Ho il manuale della Nikon D-70


acertmx
 Share

Recommended Posts

apodigital, Nital invece mette a disposizione i manuali delle macchine sul suo sito, agli utenti registrati. Il problema è che quello in italiano non è fornito da Nikon stessa, ma gli oneri di traduzione e pubblicazione del materiale nella nostra lingua ricadono tutti su Nital. Ovvio che quindi questa li fornisca solo dopo la prova che la macchina è stata acquistata attraverso canali ufficiali...

Ti posso dire che Nital offre un servizio ineguagliabile, sia post vendita(accesso allo strepitoso forum, raduni, agevolazioni per eventi e fiere, etc...), sia come assistenza. La mia D2X l'ho voluta fortissimamente Nital.

Sono sicuramente d'accordo con te sulla fortissima volontà che hai avuto nell'acquistare una fotocamera di importazione nazionale. Anche io ho acquistato parecchie fotocamere Nikon, Leica e tante e tante altre ancora nel corso dei decenni, e ho sempre optato per importazioni regolari. Tuttavia talvolta capita di trovare una macchina o un obiettivo d'occasione, e non sempre in questi casi si è liberi di scegliere l'importatore. Ciò non vuol dire che per questo bisogna sentirsi esclusi dalla comunità Nikon. Un nikonista non è uno che compra una Nikon Nital, ma un appassionato che vive del marchio "giallo" in termini di finiture costruttive, di tonalità calde, di nitidezza esasperata. Un nikonista è uno che ama la Nikon, non la Nital. Se fossi io ad importare le Nikon, farei una tessera-club a pagamento per chi non ha acquistato di importazione regolare, e gratis ai nitalisti, ma offrirei a tutti gli stessi servizi (gratis a chi ha acquistato regolarmente). Insomma quello che dà fastidio è la discriminazione. Se tu dovessi trasferirti in America, cosa ne faresti della tua carta gialla Nital? Eppure non disdegneresti di "sentire" il mondo Nikon che ti gira intorno, con tutti i grossi nomi che ne fanno strumento per realizzare opere d'arte. Comunque ripeto, è un discorso vecchio come il cucco, te lo dice uno che ha passato da poco i 50 e che fa foto da 30. Tutto sommato posso anche sopperire al libretto d'uso della D70, bene o male so dove mettere le mani, anche nelle funzioni meno intuitive della D70 (del tipo custom, per esempio, che sono differenti da fotocamera a fotocamera). Però la Nikon.com americana, oltre ai forum, raduni, gadgets e quant'altro hai menzionato, mette a disposizione di TUTTI tutta una serie di downloads che in Italia sono tabù. Ti auguro di non doverti trasferire mai all'astero, altrimenti della tua Nital card non te ne faresti granchè. Ma se per caso un tuo amico ti cede un obiettivo d'occasione, cosa fai? Gli dici: "No, grazie, preferisco andarlo a comprare nuovo al doppio di prezzo purchè sia di importazione regolare!". E poi i prezzi italiani!!!! Guarda sul sito Nikon.com, e vedrai intere pagine di REBATE! per acquistare a prezzi dimezzati (quelli che dopotutto fanno il mercato globale, e-bay compreso), eppure si tratta di materiale di importazione regolare in US. Insomma, per carità, non voglio dissuadere dal comprare "regolare", anzi io stesso vado sempre alla ricerca del prodotto di importazione nazionale, ma se capita l' occasione non credo sia giusto che ci si deve sentire un "pirata", alla stessa stregua di chi compra le borse "Gucci made in China".

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 76
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

apodigital, sono d'accordo con te su molte tue considerazioni, ma non su tutte.

