw.

Il punto non è capire se potrà essere facile o no, bello o brutto: ma se è necessario alla sopravvivenza di Apple.

Guardate che lo sappiamo solo noi quanto è bello stare col PPC Motorola...

o no? :-)

(Ma, dopo l'ultimo Macworld, chi ha scritto quei piagnistei e quelle proteste infuriate contro Motorola e Apple? Ma questo sarebbe un altro thread,,,)

Agli altri sta bene pagare poco e soffrire con Intel, HP, Dell e i cloni Taiwanesi.

Sono tutti scemi?

Boh...però sono un po' troppi per convincerli tutti.

Vi faccio notare che dall'intervista non traspare una chiusura aprioristica nei confronti del MacOS, le aziende chiedono la possibilità di pescare nel mare magno di Intel e AMD. E' inutile sottolineare quanto è difficile o quanto ne soffriremo noi piccoli utenti, non li riguarda.

Se Apple continuerà a produrre hw, compreremo quello, perchè ci darà maggiori garanzie, altri invece faranno considerazioni diverse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzi il compito di Apple non è sostituire Microsoft, anche perchè non avrebbe i mezzi di farlo.

il compito di Apple è quello di fornire ad un certo tipo d'utenza, cioè quello della creatività in generale, del settore educational e scientifico, strumenti potenti, veloci e facili da usare, cosa che fino alla crisi del G4 ha sempre fatto. Inoltre bisognerebbe "pescare" nel mare dell'utenza domestica per diffondere maggiormente la piattaforma.

Nel mercato server non dicono certo a SUN di abbandonare gli UltraSparc per passare ad Intel, e stessa cosa succede per i grossi server HP o IBM.

Quello che è assolutatmente necessaria in molti settori è la compatibilità dei documenti. Il fatto d'aver ancora qualcosa di proprietario è solo un aiuto.

Se Apple proponesse un powermac con un ppc da almeno 1,8ghz, che straccerebbe la concorrenza intel, nessun utente stanco di windows andrebbe a chiedere un processore intel.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Due cose vorrei dire:

-)una volta per tutte l'architettura dei G4 è già migliore di quella x86; l'unico rpoblema è che quando si tratta di realizzare fisicamente la cpu Motola è una ciofega mentre Intel è la migliore.

Se quindi c'è una cosa da fare è quella di cambiare produttore di cpu, e non la cpu in se stessa.

IBM è sulla bocca di tutti noi, e anch'io confido in lei.

-)Ok, i P4 raggiungono i 3ghz, ma avete pensato bene a tutti gli apsetti della questione???

Un P4 a 2 ghz consuma 50W "di norma" e sale ancora quando viene messo sotto torchio, scaldando come un dannato.

Se i desktop questo può anche non essere un problema (orecchie a parte...) ci avete pensato ai portatili???

Un Vaio P4 2 ghz è come due PB 800mhz messi uno sopra l'altro...

Insomma, se proprio c'è da cambiare piattaforma hw(e io spero di no) allora si scelga una che è davvero migliore.

La x86, pur con tutti i suoi mhz, sarebbe un passo indietro.

Cisco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this