Sign in to follow this  
ciokkola

ma come si fa a masterizzare su Mac?

Recommended Posts

Ciao!

Benvenuto, innanzitutto, nel mondo della Mela morsicata! :-)

Il miglior software per masterizzare su Mac è Toast, da sempre. Anche per creare Cd/Dvd multisessione. Non so dirti però se Toast è in grado di aggiungere sessioni a Cd creati con software windows, Nero compreso. Non mi è mai capitato di doverlo fare, ho sempre masterizzato cd multisessione esclusivamente con Mac.

Non posso neanche dirti di provare, al limite... perché Toast è uno dei pochi software per Mac che non puo' essere scaricato in versione demo... Bisogna pagarlo, sia che vuoi ordinarlo su Cd sia che tu voglia scaricarlo direttamente in download dal sito del produttore.

L'unica cosa che posso garantirti è che sicuramente i 99 € del prezzo li vale tutti, Toast è molto più completo di Nero e soprattutto infinitamente più semplice da usare... come tutti i software x Mac.

Ci puoi creare qualsiasi cosa, dai cd/dvd dati ai video cd, ai cd/dvd multisessione con qualsiasi formato o codifica... compresi mp3, etc.

Inoltre, cosa non da poco, Toast ti permette di creare cd/dvd solo per Mac, oppure ibridi (leggibili anche su Windows).

Vedi un po' tu.

Se vuoi scaricarlo, il link è http://www.roxio.it/ita/products/toast/titanium/overview.html

Ci sono comunque ottime alternative "a gratis" (anche se molto meno dotate in termini di completezza), tipo Firestarter... ma quest'ultimo (ad esempio) non fa cd multisessione.

Un consiglio da Mac "veterano":

ci sono tantissimi siti da cui si può scaricare software per Mac, con relative introduzioni e feedback sui vari programmi.

I migliori e più frequentati da tutti i Mac users e sono:

Versiontracker (http://www.versiontracker.com/macosx/)

MacUpdate (http://macupdate.com/)

Softpedia (http://mac.softpedia.com/)

Quando cerchi qualcosa affidati tranquillamente a questi siti. Se un programma per Mac esiste, lì lo trovi sicuramente...almeno in uno di loro.

Un ultima cosa (che forse non sai ancora visto che sei appena approdato nel mondo Apple):

Col Mac, tra le tante meraviglie, puoi masterizzare cd/dvd anche facendo a meno di qualunque software.. compreso Toast.

Il sistema operativo offre già una funzione di masterizzazione che puoi usare in modo semplicissimo:

1. Sul desktop (o in qualunque finestra), clicca col tasto destro del mouse e scegli la voce "Nuova cartella di masterizzazione". Ti apparirà una nuova cartella con un'icona speciale.

2. Apri quindi questa cartella e inserisci i files (compresi cartelle o altro) che vuoi mettere su cd o dvd

3. Inserisci un cd/dvd vuoto

4. Clicca infine sul pulsante "Masterizza", lo trovi nella parte destra della finestra, in alto

5. Lascia che il Mac faccia il suo lavoro e... hai finito!

L'unica limitazione di questo metodo, però, è che non puoi creare supporti multisessione.

Se ne hai proprio bisogno, devi usare Toast.

Se hai bisogno di qualche altra informazione, son qua!

Jospin

Grazie Jospin per il tuo consiglio molto esauriente. Un altra curiosità: se io volessi creare cd dati leggibili anche da windows posso farlo da utility disco e come? in toast penso proprio che sia possibile, giusto? grazie ancora!:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Jospin per il tuo consiglio molto esauriente. Un altra curiosità: se io volessi creare cd dati leggibili anche da windows posso farlo da utility disco e come? in toast penso proprio che sia possibile, giusto? grazie ancora!:)

Etan,

no, con Utility Disco puoi masterizzare solo in formato Mac e creando particolari file chiamati Immagine Disco.

Il Windows non legge né volumi né cd/dvd masterizzati col solo formato Mac, a meno che non ci istalli un appl. che si chiama MacDrive. Ti consiglio però di lasciar perdere questa opzione.

Per quanto concerne Toast, invece, confermo quanto ti ha detto Whiteyo. Con Toast puoi creare sicuramente cd "ibridi", cioè leggibili da entrambe le piattaforme. Ti basta selezionare l'opzione Mac+Pc, si trova nella barra laterale del programma.

Divertiti!

E se hai altri dubbi, siamo qua!