Punto primo: dentro le confezioni di Nikon "Nital" trovi ANCHE la garanzia internazionale, che ti mette al riparo da eventuali danni o problemi che ti possono capitare all'estero. Il fatto di avere la Nital Card ti consente di accedere alla rete di servizi ed alla assistenza presso laboratori specializzati che, ripeto, non sono coordinati da "Nikon" intesa come filiale italiana(che non c'è), ma da una società privata che è, appunto, Nital. La scelta della multinazionale è stata quella di non essere presente tramite una sua rappresentativa diretta nel nostro paese, ma di concedere l'esclusiva dell'importazione e dell'assistenza ad una società(FOWA) che era presente da parecchi decenni sul panorama nazionale e che ha creato una sua branca(Nital) dedicata alla cura dei prodotti con l'etichetta gialla. I manuali in italiano, il software localizzato, etc... è tutto a cura di Nital, che ovviamente trae un profitto da esso. Nital poi non chiede nessun surplus per fornire i manuali nella nostra lingua, ma, come evidenziato sul sito, basta restituire i manuali in lingua a Nikon in Giappone e pagare le relative spese di spedizione(come ben evidenziato al primo posto fra i link sul sito di assistenza europea). Diverso il discorso della garanzia: Nital assiste i prodotti NON SUOI considerandoli fuori garanzia oppure inviando il prodotto al centro europeo di competenza. Per essere sinceri hanno anche revisionato il mio AF-Nikkor 105mm f2.0 DC senza alcuna card senza farmi pagare un cent!

Link to comment
Share on other sites

apodigital, sono d'accordo con te su molte tue considerazioni, ma non su tutte.

Punto primo: dentro le confezioni di Nikon "Nital" trovi ANCHE la garanzia internazionale, che ti mette al riparo da eventuali danni o problemi che ti possono capitare all'estero. Il fatto di avere la Nital Card ti consente di accedere alla rete di servizi ed alla assistenza presso laboratori specializzati che, ripeto, non sono coordinati da "Nikon" intesa come filiale italiana(che non c'è), ma da una società privata che è, appunto, Nital. La scelta della multinazionale è stata quella di non essere presente tramite una sua rappresentativa diretta nel nostro paese, ma di concedere l'esclusiva dell'importazione e dell'assistenza ad una società(FOWA) che era presente da parecchi decenni sul panorama nazionale e che ha creato una sua branca(Nital) dedicata alla cura dei prodotti con l'etichetta gialla. I manuali in italiano, il software localizzato, etc... è tutto a cura di Nital, che ovviamente trae un profitto da esso. Nital poi non chiede nessun surplus per fornire i manuali nella nostra lingua, ma, come evidenziato sul sito, basta restituire i manuali in lingua a Nikon in Giappone e pagare le relative spese di spedizione(come ben evidenziato al primo posto fra i link sul sito di assistenza europea). Diverso il discorso della garanzia: Nital assiste i prodotti NON SUOI considerandoli fuori garanzia oppure inviando il prodotto al centro europeo di competenza. Per essere sinceri hanno anche revisionato il mio AF-Nikkor 105mm f2.0 DC senza alcuna card senza farmi pagare un cent!

Posso avere il piacere di replicarti brevemente? Ho comprato anche una Olympus 5060 usata senza manuale, ma non ho avuto problemi. Ho spedito un vaglia di 15 euro in Polyphoto e loro mi hanno mandato immediatamente il manuale in italiano con tutto il loro bene placido. Loro hanno coperto le spese ed io ho il sospirato plico. Come avevo già criticamente espresso in precedenza, vorrei che Nital facesse lo stesso. Ciao e grazie.

Link to comment
Share on other sites

Ciao apodigital,

Chi ti dice che Nital non faccia lo stesso se acquisti una macchina usata? Basta che sia di importazione ufficiale.

E' proprio quello il punto: la mia Olympus 5060 NON è di importazione ufficiale, eppure quelli della Polyphoto mi hanno risolto lo stesso il problema. Comunque non voglio ancora annoiarti con questa storia del manuale, era solo per puntualizzare, e per evitare che prosperino privati che ne fanno una speculazione personale, spedendo fotocopie di libretti a pagamento a prezzi inadeguati ed esentasse (ce ne sono, basta guardare su eBay ma anche un pò dovunque).

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share