Sign in to follow this  
Guest

Futuroscopio

Recommended Posts

Guest

Non esageriamo però...

Apple è ancora lontana dal fallimento; il periodo non è roseo, sia perchè il G4 non sale più di tanto (grazie a Motorola) sia perchè la transizione verso X è ancora in corso.

Nel settore audio però posso confermare che il mac è considerato ancora la prima scelta (perfino quì in Italia!!!).

Mi dicono poi che anche nel settore del montaggio video è lo stesso (ho a Londra un amico che studi da regista e quando va in digitale lavora solo su costosissime macchine professionali a cui vengono affiancati i mac per la fase di montaggio; di pc neanche l'ombra...).

I portatili (sebbene da rinnovare sia come linea che come prezzo, e sono il primo a dirlo ç@§§o!!!) sanno ancora offrire qualcosa in più rispetto alla concorrenza.

Il futuro con IBM sembra promettere bene...

Non saltemi adosso ma io sono ancora moderatamente (molto moderatamente) ottimista, sopratutto confidando in palladium (!!!); prego giorno e notte perchè quello scandaloso progetto si realizzi...

Cisco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Che fossero retrocompatibili alle applicazioni a 32bit diciamo che era scontato...

La cosa che più mi fa rabbrividire e che Motorola (che nonostante tutto regge tutto l'ambaradan) ha negli ultimi 2mesi rilasciato il G4 a 1,25ghz, annunciato il PPC8500 come imminente a 64bit, e sfidato Intel a chi per prima presentasse un chip a 0,09micron, dicendosi sicura di poterlo fare per fine 2002, grazie alla nuova collaborazione con Philips e STM ( che sarebbe addirittura interessata all'acquisto dell'intero settore semiconduttori di Motorola stessa...).

Ma il forum sui Processori è in svolgimento dal 15 ed a parte l'annuncio di IBM, notizie su Motorola non en sono arrivate, nulla di nulla, neanche un trafiletto in cui si segnalava anche la semplice presenza della società con le alette...mah...

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

... Nel settore audio però posso confermare che il mac è considerato ancora la prima scelta (perfino quì in Italia!!!). -> tuttavia temo che se non usciranno tutte le applicazioni audio, e se non saranno efficenti per OSX, gli audiofili cominceranno a suicciare (per motivi economici) su piccci .... perchè gli audiofili prendono il Mac per il 9! e se il 9 nn ci sarà più ...

speriamo in Palladium! Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Franco scusami, ma solo a te capitano tutti i casini dell'universo con X?

Pure la data che non si aggiorna automaticamente!!!

O sono io che sono fortunatissimo e non ho mai avuto nessun genere di problema oppure la sfiga ti perseguita....

Le uniche altre 2 possibilità che mi vengono in mente sono che tu stia usando delle beta di X per sviluppatori oppure che tu non abbia installato correttamente il sistema ed aggiornamenti.

Oops... dimenticavo eventuali guai HardWare, ma rientrerebbero comunque nel problema sfiga Posted Image

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla data prova pure: basta che aggiorni manualmente la data nell'apposito pannello, e vedrai che per il refresh sulla barra menu devi cliccarci sopra, non lo fa da solo.

Lo fa anche sull'iMac e sull'iBook di mia moglie, quindi lo fa anche sul tuo.

Ah, visto che ci siamo, non si può più fare clic sull'orologio per leggere la data: non succede niente. Da quando sono passato a X, leggo la data sul display del fax.

Certo, ovviamente il computer funziona lo stesso, come pure funzionerebbe anche senza l'orologio nella menubar.

Ma se si ritiene di metterlo, lo si faccia funzionare; in alternativa, la sensazione di un sistema operativo ancora in alto mare è inevitabile.

Il sistema è il 10.2 ufficiale, versione consumer. Installazione standard (saltando le localizzazioni straniere) su partizione da 10 giga formattata per l'occasione, computer in perfetto stato e con molta ram, nessun software aggiunto che vada a toccare funzioni di sistema (tranne gimp.print che poi ho buttato). Aggiornamento a 10.2.1 scaricato direttamente dal sito apple.

I bug sono reali e riproducibili, tranne quelli sul ritorno delle preferenze a default che sono capricciosi.

I problemi con la stampante, ovviamente, sono connessi al fatto che ho una laser epson - ma avevo letto che la epson aveva rilasciato il driver, sennò non facevo l'upgrade.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ragazzi, è proprio vero che in Italia siamo tutti analisti Apple, per cui mi ci lancio anche io...

Non mi pare che a Cupertino si stiano strappando i capelli per i risultati dei dati fiscali. Il mercato è in recessione dappertutto ed Apple dimostra di perdere meno terreno delle concorrenti. Certo, ci sono parecchie ombre, ma erano prevedibili, visto il numero considerevole di anomalie che si sono verificate in quest'anno.