Jospin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei solo precisare che usando le funzioni di masterizzazioni integrate del Finder si possono creare senza problemi dischi standard ISO 9660 con supporto al formato Joliet che sono leggibili tranquillamente dalle varie versioni di Windows. Quindi basta inserire il disco da masterizzare e seguire le indicazioni del finder impostando il giusto formato di masterizzazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, sono un nuovo utente, e non riesco a masterizzare i brani scaricati, o meglio li masterizzzo ma il lettore cd non li legge, si possono solo sentire al pc, o al mac; il mio mac è dotato di combo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, sono un nuovo utente, e non riesco a masterizzare i brani scaricati, o meglio li masterizzzo ma il lettore cd non li legge, si possono solo sentire al pc, o al mac; il mio mac è dotato di combo

Oronzo, probabilmente masterizzi i brani in formato .mp3 e (purtroppo) alcuni lettori cd non sono in grado di leggerli (specialmente quelli vecchiotti). Sui computer, invece, li leggi sempre perché tutti leggono gli .mp3

Per essere sempre sicuro di poter riprodurre i tuoi cd su qualunque lettore esterno (stereo di casa, autoradio, etc..) devi masterizzare i brani in formato .aiff (quello dei comuni cd commerciali).

Far questo è semplicissimo: basta che setti le preferenze dell'applicazione che usi (iTunes, Toast o altro) selezionando l'opzione di masterizzazione in formato .aiff

Tutto qua.

Ricordati solo che su un Cd in formato normale non potrai scrivere (in media) più di 16-18 brani, non di certo i 150 e più dei cd mp3.

Ad ogni modo, gran parte delle autoradio e dei lettori moderni in genere, leggerà anche i tuoi cd mp3! ;)

Jospin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jospin70, occhio che con la tua risposta - seppure non scorretta - rischi di creare confusione. Il formato aiff, infatti, è effettivamente quello delle tracce audio una volta importate su Mac senza compressione (stessa identica cosa il formato wav, ma se non sbaglio il primo è nato per il Mac mentre il secondo per Windows). Si tratta però sempre e comunque di formati di file. I CD musicali, tipo quelli che si vendono nei negozi, sono invece composti da tracce audio non visibili direttamente su un computer (quando apri nel Finder un cd musicale su MacOS o su Windows, non vedi i file audio veri e propri).

Per masterizzare CD leggibili con qualsiasi impianto stereo, anche datato (ma non troppo, molti stereo più vecchi non riconoscono proprio i cd masterizzati) usando iTunes, Toast o ogni altro programma di masterizzazione, il formato corretto da impostare è "cd audio" e non aiff (che infatti in genere nelle opzioni non si trova nemmeno).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guass,

fare un appunto al post di un altro utente, oltre che legittimo, è sempre doveroso quando si è convinti che quel post contenga inesattezze.

Prima, però, bisognerebbe sempre assicurarsi della validità delle proprie tesi. Altrimenti rischiamo di essere noi stessi a creare confusione nello stesso istante in cui pensiamo di eliminarla.

Detto questo, rifacciamo un po' di ordine citando quanto hai scritto e cominciando dall'unica cosa abbastanza corretta che hai detto:

Per masterizzare CD leggibili con qualsiasi impianto stereo, anche datato (ma non troppo, molti stereo più vecchi non riconoscono proprio i cd masterizzati) usando iTunes, Toast o ogni altro programma di masterizzazione, il formato corretto da impostare è "cd audio" e non aiff (che infatti in genere nelle opzioni non si trova nemmeno).

E' esatto, in programmi come iTunes e Toast, in realtà l'opzione presente per la masterizzazione nel formato dei comuni Cd commerciali è CD AUDIO, non .aiff

Ho sbagliato io a non precisarlo.

Ciò non implica però che tale processo di masterizzazione scriva sul Cd chissà quale strano tipo di file. Scriverà, inconfutabilmente, files in formato .aiff

Vai avanti a leggere e capirai.

Passiamo alle inesattezze:

Il formato aiff, infatti, è effettivamente quello delle tracce audio una volta importate su Mac senza compressione (stessa identica cosa il formato wav, ma se non sbaglio il primo è nato per il Mac mentre il secondo per Windows). Si tratta però sempre e comunque di formati di file. I CD musicali, tipo quelli che si vendono nei negozi, sono invece composti da tracce audio non visibili direttamente su un computer (quando apri nel Finder un cd musicale su MacOS o su Windows, non vedi i file audio veri e propri).

Non è esatto.

Il formato audio .aiff non è solo il formato dei files musicali importati dai computer senza compressione, è esattamente lo stesso formato delle tracce audio sul Cd.

Tali tracce, Guass, non sono altro che files identici a quelli senza compressione che importerà il computer: il Mac in questo caso si limita a copiarli così come li trova (senza operare alcuna codifica e/o conversione).

Scusami, ma tu cosa pensavi che fossero le tracce di un cd?

Sono files in formato .aiff, Guass, e non è affatto vero che non li visualizzi aprendo l'icona del cd sul Finder. Li vedi eccome, con tanto di estensione .aiff

Inserisci un cd commerciale o masterizzato in formato cd audio e... vedrai che ricordi male.

Concludo ringraziandoti di aver rettificato il particolare dell'opzione Cd Audio su iTunes e Toast.

Per il resto, ti invito a documentarti meglio prima di rettificare.

Ti auguro una buona giornata.

Jospin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this