1) I PowerMac sono stati presentati a metà Agosto, in assoluta emergenza. Evidentemente i fornitori di Apple (Motorola in testa) non riescono a dare adeguate garanzie ed Apple è stata costretta a rimediare come ha potuto, cioè inventandosi una macchina "ibrida" che, seppure performante, è arrivata in ritardo ed ancora ha *grossi* problemi di distribuzione. Nessuno si è chiesto che fine ha fatto il famigerato Firewire 2? Ebbene, da fonti sicure io sapevo che la nuova interfaccia doveva essere presentata ad Agosto, ma probabilmente Apple ha avuto problemi anche in questo caso, per cui il tutto è rimandato alla nuova generazione di professionali.

2) Il Titanium è crollato. Ed è l' unica macchina che ha subito 2 (!) revisions nel corso dell' anno, con una terza imminente. Evidentemente in Apple si sono accorti che il portatilone non è conveniente e le sue prestazioni (intese come features globali) sono ancora troppo scarse per il prezzo che ha. Spero che la prossima versione, pur costando la cifra che costerà, la valga veramente.

3) Guarda caso il mercato è stato retto da iBook, iMac ed iPod, cioè le macchine "non-computer" per antonomasia. Su questi forum ci si lamenta ogni giorno di come questi oggetti non siano all' altezza della concorrenza (ma quale concorrenza poi?), eppure la gente li compra! Mi viene da fare una sola considerazione: che il popolo si sia stufato delle sole prestazioni e cerchi qualcosa realmente differente, fosse solo il design? Recupero il paragone sulle lampade di qualche giorno fa:"perché dovrei comprare una lampada di Starck quando vado all' IKEA e ne compro una spendendo la metà?". Risposta:"perché la lampada di Starck non è una lampada dell' IKEA...". Mi sembra che Apple si sia tenuta a galla abbastanza bene seppur tutti i suoi sforzi siano stati dirottati su Jaguar. Non so cosa avrebbe fatto la concorrenza in un caso simile (eppure IBM, che è totalmente concentrata sull' E-Business, ha perso di più...).

- Matteo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Fabio,

se per i problemi di OSX io ne ho almeno una mezza dozzina che mi fanno letteralmente incazzare, e perdere tempo, ben più gravi dell'ora non aggiornata...ma è meglio che taccio.

Mickey

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Sono assolutamente d'coordo con tutte le analisi fatte.

Solo una aggiunta: Apple non si avvia al fallimento, il parco installato, i supporters e la situazione economica non lo lasciano presagire. Pensate a quanti utenti fedeli ha ancora Amiga...

E' pero' vero che, contiunando di questo passo, con una quota di mercato che invece di tentare una timida avanzata verso il 5% si avvicina al 2%, sara' sempre meno conveniente per tutti supportare decentemente la piattaforma, e i noti casini di driver per stampanti e scanner lo dimostrano.

Non e' un caso che apple si debba inventare sw house e fornire i vari iCazz con la macchina...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Il processore di ibm e' compatibile con le istruzioni a 32 bit, lo si e' letto in giro.

A questo punto la scelta e' obbligata: l'opzione intel e' tramontata definitivamente.

Resta il dubbio di come si comportera' il nuovo processore il prossimo anno in confronto alla concorrenza, quando sara' veramente montato sulle macchine di produzione.

E resta il dubbio di come si comporteranno con OSX, se cioe' lo riscriveranno/ricompileranno a 64 bit o se questo comporti problemi di compatibilita' e restera' come e'.

Ricordiamoci comunque che un sw a 64 bit non e' automagicamente piu' veloce di uno a 32.

Share this post


Link to post
Share on other sites

prima di parlare di fallimento io aspetterei che macos x arrivi ai processori intel &co....è una transizione naturale e a me sembra abbastanza ovvia, anche se chiaramente con macchine dotate di un hardware standard, in qualche modo certificato e non con accozzaglie di assemblati dove non si può garantire un suo corretto funzionamento (e garantire alla apple che cmq i prezzi di questi pc non siano così distanti dai suoi computer)...forse puntare i propri margini e profitti solo sull'hardware non è il lavoro più vantaggioso del mondo per chi deve produrre anche software e per chi produce un hardware che non è compatibile con il 90% del software che gira sui computer di tutto il mondo...se vogliamo parlare del futuro perchè non pensare che in futuro non sia più l'hardware sul quale l'apple punterà ma bensì il software? si accettano scommesse...da qui a...un anno, un anno e mezzo? ;-))

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Non andranno mai su intel per i motivi che abbiamo discusso un sacco di volte:

- compotibilita' sw

- immagine (pensa a tutte le campagne di pentium lumache, ai keynote in cui jobs applicava un filtro di photoshop e diceva di avere un supercomputer)

Lo farebbero solo se fossero alla canna del gas, e non lo sono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Per me ci sono stati molti compromessi per garantire la retrocompatibilita', dal filesystem alle acrobazie con classic, a carbon ecc.

Tutto giusto e necessario, per carita'. Pero' alla fine hai un sistema nuovo poco performante e che in alcune parti e' rappezzato.

Resto sempre innamorato della idea del BeOS: completamente nuovo, senza legami col passato, coraggioso e velocissimo.

Ovviamente ha fallito e altrettanto ovviamente Apple ha deciso di non seguirne le orme.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this